Segui i nostri social

Economia

L’ora solare ha le ore contate: stanotte movimento di lancette

Direttore

Pubblicato

-

L’ora solare ha le ore contate per lasciare il posto all’ora legale.

Il cambio, quest’anno, coinciderà con la Pasqua, nella notte tra sabato 30 e domenica 31 marzo quando le lancette di tutti gli orologi andranno spostate in avanti, dalle 2 alle 3.

Si dormirà un’ora di meno per conquistare un’ora di luce in più. Da anni ormai, ricordarsi di cambiare l’orario non è più un problema, la tecnologia, infatti, fa tutto da sé: smartphone, tablet, computer e la maggior parte dei dispositivi tecnologici si aggiornano in automatico. 

Perché l’ora legale

Il passaggio dall’ora solare a quella legale è stato motivato dal risparmio di energia elettrica, avendo un’ora di luce in più di sera.
Le giornate saranno all’apparenza più lunghe con il buio che arriverà più tardi.

Marina Cozzo è nata a Latina il 27 maggio 1967, per ovvietà logistico/sanitarie, da genitori provenienti da Pantelleria, contrada Khamma. Nel 2007 inizia il suo percorso di pubblicista presso la testata giornalistica cartacea L'Apriliano - direttore Adriano Panzironi, redattore Stefano Mengozzi. Nel 2014 le viene proposto di curarsi di Aprilia per Il Corriere della Città – direttore Maria Corrao, testata online e intraprende una collaborazione anche con Essere Donna Magazine – direttore Alga Madia. Il 27 gennaio 2017 l'iscrizione al Consiglio dell'Ordine dei Giornalisti nel Lazio. Ma il sangue isolano audace ed energico caratterizza ogni sua iniziativa la induce nel 2018 ad aprire Il Giornale di Pantelleria.

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Economia

 Fidimed approva il bilancio e conferma il Cda

Redazione

Pubblicato

il

Palermo, 29 marzo 2024 – L’assemblea dei soci di Fidimed ha approvato il
Bilancio al 31 dicembre 2023 e ha riconfermato il Consiglio di
amministrazione ed il Collegio Sindacale. Rieletti Salvo Molè
presidente, Alfio Baudo vicepresidente e Fabio Montesano Amministratore
delegato.
I risultati dell’esercizio 2023 evidenziano un totale attivo di 46,7
milioni di euro, con un CET 1 Ratio al 28,32%, in netto incremento
rispetto ai dati registrati alla fine del 2022. Fidimed ha espresso,
quindi, un’eccellente redditività mantenendo, allo stesso tempo, un
livello di rischio contenuto, e ciò pur continuando ad operare
fortemente al servizio del segmento delle Pmi italiane.
Al 31 dicembre 2023 lo stock di affidamenti nominali supera i 230
milioni, cui si aggiunge uno stock di garanzie per circa 150 milioni.
L’esercizio 2023 consolida il percorso di crescita e l’expertise di
Fidimed nel settore del direct lending, con oltre 3.000 imprese
finanziate. I finanziamenti sono stati destinati in larghissima parte al
supporto di piani di investimento contribuendo, quindi, ad accelerare i
processi di sviluppo ed innovazione delle Pmi italiane. Tutto ciò senza
dimenticare le tematiche sociali, essendo stato il primo operatore ad
avere erogato in Italia un finanziamento “Microcredito di Libertà”.
“Siamo molti soddisfatti dei risultati raggiunti e presentati
all’Assemblea dei soci, che confermano la solidità della crescita di
Fidimed – afferma Fabio Montesano, riconfermato Amministratore delegato
– e la validità del business model che ci siamo dati. Siamo riusciti ad
approvare il Bilancio 2023 in netto anticipo rispetto alle scadenze
statutarie, e questo ci consente di poter affermare che la nostra
società ha raggiunto un elevato grado di efficienza organizzativa,
risultato da riconoscere alle persone che lavorano in Fidimed e per
Fidimed. Guardiamo all’anno in corso con molta fiducia – conclude l’A.d.
Fabio Montesano – e i numeri della prima trimestrale del 2024, che è in
fase di elaborazione, ci consentono di ipotizzare che con molta
probabilità supereremo gli obiettivi fissati nel budget 2024,
confermando la redditività e l’efficienza economica di Fidimed
nell’ottica di rafforzarne sempre più la solidità patrimoniale”.

