Segui i nostri social

Cronaca

Erice, 84enne turista americano si allontana dal gruppo e si perde. Ritrovato dai Carabinieri

Matteo Ferrandes

Pubblicato

-

ERICE (TP): 84ENNE TURISTA AMERICANO SI ALLONTANA DAL
GRUPPO E SI PERDE. RITROVATO DAI CARABINIERI

I Carabinieri della Stazione di Erice, nella giornata di ieri, si sono attivati nei soccorsi di un
turista ultraottantenne smarritosi per le vie del borgo.
L’allarme giungeva verso l’ora di pranzo quando una guida turistica segnalava l’assenza,
al raduno di fine visita, di un turista di 84 anni americano che si era allontanato dal gruppo
non presentandosi all’appuntamento prefissato dinanzi il pullman in partenza per Trapani.
Non avendo con se il telefono cellulare non c’era possibilità di rintracciarlo, motivo per il
quale era stato richiesto l’intervento degli uomini dell’Arma.
Il Comandante, unitamente ad una pattuglia della Stazione di Erice, dopo aver preso
contatti con la guida turistica e la moglie dell’uomo, avendo avuto nei dettagli tutti gli
estremi su aspetto fisico vestiti e abitudini si mettevano sulle tracce dell’84enne.
Setacciate tutte le vie del borgo medievale l’uomo veniva ritrovato dai Carabinieri dopo
circa 2 ore dalla segnalazione seduto sulla scalinata della chiesa di San Cataldo, in buono
stato di salute ma decisamente lontano da quello che era il luogo di ritrovo del gruppo di
turisti.
Raggiungeva la moglie e i compagni di viaggio grazie ai Carabinieri che ringraziava
calorosamente per la fondamentale assistenza prestata.

Ambiente

Pantelleria al congresso Federparchi a Roma: il presidente Gabriele propone “innovazione e consapevolezza” per una futura governance

Redazione

Pubblicato

il

 
 
 
 Si è svolto a Roma il congresso nazionale di Federparchi dedicato all’approfondimento dei punti inseriti nell’ Agenda 2030 e all’elezione degli organi associativi. Presenti, all’ apertura dei lavori, il ministro dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste, Francesco Lollobrigida; Ettore Prandini, presidente nazionale Coldiretti; Oliviero Montanaro, direttore generale per il patrimonio naturalistico del Ministero della Transizione Ecologica; il presidente generale del Club alpino italiano, Antonio Montani; le associazioni del settore ambientale, fra cui Ance, Legambiente, WWF.

Il presidente del Parco di Pantelleria, Salvatore Gabriele è stato riconfermato nel ruolo di componente del nuovo consiglio direttivo; in occasione del suo intervento al congresso ha avanzato la proposta di un nuovo percorso per la governance di Federparchi, per attuare una politica che metta i territori al centro delle dinamiche inclusive, implementando le alleanze; per seguire un percorso basato sulla consapevolezza del ruolo di ciascun Parco e sull’innovazione. Ha parlato, inoltre, di una strategia finalizzata alla costruzione di collegamenti diretti con il nuovo governo e con tutte le realtà associative del settore ambientale, per rafforzare l’interazione con Coldiretti, in particolare, e valorizzare il partenariato privato. Questi sono gli elementi suggeriti per il rilancio di Federparchi in vista della prossima elezione del nuovo presidente, da parte del gruppo dei trenta consiglieri.

A Roma, insieme alla direttrice del Parco di Pantelleria, Sonia Anelli, si sono tenuti anche i primi incontri interlocutori col nuovo asset del Ministero dell’Ambiente, finalizzati ad alimentare e mantenere un canale di comunicazione diretto fra l’isola e gli uffici ministeriale, per continuare ad attenzionare tutte le necessità di miglioramento del territorio pantesco, in quanto soggetto attivo nello scenario nazionale dei Parchi italiani. 

Leggi la notizia

Cronaca

Trapani, lesioni e minacce ai danni di un minorenne: denunciati due pregiudicati

Matteo Ferrandes

Pubblicato

il

I Carabinieri della Stazione di Borgo Annunziata hanno denunciato, per il reato di lesioni personali e minacce, due pregiudicati trapanesi di 43 e 26 anni i quali avrebbero aggredito e minacciato un giovane 17enne. A seguito di una dettagliata indagine degli uomini dell’Arma sarebbe emerso come i due soggetti, avrebbero prima istigato la vittima al litigio, con degli spintoni, per poi colpirlo di striscio alle spalle con un coltello procurandogli una escoriazione nella regione dorsale.

Nella giornata successiva inoltre il 17enne avrebbe ricevuto dal più grande dei due una serie di messaggi, tramite social network, dal tenore minaccioso rivolti anche ai suoi familiari.

Leggi la notizia

Economia

Antonio David: “Un aumento di 50€ non risolverà i problemi dei Forestali” E

Redazione

Pubblicato

il

’ stato approvato in Commissione bilancio all’Ars un articolo della finanziaria contenente un aumento di circa 50 euro per i lavoratori Forestali. Nè prende atto il neo l’Assessore Regionale Sammartino che dopo l’approvazione del testo ha ribadito: – «Sono molto soddisfatto per il lavoro della commissione bilancio all’Ars che ha approvato l’articolo della finanziaria con lo stanziamento di 22 milioni di euro per l’adeguamento dello stipendio dei forestali al ccnl, una misura che restituisce dignità a questi lavoratori e un primo segnale importante del nuovo corso del governo Schifani.Un primo importante passo è stato raggiunto, anche grazie al dialogo con i sindacati. Adesso la manovra proceda spedita per l’approvazione in Aula».

Un fattore positivo per migliaia di operatori del settore che fra tantissime difficoltà prendono atto di un “contentino” così come dice Antonio David, operaio e responsabile del sito di ForestaliNews. -”Certamente è bene accetto l’adeguamento contrattuale dovuto a tutti noi forestali dopo anni di disparità anche rispetto ai colleghi delle altre regioni con una non applicazione del contratto nazionale ma, non è questo “contentino” che ci aspettiamo dalla nostra Regione. Si aspetta un mossa concreta sul versante stabilizzazione da parte di tutti i lavoratori del comparto, o una raggruppamento di contingenti con aumento di giornate visto che, anche la Corte Europea affianca noi precari a vita dunque, sarebbe opportuno che i vertici regionali evitassero di prendere ancora un’altro schiaffo da Bruxelles su tale situazione indecorosa e vergognosa. Vittime di questa ingiustizia perenne in cui tutti i colori politici hanno sempre preso tempo. Trent’anni non si possono cancellare o dimenticare per chi vive di tale lavoro, se così si vuol definire una precarietà a spezzatino o a singhiozzo, con stipendi elargiti senza un criterio valido e costruttivo”.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza