Segui i nostri social

Sociale

Regata Nazionale Hansa 303: a Marsala trionfano Forastieri e Canova-Ingaglio

Redazione

Pubblicato

-

Grande partecipazione di atleti e pubblico per la prova nazionale della specialità velica paralimpica che ha ospitato a Marsala ben 25 equipaggi.

Marsala, 14/4/2024 – È stata una grande festa di sport ed inclusione la regata di apertura della stagione 2024 del circuito nazionale della Classe Hansa 303 che per la prima volta ha disputato una prova tricolore a Marsala con l’organizzazione della sezione locale della Lega Navale Italiana.

Grande la partecipazione di pubblico ed atleti, con ben 25 equipaggi provenienti da Malta e da tutta Italia – tra cui quelli della Nazionale Italiana Hansa 303 – che si sono sfidati sulle acque della Riserva dello Stagnone che ancora una volta si è rivelato campo di gara apprezzatissimo dai velisti di tutto lo Stivale.

Nella prima giornata di sabato 13, caratterizzata dapprima da vento leggero e successivamente sostenuto, sono state effettuate quattro prove. Le condizioni meteo della giornata di domenica 14, con vento molto leggero che ha innalzato il tasso tecnico della sfida, hanno permesso di dare il segnale di start ad una sola prova.

Al termine delle cinque prove, ad aggiudicarsi la vittoria tra gli equipaggi doppi sono stati i giovani Canova-Ingaglio, in gara per i colori della ASD NIC Catania. Al secondo posto la coppia Di Biagio-Di Biagio della Liberi nel Vento di Porto San Giorgio. A completare il podio degli equipaggi in doppio la coppia Malavolta-Benzoni, sempre della Liberi nel Vento di Porto San Giorgio.

Tra gli equipaggi singoli e nella classifica assoluta a primeggiare è stato l’esperto palermitano Carmelo Forastieri, autore di una prestazione magistrale con ben quattro primi posti assoluti ed un secondo posto. Piazza d’onore per Massimiliano Riccio, del Gruppo Sportivo Paralimpico Difesa. A completare il podio, Luca Iudice dello Yacht Club Punta Ala.

La tappa di Marsala è stata impreziosita da una presenza internazionale: quella del velista maltese Gianluca Aquilina, che ha preso parte alla regata in coppia con il marsalese Antonino Salvaggio per i colori della Malta Sailing Federation.

Folta la presenza di spettatori, autorità e vertici della Federazione Italiana Vela e della Lega Navale Italiana, che hanno voluto salutare ed hanno premiato gli atleti in gara, tra cui l’On. Stefano Pellegrino, il Sindaco Massimo Grillo, l’Assessore Salvatore Agate, il Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo Vito Miceli, il Consigliere Nazionale FIV Ignazio Florio Pipitone, il Presidente della VII Zona FIV Francesco Zappulla, insieme a Beppe Tisci, Consigliere nazionale LNI, Nicola Vitello, Presidente della LNI sezione di Palermo, Carlo Bruno, Delegato Lega Navale Italiana Regione Sicilia e Gaspare Majelli, Consigliere Nazionale della Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali (FISDIR).

Dopo Marsala, gli atleti del circuito nazionale della Classe Hansa 303 si sfideranno a Desenzano del Garda, a Crotone e a Mestre con l’assegnazione del titolo Nazionale.

Sociale

Giornata Internazionale contro l’omofobia – Il Comune di Pantelleria così commenta

Redazione

Pubblicato

il

In occasione della Giornata Internazionale contro l’omofobia, l’Amministrazione Comunale di Pantelleria si esprime relativamente all’accettazione.

La Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia, la  transfobia (o IDAHOBIT, acronimo di International Day Against Homophobia, Biphobia, Transphobia) è una ricorrenza promossa dal Comitato Internazionale per la Giornata contro l’Omofobia e la Transfobia è riconosciuta dall’Unione europea e dalle Nazioni Unite[1] che si celebra dal 2004 il 17 maggio di ogni anno.

L’obiettivo della giornata è quello di promuovere e coordinare eventi internazionali di sensibilizzazione e prevenzione per contrastare il fenomeno dell’omofobia, della bifobia e della transfobia.

A tal proposito il Comune di Pantelleria così si esprime

G𝗜𝗢𝗥𝗡𝗔𝗧𝗔 𝗜𝗡𝗧𝗘𝗥𝗡𝗔𝗭𝗜𝗢𝗡𝗔𝗟𝗘 𝗖𝗢𝗡𝗧𝗥𝗢 𝗟’𝗢𝗠𝗢𝗟𝗘𝗦𝗕𝗢𝗕𝗜𝗧𝗥𝗔𝗡𝗦𝗙𝗢𝗕𝗜𝗔
Oggi celebriamo la Giornata Internazionale contro l’Omolesbobitransfobia con fermezza e determinazione. Il Comune di Pantelleria si schiera inequivocabilmente dalla parte dell’accettazione e dell’inclusione.

Leggi la notizia

Sociale

Mazara, 1° meeting diocesano per aggregazioni laicali

Direttore

Pubblicato

il

A MAZARA IL 1° MEETING DIOCESANO DELLE AGGREGAZIONI LAICALI

“Accogliamo la Parola con la gioia dello Spirito santo” è il titolo del 1° meeting diocesano delle aggregazioni laicali che si terrà domenica 19 maggio, presso l’auditorium dell’istituto tecnico “F. Ferrara” di Mazara del Vallo.

Alle 9 si terrà l’accoglienza; a seguire: invocazione allo Spirito Santo; saluti della coordinatrice della CDAL Erina Alagna e presentazione dei gruppi; ascolto della Parola e meditazione del Vescovo; al termine celebrazione della santa messa presieduta dal Vescovo. La Consulta è nata qualche mese addietro. Si è già riunito il Consiglio, al quale ha partecipato il Vescovo monsignor Angelo Giurdanella che ha indicato le priorità di quest’anno. Tra queste il censimento di tutti i gruppi, movimenti e associazioni ecclesiali presenti in Diocesi.

A tal fine è stato messo a disposizione un modulo online (https://forms.gle/1kBYUcmsep2744B7A) da poter compilare.

Ma tra le priorità c’è quello di redigere lo Statuto della Consulta. «Dovete essere facilitatori per tutte le aggregazioni laicali della nostra Diocesi – ha detto monsignor Giurdanella nell’ultimo incontro con la Consulta – perché possano esprimere la loro bellezza, per costruire insieme ed essere una Chiesa dove ognuno si senta accolto e apprezzato»

Leggi la notizia

Sociale

Cracolici: “Contro le mafie servono strumenti normativi condivisi con altri Paesi”

Redazione

Pubblicato

il

Palermo, 13 maggio – “Contro il crimine globalizzato serve un contrasto globale. Gli affari criminali delle mafie si consolidano attraverso il controllo del mercato degli stupefacenti. Nuove droghe sintetiche dai costi sempre più bassi inondano le nostre città, incontrando una domanda sempre più diffusa, specie tra i giovani. O

ccorre affinare le tecniche di individuazione dei flussi di denaro e trovare degli strumenti normativi comuni sia per i Paesi europei che per quelli del bacino euro – mediterraneo per intercettare l’obiettivo che 40 anni fa Pio La Torre individuò come lo strumento principe del contrasto: colpire i patrimoni dei mafiosi. Il tema della criminalità organizzata deve essere vissuto come un problema globale e non dei singoli Paesi”.

Lo ha detto Antonello Cracolici, presidente della commissione Antimafia all’Ars, intervenendo alla tavola rotonda organizzata a Palazzo dei Normanni dal Coppem (Comitato Permanente Partenariato Euromediterraneo dei Poteri Locali e Regionali) sulle connessioni tra la criminalità organizzata e il terrorismo internazionale.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza