Segui i nostri social

Cronaca

Fermiamo genocidio contro popolo palestinese! Cessate il fuoco subito, il monito di UPS

Redazione

Pubblicato

-

Fermiamo il genocidio contro il popolo palestinese! Cessate il fuoco subito”

Anche in queste giornate di festivita’ di fine anno, in Italia ed, anche, in Sicilia, si succedono numerosissimi momenti di mobilitazione, flash mob, assemblee e azioni di boicottaggio, in contemporanea con quanto sta accadendo in numerose città del mondo

Una mobilitazione straordinaria, che non ha precedenti, per durata ed intensita’ negli ultimi decenni, che ha visto Unione Popolare, le organizzazioni che la compongono e forze alleate europee protagoniste, non solo nel condannare quello che sta avvenendo negli ultimi due mesi, ma anche la politica d’occupazione coloniale in Palestina, che dal 1948 caratterizza le azioni dei governi di Israele.

In 75 anni abbiamo assistito, spesso nel silenzio, alla Nakba, all’espulsione di centinaia di migliaia di persone dalle proprie case, all’occupazione del 1967 di ulteriori territori, alla costruzione di un regime di apartheid che oggi ha tolto la quasi totalità delle terre agli abitanti palestinesi.
I tentativi di opporsi all’occupazione, le diverse Intifade, la crescita di un conflitto perennemente asimmetrico, vengono affrontati da Israele con un progetto di pulizia etnica.
Più di 20.000 palestinesi uccisi dal 7 Ottobre, di cui 10.000 bambini.
Non è una guerra alla pari, Israele sta compiendo un genocidio. A dirlo è anche l’Onu che ha descritto la situazione a Gaza come “apocalittica”, perché non c’è più nessun posto sicuro dove scappare.

Occorre rilanciare un’azione congiunta, dal basso, che ponga anche all’interno del sistema istituzionale e mediatico, italiano ed europeo alcune parole d’ordine e richieste chiare.
Chiediamo la fine del genocidio in corso e il cessate il fuoco immediato.
Cessate il fuoco richiesto da una risoluzione votata dalla maggior parte dei membri del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite e bloccato per l’unico veto degli Stati Uniti d’America, complici della situazione in corso, e riconfermato dal voto nell’Assemblea generale, con l’eccezione di pochi paesi e la vergognosa astensione del Governo italiano.

Con la partecipazione italiana all’operazione internazionale, guidata dagli Stati Uniti, nel Mar Rosso, insieme ad altri 8 paesi, tra cui Canada’, Francia, Regno Unito,
mirata ad impedire attacchi a mercantili, colpiti da azioni militari dallo Yemen in solidarieta’ con il popolo palestinese e di Gaza, Il NOSTRO PAESE ENTRA, UFFICIALMENTE, in UN’OPERAZIONE di GUERRA contro le forze yemenite che agiscono in reazione a quanto accade in questo momento a Gaza. Esse hanno gia’ dichiarato che proseguiranno i propri attacchi.

E’ probabile, dunque, che possiamo essere direttamente coinvolti in azioni ostili contro forze alleate con la Palestina.

E’ una scelta GRAVE ed AVVENTURISTICA del nostro Governo, che, peraltro, si e’ sempre contraddistinto, negli scenari internazionali, per una sudditanza imbarazzante rispetto alle politiche imperiali statunitensi.

In Sicilia, in particolar modo, si materializza con la presenza di basi militari Usa e Nato, di grande rilevanza strategica, come il Muos di Niscemi e le basi di Sigonella ed Augusta, coinvolte, nelle avventure militari di questi ultimi decenni..
Denunciamo le gravi responsabilità della UE ed in particolare quelle della Presidente della Commissione Europea Ursula Von Der Leyen, di cui abbiamo chiesto le dimissioni, nel non seguire nemmeno le indicazioni del segretario generale dell’Onu Gutierres.
Chiediamo l’avvio di un percorso di pace che deve prevedere la nascita di uno Stato di Palestina, lo sgombero degli insediamenti illegali, il rispetto delle risoluzioni ONU e l’avvio di trattative in cui non siano arbitri Usa e NATO, ma in cui possano intervenire tutti gli Stati interessati.

Quello che occorre è una pace fondata sulla giustizia. E sotto occupazione non c’è né pace né giustizia.

Unione Popolare Sicilia

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Grande operazione di soccorso della Guardia Costiera di Trieste – motonave “Audace” in affondamento: salvati 85 passeggeri – VIDEO

Direttore

Pubblicato

il

La Motonave Audace rischiava l’affondamento e con essa i suoi 85 passeggeri

Tutti sbarcati in sicurezza a Grado gli 85 tra passeggeri ed equipaggio della motonave Audace, che stamattina ha rischiato di affondare nelle acque dell’alto adriatico. I mezzi della Guardia Costiera, con l’ausilio di tre rimorchiatori appositamente inviati in zona operazioni, hanno terminato il trasbordo dei naufraghi – tra cui 5 minori – giungendo in banchina sotto il coordinamento della Guardia Costiera di Trieste. La nave, ormai semiaffondata, è stata presa a rimorchio e dirige verso Porto Nogaro per i necessari accertamenti del caso. Aperta un’inchiesta amministrativa dalla Guardia Costiera di Trieste.

Questa mattina la Guardia Costiera di Trieste ha ricevuto un “MayDay” da parte della motonave “Audace”, che effettua attività di trasporto pubblico locale di passeggeri tra i porti di Trieste e Grado. La nave imbarcava  acqua ed era quindi a rischio affondamento. Coordinate immediatamente le operazioni dal Centro di soccorso della Guardia Costiera di Trieste, sono stati inviati a circa 5 miglia dalla costa mezzi navali ed un aeromobile della Guardia Costiera.

Le 76 persone a bordo, che avevano preso posto sulle zattere di salvataggio, sono state tutte tratte in salvo e non si registrano feriti ma solo tanto spavento tra i passeggeri, in procinto di sbarcare a Grado in sicurezza con i mezzi navali della Guardia Costiera.

Leggi la notizia

Politica

Pantelleria, Giuseppe Palermo (Lega), linea chiara su Referendum Parco

Redazione

Pubblicato

il

Lega Pantelleria, ieri riunione dei dirigenti

Linea chiara sul referendum Parco

Si lavora per collegamenti aerei invernali con Roma

Ieri sera si è tenuta una riunione dei dirigenti della sezione locale della Lega Pantelleria, durante la quale l’Assessore Federico Tremarco e la Consigliera Comunale Mariuccia Silvia hanno fatto il punto sul primo anno di amministrazione.

L’incontro ha rappresentato un momento di confronto e riflessione sugli obiettivi raggiunti e sulle sfide future per il territorio.

L’Assessore Tremarco ha sottolineato l’importanza del lavoro svolto fino ad ora, evidenziando i progetti realizzati e quelli in corso per i trasporti ed il turismo.

La Consigliera Silvia ha ribadito l’impegno della Lega nel sostenere iniziative che possano valorizzare l’isola e le sue potenzialità, puntando su sviluppo economico e sociale sostenibile.

Durante la riunione, sono stati affrontati diversi punti relativi alle prossime attività della Lega locale.

L’ex Consigliere Comunale e portavoce del gruppo locale Giuseppe Palermo ha dichiarato: “Abbiamo discusso ampiamente delle future iniziative della Lega a Pantelleria. Sul referendum riguardante il Parco, il gruppo ha una linea chiara che verrà trattata al momento opportuno. Inoltre, siamo già al lavoro sui voli diretti per Roma anche durante la stagione invernale, per sostenere il turismo e migliorare la connettività dell’isola.”

Il gruppo della Lega Pantelleria ribadisce il suo impegno nel continuare a lavorare con determinazione per il benessere della comunità, ponendo particolare attenzione alle esigenze del territorio e dei suoi abitanti.

Pantelleria 12.06.2024

F.to il portavoce politico Lega Pantelleria

Giuseppe Palermo

Leggi la notizia

Personaggi

Anniversario Berlusconi – Caruso (FI) “Comunità siciliana di FI prosegue suo impegno, grata per insegnamenti e passione”

Redazione

Pubblicato

il

“Ad un anno dalla sua scomparsa, Silvio Berlusconi continua ad essere il nostro punto di riferimento. Nel suo nome, migliaia di cittadini, amministratori locali, imprenditori, persone animate dal suo sogno liberale continuano a portare avanti il suo lavoro.
Certamente mancano a tutti noi la sua passione e la sua energia, ma nel suo ricordo prosegue un impegno per fare dell’Italia il paese delle libertà all’interno del progetto europeo ed atlantista.
Tutta la comunità siciliana di Forza Italia ha dimostrato proprio in questi giorni quanto forte sia questo impegno, quanto radicata sia la volontà di andare avanti. Crediamo sia questo il modo migliore per dimostrare a Silvio Berlusconi la nostra immensa gratitudine per i regali che ci ha fatto con la sua visione, la sua passione, i suoi insegnamenti.”

Lo dichiara Marcello Caruso, coordinatore di Forza Italia in Sicilia, nel primo anniversario della morte di Silvio Berlusconi

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza