Segui i nostri social

Migranti

Immagina Pantelleria scrive al Prefetto per emergenza Covid e migranti

Avatar

Pubblicato

il

Riceviamo e pubblichiamo lettera aperta inviata da Immagina Pantelleria al Signo Prefetto di Trapani, Filippina Cocuzza e al Sindaco di Pantelleri Vincenzo Campo, sulla emergenza Covid e migranti sull’isola.

 

Alla Prefettura di Trapani
c.a. del Prefetto ,S.E.Dott.ssa Filippina Cocuzza [email protected]
p.c. Il Sindaco di Pantelleria Dott. dott. Vincenzo Campo
[email protected]

Preg.ma Sig.ra Prefetto
Le scrivo per conto dell ‘Associazione Immagina Pantelleria costituitasi nel giugno scorso per
riunire le imprese delle varie categorie economiche/ imprenditoriali dell’ Isola .
Come da proprio Statuto, (art 4, punto c) l’intento dell’Associazione è di formare una voce unica e
comune nel dialogo e collaborazione con le Istituzioni per trovare, dove possibile, soluzioni
condivise, offrendo un contributo al mantenimento della coesione sociale.
Seppur di recentissima costituzione ,( 18 giugno 2021) l’Associazione si è subito trovata ad
affrontare lo stato di straordinaria gravità sul piano economico e sociale ,privo di precedenti nella
storia moderna e antica dell’ Isola ,determinate dal concorso di fattori sanitari quali l‘irrisolta
pressione sulla popolazione dell’emergenza da Sars Cov2 con nuovi focolai d’importazione, e
securitari come quelli connessi al quadro emergenziale degli sbarchi clandestini che sottopone i
cittadini panteschi a disagi crescenti, a paure e tensioni causate dall’incessante flusso di migranti
sempre meno gestibili nel piccolo ed improvvisato centro accoglienza isolano.
Sono ormai all’ordine del giorno fughe di migranti, spesso affetti da Covid, per il paese e nelle
contrade dell’Isola.

Un quadro pesantemente aggravato dalle incerte prospettive connesse
all’instabilità che sta vivendo la vicinissima Tunisia potenzialmente gravissime per la nostra Isola.
Invocano pertanto legittimi interventi gli imprenditori della piccola distribuzione, ristorazione, bar e
turismo da tempo messi alla prova dalle congiunture sfibranti dell‘emergenza sanitaria, consapevoli
come la corrente stagione estiva per molti costituisca la sola e irrinunciabile occasione di riscatto
economico.
Le risposte che la popolazione e il mondo imprenditoriale dell Isola attendono andranno ,come
sempre,trovate nel più ampio spirito di collaborazione con Enti e Istituzioni preposte, tra le quali
quella che Lei rappresenta .
E’ dato evidente come gli sforzi dell’Amministrazione Comunale con l’impegno personale del
nostro Sindaco e la tensioni operative delle forze dell’Ordine stanziate a Pantelleria, non appaiono
da soli in grado di fronteggiare la straordinaria emergenza nel pieno della stagione turistica.

Invochiamo quindi a nostra volta un intervento eccezionale giustificato dall’ eccezionalità della
situazione che sia concretamente in grado di prevenire e scongiurare danni irreparabili e reazioni
scomposte della società civile.

Pensiamo a più efficaci e celeri trasferimenti verso luoghi idonei di accoglienza in terraferma, ad un
rafforzamento delle Forze dell’Ordine deputate al controllo immigrazione e ad un immediate
ripristino del centro di accoglienza strettamente temporaneo, presso la Caserma Barone sulla nostra
Isola al fine di dare dignità a chi fugge spesso da situazioni drammatiche realizzando allo stesso
tempo una cornice di maggior sostenibilità per la popolazione che lasci il posto all incipiente
sensazione di abbandono.

Nel senso, Le saremo grati per un sollecito incontro con una nostra rappresentanza, nelle forme che
riterrà più opportune,per esaminare proposte e soluzioni condivise.
In attesa di un suo riscontro,

Le manifesto mio personale e della realtà pantesca che rappresento, i più
sentiti auspici di buon lavoro e una proficua collaborazione.

Pantelleria 02 Agosto 2021 il Presidente
Alberto Zaccagni

Cronaca

𝗟𝗮𝗺𝗽𝗲𝗱𝘂𝘀𝗮:𝗠𝘂𝘀𝘂𝗺𝗲𝗰𝗶 𝗿𝗶𝗰𝗼𝗿𝗱𝗮 𝗹𝗮 𝘀𝘁𝗿𝗮𝗴𝗲 di 8 anni fa

Avatar

Pubblicato

il

 

Assessorato/Ufficio: Presidenza della Regione

«A otto anni da una delle più drammatiche stragi nel Mediterraneo, nulla è cambiato nelle politiche migratorie della Unione europea. Da allora, si stima che altre 22 mila persone siano morte in mare, inseguendo il sogno di una vita migliore in Europa. Solo la notte scorsa, a Lampedusa, sono stati registrati 12 nuovi sbarchi. Sono e saranno tutte tragedie scampate – per fortuna – fino a quando Bruxelles continuerà a confinare esclusivamente nella rituale commemorazione dei tanti naufragi l’emergenza migranti che, da sola e ogni giorno, la Sicilia affronta senza tregua». Lo dichiara il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci

Leggi la notizia

Agrigento

Migrante picchia autista di bus ad Agrigento. Pisano “Solidarietà all’autista. La città piena di migranti che delinquono”

Avatar

Pubblicato

il

Riceviamo e pubblichiamo

“Esprimo vicinanza e solidarietà all’autista dell’autobus aggredito da un giovane
immigrato, poi fuggito, colpevole soltanto di avergli vietato di salire sul mezzo
pubblico perché sprovvisto di mascherina e biglietto.
Mi auguro che l’autore di questo comportamento violento venga prontamente
individuato dalle forze dell’ordine ed immediatamente espulso dal territorio italiano.
Le testate giornalistiche, quasi quotidianamente, riportano notizie di immigrati, arrivati
illegalmente sulle nostre coste, coinvolti in spaccio di stupefacenti, risse, molestie
sessuali ed altri comportamenti illeciti.
La furia immigrazionista della sinistra ha finito col riempire la città dei templi di centri
di accoglienza e di delinquenti, è ora di finirla con l’ipocrisia dell’accoglienza, dietro la
quale si cela soltanto un becero business e che ha avuto l’effetto di rendere
Agrigento una città non più sicura”.

Leggi la notizia

Lampedusa

Maxi sbarco di migranti a Lampedusa, Calogero Pisano: “Vergogna senza fine, il Ministro Lamorgese si dimetta”

Avatar

Pubblicato

il

Riceviamo  e pubblichiamo

“Il maxi sbarco di 686 migranti, arrivati a Lampedusa ieri notte con un vecchio
peschereccio, è purtroppo solo punta dell’iceberg di ciò che sta ormai avvenendo da
mesi nella nostra provincia, dove la situazione è assolutamente insostenibile con
hotspot stracolmi all’inverosimile, fughe dai centri di accoglienza di extracomunitari
sottoposti a sorveglianza sanitaria anti covid ed atti delinquenziali, riportate spesso
dai cronisti locali, perpetrati da gente arrivata clandestinamente nel nostro territorio.
La politica dei porti spalancati del governo Draghi è stata un fallimento ed ha finito
soltanto con l’alimentare il business dell’accoglienza ed il malaffare.
Dal 17 settembre è possibile sottoscrivere online, all’indirizzo internet
www.sfiduciamolamorgese,it , la petizione lanciata dal nostro partito per chiedere ai
parlamentari di firmare la mozione di sfiducia nei confronti del Ministro dell’Interno
Lamorgese, palesemente inadatta a ricoprire una carica così importante e delicata”.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza

© 2021 Il Giornale di Pantelleria - Un prodotto Noùs Editore Srls | Progettazione sito: Ferrigno Web Agency