Segui i nostri social

Cronaca

Tusa scopritore delle tre teste imperiali a Pantelleria. Il ricordo di Mazzonello

Direttore

Pubblicato

-

La scomparsa prematura di Sebastiano tusa ha fortemente colpito l’intera isola di Pantelleria, eletta sua seconda dimora diversi anni fa. Era sovrintendente del Mare della Regione Siciliana, docente di Paleontologia all’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli, e con il suo operato ha riportato alla luce e alla gloria tratti della storia. Importanti sono le scoperte archeologiche realizzate da Tusa, come nel 2003, quando, durante scavi da lui diretti nell’isola di Pantelleria, furono trovati tre ritratti imperiali romani. teste.jpg Nel 2008 aveva realizzato un film documentario con Folco Quilici sulla preistoria mediterranea a Pantelleria. I suoi studi e gli scavi da lui promossi hanno assegnato a Pantelleria il ruolo di  ”crocevia per i mercanti” in epoca antichissima. Amava Pantelleria e se ne prendeva cura spingendo alla sua valorizzazione culturale e ambientale (leggi anche: Sebastiano Tusa promotore del Parco di Pantelleria. Il cordoglio del Sindaco e della politica). Dopo avere in parte abbandonato la ricerca sul campo, si era occupato di amministrazione dei beni culturali nei ruoli della Regione Siciliana, guidando la Soprintendenza di Trapani. Nel gennaio 2010 era stato nominato Socio Onorario dell’Associazione Nazionale Archeologi. L’assessore  Giuseppe Mazzonello così lo ricorda, appena appresa la notizia della sua tragica morte: “Un grande uomo prima di tutto. L’archeologia la sua grande passione, un professionista che amava il proprio lavoro.  L’ estate scorsa nella sua amata Pantelleria, al Castello, ho avuto modo di apprezzare le sue qualità umane e lo spessore culturale. L’Assessore dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana Sebastiano Tusa (vicino al Sindaco Vincenzo Campo), ebbe a sottolineare: “Pantelleria è la porta d’Europa della Cultura per la sua stratificazione storica, verso il nuovo continente.” L’Isola di Pantelleria ieri dopo aver appreso la triste notizia della scomparsa nell’incidente aereo, raccoglie una eredita’ culturale, da proteggere e da valorizzare, dal valore inestimabile. #Grazie Professore !!”. Marina Cozzo  

Marina Cozzo è nata a Latina il 27 maggio 1967, per ovvietà logistico/sanitarie, da genitori provenienti da Pantelleria, contrada Khamma. Nel 2007 inizia il suo percorso di pubblicista presso la testata giornalistica cartacea L'Apriliano - direttore Adriano Panzironi, redattore Stefano Mengozzi. Nel 2014 le viene proposto di curarsi di Aprilia per Il Corriere della Città – direttore Maria Corrao, testata online e intraprende una collaborazione anche con Essere Donna Magazine – direttore Alga Madia. Il 27 gennaio 2017 l'iscrizione al Consiglio dell'Ordine dei Giornalisti nel Lazio. Ma il sangue isolano audace ed energico caratterizza ogni sua iniziativa la induce nel 2018 ad aprire Il Giornale di Pantelleria.

Sanità

1 dicembre Giornata Mondiale contro l’AIDS. I dati del Ministero

Marilu Giacalone

Pubblicato

il

I dati sulle nuove diagnosi di infezione da Hiv e dei casi di Aids in Italia al 31 dicembre 2021 sono pubblicati sul Notiziario Istisan volume 35, n. 11 – novembre 2022, redatto dal Centro Operativo Aids (COA) dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS), con il contributo di alcuni componenti del Comitato Tecnico Sanitario del Ministero della Salute e i referenti della Direzione Generale della Prevenzione sanitaria del Ministero della salute.

Nel 2020 e nel 2021 la sorveglianza delle nuove diagnosi di infezione da HIV e il Registro Nazionale AIDS hanno risentito dell’epidemia da COVID-19 che potrebbe aver comportato una sottodiagnosi o una sottonotifica dei casi.

Nuove diagnosi
Nel 2021 sono state 1.770 le nuove diagnosi di infezione da HIV pari a un’incidenza di 3 nuove diagnosi ogni 100.000 residenti.
Dal 2012 si è osservata una diminuzione delle nuove diagnosi HIV, che appare più evidente dal 2018, con un declino ulteriore negli ultimi due anni.
L’Italia, in termini di incidenza delle nuove diagnosi HIV, nel 2021 si colloca al di sotto della media stimata nei Paesi dell’Unione Europea (4,3 casi per 100.000 residenti). La riduzione del numero di nuove diagnosi HIV interessa tutte le modalità di trasmissione.
L’incidenza più elevata di nuove diagnosi HIV si riscontra nella fascia di età 30-39 anni (7,3 nuovi casi ogni 100.000 residenti), a seguire nella fascia 25-29 anni (6,6 nuovi casi ogni 100.000 residenti). In queste fasce di età l’incidenza nei maschi è 3-4 volte superiore a quelle nelle femmine. In generale, i maschi rappresentano il 79,5% dei nuovi casi. L’età mediana: 42 anni per gli uomini e 41 per le donne.
Il numero più elevato di diagnosi è attribuibile alla trasmissione sessuale e nell’ordine a maschi che fanno sesso con maschi (MSM), maschi eterosessuali e femmine eterosessuali.
Dal 2016 si osserva una diminuzione del numero di nuove diagnosi HIV in stranieri, sia maschi che femmine.
Più di un terzo delle persone con nuova diagnosi HIV ha scoperto di essere HIV positivo a causa della presenza di sintomi o patologie correlate all’HIV. 
Casi di Aids
Sono stati 382 i nuovi casi di Aids diagnosticati entro maggio 2022, pari a un’incidenza di 0,6 per 100.000 residenti.
Dal 1982, anno della prima diagnosi di Aids in Italia, al 31 dicembre 2021 sono stati notificati al CoA 72.034 casi di Aids. Di questi, 55.537 (77,1%) sono maschi, 814 (1,1%) in età pediatrica (<13 anni) o con infezione trasmessa da madre a figlio e 8.229 (11,4%) stranieri o di nazionalità ignota.
L’età mediana alla diagnosi di Aids, calcolata solo tra gli adulti (≥13 anni), è di 36 anni (min: 13; max: 88 anni) per i maschi e di 33 anni (min: 13; max: 89 anni) per le femmine.
Il numero di decessi in persone con Aids è rimasta stabile ed è stata pari a poco più di 500 casi per anno.
Per approfondire

sito tematico Hiv e Aids
pagina HIV dell’Istituto Superiore di Sanità 
sito Uniti contro l’Aids
Telefono verde Aids
Consulta le notizie di Hiv e Aids

Vai all’ archivio completo delle notizie

Leggi la notizia

Cronaca

Castelvetrano, guida con patente ritirata e rei clandestini le segnalazioni dei Carabinieri

Matteo Ferrandes

Pubblicato

il

CASTELVETRANO: CONTROLLI ALLA CIRCOLAZIONE STRADALE.

DENUNCE DEI CARABINIERI

I Carabinieri della Compagnia di Castelvetrano, nel fine settimana appena trascorso,
hanno eseguito una serie di controlli incentrati sul rispetto del codice della strada.
All’esito degli accertamenti sono stati denunciati due giovani di 24 e 25 anni di Mazara del
Vallo e Castelvetrano, entrambi gravati da precedenti di polizia, sorpresi alla guida delle
proprie autovetture con un tasso alcolemico superiore di gran lunga ai limiti consentiti dalla
legge.
Un altro castelvetranese, residente a Partanna, di 36 anni, invece è stato denunciato per
essersi messo alla guida della sua auto senza patente perchè ritirata, con reiterazione nel
biennio. L’auto veniva posta sotto sequestro in quanto sprovvista di copertura assicurativa.
Nel medesimo contesto operativo venivano altresì deferiti all’A.G. due soggetti di
nazionalità straniera, di cui uno irregolare sul territorio nazionale, i quali all’esito di
minuziosa attività investigativa sono ritenuti presunti responsabili del furto in concorso, con
altro connazionale arrestato nel giugno scorso, di un ciclomotore e della successiva
ricettazione dello stesso.
All’epoca dei fatti il ciclomotore veniva restituito alla vittima senza la targa per la quale
veniva chiesta la cifra di 100 euro per la consegna.

Leggi la notizia

Ambiente

Gangi (PA), 38 alberi per altrettanti nuovi nati nel 2022. L’iniziativa dell’ordine francescano

Matteo Ferrandes

Pubblicato

il

GANGI, 38 ALBERI PER I NUOVI NATI NEL 2022, INIZIATIVA DELL’ORDINE FRANCESCANO SECOLARE DI SICILIA

Un albero per ogni nato. A Gangi ieri (domenica 27 novembre) l’area antistante la scuola primaria, plesso “Don Bosco”, si è arricchita di 38 nuovi alberi piantati per ogni bambino nato, adottato o affidato nel 2022. L’iniziativa, al suo secondo anno, è dell’Ordine Francescano secolare di Sicilia “Immacolata Concezione” in collaborazione con il Comune di Gangi, istituto comprensivo “Francesco Paolo Polizzano” e all’ente Parco delle Madonie.

Prima della piantumazione si è tenuta la celebrazione della Santa messa al Santuario dello Spirito Santo (foto) a cura di don Paolo Cassaniti, assieme alle famiglie interessate, con i bambini nati nel 2022, erano presenti: Antonella Ferraro per l’Ordine Francescano secolare di Sicilia “Immacolata Concezione”, il sindaco di Gangi Giuseppe Ferrarello, il presidente del Parco delle Madonie, Angelo Merlino, il preside dell’Istituto Comprensivo Francesco Serio, il presidente del consiglio comunale di Gangi Concetta Quattrocchi, presenti i consiglieri comunali Carmelo Giunta, Danila Spallina e Valentina Farinella. Ai genitori dei bambini neonati è stata consegnata una pergamena per ricordare la giornata dedicata alle famiglie e all’eco sostenibilità ambientale.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza