Segui i nostri social

Meteo

Condizioni meteo avverse a Pantelleria e Sicilia. Bollettino di Protezione Civile

Direttore

Pubblicato

il

Ecco di seguito cosa recita testualmente il bollettino meteo, diramato dalla Protezione Civile della Regione Siciliana: DAL MATTINO DI DOMANI, GIOVEDÌ 5 MAGGIO 2022, E PER LE SUCCESSIVE 24-30 ORE SI PREVEDONO VENTI DA FORTI A BURRASCA SUDORIENTALI, SPECIE SUI SETTORI CENTRO-MERIDIONALI E TIRRENICI. SARANNO ALTRESÌ POSSIBILI MAREGGIATE LUNGO LE COSTE ESPOSTE  

Bollettino giovedì 5 maggio  2022 

Marina Cozzo è nata a Latina il 27 maggio 1967, per ovvietà logistico/sanitarie, da genitori provenienti da Pantelleria, contrada Khamma. Nel 2007 inizia il suo percorso di pubblicista presso la testata giornalistica cartacea L'Apriliano - direttore Adriano Panzironi, redattore Stefano Mengozzi. Nel 2014 le viene proposto di curarsi di Aprilia per Il Corriere della Città – direttore Maria Corrao, testata online e intraprende una collaborazione anche con Essere Donna Magazine – direttore Alga Madia. Il 27 gennaio 2017 l'iscrizione al Consiglio dell'Ordine dei Giornalisti nel Lazio. Ma il sangue isolano audace ed energico caratterizza ogni sua iniziativa la induce nel 2018 ad aprire Il Giornale di Pantelleria.

Meteo

Meteo, continua l’allerta in Sicilia. Criticità arancione nel versante orientale

Marilu Giacalone

Pubblicato

il

Fase di criticità di livello arancione è segnalata dalla Protezione Civile del Dipartimento regionale: la Sicilia orientale  investita da ciclone nelle prime ore del pomeriggio di oggi, insieme alla Calabria.

Il rimanente territorio regione, isole minori comprese, sembrerebbe essere oggetto di allerta di grado giallo.

Ecco cosa prevede il bollettino idrogeologico diramato dall’ente

Leggi la notizia

Meteo

Meteo, maltempo al centro sud con piogge intense venti burrascosi e nevcate

Marilu Giacalone

Pubblicato

il

UNA PERTURBAZIONE (LA N.9 DI NOVEMBRE) STA ATTRAVERSANDO IN QUESTE ORE IL CENTRO-SUD CON PIOGGE FORTI E LOCALMENTE INTENSE SOPRATTUTTO SULLE REGIONI MERIDIONALI. DOMENICA I FENOMENI INSISTONO SUL BASSO IONIO. VENTI CON RAFFICHE BURRASCOSE E NEVE SULL’APPENNINO CENTRALE
 
La perturbazione n. 9 di novembre sta attraversando in queste ore gran parte del Centro-Sud mentre il Nord Italia viene appena lambito con qualche pioggia in Emilia Romagna. Il maltempo oggi, sabato, colpirà soprattutto le regioni meridionali con piogge anche forti e localmente temporalesche; nevicherà sull’Appennino centrale al di sopra dei 1300-1600 metri di quota. Sarà inoltre una giornata molto ventosa in Liguria, alto Adriatico e al Centro-Sud con possibili raffiche di burrasca in Sardegna. Questa intensa ventilazione è stata attivata dalla profonda depressione che dall’attuale posizione sul Mar Tirreno si muoverà verso sud in direzione della Sicilia.
 
Nel corso della giornata di domenica il vortice depressionario si allontanerà verso la Libia, riuscendo però a portare ancora condizioni di maltempo all’estremo Sud – avvertono i meteorologi di Meteo Expert -, soprattutto sul basso Ionio. Il vortice di bassa pressione contribuisce anche a risucchiare sull’Italia aria fredda dai Balcani che, specie nella giornata di domenica, farà calare le temperature, in particolare sul versante adriatico dove si porteranno anche al di sotto della norma. Alla fine di lunedì una nuova perturbazione, ancora una volta accompagnata da un vortice ciclonico, potrebbe determinare un nuovo peggioramento sulla Sardegna e poi martedì anche al Sud.
 
 
 
PREVISIONI PER LE PROSSIME ORE
 
Al Nord e in Toscana tempo in prevalenza soleggiato salvo un po’ di nuvolosità al mattino lungo l’Adriatico e in Toscana con residue piogge in Emilia Romagna. Nel pomeriggio tendenza a schiarite anche su Umbria e nord Lazio dove però al mattino saranno ancora possibili isolate e deboli piogge. In Sardegna nuvolosità sparsa e irregolare con piogge anche moderate al mattino, deboli e isolate nel pomeriggio solo nel settore di Nord-Est. Nel resto del Paese cielo DA molto nuvoloso a coperto con piogge sparse che risulteranno più insistenti e intense tra basso Lazio, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata e Calabria; intorno al Golfo di Taranto, in Calabria e Sicilia
rischio di forti temporali. Sull’Appennino centrale neve sopra 1300-1500 m.
Temperature massime senza grandi variazioni al Nord e in Toscana, in calo invece nel resto d’Italia.
Venti da tesi a localmente forti settentrionali su Liguria, alto Adriatico, al Centro e in Sardegna (possibili raffiche burrascose sull’isola); tesi meridionali sul mare Ionio e sul Salento, in intensificazione la sera su tutte le regioni meridionali.
Mari: molto mossi o agitati i mari di ponente e lo Ionio occidentale; mossi o localmente molto mossi i restanti bacini.
 
 
 
PREVISIONI PER DOMANI, DOMENICA 27 NOVEMBRE
 
Al Nord, su Toscana, Umbria, Lazio, Sardegna, e dal pomeriggio anche sulle coste campane, tempo prevalentemente soleggiato: nella seconda parte della giornata tendenza al passaggio di nuvolosità ad alta quota. All’alba locali nebbie sulla bassa val padana occidentale. Sulle regioni centrali adriatiche nuvolosità variabile, più densa a inizio giornata, in successiva parziale attenuazione. Non si prevedono fenomeni di rilievo.
Nel resto del Sud e sulla Sicilia cielo da nuvoloso a coperto, con precipitazioni sparse, inizialmente intense e localmente abbondanti sulla Calabria ionica e meridionale, con possibili temporali. Dal pomeriggio fenomeni in esaurimento su Basilicata, Puglia e alta Calabria tirrenica, in attenuazione altrove dove si esauriranno del tutto in serata.
Temperature minime e massime in calo al Nord, con valori all’alba intorno allo zero a bassa quota. Massime in ulteriore lieve flessione sulle regioni adriatiche e all’estremo Sud.
Venti tra nord ed nordest sulle regioni centro-meridionali e sui mari prospicienti. Raffiche di burrasca fino a 80-90 Km/h tra mar Ionio, Calabria, basso Tirreno, Sicilia e settore ovest del Canale; localmente tesi lungo il crinale appenninico, sul versante tirrenico e sulla Sardegna orientale.
Mari: agitati o molto agitati il Canale di Sicilia, il Tirreno meridionale e lo Ionio, con mareggiate sulle coste orientali dell’isola e della Calabria. Mossi o molto mossi i restanti bacini del Sud e il settore ovest del Tirreno centrale. Da mossi a poco mossi tutti gli altri.
 
 
 
PREVISIONI PER LUNEDÌ 28 NOVEMBRE
 
Su tutte le regioni si osserverà una spiccata variabilità, con tratti soleggiati più ampi e duraturi al Sud e sulla Sicilia. Nel resto del Paese il cielo si presenterà irregolarmente nuvoloso, con nubi localmente anche dense ed estese, ma non associate a fenomeni. Dalla sera tendenza ad un nuovo peggioramento a partire dalla Sardegna con la possibilità di rovesci o temporali nel sud dell’isola; fenomeni sporadici su Alto Adige e Alpi occidentali, con
limite della neve fino ai 1100 m circa, e su Ponente ligure, Romagna, bassa Toscana e sudovest della Sicilia.
Temperature minime in calo sulle regioni peninsulari, valori all’alba vicini allo zero a bassa quota al Nord e nelle zone interne del Centro. Massime in diminuzione sulle regioni tirreniche, al Nord e sulle Isole. In val padana si potrebbero non superare i 9-10 °C.
Venti in temporanea generale attenuazione, con gli ultimi rinforzi da est-nordest tra lo Ionio meridionale e il settore est del Canale di Sicilia. Nella seconda parte della giornata tendenza al rinforzo dei venti attorno alla Sardegna e sul Ligure.
Mari: fino a molto mossi il Canale di Sicilia e lo Ionio centro-meridionale, in attenuazione; mossi il basso Adriatico, i mari della Sardegna, localmente anche il Ligure occidentale; per lo più poco mossi tutti gli altri. Dalla sera moto ondoso in aumento sul mare e Canale di Sardegna.
 

È possibile consultare le previsioni nel dettaglio sul sito www.iconameteo.it.
Per chiarimenti e approfondimenti siamo a disposizione al numero 026602181, selezionando il tasto 1 “Produzione TV”
Leggi la notizia

Meteo

Meteo, tregua dal maltempo fino a venerdì, poi nuovo peggioramento

Marilu Giacalone

Pubblicato

il

TEMPO PIÙ STABILE SULL’ITALIA FINO ALLE PRIME ORE DI VENERDÌ CON TEMPERATURE ANCHE SUPERIORI ALLE MEDIE STAGIONALI. ULTIMA PARTE DI SETTIMANA SEGNATA DA UNA NUOVA PERTURBAZIONE CON POSSIBILE FASE DI FORTE MALTEMPO AL SUD E NEVE SULL’APPENNINO CENTRO MERIDIONALE
 
L’attuale finestra di tempo prevalentemente stabile sull’Italia prosegue fino alle prime ore di domani (venerdì) con temperature anche leggermente sopra le medie stagionali. Questa fase meteorologica si interromperà di nuovo nell’ultima parte della settimana per il passaggio di un’altra perturbazione che transiterà sulle regioni centromeridionali lasciando invece inalterata la stabilità del tempo su gran parte del Nord. La nuova depressione in ingresso nel Mediterraneo, con il suo centro in progressivo scivolamento dal Mar di Corsica verso i mari a sud della Sicilia, alimenterà anche venti intensi e, nel corso del fine settimana, richiamerà aria più fredda verso il Nordest e le regioni adriatiche.
 
Sabato sarà possibile anche un po’ di neve in montagna sull’Appennino centro-meridionale e aumenterà l’instabilità al Sud – affermano i meteorologi di Meteo Expert -, con fenomeni anche sotto forma di rovesci o temporali localmente forti. Secondo le attuali proiezioni una fase acuta di maltempo si prospetta per domenica sui settori ionici.
 
 
 
PREVISIONI PER LE PROSSIME ORE
 
Cielo in prevalenza nuvoloso sulla Calabria meridionale e nel nordest della Sicilia con qualche debole pioggia, più probabile nei settori tirrenici. Giornata soleggiata sul resto d’Italia con qualche temporaneo addensamento nelle zone di confine dell’Alto Adige, sull’Appennino centrale, in Molise e nel resto del Sud.
Temperature massime stabili o in lieve aumento, comprese tra 11 e 16 gradi al Nord, tra 14 e 18 in Liguria e al Centro, tra 16 e 20 al Sud e Isole.
Venti di Maestrale ancora moderati o tesi sul basso mare Adriatico, sulle isole e sui mari circostanti; venti deboli altrove.
Mari: molto mossi il Mare di Sardegna, i canali delle Isole e d’Otranto; da poco mossi a localmente mossi i restanti bacini.
 
 
 
PREVISIONI PER DOMANI, VENERDÌ 25 NOVEMBRE
 
Sulle regioni settentrionali tempo abbastanza soleggiato, con nuvolosità significativa solo in Liguria, nel sud dell’Emilia e in Romagna. Ampie schiarite nel pomeriggio in Sicilia. Sul resto del Paese nuvolosità variabile, più densa in Sardegna e sulle fasce tirreniche. Al mattino rovesci sparsi sull’estremo nord della Sardegna, possibili piogge isolate lungo le coste della Toscana. Nel pomeriggio piogge sparse sul Lazio e sulla Toscana occidentale, specie lungo le coste. Rovesci e temporali in Sardegna, più probabili sul centro ovest dell’isola. La sera piogge
sparse su Lazio, Toscana, Campania; piogge isolate in Romagna.
Temperature minime in lieve aumento al Nord; massime in leggero calo sul Nordovest e sulle regioni centrali tirreniche.
Venti generalmente deboli nella prima parte della giornata; nel corso del pomeriggio tenderanno ad intensificarsi sul mar Ligure e sui mari attorno alla Sardegna.
Mari: al mattino mosso il canale d’Otranto ed il mare di Sardegna, poco mossi gli altri; nel corso della giornata moto ondoso in aumento anche su mar Ligure e canale di Sardegna.
 
 
 
PREVISIONI PER SABATO 26 NOVEMBRE
 
Al Nord cielo in prevalenza poco nuvoloso, salvo in Romagna dove al mattino saranno presenti molte nubi e qualche pioggia. Sul resto del Paese cielo nuvoloso, con schiarite in Sardegna e sulla Toscana. Al mattino piogge sparse in Romagna, sulle regioni centrali adriatiche e sul Lazio centro meridionale; piogge, rovesci e possibili temporali al Sud e in Sicilia, meno probabili in Calabria. Nella seconda parte della giornata si esauriscono le precipitazioni sulle Marche, sul nord del Lazio e dell’Abruzzo; al Sud tempo perturbato e possibilità di piogge anche intense. Qualche pioggia sparsa sulla Sardegna nordorientale. Sull’Appennino centro meridionale neve sopra 1000-1300 m.
Temperature senza grosse variazioni al Nord, in calo altrove nei valori massimi.
Venti da tesi a forti settentrionali sulla Liguria, al Centro Sud e sulla Sardegna; tesi meridionali sul mare Ionio e sul Salento, in intensificazione la sera su tutte le regioni meridionali.
Mari: moto ondoso in intensificazione su tutti i mari a partire da quelli di ponente; entro sera diverranno quasi tutti molto mossi, fino ad agitato il settore ovest del Tirreno.
 

È possibile consultare le previsioni nel dettaglio sul sito www.iconameteo.it.
Per chiarimenti e approfondimenti siamo a disposizione al numero 026602181, selezionando il tasto 1 “Produzione TV”
Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza