in , , , ,

Kamma senza “acca”, l’obbrobrio nell’attuale toponomastica di Pantelleria

Kamma, è il nome della contrada antichissima defraudata della lettera “acca”.

Fino a quando non si è rivoluzionata la toponomastica di Pantelleria, le località venivano scritte così: Khamma, Khaddiuggia, Rekhale, etc.

E’ come se si sia voluta sveltire la scrittura a discapito della cultura pantesca.

Eh si perché quella lettera muta dell’alfabeto non era messa lì a caso, (a muzzo come direbbero i viddrani), bensì essa aveva un particolare senso: la pronuncia.

La acca da lo stimolo ad aspirare la parola e così si rievoca la derivazione araba, da cui traiamo i nomi di quasi tutte le zone isolane.

Il nome Khamma, in arabo, starebbe a significare “sorgente di acqua”, forse perchè in passato ve ne erano, o forse per assimilarla ad una oasi, quale è, visto che è considerata la zona più rigogliosa e verde dell’isola intera.

Non si comprende bene, a naso, del perché di una simile svilente azione che ha rimesso in gioco tutta la tradizione e il vanto pantesco di essere di origine punico-arabo.

Certo, ora, ristampare i cartelli stradali è impegnativo e costoso, ma riteniamo,  che sia doveroso, ora più che mai, verso i nostri antenati ripristinare l’antica dicitura di contrade gloriose e storiche.

Fortunatamente, Google mantiene in essere quanto di più prezioso ha un popolo: la cultura.

Scritto da Marina Cozzo

Marina Cozzo è nata a Latina il 27 maggio 1967, per ovvietà logistico/sanitarie, da genitori provenienti da Pantelleria, contrada Khamma.
Nel 2007 inizia il suo percorso di pubblicista presso la testata giornalistica cartacea L'Apriliano - direttore Adriano Panzironi, redattore Stefano Mengozzi.
Nel 2014 le viene proposto di curarsi di Aprilia per Il Corriere della Città – direttore Maria Corrao, testata online e intraprende una collaborazione anche con Essere Donna Magazine – direttore Alga Madia.
Il 27 gennaio 2017 l'iscrizione al Consiglio dell'Ordine dei Giornalisti nel Lazio.
Ma il sangue isolano audace ed energico caratterizza ogni sua iniziativa la induce nel 2018 ad aprire Il Giornale di Pantelleria.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Commenti

0 commenti

Giorgio Armani produce “Oasi” passito di Pantelleria, riconosciuta in tutto il mondo. Altro punto contro la fusione per la sua unicità

Pantelleria-Servizio Idrico, calendario per agosto, contrade Khamma e Tracino