Segui i nostri social

Cultura

Pantelleria in sogno di Gioacchino A. Ruggieri con “Mmuccapinseri”

Redazione

Pubblicato

-

Giovanissimo parente di Zorro, lo conobbi una delle prime volte che arrivai a Pantelleria senza barca e devo dire francamente che essendomi stato presentato come ‘mmuccapensieri, sempre così lo chiamai avendogli nobilitato l’appellattivo in ” mugapens “. E ora non ricordo quale fosse il suo nome di battessimo. Mi piacerebbe lo ricordaste voi del Giornale nel testo. Diventammo amici.

Frequentai con mia moglie la sua casa dove viveva con la dolcissima moglie e un figlio che sembrava un puttino. I familiari lo chiamavano ” Alè “. Mi riempiva di attenzioni: mi fece assaggiare spesso ostriche che, sub provetto, pescava ad oltre 30mt di profondità, ricci, patelle e pesce d’ogni tipo. Di quest’amicizia godettero in pranzi e cene Sergio Endrigo, Giovanni e Pino Petrillo, suo cugino e mio parente per avere sposato Teresa Ruggieri, professoressa marsalese nell’Isola, l’architetto Mario Presutto che avevo conosciuto a Milano e che rincontrai a Pantelleria dove ha – credo ancora – una splendida casa Dietro Isola a picco sui muretti di zibibbo con a destra in basso una baia con rocce lisce e bianche che sembra la scala dei Turchi. Vi si scende per i bagni a mare.

Con Mugapens si trascorrevamo volentieri pomeriggi e serate sulla terrazza a mare del bar di fronte, in piazza, a chiacchierare di tutto e di niente. Mugapens presto si addormentava o almeno così sembrava. A capo chino, immobile, ‘mmuccava pensieri, cioè inghiottiva i nostri discorsi. Al risveglio, incredibile!, ci ripeteva quel di cui avevamo parlato per filo e per segno. Un portento!

Una mattina mi venne a rilevare a Gadir: vieni a casa mia, devi cucinare una cosa straordinaria che ho pescato stamane. Poi tornerò a prendere tua moglie. A casa sua mi mostrò il tentacolo di una piovra. Non pesava meno di 3kg: un mostro da solo. Gli chiesi aromi tra cui capperi e foglie di cappero e pregai sua moglie di preparare abbondante salsa di pomodoro. Con acqua e aromi misi a bollire il tentacolo dopo averlo ripetutamente sbattuto sopra una ” giaca “: due ore. Bencotto lo spellai.

La carne bianca la tagliai a rondelle sottili. Padellone con salsa, olio, aglio, porro, cipolotto e aromi; cottura lenta con coperchio in acqua, sale, zucchero, capperi a sentimento più mezzo cucchiaino di bicarbonato a intenerire. Intanto le donne prepararono gnocchetti cavati a 4 polpastrelli. Da noi si cavano più lunghi a due mani. Quando il tentacolo fu ben cotto versammo la pasta a mezza cottura nel padellone e mantecammo a dovere. Non ci furono parole! Si mangiò e si bevve voracemente in silenzio.

Un altro capitolo del mio sogno Pantesco: Mugapens!!!

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura

Campobello di M. Proloco allestisce altare di San Giuseppe a Palazzo Accardi

Redazione

Pubblicato

il

CAMPOBELLO DI MAZARA, LA PRO LOCO ALLESTISCE L’ALTARE DI SAN GIUSEPPE A PALAZZO ACCARDI

Dopo più di 15 anni torna a essere allestito l’altare di San Giuseppe all’interno dello storico palazzo Accardi (piazza G. Garibaldi) di Campobello di Mazara. L’iniziativa è stata della Pro Loco di Campobello di Mazara e delle frazioni (Unpli), col patrocinio gratuito del Comune, che ha voluto dedicare l’allestimento alla memoria di Baldassare Stallone e Girolama Giorgi, i coniugi “mastri” d’altare per più di mezzo secolo a Campobello, scomparsi qualche anno addietro. «La tradizione si rinnova mettendo insieme le persone che si ritrovano per promuovere l’identità bella del proprio paese, fortificando e valorizzando il senso d’appartenenza», ha detto il presidente della Pro Loco, Max Firreri. In collaborazione con la figlia dei coniugi, Rosetta Stallone, sono stati chiamati a raccolta gli allievi degli anziani “mastri”: Leonarda Gabriele, Enzo Luppino, la moglie Vita Messana e poi decine di donne di Campobello che, in forma del tutto volontaria, hanno contribuito all’allestimento dell’altare. Ci sono voluti quasi due mesi di lavoro per costruire la struttura in legno, rivestire le pareti e realizzare il tetto, vera opera d’arte.

«L’iniziativa ha coinvolto tantissime famiglie di Campobello che hanno prestato veli da sposa e tovaglie pregiate – spiega il presidente Firreri – l’obiettivo dell’intero Consiglio direttivo era proprio questo: creare comunità e senso d’aggregazione su valori sani e tradizioni da non far perdere, coinvolgendo la maggior parte dei cittadini di Campobello disorientati dai recenti fatti di cronaca, a partire da gennaio 2023».

Contestualmente con l’allestimento dell’altare è stato avviato anche il laboratorio dei pani votivi che ha coinvolto cittadini di diverse generazioni. Sono state realizzate piccole opere d’arte che si potranno ammirare – insieme all’altare – già l’8, il 9 e il 10 marzo, in occasione del “Cioccofest”, in programma lungo la via Giuseppe Garibaldi a Campobello. In quei tre giorni l’altare sarà visitabile dalle 9,30 alle 20 (orario continuato). Per il 18 e il 19 marzo la Pro Loco ha invitato per le visite gli alunni dell’istituto comprensivo “San Giovanni Bosco-Luigi Pirandello”. Sabato 23 marzo, invece, si terrà il pranzo con i Santi. La funzione inizierà alle ore 11 con la celebrazione eucaristica in chiesa madre, poi il corteo sino al palazzo Accardi e l’inizio del pranzo.

Leggi la notizia

Cultura

Al via bando Premio Letterario Isola di Pantelleria

Direttore

Pubblicato

il

Al via bando di Premio Letterario Isola di Pantelleria.

Negli allegati riportati di seguito e scaricabili i dettagli del bando.
Si tratta di un concorso letterario suddiviso in 4 sezioni:

  1. editi 
  2. inediti
  3. opere a tema
  4. premio giuria

Gli elaborati dovranno essere inviati unitamente alla domanda di iscrizione, la cui scadenza è ancora stabilita entro il 15 maggio 2024, e dovranno essere caratterizzati da una serie di richieste tecniche, meglio specificate nel bando.

Per il primo e secondo posto sono previsti premi in denaro, rispettivamente del valore di 1000 e di 600 euro, sia per la sezione editi che per quella inediti.

determina_n_181

BANDO-DI-CONCORSO-PREMIO-LETTERARIO-ISOLA-DI-PANTELLERIA

all.b modello di iscrizione

Ecco di cosa si tratta:

Leggi la notizia

Cultura

Pantelleria, messe ed eventi religiosi di fine febbraio / inizi marzo 2024

Direttore

Pubblicato

il

La Chiesa Matrice di Pantelleria ha reso noti messe ed eventi relativi alla fine del mese di febbraio / inizi di marzo 2024

Di seguito lo schema del calendario

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza