Mare d’@Mare, ieri al II appuntamento del Rotary Club di Pantelleria: l’amore per il mare nelle scuole

Si è tenuto ieri pomeriggio il secondo appuntamento del workshop Mare d’@Mare, organizzato dal Rotary Club di Pantelleria, presso il Castello Medievale.

Presidente Rotary Pantelleria Massimo Chiarot e Prefetto Rotary Enza Pavia

 

 

A dare i saluti istituzionali, il presidente del consesso, Massimo Chiarot che ha spiegato come la sua passione per il mare lo abbia spinto a sostenere il tema dell’elemento vitale per Pantelleria e l’umanità.

Gli incontri erano entrambi dedicati al compianto ricercatore palermitano Sebastiano Tusa che ha lasciato sull’isola una grande eredità: le scoperte archeologiche subacquee di pregio straordinario.

Sempre per questi è stato pensato e realizzato il logo del workshop, dove il cavalluccio marino è rappresentato dalle cifre “S” e “T”.

La sensibilità verso il nostro mare è il succo principale anche del convegno di ieri, moderato dalla giornalista attenta e sagace Giovanna Ferlucci della testata Pantelleria.com, che ha introdotto l’intervento di Patrizio Scarpellini, direttore del Parco Nazionale delle Cinque Terre.

Patrizio Scarpellini

 

 

Il professore ligure ha spiegato le regole che vigono sull’area marina protetta, riconosciuta dal 2015, e la necessità di una programmazione legislativa ben precisa, per una miglior tutela sia dell’ambiente marino sia dell’economia locale.

Su questo punto è stata ferma anche la posizione del Presidente del Parco Nazionale Isola di Pantelleria, Salvatore Gino Gabriele, che ha aggiunto l’importanza di un lavoro sinergico tra Stato, istituzioni locali e cittadini.

Il presidente del Parco di Pantelleria Salvatore Gino Gabriele

 

 

Come ha ribadito il Sindaco di Pantelleria Vincenzo Campo, quest’ultimo aspetto dell’area protetta concederebbe in maniera esclusiva la pesca agli operatori locali, impedendo intromissioni forestiere. L”intera camoagna politica del primo cittadino  è stata basata sull’ambiente a partire dal sostenere la campagna “plastic free” ma anche “Ripuliamo Pantelleria”, che si svolgerà domani, 22 settembre.

Sindaco di Pantelleria Vincenzo Campo

Il rispetto dell’ambiente e, dunque per il mare, saranno i temi conduttori del progetto Veleggiare nell’Ormache sarà introdotto nelle scuole, per instillare ad iniziare dai cittadini più piccoli la cura e l’amore per il territorio pantesco, ma anche per la sua storia e tradizioni.

Qui, il Sindaco ha coinvolto ad intervenire l’armatore di lance pantesche, Roberto Greco.

Roberto Greco

 

Il noto farmacista, appassionato di quelle vele che da oltre 50 anni rappresentano l’attività marinara più importante dell’isola, ha spiegato la “mirabilia” delle imbarcazioni tipiche e l’importanza di far tornare in auge una tradizione così speciale.

Il workshop si è concluso con la consegna da parte dell’artista pantesco, Nino Raso, di una sua opera che rappresenta la ruota simbolo del Rotary.

Da una idea del vicepresidente della compagine pantesca, Giovanni Palermo, l’istallazione è stata  realizzata con brandelli di barche dei migranti, sapientemente assemblati, (l’approfondimento nel successivo articolo dedicato).

A fine consesso, i saluti istituzionali del Governatore del Rotary Club dei distretti di Sicilia e Malta, Alfio Di Costa.

 

Il lavoro svolto a Pantelleria  ha richiamato i rotariani dal Nord Italia ed Europa per cui si è assistito alla cerimonia di consegna dei gagliardetti.

Di Costa si compiaceva della capacità della compagine di Pantelleria di creare rete e condivisione e di essere tornato su una “isola  dove si respira l’amore.”

 

© Riproduzione Riservata. 

News Recenti (Scorri a destra per leggerne altre)

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

RESTA SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NOTIZIE

Iscrivendoti riceverai le ultime notizie via mail, potrai disattivare l'iscrizione in qualsiasi momento. Leggi la nostra Privacy Policy.

Commenti

avatar
  Iscriviti  
Notificami
Argomenti: , , , , , , , , , , , , ,

Ricevi le notizie via mail

Iscrivendoti riceverai le ultime notizie via mail, potrai disattivare l'iscrizione in qualsiasi momento. Leggi la nostra Privacy Policy.

Menu