Segui i nostri social

Politica

Egadi, Vicepres. Armetta scrive: sulla deroga della tassa di sbarco “vergognosa campagna denigratoria”

Redazione

Pubblicato

-

Riceviamo e pubblichiamo lettera aperta di Antonella Armetta – Vicepresidente del Consiglio del Comune di Favignana Isole Egadi
All’indomani dell’approvazione del regolamento sul contributo di sbarco col quale io e miei colleghi del gruppo di maggioranza abbiamo esteso l’esenzione della tassa di sbarco anche ai nativi delle isole Egadi e al loro nucleo familiare, utilizzando come Comune una deroga rispetto al Decreto legislativo 23/2011, in applicazione dell’art. 4 comma 3 dello stesso,  è partita una vergognosa campagna denigratoria volta a confondere le idee dei cittadini e alimentare dubbi sull’operato dell’amministrazione.
Per questa ragione, poichè in tutta onestà sento di agire e di avere sempre agito nella totale trasparenza e nell’interesse del bene collettivo e secondo coscienza, sento la necessità e il dovere di fare chiarezza.
Trovo scandaloso che per pura propaganda politica, per rabbia o per interessi personali, si faccia credere alla gente che l’attuale amministrazione non abbia a cuore i legami affettivi di chi ha dovuto lasciare le Egadi ma conserva qui i suoi affetti.
Voglio rivolgermi a tutti i nativi egadini, che hanno dovuto a malincuore emigrare per trovare lavoro e condizioni di vita migliori. Capisco benissimo quale sia e quanto sia profondo il legame con la propria terra d’origine, legame che si rafforza ancora di più quanto si deve vivere lontani. E comprendo come, chi senta sua la terra egadina e abbia il mare delle Egadi nelle vene, abbia un desiderio di rivalsa nei confronti di quelli che invece sono solo visitatori occasionali.
Conosco nel profondo quel sentimento di appartenenza che porta a dire “io sono nativo, io appartengo a queste isole e loro appartengono a me”. Ed è proprio per rispetto a quei legami che abbiamo voluto esentare i nativi e il loro nucleo familiare dal contributo di sbarco, anche se non sono più residenti. Ci si chiedeva di estendere l’esenzione ai parenti fino al secondo grado.
La legge non lo consente. E’ questa l’unica verità. Sarebbe bello poter accontentare tutti sulla scia dell’onda emotiva, ma in una pubblica amministrazione si deve agire secondo normative. È triste che si pensi a ottenere facili applausi piuttosto che dire la verità alla gente che si rappresenta. Per questo, con una profonda amarezza, mi rivolgo a tutti quelli che hanno capovolto la realtà, trasformando quella che è stata una piccola grande vittoria, in un atto contro gli isolani nativi delle Egadi.
E mi rivolgo a chi strumentalizza la povera gente, perchè questo modo di fare politica è nocivo, distrugge il senso comune, sfiducia e confonde.
Sono qui per cercare di costruire un nuovo senso comune, che non significa proteggere interessi personali, ma significa riportare l’amministrazione comunale al centro delle azioni e delle scelte, anche quando queste sono impopolari.
Amare queste isole non significa poter fare tutto ciò che si vuole, significa cercare di proteggerle, aiutarle a crescere senza distruggerle. Significa lottare contro le speculazioni, significa non essere schiavi delle volontà di singoli o di gruppi di categoria, ma riuscire a essere al di sopra delle parti e agire per il bene indistinto di tutti i cittadini.
So che gli isolani vivono di tante privazioni e stiamo provando a scardinare vecchi sistemi di potere, cattiva gestione amministrativa, che ha portato a indagini e processi penali, e che hanno condotto alla attuale situazione.
Posso garantire l’assoluta onestà della mia azione e sono aperta a confronti pubblici per dimostrare, ancora e ancora, che amo le Egadi e le sento mie, nelle vene e nel cuore, e non accetto che si insinui il contrario.
Antonella Armetta
Vicepresidente del Consiglio del Comune di Favignana Isole Egadi

Attualità

Pantelleria – Consiglio Comunale, tra i punti: piano particolareggiato in Centro

Direttore

Pubblicato

il

Il presidente Giuseppe Spata ha convocato Consiglio Comunale per il giorno martedì 23 luglio prossimo.
Trai punti all’ordine del giorno adozione del piano particolareggiato in Paese-Centro.

Leggi la notizia

Politica

[Sicilia] Schifani +6% di gradimento. Caruso (FI) “Governatore incarna capacità di ascolto, attenzione e azione”

Redazione

Pubblicato

il

 
 
“Oggi abbiamo avuto un’ulteriore conferma del buon lavoro che il Governo regionale ed in particolare il Presidente Schifani stanno facendo, ricevendo il giusto riconoscimento ed apprezzamento dei siciliani.
Il risultato del Presidente Schifani, che è anche Presidente del Consiglio nazionale di Forza Italia, è lo specchio di un lavoro di squadra, nel quale il nostro partito gioca un ruolo fondamentale grazie al proprio radicamento nei territori, e che ha nel Governatore l’espressione della capacità di ascolto, attenzione e azione per dare risposte concrete, coinvolgere, mettere a frutto ogni opportunità utile a far crescere la Sicilia.”

Lo dichiara Marcello Caruso, coordinatore regionale di Forza Italia in Sicilia

Leggi la notizia

Politica

Aeroporto Berlusconi – Bosco (PD Sicilia) “La politica si occupi di occupazione, sanità e istruzione” 

Redazione

Pubblicato

il

Edward Richard Junior Bosco – Dirigente PD Sicilia: “Basta con polemiche sterili sull’intitolazione dell’aeroporto di Malpensa, la politica si occupi di questioni prioritarie: occupazione, sanità e istruzione” 

In questi giorni, assistiamo a dibattiti politici sterili e insulsi, a dispetto di temi per lo sviluppo economico e sociale del Paese. Penso, ad esempio, alla sterile polemica sull’intitolazione dell’aeroporto di Malpensa a Silvio Berlusconi. Definirei questa una “effimera dialettica da scappati di casa”. La politica dovrebbe, invece, prendere posizione su alcuni temi importanti, che dovrebbero essere al centro del dibattito politico. 
In primis, mi preoccupa il comportamento antisindacale della RAI, che il 6 maggio scorso ha tentato di boicottare lo sciopero dei giornalisti. Qui si tratta di una questione fondamentale di libertà di sciopero, un diritto irrinunciabile per i lavoratori. 
Inoltre, ritengo cruciale affrontare le difficoltà che i giovani incontrano nel loro percorso di istruzione e inserimento nel mercato del lavoro. Temi come l’orientamento, il costo dell’istruzione e la transizione all’età adulta meritano la massima attenzione. 
Si dovrebbero potenziare i collegamenti tra istituzioni scolastiche, servizi pubblici per l’impiego e realtà produttive del territorio nazionale, per facilitare il matching tra domanda e offerta di lavoro. Questi collegamenti potrebbero favorire il dialogo e la co-progettazione, soprattutto al Sud, dove queste realtà spesso mancano. Le imprese del Nord potrebbero, inoltre, supportare gli istituti scolastici meridionali per renderli più competitivi. 
Il piano di studio scolastico e universitario dovrebbe essere rivisto secondo le esigenze del mondo del lavoro, per allinearli maggiormente alle competenze richieste dalle aziende, anticipando i cambiamenti del mercato del lavoro. Ciò potenzierebbe i servizi di orientamento e di accompagnamento all’ingresso nel mondo del lavoro, attraverso attività di job placement mirato. 
Non possiamo ignorare nemmeno il cambiamento nell’interazione sociale dei giovani, con un crescente divario generazionale all’interno delle famiglie. 
La pandemia ha, inoltre, evidenziato l’importanza di investire nella sanità, in particolare per quanto riguarda la salute mentale, ancora troppo spesso emarginata. Purtroppo, la Sanità ha visto ancora una volta una riduzione degli investimenti per la salute pubblica. 
Bosco, conclude:”In un’epoca di fragilità sociale, caratterizzata da un dilagante nichilismo e da eccessi del libero mercato, abbiamo bisogno di una politica che sappia sfidare e affascinare i cittadini, guidandoli con visione, dialettica e studio approfondito. 
La vera forza della politica risiede nelle idee, nella conoscenza che trasforma noi stessi e la società, diventando cultura. 
È giunto il momento di affrontare queste vere sfide sociali, superando le sterili dispute politiche.”

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza