Segui i nostri social

Sociale

Pantelleria, “Destinazione solidarietà” per acquisto di pulmino per i nostri ragazzi speciali

Direttore

Pubblicato

-

“DESTINAZIONE SOLIDARIETA’
PER L’ACQUISTO DI UN PULMINO
PER I NOSTRI RAGAZZI SPECIALI”

Obiettivi
Offrire ai ragazzi la possibilità di spostarsi in gruppo creando occasioni di
socializzazione, inclusione e scoperta del territorio.
Offrire un servizio di trasporto giornaliero per raggiungere il centro in cui
da due anni si svolgono diversi laboratori.
Sostieni anche tu L’Associazione Albero Azzurro con un tuo piccolo
contributo ci aiuterai a realizzare un nostro sogno.

– Bonifico intestato a Associazione Albero Azzurro
IBAN: IT45 E030 6909 6061 0000 0192 849
Causale: Progetto pulmino
– Contante chiamando il 3271523433
Rilasceremo certificazione della donazione per le deduzioni
fiscali.

GRAZIE di CUORE

Il Presidente
Angelina Rizzo

Marina Cozzo è nata a Latina il 27 maggio 1967, per ovvietà logistico/sanitarie, da genitori provenienti da Pantelleria, contrada Khamma. Nel 2007 inizia il suo percorso di pubblicista presso la testata giornalistica cartacea L'Apriliano - direttore Adriano Panzironi, redattore Stefano Mengozzi. Nel 2014 le viene proposto di curarsi di Aprilia per Il Corriere della Città – direttore Maria Corrao, testata online e intraprende una collaborazione anche con Essere Donna Magazine – direttore Alga Madia. Il 27 gennaio 2017 l'iscrizione al Consiglio dell'Ordine dei Giornalisti nel Lazio. Ma il sangue isolano audace ed energico caratterizza ogni sua iniziativa la induce nel 2018 ad aprire Il Giornale di Pantelleria.

Sociale

Favignana (TP), i carabinieri festeggiano 102 anni di Zia Rosina. I militari le fanno spesso visita

Direttore

Pubblicato

il

FAVIGNANA (TP): I CARABINIERI FESTEGGIANO I 102 ANNI DI

ZIA ROSINA

I Carabinieri della Stazione di Favignana hanno festeggiato il 102esimo compleanno di
Rosa Giangrasso (Zia Rosina), la più anziana tra gli abitanti delle Egadi.
L’ultracentenaria Zia Rosina vive da sola e spesso riceve la visita dei Carabinieri che
vanno a trovarla per assicurarsi che stia bene chiedendo sempre se le serve assistenza.
Questa volta i Carabinieri della locale Stazione, unico presidio delle Forze di polizia
presente sull’isola, hanno deciso di festeggiare il suo compleanno, portandole una bella
torta e dello spumante.
Inutile sottolineare la felicità della Zia Rosina che ha potuto così soffiare le sue 102
candeline con coloro che sono ormai il suo punto di riferimento per qualsiasi esigenza.

Leggi la notizia

Sociale

Trapani, oggi centinaia di studenti in piazza contro la guerra

Direttore

Pubblicato

il

Questa mattina, centinaia di studenti, trapanesi e non, sono scesi in piazza per dire no alla guerra. Una vera e propria marcia per la pace organizzata dalla Consulta degli studenti e dalla associazione Cotulevi.
Oltre al sindaco di Trapani Giacomo Tranchida, presenti anche gli assessori Virzì e La Porta e i rappresentanti dei Comuni di Erice, Valderice e San Vito Lo Capo oltre al deputato regionale Dario Safina e al presidente del Consorzio Universitario Francesco Torre.
Un momento di riflessione importante che sfocia anche in una azione amministrativa: presto, infatti nascerà anche la “Consulta comunale per la pace e la cooperazione”, già approvata dalla Giunta.

In copertina frame da facebook ©cittàditrapani

Leggi la notizia

Cultura

Modica – Violenza sulle donne, con “Bianco” gli alunni della scuola R. Margherita coinvolti nel corto dalla maestra Cerruto

Redazione

Pubblicato

il

La partecipazione attiva degli studenti è una vera e propria forza di cambiamento capace di incidere sul benessere della scuola e della comunità. Quando il coinvolgimento passa anche attraverso il cuoricino dei bambini il tutto si illumina d’immenso percorrendo solchi che portano anche all’arte della scenografia, del video e della fotografia. Un mix, questo, che in questi giorni ha fatto il giro delle aule della Scuola dell’infanzia e primaria paritaria “Regina Margherita” di Modica, iniziando proprio dalla sensibilizzazione dei suoi alunni. L’occasione è data dalla delicata tematica della violenza di genere e gli sforzi per contrastare la violenza sulle donne; questione sulla quale bisogna ancora fare tanto rumore. La proposta è stata quella di predisporre un cortometraggio fotografico musicato coinvolgendo proprio i bambini della quarta primaria.

L’idea è stata portata avanti dall’insegnante Annamaria Cerruto che è riuscita, in maniera brillante, a coinvolgere i bambini in una scenografia semplice, ma abbastanza emblematica, realizzando un cortometraggio (di circa cinque minuti), reso possibile grazie alla maestria di Elio Scollo (fotografia) e di Salvo Gallo (montaggio e registrazione audio).

Protagonisti ineccepibili sono stati i volti dei bambini accompagnati dalle note e dalle parole della splendida canzone di Mia Martini “Gli uomini non cambiano” (tratta dall’album “Lacrime”, con cui la cantante calabrese partecipò, nel 1992, al Festival di Sanremo piazzandosi al secondo posto nella classifica finale), interpretata dalla splendida voce della maestra Anna Cerruto cui è stata affidata la regia. “Bianco” è il titolo emblematico dato al cortometraggio.

Bianco come il candore dei bambini, bianco come le nuvole, bianco come il foglio della vita da riscrivere. Bianco come il viso dei bambini, novelli attori con maschera da mimo (che evoca quella del nostalgico Pierrot), che ricalca i tratti essenziali di un viso che si presenta malinconico, timido, ingenuo, nostalgico e triste.

Il racconto musicale tocca il difficile rapporto uomo-donna sottolineato dall’interpretazione canora di Annamaria che risulta carica di pathos, voce graffiante e capacità di rendere viva ogni nota musicale. Una canzone che tocca un tema sempre attuale e che fa molto riflettere e, ovviamente, mette in evidenza anche il talento artistico di una maestra. Ci puoi parlare del cortometraggio? «In classe abbiamo parlato della cronaca attuale, di Mia Martini donna e cantante che ha subito violenza psicologica. Siamo partiti dall’analisi del testo della canzone “Gli uomini non cambiano” per studiare i vari frame e sentire anche il parere dei ragazzi. Poi li ho seguiti e guidati nella realizzazione di pose plastiche, che sono state catturate dagli scatti fotografici di Elio Scollo.

Il titolo del corto è “Bianco”, bianco come il candore dei bambini, bianco come un foglio da riscrivere non con i nomi delle donne uccise ma con sogni e progetti da realizzare insieme, perché i bambini di oggi sono le donne e gli uomini di domani. La fase di assemblaggio e di montaggio conclusiva è stata realizzata da Salvo Gallo. Penso sia doveroso come donna e come insegnante sensibilizzare i bambini su questo argomento così importante e così vicino a noi, anche perché educare la mente senza educare il cuore non è educare».

Giuseppe Nativo

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza