Segui i nostri social

News

Pantelleria, nuova viabilità a Scauri: cambia la disciplina veicolare

Direttore

Pubblicato

il

Il Comandante dei Vigili Urbani di Pantelleria, Vito Simonte, viste le segnalazioni di residenti e dei suoi agenti stessi, ha modificato la viabilità in Contrada Scauri.

Ecco i punti salienti:

Divieto di sosta in entrambi i lati a Via San Gaetano, nel tratto tra VIa A. D’Ajetti e Via S. Giuseppe, dal 1 luglio al 31 agosto;

Senso unico, direzione Est-Ovest (da Via Zighidì a Via San Gaetano).

 

Di seguito il documento integrale scaricabile:

documento -disciplina veicolare c.da scauri

 

RImanete aggiornati con Il Giornale di Pantelleria su tutte le notizie del territorio, ma anche su fatti di cronaca, su politica, cultura e altro ancora.
Per contatti con la redazione: ilgiornaledipantelleria@gmail.com ovvero Whatsapp: 3332715327

Disclaimer

Questo contenuto è proprietà intellettuale della Nous Editore srls, senza tacito consenso ne è vietata ogni riproduzione, totale e parziale di testi e immagini, anche in forma di link

Marina Cozzo è nata a Latina il 27 maggio 1967, per ovvietà logistico/sanitarie, da genitori provenienti da Pantelleria, contrada Khamma. Nel 2007 inizia il suo percorso di pubblicista presso la testata giornalistica cartacea L'Apriliano - direttore Adriano Panzironi, redattore Stefano Mengozzi. Nel 2014 le viene proposto di curarsi di Aprilia per Il Corriere della Città – direttore Maria Corrao, testata online e intraprende una collaborazione anche con Essere Donna Magazine – direttore Alga Madia. Il 27 gennaio 2017 l'iscrizione al Consiglio dell'Ordine dei Giornalisti nel Lazio. Ma il sangue isolano audace ed energico caratterizza ogni sua iniziativa la induce nel 2018 ad aprire Il Giornale di Pantelleria.

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

News

Il Sindaco di Pantelleria a Roma per incontrare il Ministro Cingolani e le Presidenti delle Commissioni XIII e VIII di Senato e Camera

Redazione

Pubblicato

il

Nella giornata del 4 agosto scorso, il Sindaco Vincenzo Campo ha incontrato nell’ordine: la Sen. Vilma Moronese, Presidente della XIII Commissione Permanente Territorio, Ambiente e Beni Ambientali del Senato della Repubblica, l’On. Alessia Rotta, Presidente della VIII Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici della Camera dei Deputati e a termine della giornata il Ministro della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani.

Con le Presidenti delle Commissioni l’argomento principale è stato il DDL Isole Minori in discussione nella VIII Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici della Camera dei Deputati.

L’approvazione di tale provvedimento di iniziativa parlamentare oltre a dare finalmente una legge quadro a tutte le Isole Minori e quindi dare una risposta precisa a tutte le esigenze delle isole italiane che hanno problematiche molto diverse e più accentuate dei Comuni della terraferma, consentirebbe di poter presentare una richiesta di Zona Franca, attesa da sempre a Pantelleria, che non sia solo una richiesta tra le tante, ma un diritto vero e proprio.

Un diritto stavolta sancito da una norma specifica contenuta all’interno del disegno di legge, indispensabile, considerate le condizioni particolari in cui versa il territorio pantesco per lontananza dalla terraferma, per il fenomeno dello spopolamento, del carovita e del reddito pro-capite.

Per fare un breve excursus, il disegno di legge in parola è stato incardinato, fine giugno 2018, al Senato con prima firmataria la Sen. Vilma Moronese. Si trattò del primo disegno di legge di iniziativa parlamentare della XVIII Legislatura.

L’impegno della Sen. Moronese ha fatto sì che il provvedimento venisse approvato in aula al Senato nel mese di ottobre 2018. Il DDL così approvato passò alla Camera nella Commissione corrispondente con Presidente l’on. Benvenuti della Lega Nord. L’ostruzionismo messo in campo dal partito padano ha fatto sì che per tutto il 2019 si lavorasse poco sul DDL, fino all’arrivo del Covid che ha rallentato i lavori e quindi, a maggior ragione, venne bloccato.

Fortunatamente nell’estate nel 2020 sono cambiati i vari Presidenti delle Commissioni e con la nuova maggioranza giallorossa creatasi, la Presidenza della Commissione alla Camera era affidata all’On. Alessia Rotta, mentre veniva confermata alla Commissione al Senato, la Sen. Vilma Moronese.

Chiaramente la pandemia, che in un certo senso ha commissariato la politica, non ha permesso alle Commissioni di svolgere un’attività legislativa di propria iniziativa, ma fin da subito la Presidente Rotta si è dimostrata disponibile a calendarizzare prima possibile il provvedimento.

La stessa, infatti, nel colloquio col Sindaco, ha confermato che nel mese di settembre è stata già prevista la calendarizzazione e questo rappresenta già un buon passo in avanti.

L’assurdo di questo provvedimento è che sarebbe voluto pressoché da tutte le forze politiche (con le necessarie cautele dovute alla presenza della Lega Nord), quindi si ritiene che l’approvazione, una volta calendarizzato, non sarà un grosso problema.

Dall’altra parte la Sen. Vilma Moronese aspetta il DDL approvato anche alla Camera e se non sarà stravolto, rispetto a quanto già condiviso con la stessa Senatrice dai Deputati nei lavori alla Camera, sarà subito portato in aula ed approvato definitivamente anche al Senato.

A fine giornata il Sindaco ha incontrato, unitamente al Sottosegretario al MIT, Giancarlo Cancelleri, il Ministro della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani.

Argomento principale: l’agenda per la transizione ecologica redatta per Pantelleria.

Il Ministro si è dimostrato entusiasta e pronto a lavorare affinché Pantelleria diventi esempio e modello per tutte le altre isole e per raggiungere quella autonomia energetica necessaria per salvaguardare l’ambiente e migliorare la vita a tutti gli abitanti e visitatori dell’Isola.

Si è parlato anche dell’impianto di trattamento della frazione organica e di altri progetti che potranno vedere luce presto e che sono l’apripista alla transizione ecologica dell’Isola.

Leggi la notizia

News

Istallata la postazione per il ciambellone di salvataggio a Karuscia. Il Giornale di Pantelleria sponsor

Direttore

Pubblicato

il

Quest’oggi è stata istallata la postazione di supporto per il ciambellone di salvataggio, in località Karuscia, dedicato al compianto Agostino Policardo.

La lodevole iniziativa di Andrea Fumuso oggi ha visto la collaborazione materiale di Roberto Picone per l’impianto della postazione e la sponsorizzazione della nostra testata, che ha sempre supportato l’iniziativa con diversi articoli.

Il progetto è partito lo scorso anno di metà agosto e ha coperto già dodici contrade: Bue Marino Alto e Basso, Karuscia Sotto Dottoressa, Campobello porticciolo, Khattibuale, Cala 5 Denti, Gadir, Cala Levante e Tramontana, Balata dei Turchi, La Vela a Scauri e Faro di Scauri.

Il titolare del gruppo La Voce dei Panteschi lancia un appello di partecipazione di privati o enti per l’acquisto di altri ciambelloni, in modo da poter coprire tutte la maggiori località del litorale isolano.

 

Leggi la notizia

Cultura

Arrivati a Pantelleria gli asini panteschi

Direttore

Pubblicato

il

Sono tre splendidi esemplari di asino pantesco e sono arrivati a Pantelleria e sistemati nella loro nuova dimora presso il Centro visita del Parco Nazionale a Punta Spadillo.

Gli esemplari provengono dall’allevamento dell’ex Azienda regionale Foreste “San Matteo” a Erice che dal 1989 ha avviato un progetto pilota per la ricostituzione della razza asinina pantesca consentendo, nel 2006, l’iscrizione al registro anagrafico delle razze equine di questo asino che era ormai in via d’estinzione.

A Pantelleria tornano, quindi, uno stallone e diverse riproduttrici, mentre un’esemplare femmina sta partecipando all’impresa “Woodvivors”: un viaggio di 2.500 chilometri, da Pantelleria al Piemonte, lungo il Sentiero Italia. Un trekking ideato da Francesco Paolo Lanzino e patrocinato, tra gli altri, dal Parco Nazionale. Al termine del viaggio l’asina pantesca chiamata Iris raggiungerà il suo gruppo a Pantelleria.

Gli asini panteschi vengono reintrodotti nell’Isola grazie ad un accordo sottoscritto lo scorso aprile a Palazzo Orléans, tra l’assessore regionale dell’Agricoltura, Toni Scilla, il direttore del dipartimento dello Sviluppo rurale e territoriale, Mario Candore, e il direttore del Parco nazionale di Pantelleria, Antonio Parrinello, alla presenza del presidente del Parco, Salvatore Gabriele, e il direttore generale del dipartimento Agricoltura, Dario Cartabellotta.

Questo progetto pone al centro la tutela, la conservazione e la valorizzazione dell’asino pantesco che torna così a popolare un habitat a cui appartiene di diritto e che si arricchisce in termini di biodiversità.

Nelle prime fasi di reintroduzione gli asini avranno bisogno di un periodo di adattamento che sarà monitorato dal personale del Parco Nazionale. Si valuterà così la loro capacità di adattamento e gli si darà il tempo di diventare confidenti. Successivamente di sperimenterà il loro progressivo inserimento nell’attività lavorative sia nelle attività agricole che nel turismo. Gli obiettivi, infatti, sono anche quelli di creare un circuito di trekking a dorso l’asino, una fattoria didattica e un centro di pet therapy.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza

© 2021 Il Giornale di Pantelleria - Un prodotto Noùs Editore Srls | Progettazione sito: Ferrigno Web Agency