Segui i nostri social

Uncategorized

Dall’Olimpico fino a Wembley l ’Italia che sogna ad occhi aperti

Avatar

Pubblicato

il

Da ieri sera l’Italia è in festa. La nazionale, guidata da Roberto Mancini, ha vinto il campionato europeo battendo l’Inghilterra per 4 a 3 dopo i calci di rigore. Una partita iniziata con il piede sbagliato, quando dopo 2 minuti dal calcio di inizio l’Inghilterra siglava la sua prima rete.

Un goal che ha pesato per tutto il primo tempo; pochi tiri in porta e tanto nervosismo in campo. Nel secondo tempo è arrivato il goal di Bonucci che ha rimescolato tutte le carte in tavola. Finisce anche il secondo tempo e ai supplementari nulla di decisivo.

Ai rigori è tensione pura ma con il risultato di 3 – 2 gli azzurri portano a casa la vittoria importantissima.
Decisive, durante il match, le parate di Gianluigi Donnarumma eletto, a fine partita, miglior giocatore dell’Europeo.

La visione di Roberto Mancini era giusta, la rivoluzione compiuta. Il c.t. ci ha creduto dal primo giorno, l’aveva detto appena arrivato in Nazionale che l’Europeo si poteva vincere. Ci è riuscito. Questo trofeo, nato a Roma e conquistato a Wembley, è soprattutto suo, l’uomo della rinascita. A fine gara ha solo lacrime, di gioia. Le stesse rigano i volti del fratello Gianluca Vialli e di Lele Oriali.

 

 

È passato oltre mezzo secolo dall’ultima vittoria dell’Italia in un campionato europeo di calcio: era il 1968 e il Belpaese ospitò la kermesse calcistica del vecchio Continente. In quell’Italia giocavano Zoff, Facchetti, Burgnich, Rivera, Mazzola, ma soprattutto Gigi Riva: il recordman dei marcatori azzurri, con 35 reti complessive.

Ieri sera, in occasione della finale anche Matterella era a Wembley per sostenere la squadra. La sua esultanza è già diventata virale in rete.

Ma se ieri sera l’Italia esultava, ieri pomeriggio purtroppo la finale di tennis tra Matteo Berrettini e Novak Djokovic è stata vinta dal numero 1 al mondo.

Un secondo posto importante per Berettini in quanto primo italiano a giocare una finale di Wimbledon, che torna con l’amaro in bocca.

Ma se ieri pomeriggio non siamo riusciti ad esultare, ieri sera subito dopo il fischio finale tantissime piazze italiane si sono riempite di persone festanti, di tanti giovani, con le regole di distanziamento non sempre osservate.

L’Italia è rinata.

Questa vittoria spazza via tutta la fatica, il dolore e la sofferenza che la pandemia ci ha fatto vivere.

Merito a questa squadra per ciò che ha compiuto.

 

Forza Italia!

La giovanissima Federica Lo Pinto è nata il 15/06/1996 a Pantelleria e cresciuta fino ai diciotto anni sull’isola. Consegue il diploma in perito turistico con 98/100 nel 2015. Poco dopo decide di trasferirsi a Milano e tre anni dopo porta a casa il titolo universitario triennale in Mediazione Linguistica e Culturale parlando Inglese, francese e spagnolo. Un paio di mesi dopo intraprende una formazione presso Radio Rossonera, periodo durante il quale, applica nozioni giornalistiche nel mondo calcistico. Parallelamente alla collaborazione radiofonica si iscrive al Master in Giornalismo e Comunicazione, conseguito lo scorso 23 settebre. Attualmente collaboratrice della radio e Facility Manager di 4 agenzie immobiliari, Tempocasa, continua a seguire il suo sogno: diventare una giornalista sportiva. Intanto, magari, la sua carriera la inizia con noi, visto che si occuperà prevalentemente di questo settore.

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comunicati stampa

HelloFly sceglie Trapani come base italiana per i voli charter

Avatar

Pubblicato

il

Bufo (Airgest): «Trapani Birgi è uno scalo friendly per le start up e le nuove iniziative. Presenza strategica per il mercato business e leisure»
È già atterrato all’aeroporto di Trapani-Birgi l’aeromobile Saab 2000 da 50 posti con cui HelloFly vola abitualmente collegando i paesi del Mediterraneo. La compagnia maltese ha scelto Trapani come base italiana, posizionando un aeromobile presso lo scalo Vincenzo Florio per rispondere alle esigenze del mercato business e leisure.
La compagnia aerea HelloFly e l’aeromobile basato a Trapani Birgi
HelloFly, virtual airline maltese che opera in collaborazione con il vettore estone Nyxair, da Trapani-Birgi è pronta a raggiungere qualsiasi destinazione di corto raggio per operazioni charter ad hoc a condizioni vantaggiose per clienti leisure, business e corporate in cerca di un partner affidabile e di un aeromobile performante, veloce e adatto per un traffico regional.
L’aeromobile HelloFly, infatti, è un bimotore turboelica commerciale tra i più veloci sul mercato e può raggiungere una velocità massima di 665 km/h, combinando prestazioni affidabili con bassissimi costi operativi. Il Saab 2000 è già a disposizione di tour operator, aziende, società sportive e broker, anche di altre regioni, per volare da e per i principali aeroporti italiani, europei ed extra-Ue. Per informazioni: [email protected] e Hellofly.it.
Il commento del direttore di Airgest, Michele Bufo
“La presenza di Hellofly a Trapani in un settore così strategico e moderno – afferma Michele Bufo, direttore generale di Airgest, società di gestione dell’aeroporto di Trapani Birgi – è un ulteriore contributo allo sviluppo dell’aeroporto e delle attività economiche del territorio. Ci piace pensare che il nostro scalo sia un luogo friendly per le start up e favorevole alle nuove iniziative».
Leggi la notizia

Uncategorized

Ristori ZEA: 700mila euro alle aziende nel Parco Nazionale di Pantelleria

Avatar

Pubblicato

il

 

Poco meno di 700mila euro è questa il totale dei ristori che il Ministero della Transizione ecologica, Direzione Generale per il patrimonio naturalistico, ha destinato alle aziende di Pantelleria, con sede legale nella Zona economica ambientale.
Si tratta principalmente di aziende agricole e della ristorazione: micro o piccole imprese che svolgono attività ecocompatibili all’interno del perimetro del Parco Nazionale e che hanno vissuto la crisi pandemica anche in termini di sensibili cali di fatturato. Delle venti attività che hanno seguito l’iter solo due non hanno ottenuto il contributo straordinario.

“Il Ministero, anche attraverso questa operazione di sostegno alle imprese che ricadono all’interno delle Aree protette, dimostra una grande attenzione verso i territori e gli imprenditori che investono in essi. – afferma Salvatore Gabriele, presidente del Parco Nazionale – L’iter dei ristori ZEA, avviato dal Dottor Antonio Parrinello che ringraziamo, giunge ora a compimento. Questo è uno dei tasselli che il Parco Nazionale pone come base per costruire un percorso virtuoso con i nostri operatori. La tappa successiva è la Fase II della Carta Europea del Turismo Sostenibile che vedrà coinvolti direttamente gli operatori che avranno il compito di indicare una modalità integrata di sviluppo sostenibile dell’Isola attraverso la valorizzazione dei luoghi e dei prodotti. Le aziende, partecipi in un processo condiviso con il Parco, avranno modo di migliorare e rafforzare i servizi all’insegna della qualità e dell’efficienza”.

“I ristori che arrivano dal Ministero sono per noi una bocca d’ossigeno – spiega Alessandro D’Amico, titolare del Ristorante Le 2 Cale – Il Parco Nazionale di Pantelleria ha fatto la sua parte è questo ci ha fatto capire quanto può essere importante per l’Isola”.

Anche Davide Genovese, giovane imprenditore che ha scelto di stabilirsi a Pantelleria e sviluppare qui le sue attività tra cui il Rifugio Firiciakki, sottolinea l’importanza di essere all’interno di un area protetta. “Essere nel Parco Nazionale ci aiuta e ci offre opportunità come nel caso dei contributi dopo questo periodo difficile a causa del Covid. Risorse che investiremo nella nel nostro ristorante per offrire un servizio di qualità a Km zero.”

Leggi la notizia

Uncategorized

Pantelleria, strade chiuse per lavori in corso dal 20 al 25 settembre. Nell’articolo i dettagli

Avatar

Pubblicato

il

Dal 20 al 25 settembre, per lavori di rete elettrica, che saranno eseguiti dalla ditta SMEDE SPA, per il posizionamento di cavidotto di media/bassa tensione, saranno interdette al traffico: Via Santa Chiara e Via VIlla.

Nello screen-shot si possono capire esattamente i tratti di strada interessati dall’ordinanza:

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza

© 2021 Il Giornale di Pantelleria - Un prodotto Noùs Editore Srls | Progettazione sito: Ferrigno Web Agency