Segui i nostri social

Cronaca

Volo DAT diretto a Pantelleria rientra a Palermo per guasto tecnico. Ecco casa è successo

Giuliana Raffaelli

Pubblicato

-

Il volo DAT DX 01821, partito da Palermo stamattina alle 10.50 e diretto a Pantelleria, è dovuto rientrare all’aeroporto di partenza per un problema tecnico.

Il velivolo ha avuto un malfunzionamento ai flap ipersostentatori, cioè agli organi mobili posti sulle ali che, modificando le caratteristiche aerodinamiche dell’ala stessa (ne ampliano infatti la superficie), permettono di aumentare l’azione frenante durante l’atterraggio.

Il comandante dell’aereo ha quindi chiesto l’atterraggio in stato di allarme. A terra è stata prontamente attivata la procedura standard del caso che prevede lo schieramento di vigili del fuoco, operatori del 118, polizia, carabinieri e personale Gap. Come da protocollo.

L’aereo non è tuttavia riuscito a completare l’atterraggio a causa della copertura nuvolosa bassa sull’aeroporto di Pantelleria. Dopo due tentativi sulla pista 26 e uno sulla pista opposta (la 08) il comandante ha deciso di rientrare a Palermo dove l’atterraggio è avvenuto senza problemi.

Ricordiamo che un atterraggio senza flap è assolutamente possibile e che il personale di volo è addestrato a questo. La pista di Pantelleria è, inoltre, idonea a questo tipo di atterraggio in sicurezza.

Giuliana Raffaelli

Laureata in Scienze Geologiche, ha acquisito il dottorato in Scienze della Terra all’Università di Urbino “Carlo Bo” con una tesi sui materiali lapidei utilizzati in architettura e sui loro problemi di conservazione. Si è poi specializzata nell’analisi dei materiali policristallini mediante tecniche di diffrazione di raggi X. Nel febbraio 2021 ha conseguito il Master in Giornalismo Scientifico all'Università Sapienza di Roma con lode e premio per la migliore tesi. La vocazione per la comunicazione della Scienza l’ha portata a partecipare a moltissime attività di divulgazione. Fino a quando è approdata sull’isola di Pantelleria. Per amore. Ed è stata una passione travolgente… per il blu del suo mare, per l’energia delle sue rocce, per l’ardore delle sue genti.

Ambiente

Rifiuti, Schifani commissario per i nuovi impianti: c’è il decreto di Palazzo Chigi

Redazione

Pubblicato

il

Presidenza della Regione
Il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani è stato nominato, con decreto del presidente del Consiglio dei ministri, commissario straordinario per il completamento della rete impiantistica integrata del sistema di gestione dei rifiuti. L’incarico avrà una durata di due anni ed è prorogabile o rinnovabile.

La nomina arriva dopo l’approvazione della relativa norma nell’ambito del “decreto energia”.

Tra gli obiettivi previsti “la riduzione dei movimenti di rifiuti e l’adozione di metodi e di tecnologie più idonee a garantire un alto grado di protezione dell’ambiente e della salute pubblica”, oltre alla realizzazione e localizzazione di nuovi impianti di termovalorizzazione.

 
 

Leggi la notizia

Ambiente

Rifiuti, Fiadel-Cisal: “Bene nomina di Schifani a commissario, ora si recuperi il tempo perduto”

Redazione

Pubblicato

il

Palermo, 29 febbraio 2024 – “Sui rifiuti la Sicilia ha il dovere di
voltare pagina: non possiamo più permetterci discariche sature, città
sporche e costi milionari per il trasporto fuori regione. Ci auguriamo
che la nomina del presidente Renato Schifani a commissario
straordinario per il completamento degli impianti, voluta dal Governo
nazionale, rappresenti un impulso decisivo per recuperare il tempo
perduto. E’ necessario aumentare sensibilmente la raccolta
differenziata nelle grandi città, dotare l’Isola di impianti moderni
ed efficienti e chiudere definitivamente l’era delle discariche in
Sicilia”.

Lo dice Giuseppe Badagliacca del sindacato Fiadel Cisal.

Leggi la notizia

Ambiente

Marettimo, Guardia Costiera incontra alunni delle scuole nel Giorno della Cura della Persona e del Pianeta

Direttore

Pubblicato

il

LA GUARDIA COSTIERA DI MARETTIMO INCONTRA GLI ALUNNI
DELLE SCUOLE NEL GIORNO DELLA CURA DELLA PERSONA E

DEL PIANETA

In occasione dell’odierna ricorrenza nazionale dedicata alla “Cura della Persona e del
Pianeta”, gli alunni dell’Istituto comprensivo Statale Antonino Rallo “Isole Egadi” di
Marettimo, hanno fatto visita all’Ufficio Locale Marittimo – Guardia Costiera di
Marettimo, per riscoprire il valore alla cura delle persone, degli altri, della Città e del
pianeta in cui viviamo e, soprattutto, per portare una testimonianza diretta e concreta
del riconoscimento e ringraziamento ai militari della Guardia Costiera per la diuturna
attività svolta a presidio della salvaguardia della vita umana in mare, della difesa
dell’ambiente marino e del litorale costiero a favore di tutta la collettività.

I giovanissimi alunni della scuola dell’isola, accompagnati dalla responsabile del
Plesso di Marettimo, Docente Tiziana MAIORANA e dalla Docente Antonia Maria
RAMETTA, sono stati accolti dal Titolare dell’Ufficio, 1° Luogotenente Nocchiere di
Porto ROSANO Francesco e dal Comune scelto Nocchiere di Porto TRAPANI
Veronica, felicissimi per la visita ricevuta, che ha consentito di condividere la
quotidiana esperienza lavorativa con la curiosità e la voglia di apprendere degli
studenti.

Nel corso dell’incontro i giovani visitatori hanno avuto modo d’imparare i valori
dell’impegno, della dedizione e della volontà di attivarsi ogni giorno per la costruzione
di una società dove predominano i valori della pace, dell’uguaglianza, del rispetto dei
diritti della persona e dell’ambiente, con lo scopo di sviluppare una mentalità ed una
cultura del “costruire insieme”, capace di sconfiggere tutti gli altri valori negativi che
non devono mai prevalere, come: l’indifferenza, la rivalità, la discriminazione, la
povertà e l’inquinamento dell’ambiente marino e costiero.

Graditissima infine, è stata la poesia che gli alunni hanno dedicato al Corpo delle
Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, riguardante l’ambiente marino, dove è stato
messo in risalto il compito primario del Corpo, finalizzato alla salvaguardia della vita
umana in mare.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza