Segui i nostri social

Trasporti

Disservizio aereo Pantelleria e Lampedusa: una lettrice sul mancato collegamento con Roma

Redazione

Pubblicato

-

Gentilissimi,
ormai è noto il grave disservizio aereo che le isole di Pantelleria e Lampedusa stanno subendo in un periodo dell’anno in cui la maggior parte degli italiani, e non solo, è in cerca di una destinazione per trascorrere un periodo di vacanza lontano dalla routine, da guerre e pandemie.
Personalmente ho fatto il possibile per denunciare questo cortocircuito dei trasporti e quindi mi ripeterò.
Ho avuto la fortuna di ereditare una casa a Pantelleria grazie a mio padre, peraltro nemmeno siciliano ma solo innamorato dell’isola, che mi ha permesso di frequentarla per più di vent’anni.
Al momento sono come tanti in attesa che la DAT ripristini il servizio di collegamento da Palermo verso le due isole.
Tuttavia negli anni passati, anche in altri periodi dell’anno, mi è già capitato di vivere questa esperienza in cui, a cavallo di una nuova gara d’appalto o di una proroga del contratto, non sono riuscita a programmare un volo verso Pantelleria. Direi quindi che sebbene il problema sia ricorrente e andrebbe risolto una volta per tutte, sono sicura che verrà superato come già successo in passato. E questo è un bene soprattutto per chi, vivendo nelle due isole, ha bisogno di sapere come e quando potrà raggiungere l’isola più grande, la Sicilia.
In ogni caso, in attesa che la DAT ripristini il suo servizio ciò che manca attualmente è anche un collegamento diretto da Roma nel mese di luglio.  Questa tratta infatti, non è stata considerata da ITA airways e nemmeno da Volotea che invece farà servizio per tutta l’estate dalle principali città italiane (Milano Linate, Milano Bergamo, Torino, Verona, Venezia, Bologna e Napoli).
L’unica possibilità di un volo diretto da Roma per Pantelleria e Lampedusa è nel mese di Agosto, un po’ pochino per 3 milioni di abitanti.
Un’altra incongruenza è la mancanza di coincidenze Ryanair/Dat volando da Roma via Trapani. Non sarà una tragedia ma volendo… si poteva fare di più.
Capisco che dato il periodo storico quello dei trasporti Roma/Pantelleria-Lampedusa potrà sembrare un problema minore, bisognerebbe però pensare anche a chi in queste isole ci vive, dove il turismo non è un vezzo ma una fonte di guadagno e sopravvivenza.
Cordiali saluti
Gigliola Di Matteo
Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trasporti

Isole minori, stop a offerta Caronte. Proseguono collegamenti navali, presto nuovo bando anche per Pantelleria

Redazione

Pubblicato

il

Presidenza della Regione
«I collegamenti navali con le isole minori proseguiranno regolarmente, con una proroga tecnica dell’attuale servizio. Al più presto l’assessorato bandirà una nuova gara per l’assegnazione di tutte le tratte. Il rispetto delle condizioni fissate dai bandi è essenziale per assicurare standard adeguati alle esigenze dei viaggiatori, così come abbiamo garantito in occasione dell’affidamento dei servizi con aliscafi».
 
Lo ha detto l’assessore ai Trasporti Alessandro Aricò, che ha voluto rassicurare l’utenza dopo l’esclusione della società “Caronte & Tourist isole minori” dalla gara per l’assegnazione di tre dei cinque lotti (Eolie, Egadi e Pelagie) previsti dal bando pubblicato nello scorso ottobre per i collegamenti con gli arcipelaghi siciliani con le navi ro-ro.
 
La commissione di gara ha riscontrato che la proposta della società era inadeguata rispetto ai requisiti del bando di gara. I posti a sedere delle navi destinate al servizio erano inferiori a quelli stabiliti dai capitolati. Da qui la proposta di esclusione, ratificata con il decreto firmato oggi dal dirigente generale del dipartimento della Mobilità e dei trasporti, Fulvio Bellomo.

 Quella della società armatrice messinese era l’unica offerta pervenuta, mentre per gli altri due (Pantelleria e Ustica) non ne era stata presentata alcuna. Sarà necessario, quindi, bandire una nuova gara.
 
«La Regione – evidenzia il presidente Renato Schifani – ha chiara la necessità di garantire un servizio stabile, efficiente e funzionale con le isole minori per tutelare i residenti, ma anche quanti viaggiano per lavoro o per i motivi più disparati. È un impegno che abbiamo preso con i sindaci che rappresentano quelle comunità e che vogliamo mantenere. Questo va fatto con navi adeguate».
 
 
Ultimo aggiornamento

Leggi la notizia

Trasporti

Pesca, Sammartino incontra armatori e associazioni di categoria sul caro carburante

Marilu Giacalone

Pubblicato

il

 Presidenza della Regione
«A breve sarà pubblicato un bando sulla misura “5.68 del Par-C” dei fondi europei della pesca Po Feamp 2014/2020 per compensare il mancato guadagno e per i costi aggiuntivi sostenuti dalle imprese siciliane della pesca e dell’acquacoltura, in seguito al conflitto russo-ucraino. Si darà così un aiuto a tutte le imprese del settore che hanno sofferto e continuano a soffrire anche a causa dell’aumento del costo del carburante». Lo annuncia l’assessore regionale dell’Agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Luca Sammartino, che oggi ha incontrato armatori e rappresentanti di categoria delle imprese di pesca siciliane. 
 
«Ho voluto incontrare gli imprenditori per ascoltarne il disagio ma anche le proposte  – continua l’assessore Sammartino – Il governo Schifani interverrà a favore delle imprese del settore della pesca attraverso un contributo importante per il prosieguo delle loro attività».

Leggi la notizia

Trasporti

Pantelleria – Isole Minori, trasporti gratuiti per forze dell’ordine in servizio: una vittoria di Cimminisi e De Luca (M5S)

Direttore

Pubblicato

il

Isole Minori, grazie a M5S gratuità sui trasporti per forze dell’ordine in servizio 

Approvato in commissione bilancio all’ARS emendamento dei deputati Ciminnisi e Antonio De Luca: “Eliminata ingiustificata disparità di trattamento tra appartenenti alle forze dell’ordine, forze armate, Corpi dello Stato nonché per pubblici dipendenti che usufruiscono del trasporto pubblico per motivi di servizio”. 

Palermo 26 gennaio 2023 – “Con l’approvazione del mio emendamento in Commissione Bilancio all’ARS oggi si pone finalmente fine ad una disuguaglianza che va avanti da molti anni. Arriva la gratuità degli spostamenti da e per le isole minori per forze armate e soggetti pubblici che si spostano per motivi di servizio. Viene quindi eliminata un’ingiustificata disparità di trattamento tra appartenenti alle forze armate, Corpi dello Stato nonché per pubblici dipendenti che usufruiscono del trasporto pubblico per motivi di servizio”. 

A renderlo noto è la deputata regionale del Movimento 5 Stelle Cristina Ciminnisi, che oggi, nel corso della discussione della legge di stabilità della Regione Siciliana in commissione Bilancio all’ARS ha visto l’approvazione del proprio emendamento. 

“Fino ad oggi infatti i nostri lavoratori delle forze armate – spiega Ciminnisi – hanno dovuto pagare i biglietti per gli spostamenti di servizio. Le nostre forze appartenenti ai corpi dello Stato vengono spesso inviate verso zone, tecnicamente dette ‘disagiate’, pagano di tasca propria i biglietti, sebbene con tariffe agevolate, subendo però una condizione di svantaggio economico rispetto ai colleghi in servizio in zone ordinarie”. 

Sull’emendamento ha anche apportato il proprio contributo il capogruppo del Movimento 5 Stelle Antonio De Luca che ha esteso il beneficio a tutti i pubblici dipendenti che per motivi di servizio si devono recare nelle isole minori.

“Oggi grazie all’azione del Movimento 5 Stelle è stata approvata la gratuità del trasporto da e per le isole minori anche per tutti i dipendenti pubblici tra cui insegnanti, personale sanitario, Seus, emergenza- urgenza, convenzionati ASP 118 che finora sono stati costretti a sopportare ingenti spese oltre ai disagi naturalmente connessi agli spostamenti. Ci batteremo ora perché l’emendamento diventi legge, superando lo scoglio dell’aula” – conclude De Luca.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza