Segui i nostri social

Cronaca

Ultime notizie dalla Russia, “Putin è malato?” Le ipotesi sul suo stato di salute e cosa dice l’intelligence

Redazione

Pubblicato

il

Vladimir Putin è malato: ecco che malattia ha il premier russo | Putin starebbe seguendo un trattamento a base di steroidi per un tumore.

Vladimir Putin è malato? Il conflitto in Ucraina ha attirato l’attenzione sulla figura del presidente russo Vladimir Putin, che ne è considerato il principale responsabile. Dopo le speculazioni sul suo stato mentale, che alcuni giudicavano compromesso e altri frutto di una precisa strategia, ora ci si chiede se il leader sia malato per qualche altra ragione.

Vladimir Putin è malato: cosa sappiamo e cosa c’è di vero Secondo diverse agenzie di intelligence, Putin starebbe seguendo un trattamento a base di steroidi per combattere un tumore o comunque una patologia grave, e potrebbero essere questi farmaci a causare comportamenti sempre più erratici e di scatti d’ira continui.

Alcuni osservatori hanno visto come possibile indizio di una malattia la distanza che il presidente spesso tiene dalle altre persone che si trovano nello stesso luogo. Per esempio, Putin interpose un immenso tavolo tra lui e Emmanuel Macron durante una visita di quest’ultimo a Mosca. Allora, il motivo ufficiale era il rifiuto da parte del presidente francese di fare un test Covid.

Putin, però, era seduto molto distante dai suoi interlocutori anche in occasione di una riunione straordinaria del Consiglio di Sicurezza della Russia al termine della quale riconobbe le due repubbliche autoproclamate del Donbass.

I problemi di salute di Putin Eventuali problemi di salute spiegherebbero alcuni aspetti messi in luce da fonti del Cremlino, come il fatto che i suoi messaggi sono meno chiari di un tempo, ma anche questioni più serie come la decisione di intraprendere un conflitto come quello ucraino. Secondo alcune indiscrezioni, Mosca aveva previsto una guerra lampo e non si aspettava una reazione così forte né da parte di Kiev né da parte dell’Occidente Non è comunque la prima volta che la salute del presidente viene messa sotto i riflettori. Se ne parlò anche nel 2015 quando per alcuni giorni non si fece più vedere in pubblico e nel novembre 2020, a causa di una grave tosse. In entrambi i casi, qualsiasi ipotesi su una possibile malattia venne archiviata come infondata.

 

Salvatore Battaglia Presidente Accademia delle Prefi

Disclaimer

Questo contenuto è proprietà intellettuale della Nous Editore srls, senza tacito consenso ne è vietata ogni riproduzione, totale e parziale di testi e immagini, anche in forma di link

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cronaca

Trapani – Nubifragio, i soccorsi dei Vigili del Fuoco in città: 49 interventi in 9 ore e altri 90 da effettuare

Direttore

Pubblicato

il

Da questa mattina dalle 5,40 circa alle 15,30 le squadre dei Vigili del Fuoco del COmando di Trapani hanno eseguito ben 49 interventi, prevalentemente a persone rimaste intrappolate dentro le automobili , disabili che si trovavano in zone particolari che non potevano uscire, oppure ancora anziani che sono stati trasferite, mediante ambulanze, da terreni e zone  dove c’era almeno un metro d’acqua.

Tutti i distaccamenti della provincia di Trapani più i soccorritori della città sono stati convogliati per gli interventi. Quindi parliamo dei distaccamenti di Marsala, Mazara del Vallo, Alcamo e Castelvetrano.

Sono stati richiesti anche rinforzi che sono giunti da Agrigento e da Palermo.

Le squadre sono impegnate in operazioni di prosciugamento delle strade specie: Via Fardella, Via Cimitero, Via Libica.
Gli operatori stanno riscontrando notevoli difficoltà perchè l’acqua non defluisce facilmente. Quindi aspirare acqua per gettarla altrove è molto difficoltoso.
Le condizioni meteo sono in miglioramento, ma si sono intanto accumulati circa 90 ulteriori interventi, che saranno effettuati.

Oggi una giornata estenuante, faticosa, piena di insidie e criticità che senza gli interventi dei Vigili del Fuoco non si sarebbero potute superare nè affrontare.

Leggi la notizia

Cronaca

Trapani sotto assedio dalla pioggia. Sindaco ordina chiusura scuole, ville, cimitero e uffici pubblici: rimanete a casa

Direttore

Pubblicato

il

Emergenza meteo, il Sindaco ordina chiusura delle scuole delle ville, del cimitero, e degli uffici pubblici.

Una tempesta si è abbattuta sulla città di Trapani. Le strade sono allagate, tutte le pompe di sollevamento sono accese ma la quantità di pioggia caduta è stata tale da non consentirne lo smaltimento in breve tempo. Il Sindaco ordina la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, degli uffici pubblici del cimitero e delle ville.

La cittadinanza è invitata a non uscire di casa.
ù

Ecco in sintesi l’ordinanza

A seguito gli eventi meteo avversi odierni il Sindaco, con propria ordinanza ha disposto:

– la chiusura delle Scuole di ogni ordine e grado insistenti nel Comune di Trapani, siano esse pubbliche, private e paritarie, per la giornata di lunedì 26 settembre con conseguente sospensione delle attività didattiche scolastiche;
– la chiusura di tutti gli uffici pubblici, con la conseguente chiusura al pubblico, fatti salvi i servizi di Protezione Civile, di Polizia Locale, i Servizi elettorali connessi con le elezioni in corso di svolgimento;
– la chiusura del cimitero (fatti salvi i servizi indifferibili), delle ville e dei giardini comunali;
– la sospensione di tutti i servizi di linea urbana ATM e la sospensione del controllo delle aree di sosta a pagamento fino al rientro dell’emergenza

 

Leggi la notizia

Elezioni

La Meloni si prende l’Italia. Pronta ad essere la prima Premier donna della storia italiana

Redazione

Pubblicato

il

Per Fratelli d’Italia una vittoria storica che trascina al successo tutto il centrodestra. Per la Meloni si
spalancano le porte di Palazzo Chigi

Dalle urne esce la svolta a destra dell’Italia: Giorgia Meloni votata da più di un elettore su quattro, il
centrodestra ha nettamente la maggioranza sia alla Camera che al Senato. Tracollano Salvini e Letta, il M5S
ha meno della metà dei voti delle scorse elezioni politiche. Giorgia cita San Francesco, Conte giura di
difendere a oltranza il reddito di cittadinanza, i leader di Pd e Lega muti nella notte.

Dalle urne esce la svolta a destra dell’Italia: Giorgia Meloni votata da più di un elettore su quattro, il
centrodestra ha nettamente la maggioranza sia alla Camera che al Senato. Tracollano Salvini e Letta, il M5S
ha meno della metà dei voti delle scorse elezioni politiche. Giorgia cita San Francesco, Conte giura di
difendere a oltranza il reddito di cittadinanza, i leader di Pd e Lega muti nella notte.

Fratelli d’Italia è il primo partito al Senato con una percentuale di voti del 26,44% (Consorzio Opinio Italia
per Rai su un campione del 46%), seguito dal Partito Democratico che non raggiunge il 20% (19,76%).
Exploit del Movimento 5 Stelle che sale al 14,86% sulla spinta dei voti incassati al Sud. Flop Lega: è sotto il
9%(8,91%), tallonata da Forza Italia al 7,98%, Terzo Polo (Azione e Italia Viva) al 7,71%. Alleanza Verdi e
Sinistra 3,68%, +Europa 2,98%, Italexit 1,9%, Unione Popolare 1,37%, Noi Moderati 0,89%, Impegno Civico
0,54%. Simili le proiezioni sulla Camera, dove il centrodestra è dato al 42,9% (Fratelli 25,5%, Lega 8,5, FI
7,9%), il centrosinistra al 26,6% (Pd 19,4%, Verdi-Si 3,5%, +Europa 3%, Impegno civico-Centro democratico
0,6%), M5s al 16,3%; Azione-Iv al 7,6%; Italexit al 2%, Noi moderati 1%.

Salvatore Battaglia
Presidente Accademia delle Prefi

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza

© 2021 Il Giornale di Pantelleria - Un prodotto Noùs Editore Srls | Progettazione sito: Ferrigno Web Agency