Segui i nostri social

Cultura

“Sud misterico / Tra religiosità e magia” di Orazio Ferrara, lo scrittore su Pantelleria lancia un nuovo libro

Redazione

Pubblicato

-

Un Sud misterico di appena ieri e, per certi aspetti, ancora velatamente presente in un fascinoso e intrigante viluppo tra religiosità e magia. Dalla talismanica burzella che, con i misteriosi e magici “ingredienti”, dava nel buon tempo antico la forza di affrontare il mare tempestoso dell’esistenza quotidiana e passare indenne davanti ai malocchi più perniciosi; alla festa di Sant’Antuono maschere e suono, che propiziava l’avvento del gioioso periodo carnevalesco; al frecciato San Sebastiano, protettore della soglia, sia di casa che cittadina, la cui venerata immagine non avrebbe permesso in alcun modo l’entrata delle forze del maleficio. E poi un rito dal sapore antico e fascinoso, lo struscio del Giovedì Santo, a ricordo di un tempo in cui l’uomo guardava negli occhi il Mistero senza arroganza e vi si avvicinava strusciando i piedi in segno di stupore e di umiltà. E dopo, il Venerdì Santo con il suo viaggio circolare ed ascesa, che corrispondeva ad un vero e proprio viaggio iniziatico di morte-resurrezione ed ascesa del fedele della Croce, fedele che prendeva l’enigmatico appellativo di paputo. Dal culto dei benefici Santi Medici, Cosma e Damiano, i Diòscuri cristiani al giorno di Santo Marco o della festa della fertilità della natura e degli uomini, che sconfinava in un’orgiastica esaltazione della sensualità; alla festa di San Giovanni e dei riti del solstizio d’estate, festa del fuoco e dell’acqua nella notte più magica dell’anno. E poi dei Santi terribilis, Sant’Aniello e Santa Lucia, che persino i miscredenti impenitenti e gli atei convinti temevano, infatti nessuno, ma proprio nessuno, dimenticava l’antico adagio attribuito a Santa Lucia, la Bella Martire siracusana: E me scurdativenne, ma ‘e fratem’ Naniello tremmativenne! (Di me dimenticatevi pure, ma di mio fratello Aniello trematene!). Infine il mondo magico-favolistico di uocchie, maluocchie e fattocchiare e del misterico e intrigante monaciello, poi il rito gentile e arcaico di magia contadina in cui s’invocava l’abbondanza dei campi e il racconto di una storia vera, che parla del “salvamento” di un giovane da una fattura a morte opera di una malefica fattocchiara.

“Sud misterico / Tra religiosità e magia”, 2020, di Orazio Ferrara per la collana Saggistica / Miti e leggende di Ali Ribelli Edizioni. Il libro, di 102 pp., in edizione cartacea e in edizione digitale (eBook), rispettivamente a € 10,00 e € 2,99, è distribuito in tutte le librerie ed è acquistabile anche online sul sito della Casa Editrice (aliribelli.com) e sui principali portali di libri online.

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura

Speciale Tex Willer “Stella d’Argento”: la croce sul petto del selvaggio West

Redazione

Pubblicato

il

In edicola dal 18 di luglio il numero 8 dello Speciale di Tex Willer, dal titolo “Stella d’Argento”

Edito da Bonelli, sceneggiatura e soggetto di Giorgio Giusfredi, disegni di Pasquale Del Vecchio, copertina di Maurizio Dotti.

La stella d’argento. Un simbolo; un segno di riconoscimento e di distinzione; serviva a designare i ranger e a renderli individuabili in mezzo a un’accozzaglia di personaggi più o meno equivoci, pronti a farsi giustizia in modo approssimativo.

Un giovanissimo Kit Karson dà veramente importanza a quel pezzo di metallo per i valori che rappresenta, senza mai diventarne schiavo; soprattutto dello strapotere che potrebbe emanare, un po’ come l’anello di Frodo, in un mondo in cui al prepotente di turno, e nell’albo lo troviamo, basta davvero poco per ergersi a capo incontrastato.

Un giovanissimo Karson ha già capito quello che conta realmente e in nome dei suoi principi, in una galoppata epica attraverso il tempo e lo spazio, come un cavaliere antico, da romanzo cortese, affronterà mille pericoli per far trionfare la giustizia, per salvare vite umane e dedicare un ultimo pensiero a chi aveva compreso davvero la sua tempra da subito. Ancora nuove sfaccettature per il non ancora “capelli d’argento”: rappresentato prode, nobile e impavido come solo Giorgio Giusfredi sa restituircelo, mediante avventure intensamente emozionanti che dischiudono aspetti inusitati e vibranti. Un personaggio che, con le dovute attenzioni, non stancherà mai di sorprendere. La trama è complessa e riesce ad abbracciare un lungo periodo temporale con le giuste ellissi, efficaci per creare suspence senza impoverire la struttura narrativa.

I dialoghi tra i personaggi sono concisi e densi: non c’è bisogno di aggiungere troppe parole in un contesto di forte intensità emotiva. I disegni di Pasquale Del Vecchio sono veramente interessanti e oscillano dal realismo ruvido, alla rappresentazione allucinata degli squarci onirici di Karson.

Bellissimi i primi piani, molto espressivi nel cambiamento dei tratti somatici, dovuto ovviamente al tempo inesorabile che passa. Maurizio Dotti realizza una copertina assolutamente in linea con i meriti di un albo veramente interessante e godibile da leggere: un Karson fiero e pensoso ha in mano la sua fedele colt, l’altra, temibile, faccia della stella d’argento.

Romano Posavento

Leggi la notizia

Cultura

Pantelleria, al via borse di studio. Ecco i requisiti e gli importi

Direttore

Pubblicato

il

Il Comune di Pantelleria assegnerà borse di studio agli studenti isolani.

Ecco i requisiti e gli importi


Come inoltrare le domande
allegato – modulo per richiesta borse di studio a studenti meritevoli diplomati anno …-2024

Leggi la notizia

Spettacolo

GANGI, AL VIA DOMANI IL PROGRAMMA DELL’ESTATE 2024 CON SERATE JAZZ, SAGRA DELLA SPIGA, NOTTE BIANCA E COVER FEST

Marilu Giacalone

Pubblicato

il

Come ogni anno, tornano gli eventi dell’attesissima estate gangitana. A partire da domani, sabato 20 luglio e fino a sabato 31 agosto, nell’affascinante location del centro storico di Gangi, tra atmosfere familiari e scenari montani, torna un’estate piena di eventi. Quaranta giorni per ammirare ed apprezzare le tantissime esibizioni artistiche.

Un programma ricchissimo che celebra cultura e arte e accontenta tutti i gusti e tutte le età. La kermesse si aprirà domani con le Avisiadi, si proseguirà, domenica 28 luglio, con il II° raduno Vespa club Gangi.

Il primo agosto “A tutta Banda” concerto bandistico a cura della Junior Band dell’associazione “Santa Cecilia. Il Forum Giovani, il 3 agosto, propone”Forum summer fest 2024” tutto in una notte per il divertimento dei più giovani. Del ricchissimo carnet di eventi spazio anche all’inclusione sociale con la quarta edizione “Estate per tutti”(2 agosto) promosso da “Dimensione Uomo”. Dal 2 al 5 agosto spazio a musicisti e artisti locali con il concerto dei Barracuda(2 agosto), della Cicciuzzi Band(4 agosto) e Marnostrum Ensemble (5 agosto) prevista la presentazione dell’inno ufficiale della Città di Gangi “Agnuni Binidittu” e sempre il 5 agosto l’evento “Sei parte di Noi” dedicato a chi ha preso casa a 1 euro a Gangi. Dal 4 al 11 agosto invece si svolgerà la Sagra della Spiga giunta alla sua LIX edizione (con programma a parte).

Lunedì 12 agosto “Ritratto di Signora con note musicali tra le vie del Borgo e al via anche la terza edizione di Engioy’s Jazz con il concerto di Anna Castiglia e poi Malarazza 100% Terrone(13 agosto), Roberto Cacciapaglia, con il suo omaggio a Franco Battiato(14 agosto), Alessio Bondì e Fabio Rizzo (16 agosto). Per Ferragosto spazio alle risate con il cabaret di Stefano Piazza. Sarà tutta da vivere con tanta energia e divertimento per la Notte Bianca prevista il 17 agosto.

Il 20 agosto “IX Camminata ai piedi del Borgo” passeggiata no stop lungo il centro storico, a seguire il concerto di Pino e Tiziano Tiranno e Tancredi Spitale. Per i più piccini prevista la “Carovana dei bambini” in programma il 4, 12 e 13 agosto. Per gli amanti della commedia sono 2 gli spettacoli in calendario il 19 luglio e il 21 agosto. Il 18 agosto ancora risate con il cabaret di Chris Clun e Simone Riccobono. Dal 22 al 25 agosto al via il primo Cover Fest con l’esibizione delle cover dei: Pooh, U2, Venditti, Negramaro, Zucchero, Rino Gaetano, Renato Zero ed Eros Ramazzotti. Previsti anche saggi di danza e teatrali ma anche la presentazione di libri e l’apertura di varie mostre di pittura e fotografiche. Sii chiude il 3 settembre per la festa dedicata a San Leonardo con lo spettacolo di sand art Stefania Bruno.

“Sono numerose le occasioni per vivere la comunità – dicono il sindaco di Gangi Giuseppe Ferrarello e l’assessore allo sport e spettacolo Stefano Sauro – le proposte sono tante e diversificate per incontrare il gusto di più persone. Ringraziamo chi ha collaborato e contribuito nella redazione e programmazione degli eventi, un ringraziamento a Regione Sicilia, Città Metropolitana, Proloco, Enel Green Power e alle varie associazioni e privati che ci hanno supportato”.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza