Segui i nostri social

Sociale

Caltanissetta, nuova vita per il bar solidale che diventa l’Equo Cream Aut Cafè

Matteo Ferrandes

Pubblicato

-

Nuova vita per l’Equo Cream Cafè che oggi diventa Equo Cream Aut Cafè. Le istituzioni nissene in visita

Da oggi il bar solidale diventa Equo Cream aut cafè, la prima realtà di ristorazione sociale in Sicilia ad avere un’attenzione particolare verso persone con disturbo dello spettro autistico e con altre disabilità.
A testimoniare l’importanza di tale progetto, le massime autorità del territorio nisseno.
“Le realtà alla quale ci siamo ispirati e con la quale lavoriamo e ci confrontiamo costantemente – dice Fabio Ruvolo, presidente cooperativa sociale Etnos – sono PizzAut e Il Tortellante. Da oggi anche noi accompagneremo con la parola “aut” il nostro progetto proprio per sottolineare la volontà di sensibilizzare tutti al mondo della disabilità. Vogliamo abbattere i pregiudizi che vedono la disabilità come limite, e costruire azioni affinché questa possa essere vista come “normalità”
Il progetto di inclusione sociale nasce su iniziativa dell’Asp n.2 di Caltanissetta, in collaborazione con la cooperativa sociale Etnos.
Questa mattina i giovani speciali del progetto hanno illustrato i loro momenti lavorativi e le capacità acquisite durante lo svolgimento del progetto.
Presenti il prefetto di Caltanissetta, Chiara Armenia, l’assessore regionale alla salute, Giovanna Volo, il questore di Caltanissetta, Pinuccia Albertina Agnello, il commissario straordinario dell’Asp2 Caltanissetta, Alessandro Caltagirone, il direttore sanitario dell’Asp2 Caltanissetta, Luciano Fiorella, direttore del dipartimento di salute mentale, Massimo Cacciola, psicoterapeuta e responsabile dei centri per l’autismo di Caltanissetta, Daniela Fasciana.

Personaggi

Ragusa, si è spento l’On. Nello Rosso a pochi giorni dal suo 90mo compleanno

Redazione

Pubblicato

il

Dichiarazione di Giorgio Chessari, presidente del Centro studi Rossitto

 

Lo ricorda con affetto e stima Giorgio Chessari (presidente del Centro studi “Feliciano Rossitto” di Ragusa): «Mi ha profondamente rattristato la scomparsa dell’on. avv. Nello Rosso, il quale oltre che Sindaco di Chiaramonte Gulfi è stato un valoroso parlamentare regionale. Egli assieme agli altri deputati della provincia di Ragusa è stato firmatario della legge regionale “Norme per il risanamento e il recupero edilizio del centro storico di Ibla e di alcuni quartieri di Ragusa”. Ricordo che l’on. Rosso fu relatore in aula della quarta Commissione legislativa e diede un grande contributo alla sua approvazione».

In questo triste momento esprimo alla moglie e ai familiari tutti, e ai cittadini di Chiaramonte Gulfi le mie più sentite condoglianze.

A Chiaramonte, ieri, alle 16, nella chiesa Madre, è stato celebrato il funerale.

 

Sebastiano (Nello) Rosso, nato a maggio del 1934 (deceduto il 26.05.2024), avvocato, già sindaco di Chiaramonte Gulfi (Rg), capogruppo DC al Consiglio provinciale di Ragusa, segretario provinciale della DC, deputato regionale eletto nel 1976 nel collegio di Ragusa, è stato da sempre impegnato per la soluzione di problematiche della provincia iblea.
Infatti è stato co-artefice (promotore e grande sostenitore unitamente all’on. Giorgio Chessari, primo firmatario) della legge speciale 61/1981 per Ragusa Ibla (conosciuta da tanti come la cosiddetta “legge su Ibla”): la norma regionale ha avuto un impatto significativo sul risanamento ed il recupero edilizio del centro storico di Ibla e di alcuni quartieri di Ragusa. e impegnato per la soluzione dei problemi della provincia iblea.

 

Giuseppe Nativo

Leggi la notizia

Sociale

Un calcio alla neurodiversità, torneo sportivo benefico per il Palermo Heart Challenge

Redazione

Pubblicato

il

L’incontro scientifico si terrà il 30 e 31 maggio al centro congressi MACC al Molo Trapezoidale per sensibilizzare sull’autismo e sulle malattie cardiovascolari

Un evento sportivo di beneficenza, previsto per domani, mercoledì 29 maggio, e intitolato CalCTO, acronimo nato dall’unione di due parole Calcio e Chronic Total Occlusion delle arterie coronariche, sarà il preludio dell’incontro scientifico Palermo Heart Challenge che si svolgerà giovedì 30 e venerdì 31 maggio al centro congressi Maac del Molo Trapezoidale alla Cala di Palermo.

Il quadrangolare di calcio a 7 si terrà dalle 17 alle 19,30 all’Usd Panormus, di viale Michelangelo, 1180. Si affronteranno le seguenti squadre: ASP Palermo, ASD Infermieri&Cardiologi Ingrassia, Members PHC e Delfini Blu. Con il patrocinio di LND Sicilia, Lega nazionale dei dilettanti, e il Comune di Palermo.

Il congresso scientifico Palermo Heart Challenge 2024, di cui è provider e segreteria organizzativa Biba Group, ha ricevuto il patrocinio dell’ASP di Palermo, dell’Ordine dei Medici e degli Infermieri ed è organizzato dalla Cardiologia dell’ospedale Ingrassia. Tra i relatori coinvolti i dottori Sergio Cannizzaro, Claudio D’Angelo, Nino Rubino, Daniele Pieri, Mirko Luparelli, Marianna Rubino, Debora Cangemi, Angelo Ferlisi. Attesi anche il sindaco di Palermo, Roberto Lagalla, l’assessore allo Sport, Alessandro Anello, il presidente LND Sicilia, Sandro Morgana. L’iniziativa sostiene il presidente dell’associazione ASD Delfini Blu, Marianna Bellomo, con lo slogan #iosonodiverso, non inferiore.

“Le malattie cardiovascolari – ha affermato Sergio Fasullo, direttore dell’unità di Cardiologia-UTIC con Emodinamica e responsabile scientifico del congresso – rappresentano, nonostante i progressi tecnologici, la principale causa di morte nel nostro paese. Il loro assorbimento di risorse economiche, legato alle ospedalizzazioni, alla spesa farmaceutica e al ricorso alle prestazioni ambulatoriali, ne fa anche la principale fonte di spesa sanitaria. Oggi – prosegue -, per i cardiologi lavorare in heart team e confrontarsi continuamente, è una competenza trasversale e fondamentale che viene richiesta per una migliore gestione dei pazienti complessi e critici e dei loro percorsi di cura. L’obiettivo congressuale – conclude – è quello di trasferire ai cardiologi l’importanza del concetto di squadra e delineare gruppi di lavoro attraverso nuove metodologie di comunicazione, come il contest di casi clinici”.

Il calcio – ha spiegato il dott. Nino Rubino – è per tutti e per sempre e lo sport è uno strumento di inclusione per una società più umana. Non c’è altro posto, dove l’uomo è più felice che in un campo di gioco.  Per questo, insieme al dott. Sergio Fasullo, abbiamo scelto questa formula per sensibilizzare su alcuni temi sociali, come l’autismo e la prevenzione cardiovascolare, anche con un’altra iniziativa presente al congresso come #correreperunbattito con l’attore Rosario Terranova”.

Leggi la notizia

Sociale

Pantelleria, si è spenta Angela Mura con il cuore sempre alla sua isola

Direttore

Pubblicato

il

Si è spenta ieri, 26 maggio 2024, Angela Mura all’età di 85 anni.
Si era trasferita a vivere a Roma, dove il marito, noto e stimato sovrintendente della Polizia di Stato, svolgeva servizio.
Ormai vedova da tempo, ha vissuto gli ultimi anni di vita con una salute precaria fino al suo decesso, che ha spento il suo sorriso garbato e luminoso.

La signora lascia la figlia Sabina.

Nonostante la lontananza, il legame con l’isola era indissolubile per la famiglia che tornava in vacanza in estate nella loro residenza in Via Kania, in Tracino.

La redazione esprime il proprio cordoglio per la dolorosa perdita.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza