Segui i nostri social

Sport

Lutto nel mondo dello sport per la morte di Galeazzi. Ieri all’Olimpico ricordato il grande cronista

Direttore

Pubblicato

il

Papa’ ora è felice, e’ in barca, sta remando sul suo Tevere.

Grazie a tutti, davvero, dell’affetto, della vicinanza, del tanto amore

Sono le parole di Susanna Galeazzi, postate ieri sui social, alla notizia della perdita del grande giornalista sportivo.
Giampiero Galeazzi si è così spento all’età di 75 anni per una affezione che lo intrappolava da tempo. E ora l’intero mondo dello sport è a lutto per la scomparsa di uno dei telecronisti sportivi più appassionati e tenaci di tutti i tempi.
Era nato a Roma ed era noto anche per la sua fisicità, al punto che qualcuno lo aveva rinominato “Bisteccone Galeazzi”.
Amava e praticava lo sport, in modo particolare il canottaggio che aveva coltivato a livello professionistico. Questo rievoca necessariamente alla mente la sua indescrivibile telecronaca alle Olimpiadi di Seul 1988 che videro il coronamento dell’oro per i fratelli Abbagnale.
Dopo l’esordio olimpionico del 1968, in Messico, era entrato in Rai come giornalista sportivo prima alla radio e poi in tv, prima alla Domenica Sportiva e poi a Mercoledì Sport.
Ieri sera lo Stadio Olimpico di Roma, nel match Italia-Svizzera,  Galeazzi è stato ricordato con commozione e nostalgia.

Disclaimer

Questo contenuto è proprietà intellettuale della Nous Editore srls, senza tacito consenso ne è vietata ogni riproduzione, totale e parziale di testi e immagini, anche in forma di link

Marina Cozzo è nata a Latina il 27 maggio 1967, per ovvietà logistico/sanitarie, da genitori provenienti da Pantelleria, contrada Khamma. Nel 2007 inizia il suo percorso di pubblicista presso la testata giornalistica cartacea L'Apriliano - direttore Adriano Panzironi, redattore Stefano Mengozzi. Nel 2014 le viene proposto di curarsi di Aprilia per Il Corriere della Città – direttore Maria Corrao, testata online e intraprende una collaborazione anche con Essere Donna Magazine – direttore Alga Madia. Il 27 gennaio 2017 l'iscrizione al Consiglio dell'Ordine dei Giornalisti nel Lazio. Ma il sangue isolano audace ed energico caratterizza ogni sua iniziativa la induce nel 2018 ad aprire Il Giornale di Pantelleria.

Sport

Sport – Doppio weekend con la cultura equestre alla 4ª Fiera del Mediterraneo del cavallo

Redazione

Pubblicato

il

Leggi la notizia

Cronaca

Dario Ferrante, “il vento di Pantelleria”: ottima prova anche alla mezza maratona Stramilano

Direttore

Pubblicato

il

Altra grande prova quella di stamattina per Dario Ferrante alla Stramilano: 21 km in un’ora e venti.

Davvero un grande risultato se si pensa, soprattutto, che quella di oggi segue alla stessa di ieri in quel del Lago Maggiore.

Due mezze maratone in due giorni.

Ferrante pensava alla Stramilano come una corsa da defaticamento e invece, nonostante il caldo micidiale dei 30° odierni nella capitale lombarda, è riuscita a portarla a compimento in una sola ora e 20 minuti e 30 secondi, con un passo che gli ha consentito di avanzare con un tempo di 4 minuti al chilometro.

Dopo il record di ieri che lo ha visto salire sul podio per il 2° posto per categoria e 7° assoluto, pensava di andare più adagio e invece è andato forte.

Lo abbiamo sentito felice e soddisfatto per la grande performance in due giorni che il suo giovane fisico gli ha consentito.

Sarà che sente la spinta del vento di Pantelleria, ma Dario Ferrante sta manifestando grandi doti atletiche in questa disciplina.

 

Leggi la notizia

Cronaca

Aggiornamenti – Pantelleria, Ferrante sul podio: 2° per categoria maratona Lago Maggiore – Video

Direttore

Pubblicato

il

Ieri sera, alle ore 21,00 circa, il podista di Pantelleria, Dario Ferrante si è aggiudicato il secondo posto nella sua categoria Seniores under 35.

Dopo la conquista del settimo posto assoluto anche questo risultato e la sua soddisfazione nell’annunciarlo era davvero tanta e coinvolgente.

In questo momento, il giovane atleta, classe ’99, sta riscaldando i muscoli delle gambe per affrontare la Stramilano, la mezza maratona meneghina, che lui vede come “defaticamento” dalla prova di ieri.

Infatti, la gara che ha visto come arena lo spettacolare Lago Maggiore, è stata molto sentita da Ferrante che ha dato il massimo, percorrendo l’itinerario in un’ora e 17 minuti, superando il suo record personale.

Seguiremo il ventiduenne maratoneta nella competizione Stramilano.

 

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza

© 2021 Il Giornale di Pantelleria - Un prodotto Noùs Editore Srls | Progettazione sito: Ferrigno Web Agency