Segui i nostri social

Cronaca

Trapani sotto assedio dalla pioggia. Sindaco ordina chiusura scuole, ville, cimitero e uffici pubblici: rimanete a casa

Direttore

Pubblicato

-

Emergenza meteo, il Sindaco ordina chiusura delle scuole delle ville, del cimitero, e degli uffici pubblici.

Una tempesta si è abbattuta sulla città di Trapani. Le strade sono allagate, tutte le pompe di sollevamento sono accese ma la quantità di pioggia caduta è stata tale da non consentirne lo smaltimento in breve tempo. Il Sindaco ordina la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, degli uffici pubblici del cimitero e delle ville.

La cittadinanza è invitata a non uscire di casa.
ù

Ecco in sintesi l’ordinanza

A seguito gli eventi meteo avversi odierni il Sindaco, con propria ordinanza ha disposto:

– la chiusura delle Scuole di ogni ordine e grado insistenti nel Comune di Trapani, siano esse pubbliche, private e paritarie, per la giornata di lunedì 26 settembre con conseguente sospensione delle attività didattiche scolastiche;
– la chiusura di tutti gli uffici pubblici, con la conseguente chiusura al pubblico, fatti salvi i servizi di Protezione Civile, di Polizia Locale, i Servizi elettorali connessi con le elezioni in corso di svolgimento;
– la chiusura del cimitero (fatti salvi i servizi indifferibili), delle ville e dei giardini comunali;
– la sospensione di tutti i servizi di linea urbana ATM e la sospensione del controllo delle aree di sosta a pagamento fino al rientro dell’emergenza

 

Marina Cozzo è nata a Latina il 27 maggio 1967, per ovvietà logistico/sanitarie, da genitori provenienti da Pantelleria, contrada Khamma. Nel 2007 inizia il suo percorso di pubblicista presso la testata giornalistica cartacea L'Apriliano - direttore Adriano Panzironi, redattore Stefano Mengozzi. Nel 2014 le viene proposto di curarsi di Aprilia per Il Corriere della Città – direttore Maria Corrao, testata online e intraprende una collaborazione anche con Essere Donna Magazine – direttore Alga Madia. Il 27 gennaio 2017 l'iscrizione al Consiglio dell'Ordine dei Giornalisti nel Lazio. Ma il sangue isolano audace ed energico caratterizza ogni sua iniziativa la induce nel 2018 ad aprire Il Giornale di Pantelleria.

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Palermo, auto diventa sala parto: donna partorisce in strada davanti agli altri figli

Direttore

Pubblicato

il

Era diretta in auto a scuola per accompagnare i tre figlioletti, quando, ad un certo punto, ha capito che qualcosa non andava: era in procinto di partorire.
Decideva, così di cambiare destinazione, per raggiungere la clinica Triolo. La ventottenne è riuscita a chiedere soccorso ai medici, mentre le contrazioni si sono ravvicinate al punto di farla partorire subitaneamente, per strada.
Spettatori della singolare ma anche emozionante scena i figli della palermitana che gioiosi hanno manifestato subito calore al fratellino appena arrivato.
  
  
“Il piccolo sta bene. I neonatologi si sono presi subito cura del bimbo – dice Luigi Triolo responsabile del reparto di ostetricia e ginecologia della clinica Triolo Zancla dove si trova adesso ricoverata la donna – La donna durante il tragitto da casa a scuola ha avuto dei piccoli dolori e subito a compreso che aveva bisogno di aiuto. Una decisione saggia che ha consentito ai medici di arrivare in tempo e soccorrere la donna anche se in auto. Sono episodi che si verificano. Abbiamo già visitato la mamma e per lei non ci sono state complicazioni. Mamma e bimbo stanno bene“.

Leggi la notizia

Economia

Segretario Ugl di Catania a colloquio con ministro delle Imprese Urso: maggiore attenzione per la realtà produttiva etnea

Marilu Giacalone

Pubblicato

il

Posta in arrivo
 
 
 
 

U. G. L. Catania – Ufficio stampa
11:53 (38 minuti fa) 
 

a Catania

 
 
 

 

Chiesta maggiore attenzione per la realtà produttiva etnea ed espresso apprezzamento per il salvataggio della Lukoil

Il segretario territoriale della Ugl di Catania, Giovanni Musumeci, alla presenza del senatore Salvo Pogliese, ha incontrato il ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, presente nei giorni scorsi a Catania in occasione di un evento politico. Nel corso del breve colloquio, l’esponente sindacale ha chiesto ad Urso maggiore attenzione nei confronti della realtà produttiva catanese ed in particolare per la Zona industriale di Catania che esprime enormi potenzialità per l’attrazione continua di importanti investimenti, ma che ha ancora tante problematiche da risolvere anche con l’aiuto del Governo nazionale. Il segretario Musumeci, nell’occasione, ha voluto anche ringraziare il componente dell’Esecutivo Meloni, per l’impegno che ha già profuso e sta continuando a mettere in campo per il salvataggio della Isab Lukoil di Siracusa. Questione che interessa direttamente anche il territorio di Catania, considerato che numerosi lavoratori e diverse aziende catanesi operano all’interno dello stabilimento di Priolo Gargallo e che la presenza di un’azienda di questa portata rappresenta un importante riflesso sull’economia locale. Infine, il vertice della Ugl etnea si è detto fiducioso rispetto alle politiche attuate dal Governo nazionale sulla criticità del caro energia ed ha ribadito al ministro Urso la necessità che sia mantenuta alta la guardia per venire incontro alle esigenze non solo di chi nel contesto territoriale di Catania fa impresa, ma anche dei tanti lavoratori che tengono vivo il tessuto produttivo locale.

Leggi la notizia

Cronaca

Partanna, evade dai domiciliari: l’arresto dei carabinieri

Marilu Giacalone

Pubblicato

il

PARTANNA: EVADE DAI DOMICILIARI A MONTEVAGO. ARRESTATO A

PARTANNA

I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Castelvetrano hanno
arrestato, per il reato di evasione, un brasiliano residente a Montevago (AG) di 41 anni.
L’uomo in atto sottoposto alla detenzione domiciliare, è stato sorpreso dai militari operanti
mentre camminava a piedi sulla strada statale 115. Fermato ed identificato i Carabinieri
hanno constatato la posizione dell'uomo che risultava in totale violazione delle prescrizioni
imposte dal Tribunale di sorveglianza di Palermo. Dai successivi accertamenti si evinceva
che il 41enne era evaso senza giustificato motivo già da più di 24 ore.
Al termine degli atti di rito veniva sottoposto nuovamente alla detenzione domiciliare a
disposizione dell’AG in attesa di essere giudicato.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza