Segui i nostri social

Elezioni

Custonaci – Amministrative,il candidato sindaco Fabrizio Fonte presenta il simbolo del progetto civico «Custonaci Futura»

Matteo Ferrandes

Pubblicato

-

La collina di Custonaci, con in alto il suo Borgo ed il suo orologio a scandire il tempo dei suoi abitanti, viene ricavata dal profilo del celebre Santuario mariano attorno al quale è sorta prima la Città e dopo l’autonomia amministrativa, con un forte radicamento alla propria identità si è voluto, infatti, graficamente rappresentare il simbolo di «Custonaci Futura». È questo il nome della lista civica che sosterrà la candidatura a sindaco di Fabrizio Fonte alle prossime elezioni amministrative, che si terranno il 28 e 29 maggio. Una lista sostenuta dal mondo dell’associazionismo no-profit e da tanti esponenti della società civile ed imprenditoriale, convinti che la strada verso il buon governo di questo «Borgo», che deve tornare ad essere «Vivo», passi necessariamente dal coinvolgimento e dall’inclusione di tutti coloro che ne vogliano essere protagonisti.

«Nello slogan ci sono parole importanti – commenta il candidato sindaco Fonte – «Scriviamo» perché tutto questo è possibile soltanto elaborando prima e creando poi ciò che è necessario; «Insieme» perché Custonaci ha bisogno delle energie di una comunità unita per crescere e per tornare ad essere un riferimento sul territorio sotto tanti punti di vista; «Una pagina nuova»: da scrittore immagina la pagina di un nuovo capitolo amministrativo».

Nelle prossime settimane presenterà, nel suo comitato elettorale, la lista dei candidati al consiglio comunale assieme al programma di governo, che è in fase di elaborazione con la fondamentale collaborazione di professionisti e di esperti.

«Il nostro progetto amministrativo denominato #BorgoVivo prenderà per l’appunto vita anche dell’ascolto diretto, attraverso un ciclo di incontri tematici in luoghi significativi ed identitari del nostro territorio, del variegato mondo imprenditoriale legato al turismo, al marmo, all’edilizia, all’agricoltura, alla zootecnia, all’artigianato e di quello associativo – commenta Fonte. – Durante questi preziosi incontri sono certo che emergeranno ulteriori idee e possibilità per il disegno della nostra «Custonaci Futura». Una pagina nuova che siamo pronti a scrivere insieme a tutti i custonacesi».

Elezioni

Pantelleria – Europee, il candidato Parrinello ai panteschi “il mio obiettivo: convincere Bruxelles a considerare l’insularità un’opportunità”

Redazione

Pubblicato

il

Carissimi amici,

Ho trascorso tre anni meravigliosi nella vostra splendida isola, e l’unico rimpianto per me è stato dover interrompere il lavoro che avevamo iniziato insieme. Sono arrivato con rispetto per le vostre incertezze e, perché no, anche per le vostre paure, dovute alla velocità delle decisioni e alla comprensione limitata delle enormi opportunità che l’istituzione del Parco Nazionale avrebbe potuto portare per l’economia e, soprattutto, per offrire ai giovani isolani la possibilità di costruire il loro futuro in questo angolo di paradiso.

Abbiamo cominciato a conoscerci e credo che ci siamo apprezzati reciprocamente, inizialmente da solo con il supporto del CdA, poi con la collaborazione dei primi dipendenti assunti a tempo determinato. Ho cercato di semplificare l’interazione di chiunque, agricoltore, associazione, impresa edile, semplice cittadino, con il sistema burocratico del Parco. Ho dimostrato che la presenza del Parco avrebbe potuto semplificare le cose su un’isola già piena di vincoli.

Con i miei collaboratori e con molti di voi che sono venuti alla sede del Parco sempre aperta e attenta ad accogliere qualsiasi suggerimento, siamo riusciti a cambiare la percezione del Parco in tutta la comunità pantesca. Abbiamo ottenuto il finanziamento di numerosi progetti nel settore della green economy e della transizione energetica che cambieranno il volto dell’isola nel prossimo futuro.

Abbiamo collaborato con le principali istituzioni universitarie nazionali e siamo diventati un punto di riferimento per la Commissione Europea nella transizione energetica. Abbiamo realizzato un piccolo miracolo: unito cacciatori, viticoltori e ambientalisti trasformando i primi in selecontrollori per garantire un equilibrio tra popolazione di conigli e piante di zibibbo.

Siamo stati i primi in Italia ad utilizzare i fondi per ristorare le imprese colpite dal Covid-19, suscitando la sorpresa del Ministero dell’Ambiente e degli altri Parchi Nazionali. Purtroppo, non siamo riusciti a fare tutto quello che avrei voluto per rilanciare l’agricoltura e i suoi ineguagliabili gioielli agroalimentari, a causa dell’epidemia da Covid-19 che ha interessato due dei tre anni della mia presenza sull’isola.

Tuttavia, conoscete bene le sfide che ho affrontato. Come sapete, l’isola mi ha accolto come accoglie chi arriva distratto e poi si innamora follemente. Anche a me è successo, ma le leggi burocratiche mi hanno costretto a lasciare incompiuto il lavoro e a tornare nei ranghi regionali. Tuttavia, come avete avuto modo di conoscermi, la poltrona e la scrivania non sono il mio orizzonte.

Ho cercato di trovare un modo per contribuire al riscatto della nostra Sicilia. Con questo spirito, ho incontrato Cateno De Luca e abbiamo deciso di collaborare. Cateno mi ha incaricato di occuparmi di agricoltura all’interno del partito Sud Chiama Nord e mi ha chiesto di candidarmi alle Elezioni Europee come tappa di avvicinamento al governo regionale. Ho accettato senza esitazione e senza secondi fini.

Bruxelles non è poi così lontana, perché lì si prendono la maggior parte delle decisioni che influenzano la nostra vita. Forse ci sembra distante perché gli eletti siciliani spesso dimenticano di rappresentare gli interessi del proprio popolo, invece di occuparsi principalmente del proprio conto in banca. Conoscendo le esigenze delle vostre comunità e di tutte le comunità isolane, il mio obiettivo è quello di convincere Bruxelles a considerare l’insularità non come un problema, ma come un’opportunità.

Le isole possono diventare laboratori per sperimentare il futuro: luoghi dove la transizione energetica deve avvenire entro il 2030, dove la sanità deve passare dalle metodologie attuali al futuro delle nuove tecnologie e della telemedicina, dove è possibile lavorare o studiare da remoto senza problemi, dove le produzioni agricole ritrovano il loro legame con la terra e con le stagioni, dove i trasporti non sono un privilegio, ma un diritto inalienabile degli abitanti delle isole, con trasporti gratuiti a carico dell’Unione Europea per tutti i residenti. Questo è ciò a cui mi impegno a sostenere se avrò il privilegio di essere eletto al Parlamento Europeo.

Vi chiedo semplicemente di sostenermi con la vostra amicizia e con il vostro voto.

Ci vedremo presto a Pantelleria.

Antonio Parrinello

Leggi la notizia

Elezioni

Pantelleria – Europee 2024, come partecipare al voto per studenti fuori sede

Direttore

Pubblicato

il

Il Comune di Pantelleria ha emesso disciplinare per la partecipazione al voto delle Elezioni al Parlamento Europeo 2024.

Di seguito il documento integrale scaricabile

documento – avviso presentaz. istanza voto studenti fuori sede

Leggi la notizia

Elezioni

Elezioni Europee, Antonio Parrinello si candida. L’ex direttore del Parco di Pantelleria in lizza per Parlamento Europeo

Direttore

Pubblicato

il

Antonio PARRINELLO

C ANDIDATO ALLE ELEZIONI E UROPEE 2024 NELLA LISTA S UD CHIAMA NORD – LIBERTÀ C ON CATENO DE LUCA PER UN’EUROPA S OSTENIBILE, LIBERA E ATTENTA AL F UTURO DELLE NUOVE GENERAZIONI

L ’ 8 E IL 9  GIUGNO 2 0 24 V OTA ANTONIO P ARRINELLO

Nato a Marsala nel 1962, da sempre instancabile s o s t e ni t o r e dei diritti degli agricoltori eroi , che hanno reso bellissima la nostra Sicilia. Metto in c a mpo le mie competenze con l ’obiettivo di u n’ Europa sostenibile e libera da coloro che o s t a c ol a no i l progresso. Marito di Anna Maria e orgoglioso padre di due figlie, Martina e Giorgia, ho radici sol ide e valori f a mi l i a r i che guideranno le mie azioni in Europa. Laureato all’Università di Palermo a sol i 23 anni a l l a Facoltà di Agraria, ho dimostrato sin da giovane una passione per l’agricoltura sostenibile. Con una carriera per l’ambiente professionale e esperienza, ricca  e  attualmente ricopro i l ruolo di Dirigente del Servizio S.16 Servizio Regionale di Protezione Civile per la Provincia di Trapani.

Prima di questo incarico, ho ricoperto diverse po s i z i o ni di responsabilità: Capo di Gabinetto d e l l ’ A s s e s s o r e r e g i o nal e d e l l ‘ A g r i c o l t u r a, Direttore del Parco nazionale isola di Pantelleria, Dirigente Generale del Dipartimento regionale del L a voro, Dirigente dei dipartimenti agricoltura, ambiente e corpo forestale, sei anni di lavoro a l l ’ A R S , sette anni come insegnante di sostegno.

C ommissario Straordinario di diversi enti local i r e g i o nal i . Eletto deputato al l ’ARS nel la XIV l e g i s l a t u r a , ho servito come Vice Presidente del la C ommissione legislativa Attività Produttive. C on competenza nel l ‘ambito del l ‘agricoltura, del la t r a n s i z i o ne energetica, del la green economy e del t u r i s mo, ho col laborato con diverse istituzioni di s p i c c o come la Bocconi e l ’ Istituto Italiano di Design. Inoltre, ho contribuito con i l Politecnico d i Torino e la Commissione Europea nel lo svi luppo del piano per la transizione energetica di Pantelleria entro i l 2030.

I n s i e me a voi , mi batterò per un’Europa s o s t e ni bi l e , libera e attenta al futuro delle nuove generazioni.
Il  vostro voto conta per costruire un futuro migliore per tutti noi !

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza