Segui i nostri social

Sociale

Fondazione Isola di Pantelleria, nuovi membri del Consiglio di Amministrazione: presidente Mariano Rodo

Direttore

Pubblicato

-

Designati, su determina del primo cittadino Fabrizio D’Ancona, i componenti del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Isola di Pantelleria 

I membri

Ecco chi sono i membri del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Isola di Pantelleria: presidente Mariano Rodo, Valenza Antonietta nata 
a Pantelleria il 29/12/1948; Lionti Caterina nata ad
Agrigento il 07/09/1975; Raso Antonino nato a Melzo (MI) il 16/08/1949;
membri del Collegio dei Revisori, saranno nominati in sede di assemblea.

Cos’è la Fondazione Isola di Pantelleria

Si tratta di un organismo di diritto privato che con un patrimonio costituito o costituendo si prefigge di raggiungere determinati obiettivi e risultati.
 
Nel nostro caso la Fondazione nasce nel lontano 2008, ma dalla sua nascita ad oggi, essa è rimasta lettera morta.
 
La passata amministrazione aveva rimesso in gioco l’ente, con a capo l’ex vicesindaco, Maurizio Caldo.

Gli obiettivi

 
Importanti sono gli obiettivi che la Fondazione  si prescrive: essere un ente -o istituzione- che agilmente gestita possa portare a promuovere il territorio e la comunità panteschi, sotto ogni aspetto. Da quello immaterialmente culturale a quello di carattere economico, variamente declinato, in senso turistico, agroalimentare, ambientale,  ma anche sociale.

L’atto pubblico: determina_n_25

Marina Cozzo è nata a Latina il 27 maggio 1967, per ovvietà logistico/sanitarie, da genitori provenienti da Pantelleria, contrada Khamma. Nel 2007 inizia il suo percorso di pubblicista presso la testata giornalistica cartacea L'Apriliano - direttore Adriano Panzironi, redattore Stefano Mengozzi. Nel 2014 le viene proposto di curarsi di Aprilia per Il Corriere della Città – direttore Maria Corrao, testata online e intraprende una collaborazione anche con Essere Donna Magazine – direttore Alga Madia. Il 27 gennaio 2017 l'iscrizione al Consiglio dell'Ordine dei Giornalisti nel Lazio. Ma il sangue isolano audace ed energico caratterizza ogni sua iniziativa la induce nel 2018 ad aprire Il Giornale di Pantelleria.

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lavoro

Pantelleria, al via corso per Polizia Municipale. Domande entro 15 settembre

Direttore

Pubblicato

il

Il Comune di Pantelleria ha pubblicato bando così meglio definito in Albo Pretorio

CORSO BASE DI 1° LIVELLO CON SELEZIONE FINALE DI MERITO PER LA FORMULAZIONE DI UNA GRADUATORIA DI VALIDITÀ BIENNALE PER AGENTI DI POLIZIA LOCALE CAT. C1.

I requisiti

Gli aspiranti di ambo i sessi possono partecipare al corso e alla selezione finale se in possesso dei
seguenti requisiti per la presentazione delle domande:
❖ diploma di istruzione secondaria di secondo grado conseguito presso un’istituzione
scolastica sia statale che paritaria che consente l’accesso all’università;
❖ patente di abilitazione alla guida di autoveicoli: cat. “B” o superiori;
❖ cittadinanza italiana o europea, secondo quanto previsto dall’art. 2 del D.P.C.M. 07.02.1994 n.174. Sono equiparati ai cittadini gli italiani non appartenenti alla Repubblica;
❖ maggiore età;
❖ requisiti richiesti dalla Legge 65/86 art. 5 comma 2:
■ godimento dei diritti civili e politici;
■ non aver subito condanna  a pena detentiva per delitto non colposo;
■ non essere stato sottoposto a misura di prevenzione;
■ non essere stato espulso dalle Forze armate o dai Corpi militarmente organizzati;
■ aver assolto gli obblighi di leva militare

Domanda ammissione al corso

La domanda di ammissione al corso, redatta sul modulo allegato alla presente, deve essere
firmata dagli aspiranti in originale e di proprio pugno senza ulteriori formalità. Inoltre si richiede di allegare:
❖ documento di riconoscimento in corso di validità;
❖ codice fiscale;
❖ curriculum vitae;
❖ copia di ricevuta del bonifico di versamento.

La domanda va inoltrata entro e non oltre il termine del 15 Settembre 2024 tramite:
❖ RaccomandataA.R.all’indirizzo: Via Rovigo 65- 35042 Este (PD)
indicando nella busta: “Corso Cod M0224”;
❖ PECall’indirizzo iou@pec.it
indicando nell’oggetto: “Corso Cod M0224, con cognome e nome del partecipante”.
Il costo è pari a € 1.464,00 (millequattrocentosessantaquattro/00) IVA inclusa ed è incluso di
❖ rimborsospesediorganizzazione iscrizione;
❖ tutoraggio;
❖ materialedi studio;
❖ diritti di segreteria per la partecipazione alla selezione finale.
Il pagamento va effettuato entro e non oltre il termine del 15 Settembre 2024 con la seguente
modalità:
❖ versamento su c/c bancario IBAN: IT 15 O 02008 62660 000105194405 (O inteso come
lettera), banca di riferimento Unicredit AG. Monselice, intestato ad International Online
University, causale: Cod M0224- Cognome e nome partecipante del corso.
Si precisa che in caso di rinuncia da parte dell’interessato alla partecipazione del corso, la quota
versata non viene restituita. È possibile effettuare il versamento della quota anche in tre rate:
❖ laprimarataentro il 15 Settembre 2024 di € 488,00;
❖ lasecondarataentro il 15 Ottobre 2024 di € 488,00;
❖ laterzarata entro il 15 Novembre 2024 di € 488,00.
Ente Certificato ISO 9001-2015
mod.5 rev.1- bando VA

documento integrale – bando vat m0224

C’è tempo fino al 15 settembre 2024 per iscriversi

Leggi la notizia

Sociale

Pantelleria, successo per il Grest 2024. I numeri: 140 bambini con 35 animatori – F o t o

Direttore

Pubblicato

il

Il successo del Grest 2024 di Pantelleria 


Si è concluso con un successo il Grest 2024 di Pantelleria, con tante iniziative portate in diverse date nelle varie parrocchie dell’isola.


Dopo un tam tam per il reclutamento di ben 35  animatori, con guide esperte provenienti da Khamma, Scauri e Capoluogo, si sono aperte le attività cui sono stati coinvolti 140 bambini.
Giochi, danze, canti, laboratori e gite sull’isola, sotto la regia di Don Giuseppe Inglese.

La giornata conclusiva, nominata Pantafest, si è tenuta lo scorso 10 luglio sul sagrato gremito della Chiesa Madre Ss. Salvatore del Paese e ha visto radunarsi tutti i componenti del grande gruppo sotto l’ombra degli ulivi per chiudere in bellezza nella comunione e nel divertimento questa esperienza. 

Il Vescovo della nostra diocesi, Mons, Angelo Giurdanella, ha “presenziato” telefonicamente ai festeggiamenti e al giubilo di quei bambini panteschi felici e bellissimi.

Leggi la notizia

Sociale

Strage di Via D’Amelio, tra depistaggi  ed eversione. Dibattito on line promosso da Esperonews e L’Informazione

Marilu Giacalone

Pubblicato

il

Strage di Via D’Amelio, tra depistaggi  ed eversione. Dibattito on line promosso da Esperonews e L’Informazione
I giornalisti Alfonso Lo Cascio e Luciano Mirone ne parleranno in diretta online il 18 luglio 2024 alle 19 (attraverso i canali di Esperonews e L’Informazione) con l’avvocato Enzo Guarnera, l’ex Commissario di Polizia Mario Ravidà e la figlia di Luigi Ilardo, Luana. Regia di Giovanni Azzara.

A trentadue anni dalla strage di via D’Amelio a Palermo, in cui persero la vita il giudice Paolo Borsellino, gli agenti della scorta Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli, Walter  Eddie Cosina, Claudio Traina ed Emanuela Loi, tanti sono gli interrogativi ai quali neanche i processi celebrati a Caltanissetta sono riusciti a rispondere. Chi ordinò l’attentato? Perché si costruì un falso pentito come Scarantino per depistare le indagini? Che ruolo ebbero l’allora procuratore della Repubblica di Caltanissetta Tinebra, l’allora capo della Squadra mobile di Palermo La Barbera e l’allora capo della Polizia Parisi? Quali collegamenti esistono fra l’attentato a Borsellino e la strage di 55 giorni prima contro Giovanni Falcone? Quali attinenze ci sono fra gli omicidi dei due magistrati con le stragi di alcuni mesi dopo commesse nel “Continente”? Perché boss del calibro di Riina, Provenzano, Santapaola e Messina Denaro sono rimasti latitanti per diversi decenni? Perché non sono stati catturati prima? Quali sono i retroscena dell’omicidio di Luigi Ilardo, boss di Caltanissetta, che stava rivelando i retroscena delle stragi e l’ubicazione del covo di Provenzano? Perché è stato ucciso il giovane urologo di Barcellona Pozzo di Gotto Attilio Manca?

I giornalisti Alfonso Lo Cascio e Luciano Mirone ne parleranno in diretta online il 18 luglio 2024 alle 19 (attraverso i canali di Esperonews e L’Informazione) con l’avvocato Enzo Guarnera, l’ex Commissario di Polizia Mario Ravidà e la figlia di Luigi Ilardo, Luana. Regia di Giovanni Azzara.

 
 
 
 
 

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza