Segui i nostri social

Ambiente

Rifiuti, Baglieri: «Scongiurata nuova crisi, nessuno esente da responsabilità»

Redazione

Pubblicato

il

«Sono a lavoro con il direttore del dipartimento Acqua e Rifiuti, Calogero Foti, per scongiurare che i rifiuti possano rimanere per strada nel rispetto dei cittadini e per il bene del territorio di Trapani e del Palermitano. Proprio questa mattina ho sentito telefonicamente il sindaco, Giacomo Tranchida, che, con senso civico e rispetto delle istituzioni, ha dato la sua disponibilità a trattare i rifiuti presso l’impianto di Trapani Servizi anche per i comuni “fuori d’ambito”». Lo dice l’assessore regionale all’Energia e servizi di pubblica utilità in seguito sulla chiusura dell’impianto di Oikos, a seguito di una sentenza del Tar di Catania, che ha causato l’ennesima emergenza nel territorio siciliano ed esattamente sul versante trapanese. 

«Vorrei rassicurare e ringraziare tutti i sindaci che in queste ore, in uno spirito di massima collaborazione, hanno cercato ognuno con le proprie forze di sopperire all’ennesima emergenza che da più di 20 anni attanaglia la Sicilia tutta – continua la rappresentante del governo Musumeci  – Ciò che sta accadendo in questi giorni, relativamente alle audizioni in corso della Commissione Antimafia, fa emergere purtroppo notizie a cui i cittadini e le istituzioni sono tristemente abituati dalla decennale fragilità d’equilibrio su cui si basa la gestione dei rifiuti nella nostra Regione. Nessuno quindi può e deve sentirsi escluso da responsabilità politiche e morali rispetto ad un “sistema degenerato” che con le sue sistemiche emergenze rendono l’ordinarietà una parola oramai “fuori moda” in questo settore».

«Il risultato, purtroppo, è quello di non essere più credibili, come cittadini, classe dirigente, politica ed imprenditoriale, rispetto alle sfide della transizione energetica, dell’hydrogen valley, agli stanziamenti economici e all’innovazione che questi richiedono se ancora – dopo tre decenni – abbiamo il problema del “sacchetto dell’umido”», conclude la Baglieri.

Da regione  Siciliana

Disclaimer

Questo contenuto è proprietà intellettuale della Nous Editore srls, senza tacito consenso ne è vietata ogni riproduzione, totale e parziale di testi e immagini, anche in forma di link

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ambiente

Pantelleria – Incendio, Capo Protezione Civile Cocina: “natura dolosa” – VIDEO CANADAIR

Direttore

Pubblicato

il

Dal Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Trapani sono state inviate 2 squadre operative con al seguito autopompe e moduli antincendio boschivi. In totale le forze a terra sono costituite da 15 vigili del fuoco, personale della forestale e volontari di protezione civile

 

Aeroporto perfettamente funzionante

Questa notte sono stati inviati sul luogo dell’incendio anche gli automezzi antincendio aeroportuali L’aeroporto é perfettamente funzionante

L’incendio comunque sotto controllo nonostante il forte vento di scirocco e nonostante uno dei due Canadair abbia dovuto lasciare l’incendio per avaria. Verrà presto sostituito.

 

Natura dolosa dell’incendio

Pochi dubbi sulla natura dolosa. Inizialmente si è parlato di tre punti di avvio del fuoco contemporaneo. Il Capo della Protezione Civile del Dipartimento Regione Siciliana, Salvo Cocina parla di dolosa dell’incendio:  “Abbiamo individuato almeno due punti, stiamo verificando se ce ne siano altri. Altro elemento che fa propendere per l’azione dolosa è il vento di scirocco che soffia sull’isola: sappiamo che per i criminali è un’arma in più”.

 

Video

 

 

 

Leggi la notizia

Ambiente

Pantelleria – Incendio, abitanti di Gadir evacuati via mare e messi in salvo dalla Guardia Costiera – Video

Direttore

Pubblicato

il

Le immagini ci sono giunte alle 3,14 di questa notte e riportano il momento dello sbarco degli evacuati del Gadir, a seguito dell’incendio scoppiato nella prima serata di ieri Tra Cuddia Catalana e Cala Cinque Denti e poi propagatosi fino a Cala Gadir.

Da alcuni commenti abbiamo appreso che la strada dell’approdo turistico era bloccata ed era impossibile raggiungerlo via terra.

 

Per la messa in salvo dei residenti o ospiti del Gadir si è dovuto ricorrere ai mezzi marittimi della Capitaneria di Porto

Dalle prime luci del giorno due Canadair stanno lavorando per domare gli ultimi focolai. 

“Stanno intervenendo due canadair da questa mattina per spegnere gli ultimi focolai ancora rimasti accesi”. Adesso dopo lo spegnimento faremo la conta dei danni che sono importanti”, è il commento del sindaco di Pantelleria Vincenzo Campo.

Vigili del fuoco e forestale sono stati al lavoro tutta la notte per contenere le fiamme che stanno interessando sull’isola di Pantelleria la zona di Cala Gadir. E’ stato richiamato personale in servizio e attivato l’intervento anche del distaccamento aeroportuale, sono 20 i vigili del fuoco che operano a protezione delle abitazioni con 5 mezzi di soccorso.

Ecco il video degli evacuati

 

Leggi la notizia

Ambiente

Incendio-Pantelleria, Evacuati Armani e Tardelli

Direttore

Pubblicato

il

Evacuati Villaggio Armani e Villa Tardelli.

L’incendio che ha colpito, in modo particolare e quasi inaspettato, Gadir ha visto l’allontanamento degli abitanti delle due residenze VIP dell’isola.

La situazione sembrerebbe preoccupante nella zona Centro-Orientale dell’isola, sempre rigogliosa di un verde profumato e lussureggiante, come tratto da un dipinto di Monet, e mai intaccata, finora, da calamità simili.

 

 

 

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza

© 2021 Il Giornale di Pantelleria - Un prodotto Noùs Editore Srls | Progettazione sito: Ferrigno Web Agency