Segui i nostri social

Egadi

Dal 10 gennaio obbligatorio Super Green Pass per Stretto di Messina e Isole Minori. La nota della Caronte&Tourist

Redazione

Pubblicato

-

Tiziano Minuti (C&T): “Consapevoli del fatto che nel nuovo DL non mancano alcune criticità ma nostro dovere rispettare le norme”.

Passeggeri e viaggiatori dovranno esibire il “Super Green Pass” alle biglietterie, agli imbarchi e ai tornelli nel caso di passeggeri a piedi, su richiesta delle Autorità preposte oltre che del personale di C&T.

Dopo la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del DL 30 dicembre 2021 n. 229 (“Misure urgenti per il contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19 e disposizioni in materia di sorveglianza sanitaria”), da lunedì 10 gennaio il “Super Green Pass” (o “Green Pass Rafforzato”) diventa obbligatorio per accedere ad una nuova serie di attività e servizi.

Tra questi il DL indica il trasporto pubblico locale o regionale e dunque il “Super Green Pass” diventerà necessario anche per attraversare lo Stretto di Messina nonché per raggiungere dalla Sicilia le isole minori (Ustica, Pelagie, Egadi ed Eolie).

“Stiamo seguendo con grande attenzione – dice il Responsabile della Comunicazione del Gruppo C&T, Tiziano Minuti – l’evolversi della situazione. Il presidente Musumeci bene ha fatto a ricordare al presidente Draghi le incongruenze e le possibili criticità del DL 229. Da parte nostra non abbiamo mancato di ricordare al presidente che oltre il caso dello Stretto esiste anche un vulnus relativo alle Isole Minori della Sicilia. Restiamo dunque in attesa di eventuali sviluppi organizzandoci nel frattempo – come sempre fatto – per rispettare le prescrizioni delle Autorità di Governo riducendo contestualmente al minimo eventuali disagi per i nostri passeggeri”.

Cronaca

Favignana, morto bimbo di due anni: il nonno faceva retromarcia investendo il piccolo

Maria Chiara Conticello

Pubblicato

il

E’  morto, ieri sera a Favignana, un bimbo di soli due anni per essere stato investito accidentalmente dal nonno che effettuava una manovra di retromarcia.

Il settantacinquenne stava uscendo dal cortile del figli, quando, nel compiere la marcia indietro non si avvedeva del piccolo, prendendolo in pieno con la autovettura.

Trasportato immediatamente al presidio ospedaliero dell’isola egadina, il bambino perdeva la vita per le ferite riportate.

La piccola salma è stata  restituita ai genitori, ora stretti nella disperazione e nel senso di colpa.

 

Leggi la notizia

Ambiente

Egadi – Manifestazione a Favignana: radar militare operativo dal 30 giugno. Ecco il video con richieste al Governo

Direttore

Pubblicato

il

Questa mattina, come annunciato dal nostro giornale, si è tenuta una manifestazione sull’isola di Favignana per ricevere chiarimenti circa l’istallazione di un nuovo radar.

Il Comitato Spontaneo organizzatore ha visto come portavoce  Gianpaolo Di Francesco, il quale con una nota ha annunciato le perplessità circa l’istallazione del nuovo macchinario di sorveglianza militare.

Richieste del comitato

“Il sistema radar  dovrebbe entrare operativo entro il 30 giugno 2022. 

“Quello che sappiamo è pochissimo: non è stata nessuna informazione sulle emissioni elettromagnetiche, sulle valutazioni dell’impatto ambientale e sanitario.

“Ciò che fa rabbia è stata la mancanza di comunicazione alla comunità e all’amministrazione.

“Il comitato chiede al Governo quanto segue: vogliamo informazioni chiare e precise sulla natura del radar, pretendiamo una valutazione dell’impatto sulla nostra salute e per l’ambiente.

“Vogliamo una valutazione anche del vecchio radar, sui suoi effetti sulla salute degli isolani, molti dei quali sono stati affetti da tumori e malattie.

“Vogliamo il blocco di realizzazione del radar fino a chiarimenti.”

Da qui si sono susseguiti interventi di altri isolani, che hanno visto il termine con quello del primo cittadino egadino.

 

Le richieste sono state avallate anche dal Sindaco delle Isole Egadi, Francesco Forgione:

“I venti di guerra spingono verso un processo di militarizzazione del Mediterraneo e non possiamo rimanere insensibili, perchè la nostra è una vocazione pacifica allo sviluppo del Mediterraneo.

Le Egadi sono il cuore della ripresa di un dialogo tra popoli, culture, etnie diverse.

Io come sindaco chiedo chiarimenti sull’impatto sulla salute, sull’ambiente che le scelte avranno sul territorio, perchè questo è un diritto a sapere quello che avviene, diritto sancito dalla costituzione per la comunità”.

 

Di seguito il link del sit-in pacifico – video girato da Trinacria.info

Leggi la notizia

Cronaca

Favignana, aliscafo in fiamme mentre raggiunge il porto. La Francesca (PD): alla ribalta il tema sicurezza del naviglio

Direttore

Pubblicato

il

Quanto accaduto quest’oggi a Favignana con un aliscafo in fiamme, fortunatamente ormai prossimo all’attracco, riporta alla ribalta l’importante tema della sicurezza del naviglio messo a disposizione dalle compagnie di navigazione che collegano le isole minori della Sicilia con la terra ferma. Sicurezza e ed efficienza che vanno assicurati sempre al fine di garantire quel diritto fondamentale alla continuità territoriale di tutti i residenti nelle isole minori siciliane.

È questo dichiara il Responsabile Provinciale del Partito Democratico, Giuseppe La Francesca, dopo l’ennesimo fatto che ha procurato non poca paura fra gli abitanti delle isole Egadi.

 

♦ ♦ ♦

L’evento si è verificato questa mattina presto, con un natante della Liberty Lines. La paura dei passeggeri, sbarcati tutti sani e salvi, è stata grande.

Al vaglio dei tecnici l’analisi del mezzo per risalire alla causa dell’incendio.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza