Segui i nostri social

Ambiente

Pantelleria – Giornata Europea Parchi, riparte attività del Centro Visite di Punta Spadillo

Direttore

Pubblicato

-

Giornata Europea dei Parchi: a Pantelleria riparte l’attività del Centro Visite di Punta Spadillo e degli info point sull’isola

( Pantelleria, 25 Maggio 2023 )In occasione della celebrazione della Giornata Europea dei Parchi 2023 (24 maggio), che quest’anno lancia lo slogan “Costruire sulle nostre radici” a Pantelleria, riprende l’attività del centro visite di Punta Spadillo che ha riaperto ospitando un’importante iniziativa che coinvolge tutte le guide del Parco Nazionale Isola di Pantelleria.

Si tratta del Corso per le Guide del Parco “Il patrimonio archeologico protostorico” a cura del Prof. Maurizio Cattani ALMA MATER STUDIORUM – Università di Bologna Dipartimento di Storia Culture Civiltà. 

Il programma, che si sviluppa in due giornate, affronta temi che riguardano la presentazione della preistoria ai visitatori di Pantelleria; lo sfruttamento dell’ossidiana; l’abitato dell’età del Bronzo di Mursia; la necropoli dell’età del Bronzo di Cimillia – Mursia; il mediterraneo dal VI al I millennio a.C.; le caratteristiche principali del villaggio, del Muro Alto e della necropoli dei Sesi; proposte per un nuovo percorso naturalistico-culturale.

L’iniziativa curata dal Parco di Pantelleria è la prima delle tante che animeranno il centro visite fino ad ottobre e che sarà pronto ad accogliere tutti i visitatori che vogliono conoscere curiosità e dettagli del territorio e della sua storia. È in corso, intanto, il completamento dell’allestimento della sala dei reperti archeologici che ospita anche un plastico realistico del Sese Grande, realizzato con il supporto scientifico del prof. Cattani grazie al finanziamento che il Parco ha ricevuto ricevuto, dalla Fondazione Nuove Comunicazioni di Roma nell’ ambito del progetto Art bonus del MIC. L’allestimento della sala ha avuto il supporto del Parco Archeologico della Cave di Cusa e di Selinunte della Regione Siciliana, grazie ad un accordo stipulato con l’Ente Parco Nazionale che ha permesso di maturare precedenti importanti attività congiunte, secondo una valida prassi di proficua collaborazione.

Per garantire al meglio una divulgazione completa di tutte le informazioni utili per godersi l’isola, da giugno apriranno gli infopoint in zona Lago e Grotta di Benikulà con servizio affidato il servizio alla società cooperativa I Nuovi Filopanti, costituita su iniziativa di un gruppo di guide del Parco.

Marina Cozzo è nata a Latina il 27 maggio 1967, per ovvietà logistico/sanitarie, da genitori provenienti da Pantelleria, contrada Khamma. Nel 2007 inizia il suo percorso di pubblicista presso la testata giornalistica cartacea L'Apriliano - direttore Adriano Panzironi, redattore Stefano Mengozzi. Nel 2014 le viene proposto di curarsi di Aprilia per Il Corriere della Città – direttore Maria Corrao, testata online e intraprende una collaborazione anche con Essere Donna Magazine – direttore Alga Madia. Il 27 gennaio 2017 l'iscrizione al Consiglio dell'Ordine dei Giornalisti nel Lazio. Ma il sangue isolano audace ed energico caratterizza ogni sua iniziativa la induce nel 2018 ad aprire Il Giornale di Pantelleria.

Ambiente

Incendi di vegetazione nel Trapanese: ieri oltre 40 gli interventi dei Vigili del Fuoco

Marilu Giacalone

Pubblicato

il

INCENDI DI VEGETAZIONE NEL TRAPANESE , OLTREQUASI QUARANTA GLI INTERVENTI FATTI DAI VIGILI DEL FUOCO NELLA GIORNATA DI IERI 21 SETTEMBRE.

Elevate temperature e forte vento di scirocco, intensa notte di lavoro per i vigili del fuoco del Comando provinciale di Trapani. Tutte le squadre del Comando sono state impegnate dalle prime ore dell’alba e fino a ieri sera, con 39 interventi fatti per incendi di vegetazione su tutto il territorio provinciale.
Dalle prime ore di oggi sono 17 gli interventi in corso per operazioni di spegnimento.

Il Comune più colpito è Castellammare del Golfo.

Leggi la notizia

Ambiente

Pantelleria, calendario distribuzione acqua a Scauri – settembre 2023

Direttore

Pubblicato

il

E’ uscito il nuovo calendario di distribuzione acqua per il mese di settembre 2023, relativo alla contrada di Scauri

Leggi la notizia

Ambiente

Trattato sull’Alto Mare: 67 Paesi hanno firmato l’accordo per le misure di protezione

Direttore

Pubblicato

il

L’accordo entrerà in vigore 120 giorni dopo la ratifica da parte di almeno 60 Paesi

di Filomena Fotia da Meteoweb.eu
 

 
Alle Nazioni Unite, 67 Paesi hanno firmato il primo Trattato sulla protezione dell’Alto Mare, nella speranza che entri presto in vigore e protegga gli ecosistemi vitali per il pianeta. Tra i Paesi a firmare il trattato il primo giorno figurano Stati Uniti, Cina, Australia, regno Unito, Francia, Germania e Messico, oltre all’Unione Europea nel suo complesso. Ogni Paese, però, deve ancora ratificare il trattato secondo le proprie procedure interne. L’accordo entrerà in vigore 120 giorni dopo la ratifica da parte di almeno 60 Paesi.

   
 
Dopo 15 anni di discussioni, lo scorso giugno le Nazioni Unite hanno siglato il primo trattato sull’Alto Mare, anche se la Russia ha dichiarato di avere delle riserve. L’Alto Mare è definito come l’area oceanica che inizia oltre le zone esclusive dei vari Paesi, o a 200 miglia nautiche (370 km) dalle coste. Uno spazio enorme che copre quasi la metà del pianeta ma che, nei decenni passati, è stato a lungo ignorato nelle discussioni ambientali. Uno strumento chiave del trattato sarà la possibilità di creare aree marine protette nelle acque internazionali. Ad oggi solo l’1% circa è attualmente protetto da misure volte alla conservazione degli ecosistemi.

 
 

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza