Segui i nostri social

Regione Siciliana

Pantelleria – Tromba d’aria. Il vicepresidente Armao riferisce al Comitato europeo delle Regioni

Giuliana Raffaelli

Pubblicato

il

“Serve approccio specifico per affrontare le catastrofi naturali sulle isole”

Gaetano Armao, vicepresidente e assessore all’economia della Regione Siciliana, è intervenuto ieri alla 146ª sessione plenaria del Comitato europeo delle Regioni (CdR). L’assemblea si è riunita per discutere di disastri naturali e di rispose politiche da attuare in caso di emergenza.

Armao ha illustrato a Janez Lenarčič, commissario europeo per la gestione delle crisi, i gravi effetti dei disastri naturali che hanno colpito la Sicilia, l’isola di Pantelleria e le altre isole minori durante la scorsa estate: dagli incendi alle alluvioni, passando attraverso la terribile tromba d’aria che ha devastato la nostra isola portando alla morte di due persone.

(Nella foto: Gaetano Armao e Janez Lenarčič)

Il vicepresidente della Regione Siciliana ha dichiarato con fermezza che “È necessario intervenire urgentemente con un approccio multilivello che coinvolga l’UE, lo Stato, le Regioni e la Protezione Civile. Occorre altresì un intervento che guardi al contrasto della desertificazione, che si stima in Sicilia potrebbe arrivare in futuro al 70%, puntando su riforestazione, rafforzamento dei bacini idrici e sul recupero delle aree agricole, misure che impongono all’Europa di guardare a questi temi con attualità, attivando ed orientando risorse specifiche per gli investimenti in questo settore.

Riferendosi alla tromba d’aria di Pantelleria, Armao ha anche twittato che “quando si tratta di affrontare le catastrofi naturali sulle isole, è necessario un approccio specifico a causa delle ulteriori sfide affrontate”.

Affrontare la questione dei disastri naturali nelle isole è infatti più complesso che altrove ed è quindi imprescindibile adottare interventi specifici a livello europeo per sostenere e rispondere alle emergenze e costruire la resilienza in questi territori gravati dalla condizione dell’insularità.

(Nella foto: Pantelleria, danni a seguito della tromba d’aria del 10 settembre 2021)

“I percorsi si costruiscono da Bruxelles. Le isole hanno diritto a uno speciale riconoscimento anche per quanto riguarda le misure di protezione civile. Dobbiamo lavorare per prevenire vicende come quella che ha ucciso a Pantelleria” ha ribadito Armao ai nostri microfoni.

Il Commissario UE Lenarčič ha riconosciuto che la Sicilia è una delle aree più provate dai disastri naturali della scorsa estate. Ha quindi rinnovato la disponibilità a ogni tipo di intervento al fine di rafforzare le misure organizzative europee nel senso auspicato.

(Credit immagine: le foto di Armao sono dell’Ufficio Stampa Assessorato Regionale Economia)

Giuliana Raffaelli

Laureata in Scienze Geologiche, ha acquisito il dottorato in Scienze della Terra all’Università di Urbino “Carlo Bo” con una tesi sui materiali lapidei utilizzati in architettura e sui loro problemi di conservazione. Si è poi specializzata nell’analisi dei materiali policristallini mediante tecniche di diffrazione di raggi X. Nel febbraio 2021 ha conseguito il Master in Giornalismo Scientifico all'Università Sapienza di Roma con lode e premio per la migliore tesi. La vocazione per la comunicazione della Scienza l’ha portata a partecipare a moltissime attività di divulgazione. Fino a quando è approdata sull’isola di Pantelleria. Per amore. Ed è stata una passione travolgente… per il blu del suo mare, per l’energia delle sue rocce, per l’ardore delle sue genti.

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Elezioni

Musumeci in convention a Catania. M. Silvia (DB-Pantelleria): “lungo percorso verso il cambiamento”

Avatar

Pubblicato

il

Nota

Impressionante bagno di folla.

Il racconto emozionante di un percorso lungo quattro anni che ha segnato il passo verso il cambiamento. La ricerca della normalità che rappresenta, di suo, il vero successo dell’azione del governo Musumeci, nonostante la pandemia, nonostante corvi e sciacalli, nonostante i tanti ostacoli da rimuovere lungo un cammino irto e complesso.

Tanto è stato fatto e tanto dev’essere ancora realizzato. Il cambiamento culturale, se pur a piccoli passi, oramai è inarrestabile, un compito gravoso che il nostro presidente si è caricato sulle sue spalle, che va oltre il suo compito di amministratore.

Andiamo avanti a testa alta e con determinazione, la strada è segnata.

Michela Silvia
Coordinatrice DB

Leggi la notizia

Regione Siciliana

Sicilia – Apicoltura, da oggi il bando, anche per piccoli apicoltori

Avatar

Pubblicato

il

Pronto il bando regionale per migliorare la produzione e la commercializzazione del miele per la campagna 2021/2022. Domani la pubblicazione on line del bando che prevede una dotazione finanziaria di 877.618 euro assegnati dal MiPAAFT alla Regione Siciliana e ripartiti fra diverse azioni e sotto azioni. Il bando sostiene l’apicoltura con interventi sostanziali per mitigare il severo abbassamento del quantitativo di miele prodotto a causa del cambiamento climatico, della pandemia e non ultimo degli incendi che la scorsa estate hanno devastato interi pascoli con l’obiettivo di incrementare i propri livelli produttivi e migliorare la qualità dei propri prodotti. «Per venire incontro anche ai piccoli apicoltori siciliani il bando è aperto anche ai possessori di un numero minimo di 30 alveari censiti e non più 50 – sottolinea l’assessore regionale dell’Agricoltura e sviluppo rurale, Toni Scilla – Il governo Musumeci corre in aiuto delle aziende del settore apicolo – aggiunge – un patrimonio da custodire e salvaguardare, prevedendo un aumento di quota di carburante agevolato per il nomadismo apistico e la movimentazione delle arnie». Possono accedere ai benefici gli apicoltori imprenditori apistici, apicoltori professionisti, associazioni, enti di ricerca, organizzazioni, unioni di produttori, consorzi del settore apicolo che operino e abbiano sede legale in Sicilia. I contributi alla spesa saranno destinati a progetti che devono prevedere azioni di assistenza tecnica agli apicoltori e alle organizzazione di apicoltori, quali corsi di formazione e aggiornamento, seminari e convegni; lotta contro gli aggressori e le malattie dell’alveare, in particolare la varroasi, malattia che colpisce le colonie di api infestate da un parassita; razionalizzazione della transumanza; provvedimenti a sostegno dei laboratori di analisi qualitative dei prodotti dell’apicoltura e misure di sostegno per il ripopolamento del patrimonio apistico per l’acquisto di sciami ed api regine. Il bando prevede, fra l’altro, il contributo al 100 per cento ad associazioni di apicoltori, enti e centri di ricerca per spese relative a collaborazione con organismi specializzati per la realizzazione di programmi di ricerca applicata nei settori dell’apicoltura e dei prodotti dell’apicoltura oltre che ricerche finalizzate alla lotta alle malattie degli alveari. Le istanze dovranno essere presentate a partire dalla data di pubblicazione sul sito web dell’assessorato regionale Agricoltura.

Leggi la notizia

Regione Siciliana

Al via i benefici per le Isole. Il Senato riconosce in Costituzione lo svantaggio dell’insularità

Avatar

Pubblicato

il

*IL SENATO DA IL VIA AI BENEFICI PREVISTI PER LE ISOLE.*

*L’INSULARITA’, GRAZIE A NELLO MUSUMECI, INIZIA A PRENDERE CORPO E AD AVERE LA DOVUTA CONCRETEZZA.*

Il Senato ha finalmente introdotto in Costituzione il riconoscimento del grave e permanente svantaggio naturale derivante dall’insularità.

Si tratta di un traguardo storico atteso da decenni per la Sicilia e per i siciliani, così come per la Sardegna e per tutte le isole italiane. L’obbiettivo è stato centrato – come ha riferito il Presidente MUSUMECI – anche grazie a una “battaglia” condotta congiuntamente e alacremente dalle due grandi isole “sorelle”.

Saranno richiesti ulteriori passaggi, come previsto per espressa disposizione di legge, prima che il provvedimento venga alla luce.

I costi che i siciliani sostengono per vivere in un’isola sono ingenti e nessuno può metterlo in discussione.

E’ del tutto evidente la disparità di trattamento che c’è fra siciliani e abitanti di altre regioni della penisola.

La caparbia del Governatore e il suo alto senso istituzionale hanno spinto i rappresentanti del popolo a muoversi per dare a chi ne ha diritto le prime risposte certe e attendibili.

Quanto successo è il frutto dell’ennesima vittoria portata a termine dal Presidente, Nello MUSUMECI, che continua a dare dimostrazione di responsabilità e fermezza amministrativa.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza

© 2021 Il Giornale di Pantelleria - Un prodotto Noùs Editore Srls | Progettazione sito: Ferrigno Web Agency