Segui i nostri social

Cronaca

SALEMI (TP): RESISTENZA, MINACCIA E DANNEGGIAMENTO. IN MANETTE UNO STRANIERO

Matteo Ferrandes

Pubblicato

-

I Carabinieri della Stazione di Salemi hanno arrestato uno straniero classe 94 in atto
sottoposto alla misura di prevenzione del divieto di accedere e stazionare nelle immediate
vicinanze degli esercizi pubblici e dei locali di pubblico intrattenimento site in alcune vie di
quel centro.
Il 28enne, la scorsa estate, si sarebbe reso protagonista di una violenta rissa al centro di
Salemi per la quale è stato deferito all’A.G. unitamente ad altri connazionali. Dopo poco
tempo veniva emesso, dal Questore di Trapani, un provvedimento di divieto di accedere e
stazionare nelle immediate vicinanze di esercizi pubblici e di locali di pubblico
intrattenimento (DACUR) notificato dai militari dell’Arma.
Dopo qualche mese l’uomo veniva sorpreso dai Carabinieri all’interno di un bar di quel
centro in stato di ubriachezza pertanto denunciato per la violazione del provvedimento.
Altro episodio simile si è verificato i primi giorni del mese in corso quando il titolare di un
bar richiedeva l’intervento di un equipaggio di Carabinieri per disordini all’interno della
propria attività commerciale dove il 28enne, in evidente stato di alterazione psicofisica
inveiva contro gli avventori lanciando oggetti e danneggiando alcuni veicoli parcheggiati
nelle vicinanze. All’arrivo dei militari l’uomo aggrediva anche loro venendo denunciato.
Pochi giorni fa invece il prevenuto è stato arrestato dai Carabinieri della Compagnia di
Mazara del Vallo dopo un intervento, presso un distributore automatico “STOP & GO”,
richiesto da due donne che dichiaravano di essere state minacciate da un
extracomunitario in stato di agitazione. I Carabinieri, giunti in poco tempo sul posto,
sorprendevano il tunisino intento a danneggiare un’auto in sosta che alla loro vista gli si
scagliava contro con in mano una bottiglia in vetro. Veniva immobilizzato e tratto in arresto
e, dopo l’udienza di convalida, sottoposto all’obbligo di dimora nel comune di Salemi e
all’obbligo di presentazione alla P.G. tutti i giorni con il divieto di allontanarsi dalla propria
abitazione durante le ore notturne.

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ambiente

Stromboli, il bollettino INGV: “attese esplosioni di intensità maggiore dell’ordinario”

Direttore

Pubblicato

il

Il bollettino settimanale dell’INGV per il vulcano Stromboli non esclude il verificarsi di esplosioni di intensità maggiore dell’ordinario
di Monia Sangermano da Meteoweb.eu

L’INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) ha pubblicato oggi il bollettino settimanale di monitoraggio del vulcano Stromboli. I dati prendono in esame il periodo che va dal 23/01/2023 al 29/01/2023.

 
 
Alla luce dei dati di monitoraggio si evidenzia:

OSSERVAZIONI VULCANOLOGICHE
In questo periodo è stata osservata una normale attività stromboliana con attività di spattering ed un trabocco lavico all’area craterica N. La frequenza oraria totale è stata oscillante tra valori bassi (5 eventi/h) e medi (12 eventi/h). L’intensità delle esplosioni è stata in prevalenza media e bassa all’area craterica N e media all’area craterica CS.
SISMOLOGIA: I parametri sismologici non mostrano variazioni significative.

DEFORMAZIONI DEL SUOLO
Le reti di monitoraggio delle deformazioni del suolo non hanno mostrato variazioni significative.

GEOCHIMICA
Il flusso di SO2 su un livello medio Flusso di CO2 in area craterica: stabili su valori medi. Rapporto CO2/SO2 su valori alti. Rapporto isotopico dell’elio in falda: non ci sono aggiornamenti, l’ultimo dato del 20-12-22 su valori medio-alti.

OSSERVAZIONI SATELLITARI
L’attività termica osservata da satellite è stata generalmente di livello basso.
Gli scenari attesi, secondo l’INGV, sono i seguenti sono influenzati dall’attività persistente di tipo stromboliano di intensità ordinaria accoppiata a colate laviche di lunga durata lungo la Sciara del Fuoco da tracimazione dai crateri. L’attività può essere accompagnata da crolli di roccia o valanghe di detrito lungo la Sciara del Fuoco e da potenziali esplosioni idro-magmatiche per interazione tra lava e mare con lancio di blocchi fino a qualche centinaio di metri dalla costa e dispersione di gas e/o cenere vulcanica. Non è possibile escludere il verificarsi di esplosioni di intensità maggiore dell’ordinario.

Ovvio che, spiegano i vulcanologi, “eventuali variazioni dei parametri monitorati possono comportare una diversa evoluzione degli scenari di pericolosità sopra descritti. Si sottolinea che le intrinseche e peculiari caratteristiche di alcune fenomenologie, proprie di un vulcano in frequente stato di attività e spesso con persistente stato di disequilibrio come lo Stromboli, possono verificarsi senza preannuncio o evolvere in maniera imprevista e rapida, implicando quindi un livello di pericolosità mai nullo“.

Per consultare il bollettino integrale: Bollettino Settimanale INGV

In copertina immagini di repertorio

Leggi la notizia

Sanità

Palermo, Guardia Costiera sequestra 4 tonnellate di protoddi ittici e accertati illeciti in attività commerciali e ristoranti

Direttore

Pubblicato

il

Nei giorni scorsi, la #GuardiaCostiera di #Palermo, nell’ambito dei controlli sulla filiera della pesca, ha sequestrato circa 4 tonnellate di prodotti ittici ed accertato diversi illeciti amministrativi presso attività commerciali al dettaglio e ristorazione etnica “all you can eat”.

Una serie di verifiche, queste, volte a garantire la provenienza del prodotto ittico che giunge sui tavoli della ristorazione, a beneficio della qualità offerta ai consumatori.

Lo rende noto Corpo delle Capitanerie di Porto

Leggi la notizia

Ambiente

Pantelleria, contributi a fondo perduto per smaltimento amianto

Direttore

Pubblicato

il

Contributo a fondo perduto per la rimozione e lo smaltimento di manufatti e materiali contenenti amianto nelle civili abitazioni

Il Comune di Pantelleria, tramite avviso pubblico di seguito riportato, rendo noto lo stanziamento di contributi a fondo perduto per lo smaltimento di manufatti di amianto.

Ecco l’avviso pubblico di riferimento

In copertina immagine dal web

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza