Segui i nostri social

cronaca

Pantelleria, il Sindaco: "l'agricoltura sta morendo". L'incontro con la cittadinanza

Direttore

Pubblicato

-

L’S.O.S. del Sindaco di Pantelleria, Vincenzo Campo, è allarmante e invita gli isolani ad un incontro lunedì 18 marzo, ore 21, presso l’Aula Mediatica Il primo cittadino denuncia lo stallo in cui versa il settore agricolo dell’isola, che vanta imponenti premi internazionali, nonchè tutele da parte dell’Unesco. I panteschi sono da sempre un popolo di agricoltori, ancor prima che di marinai e pescatori. Ecco perchè Campo sprona la sua cittadinanza con queste lapidarie parole: “E’ giunta l’ora di muoversi, di far sentire la nostra voce e di riportare i prodotti di Pantelleria e il vero eroe nel giusto posto che meritano”. 53877568_10161301014070447_7557232670866931712_n  

Marina Cozzo è nata a Latina il 27 maggio 1967, per ovvietà logistico/sanitarie, da genitori provenienti da Pantelleria, contrada Khamma. Nel 2007 inizia il suo percorso di pubblicista presso la testata giornalistica cartacea L'Apriliano - direttore Adriano Panzironi, redattore Stefano Mengozzi. Nel 2014 le viene proposto di curarsi di Aprilia per Il Corriere della Città – direttore Maria Corrao, testata online e intraprende una collaborazione anche con Essere Donna Magazine – direttore Alga Madia. Il 27 gennaio 2017 l'iscrizione al Consiglio dell'Ordine dei Giornalisti nel Lazio. Ma il sangue isolano audace ed energico caratterizza ogni sua iniziativa la induce nel 2018 ad aprire Il Giornale di Pantelleria.

Pubblicità
4 Commenti

1 Commento

  1. Avatar

    dinosolari70

    17:10 - Marzo 14, 2019 at 17:10

    In passato sono stati fatti tanti errori Ad esempio qui in lombardia arrivano vini che di “passito” non hanno niente a un prezzo troppo basso per essere il “passito di pantelleria”.In effetti questi vini non seguono il protocollo del passito e sono identificati come “passito vino liquoroso”generando confusione nei consumatori e proponendo un vino scarsa qualita’.Sarebbe ora di intervenire
    Inviato da Tablet Samsung.

    • Avatar

      Gianluca Salerno

      02:48 - Marzo 15, 2019 at 02:48

      il problema non è solo questo e cmq una bella fetta di ignoranza è del consumatore quanto del Pantesco che non informa abbastanza, non tutela la storia la tradizione e il prodotto esclusivo e sintetizzo solo questo… dico prodotto esclusivo perchè lo Zibibbo di Pantelleria non è ne zibibbo bianco italiano e ne quel famoso Zibibbo di Alessandria, poi un altra cosa ancora fin quando non si crea sistema unione e organizzazione, non esiste la vendità, quindi è inutile pubblicizzare cosi come parlarne. Qualità Altissima in qualsiasi prodotto Pantesco ma poi perchè lavorare i terreni tutto l’anno per poi aver meno di fare il dipendente, nei risultati di raccolta ? Partiamo da un altro importante fattore: non conosciamo neanche la storia di Pantelleria quindi non si va da nessuna parte state tranquilli e sereni…

  2. Avatar

    Dino Solari

    17:31 - Marzo 14, 2019 at 17:31

    In passato sono stati fatti tanti errori
    Ad esempio qui in lombardia arrivano vini che di “passito” non hanno niente a un prezzo troppo basso per essere il “passito di pantelleria”.
    In effetti questi vini non seguono il protocollo del passito e sono identificati come “passito vino liquoroso”
    generando confusione nei consumatori e proponendo un vino scarsa qualita’.
    Sarebbe ora di intervenire
    Inviato da Tablet Samsung.
    ——– Messaggio originale ——–
    Da: Il Giornale di Pantelleria
    Data: 14/03/19 17:56 (GMT+01:00)
    A: dinosolari70@gmail.com
    Oggetto: [Nuovo articolo] Pantelleria, il Sindaco: “l’agricoltura sta morendo”. L’incontro con la cittadinanza
    Mostra testo citato

  3. Avatar

    vincenzo sorrentino

    17:58 - Marzo 14, 2019 at 17:58

    salve….leggo dell’accorato S.O.S. del sindaco Campo per quanto concerne l’agonia della nostra agricoltura e chiama a raccolta gli agricoltori….uno sparuto gruppetto.
    FORTUNATAMENTE SE NE ACCORTO.ma il malato agricoltura e’
    morto da tempo a causa della stupida e miope politica regionale e locale dal 1980 ai nostri giorni.
    Vado in giro per l’isola e vedere terreni abbandonati e pensare a tanti miei compaesani con la schiena piegata e deformata per il duro lavoro dei campi per ottenere un prodotto di qualita’ a volte non pagato e quando pagato,sottocosto
    strozzati da banche….e……
    Dai miei conoscenti contadini ricordo un detto:””” figliu tuttu u bene vene da terra “” ed e’ stata tradita.!!!!!cosa c’e da aspettersi.’ nei prossimi anni????
    L’AGRICOLTURA A……ZERO…….TURISMO STRIMINZITO…..TRASPORTI MARITTIMI…STENDIAMO UN VELO PIETOSO SULL’ARGOMENTO….VOLI AEREI CARI…MA CI SONO.
    A tutto cio’ due ciliegine :mancanza
    di una modesta infrastruttura portuale … e chiediamo a gran voce NAVI NUOVE….. e un centro abitato dopo oltre settanta anni non ricostruito con aree abbandonate e sporche.
    Questa miscela di vari inconvenienti trascineranno ,a mio parere inevitabilmente nel baratro l’ultima trovata Parco Nazionale di
    Pantelleria.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Economia

Codici: Sicily by Car segnalata all’Antitrust per costi e modalità del rifornimento dell’auto noleggiata

Redazione

Pubblicato

il

 

Tempo di vacanze, di viaggi ed anche di brutte sorprese per i consumatori. È il caso di chi nei giorni scorsi è stato in Sicilia, ha noleggiato un’auto per visitare l’isola e, al momento di riconsegnarla all’aeroporto di Palermo, ha ricevuto un conto con una voce che l’ha spiazzato, tanto da segnalarlo all’associazione Codici.

 

“La vicenda che abbiamo deciso di portare all’attenzione dell’Antitrust – dichiara Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici –, riguarda la compagnia di autonoleggio Sicily by Car e la voce relativa al servizio di rifornimento. Parliamo di circa 25 euro, una somma in fin dei conti contenuta, ma il problema è il modo in cui viene indicata. Questa spesa, infatti, non è illustrata in maniera chiara al momento della sottoscrizione del contratto. Oltre alla sorpresa per questo pagamento, il consumatore deve fare i conti anche con la difficoltà nel fare rifornimento: la stazione di servizio più vicina all’aeroporto di Palermo è a circa 20 chilometri, quindi risulta impossibile farlo per chi si ritrova a ridosso dell’orario di imbarco. Sono tutti aspetti su cui abbiamo deciso di richiedere una verifica all’Autorità per tutelare i consumatori, considerando tra l’altro che in passato Sicily by Car è stata già oggetto di controlli e di sanzioni proprio da parte dell’Agcm”. Il riferimento è alla multa inflitta dall’Antitrust per la vessatorietà della clausola inserita nel contratto e riguardante un addebito a carico del cliente per l’attività di gestione di multe, pedaggi e parcheggi comminati da autorità, enti e concessionari riguardanti la circolazione del veicolo noleggiato.

 

L’associazione Codici invita i consumatori a segnalare eventuali problemi con le compagnie di autonoleggio a causa di costi non illustrati in maniera adeguata al momento della sottoscrizione del contratto, così da poter far valere i propri diritti e tutelarsi di fronte a spese extra illegittime. È possibile contattare lo Sportello Nazionale al numero 065571996 o all’indirizzo e-mail segreteria.sportello@codici.org.

Leggi la notizia

Ambiente

Pantelleria, disinfestazione e derattizzazione di tutto il territorio in due giorni

Direttore

Pubblicato

il

Il Comne di Pantelleria ha pubblicato avviso di attività di disinfestazione e derattizzazione di tutto il territorio isolano per i giorni domani mercoledì 17 e dopodomani giovedì 18 luglio 2024.

Leggi la notizia

Ambiente

Pantelleria, calendario distribuzione acqua a Khamma/Tracino – Luglio 2024

Direttore

Pubblicato

il

Di seguito riportiamo il calendario di distribuzione dell’acqua nella contrada di Khamma/Tracino, relativo al periodo di luglio 2024

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza