Segui i nostri social

Elezioni

Sicilia – Amministrative, Giarrusso (M5S): “I risultati premiano la presenza sul territorio e coalizione con il centro sinistra solo se ponderata”

Avatar

Pubblicato

il

 

comunicato stampa

“Sono atterrato a Bruxelles e, riaccendendo il telefono, ho ricevuto buone notizie!
I risultati del MoVimento 5 Stelle in Sicilia raccontano due cose: la prima, e più importante, è che quando lavoriamo con intelligenza sul territorio continuiamo a essere una forza politica indispensabile al progresso di questa terra. La seconda, da non sottovalutare, è che quando le coalizioni con il centro-sinistra si fanno in maniera intelligente e ponderata per il centrodestra non c’è scampo” così in una nota l’Europarlamentare del Movimento 5 Stelle Dino Giarrusso.
“In particolare, la vittoria a Caltagirone rivela quanto possiamo essere forti e quanto può essere importante unirci per mandare a casa il Governo Musumeci e le destre, che non hanno saputo fare assolutamente nulla alla guida della nostra regione e di molte altre città dell’isola.
Rimane il dispiacere per alcuni comuni dove pure si era lavorato con passione e impegno, ma non si sono ottenuti gli stessi risultati, né da soli, né in coalizione.
Su questo c’è da riflettere tutti insieme, ma oggi, perdonatemi, festeggiamo la conferma di Alcamo, la grande vittoria di Caltagirone e i buoni risultati di San Cataldo e Lentini, dove sono certo che vinceremo al secondo turno.
Il progetto di Giuseppe Conte e del Movimento 5 Stelle continua, e noi ne siamo forse la parte più importante” conclude l’Europarlamentare.

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Elezioni

Elezioni amministrative: “La Lega palermitana lavora per Palermo 2022. Si riparta da turismo e ambiente”

Avatar

Pubblicato

il

Incontro presso la sede regionale di Lega Sicilia con i coordinatori provinciali e cittadino Vincenzo Figuccia e Alessandro Anello
La Lega di Palermo discute sul futuro del Capoluogo. A confrontarsi, in occasione di una riunione operativa indetta dal coordinatore provinciale Vincenzo Figuccia e dal coordinatore cittadino Alessandro Anello, sono stati i quadri dirigenti palermitani del partito, i consiglieri comunali, circoscrizionali e una rappresentanza giovanile. Presenti il senatore leghista umbro Luca Briziarelli, vicepresidente della Commissione parlamentare bilaterale d’inchiesta sugli Ecoreati, il senatore Francesco Mollame, il deputato nazionale Francesco Scoma, il responsabile della segreteria politica regionale Pippo Fallica e Annibale Chiriaco, responsabile della Comunicazione Istituzionale di Lega Sicilia.

«Alla Lega non mancano gli uomini e i nomi da spendere per la candidatura a sindaco di Palermo – precisano dalla sede del partito– per questo è necessario innanzitutto concentrarsi sulle priorità che emergono dal territorio, evidentemente in sofferenza, e dal malessere dei cittadini, mai così alto. Saranno costituiti due gruppi di lavoro – prosegue il coordinatore provinciale Vincenzo Figuccia – che avranno il compito di approfondire, intanto, la situazione dei settori Turismo e Ambiente ed individuare specifiche proposte di intervento».

La riunione è servita per approfondire, in accordo con le linee politiche del segretario regionale Nino Minardo, talune tematiche strategiche da inserire nel programma di governo in vista delle prossime elezioni amministrative di Palermo e regionali, da condividere e sottoporre ai tavoli politici di confronto del centrodestra palermitano e regionale. Tra le priorità evidenziate nel corso del primo Focus Palermo della Lega palermitana, la realizzazione di un sistema di depurazione delle acque, che ha già portato in infrazione il Comune a livello europeo; la realizzazione di una mappatura delle aree che richiedono bonifiche e riambientamento, come il fiume Oreto e, per il turismo, il rilancio dell’aeroporto di Boccadifalco.

Anche il  senatore leghista umbro Luca Briziarelli, vicepresidente della Commissione parlamentare bilaterale d’inchiesta sugli Ecoreati, è intervenuto sul “Problema Palermo”: «Lo sviluppo della città – ha affermato – non può prescindere dal superamento della cronica emergenza nella gestione dei rifiuti, che oltre a rappresentare un rischio per l’ambiente e la salute dei cittadini, costituisce un vero “affare” per la criminalità organizzata».

DIDASCALIA da sinistra:
Alessandro Anello, Luca Briziarelli, Vincenzo Figuccia e Francesco Mollame

Leggi la notizia

Elezioni

Cresce la fiducia verso il Presidente Musumeci. I siciliani spingono il governatore a ricandidarsi

Avatar

Pubblicato

il

CRESCE LA FIDUCIA NEL PRESIDENTE MUSUMECI.
I SICILIANI SPINGONO IL GOVERNATORE A RICADIDARSI PER COMPLETARE IL PROGETTO RIFORMISTA DA LUI AVVIATO IN QUESTI ANNI.

Nella semplicità di questa immagine c’è una fiamma sempre accesa che arde e che spinge quest’uomo a raggiungere dei nuovi obbiettivi considerati strategici per la regione.

Il Governatore è un vero pilastro della politica regionale, l’unico leader in grado di riaccendere nel cuore dei siciliani la fiammella della speranze e la voglia di continuare a sperare in un futuro migliore.

I siciliani chiedono al Presidente MUSUMECI di completare il suo mandato elettorale e di ricandidarsi alla Presidenza della Regione Siciliana.
A lui vogliono riaffidare le sorti di una terra che inizia finalmente a promuovere benessere e a creare un modello di società libera da compromessi e da situazioni imbarazzanti.

Leggi la notizia

Elezioni

Musumeci, “Iniziamo da Palermo un giro della Sicilia per raccontare il lavoro di questi tre anni ed evidenziare gli obiettivi futuri

Avatar

Pubblicato

il

“Iniziamo da #Palermo, il 26 giugno, un giro della #Sicilia per raccontare il lavoro di questi tre anni e per evidenziare gli obiettivi dei prossimi mesi. Abbiamo il dovere di informare i cittadini, perché possano conoscere quali punti programmatici sono stati raggiunti e quali ancora devono essere conseguiti. Migliaia di lavoratori non più precari, pianificazione territoriale finalmente completata in settori strategici (come i rifiuti), miliardi di investimenti e centinaia di cantieri. C’è ancora molto da fare, ma è giusto che sia chiaro ad ogni siciliano quanto duro lavoro abbia fatto il nostro governo per rimettere in moto una macchina amministrativa ferma da anni. Ci sarà tempo per parlarne, in ogni provincia e con tutti. Il valore della conoscenza è la pre-condizione per formarsi un’opinione. E l’opinione dei cittadini resta la più importante per ogni amministratore pubblico”
Nello Musumeci

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza

© 2021 Il Giornale di Pantelleria - Un prodotto Noùs Editore Srls | Progettazione sito: Ferrigno Web Agency