Leggi la notizia

Economia

Palermo, Hop Hop Market dal 4 aprile l’artigianato in mostra a Via G. Magliocco

Redazione

Pubblicato

il

HOP HOP MARKET: PROSEGUE IL SUCCESSO DELLA FORTUNATA FIERA TARGATA ARTIGIANANDO

CON L’APPUNTAMENTO DI APRILE

Dopo gli straordinari risultati riscontrati nelle edizioni speciali, una dedicata al Carnevale e l’altra alla Santa Pasqua (evento che si concluderà martedì 2 aprile), l’Associazione Artigianando rinnova uno degli appuntamenti mensili dedicati all’artigianato siciliano.

Tutto pronto per l’appuntamento di aprile con l’ HOP HOP MARKET.

Da giovedì 4, giorno della sua inaugurazione (ore 10:00), fino a domenica 7 aprile in via Generale Magliocco, diversi saranno gli artigiani presenti pronti a mostrare i propri prodotti, frutto del proprio ingegno, della propria manualità e soprattutto della propria esperienza. La fiera osserverà i seguenti orari: giovedì, venerdì e domenica, dalle 10 alle 20, sabato dalle 10 alle 24. Venti gli spazi espositivi dove sarà possibile osservare e acquistare i diversi manufatti artigianali: oggettistica in legno, in pietra lavica, monili e ceramiche dipinte a mano. Non mancheranno certamente i colori tipici primaverili grazie alle particolari stoffe e alle pelli utilizzate per la realizzazione di borse artigianali, portachiavi, borsellini e le tipiche coffe siciliane. Sarà anche allestito un angolo terrarium con diverse piante da poter acquistare mentre diversi saranno gli spazi dedicati ai bambini che potranno così passare delle ore in assoluta spensieratezza facendosi ritrarre da un’artista ritrattista o truccare. «Quest’anno – dichiara il Presidente dell’Associazione e organizzatore della fiera Luca Tumminia – devo dire di essere pienamente soddisfatto e orgoglioso della risposta ricevuta in termini di pubblico. Azzardare un appuntamento mensile di una fiera dedicata all’artigianato non sempre può dare i frutti desiderati. Al contrario, l’Hop Hop Market sta andando molto bene, grazie anche, e soprattutto – continua – alle due edizioni speciali che quest’anno hanno pure aggiunto dei tasselli mancanti alla nostra organizzazione. Le nostre fiere – conclude – danno la possibilità ai tantissimi artigiani presenti in questa meravigliosa terra di presentare al pubblico i propri prodotti ma soprattutto, lo dico sempre, rappresentano un’occasione in più per acquistare oggetti veramente unici e particolari». Per maggiori informazioni potete visitare la pagina social www.facebook.com/Artigianando80

Leggi la notizia

Economia

Ponte di Pasqua, come affrontare eventuali disservizi aerei

Matteo Ferrandes

Pubblicato

il

Con l’avvicinarsi delle festività pasquali, oltre 10 milioni di italiani, secondo Federalberghi, si preparano a trascorrere del tempo lontano dalla routine quotidiana, avventurandosi in viaggi di piacere. La Pasqua non solo segna il ritorno della primavera, ma anche l’inizio ufficiale della stagione estiva nel mondo del travel, con le compagnie aeree che ampliano le loro rotte per soddisfare la crescente domanda di viaggi.

L’aereo rimane il mezzo di trasporto preferito per la sua rapidità ed efficienza, scelta da milioni di italiani che si dirigeranno verso destinazioni di mare o montagna per godersi qualche giorno di meritato riposo. Tuttavia, mentre il turismo italiano ed europeo mostra segni di ripresa, non mancano le sorprese amare che possono rovinare l’esperienza di viaggio.

Negli ultimi anni, sempre più frequentemente, si verificano cancellazioni improvvise o ritardi significativi nei voli, creando disagi e frustrazioni per i passeggeri. Secondo ItaliaRimborso, centinaia di voli potranno essere soggetti a cancellazioni o ritardi tali da giustificare un risarcimento pecuniario ai sensi del Regolamento Europeo 261 del 2004.

Fortunatamente il Regolamento stabilisce chiaramente i diritti dei passeggeri aerei e le misure che le compagnie aeree devono adottare in caso di interruzioni del servizio. Le compagnie aeree sono tenute a informare i passeggeri in modo chiaro e tempestivo riguardo alla cancellazione o al ritardo del volo, nonché sui loro diritti e opzioni disponibili. I passeggeri hanno diritto a una compensazione pecuniaria aggiuntiva per il disagio subito a causa di cancellazioni o ritardi prolungati, a meno che la compagnia aerea non possa dimostrare di essere stata influenzata da circostanze eccezionali al di fuori del suo controllo.

La compensazione che oscilla da 250 a 600 euro è prevista dal regolamento UE 261/2004 per i voli cancellati o con ritardo di oltre tre ore rispetto all’orario previsto di atterraggio. Tuttavia, affinché i passeggeri abbiano diritto a questa compensazione, devono verificarsi specifiche condizioni. Al passeggero spetta la compensazione pecuniaria se il volo viene cancellato meno di 14 giorni prima della data di partenza programmata. Altro caso, purché il viaggiatore si imbarchi sull’aereo, si verifica quando il volo subisce un ritardo di almeno 3 ore all’arrivo finale rispetto all’orario di arrivo originale, a meno che il ritardo non sia causato da circostanze eccezionali (come condizioni meteorologiche estreme, scioperi del personale, o problemi di sicurezza), il passeggero ha diritto alla compensazione.

Inoltre, oltre alla possibilità di ottenere un risarcimento pecuniario, i passeggeri hanno diritto a diverse forme di assistenza durante i disservizi aerei, come pasti e bevande, sistemazione in hotel e comunicazioni per i voli cancellati. È importante che i viaggiatori siano consapevoli di questi diritti e li esercitino quando necessario. Nel frattempo, per rendere l’esperienza di viaggio più fluida e priva di intoppi, si consiglia ai passeggeri di controllare lo stato del proprio volo prima della partenza, essere preparati a eventuali cambiamenti dell’itinerario e conservare tutti i documenti pertinenti in caso di reclamo.

Quando i passeggeri si trovano di fronte a cancellazioni o ritardi significativi dei voli e incontrano difficoltà nel ricevere i rimborsi o le compensazioni a cui hanno diritto, ci sono diverse risorse a cui possono rivolgersi per ottenere assistenza e supporto. In primo luogo, è consigliabile contattare direttamente la compagnia aerea con cui è stato prenotato il volo. Le compagnie aeree hanno procedure specifiche per gestire reclami e richieste di compensazione e possono essere in grado di risolvere il problema direttamente. In casi particolarmente complessi o controversi, i passeggeri possono considerare di consultare un avvocato specializzato. In questo panorama esistono anche le claim company, che agiscono da tramite per i passeggeri.

In conclusione, mentre ci si appresta a godere il Ponte di Pasqua, è essenziale essere consapevoli dei diritti come passeggeri e sapere come agire in caso di problemi durante il viaggio. Con la giusta informazione e il supporto adeguato, possiamo affrontare qualsiasi inconveniente e assicurare che le vacanze pasquali siano un’esperienza indimenticabile per tutte le giuste ragioni.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza