Segui i nostri social

Trasporti

Caro-voli, Schifani e Aricò: «Più risorse per gli sconti, da Roma in arrivo altri 5,5 milioni»

Marilu Giacalone

Pubblicato

-

Presidenza della Regione
«La Regione potrà aumentare le risorse da destinare agli sconti sul prezzo dei biglietti aerei per i residenti in Sicilia grazie a nuovi fondi stanziati nel decreto legge “Proroghe”. Per il 2023 e il 2024 si potrà passare dagli attuali 27,5 milioni di euro previsti a un totale di 33 milioni». Lo afferma il presidente della Regione Siciliana, Renato Schifani, commentando l’approvazione dell’emendamento che stanzia 8 milioni di euro per aumentare la dotazione del “Fondo insularità” in modo da garantire un completo ed efficace sistema di collegamenti aerei da e per le due isole maggiori.

«In particolare – aggiunge l’assessore regionale alle Infrastrutture, Alessandro Aricò – saranno assegnati alla Sicilia altri 5,5 milioni di euro che il governo regionale utilizzerà per incrementare le somme a disposizione degli sconti per tutti i residenti che voleranno da e per gli aeroporti siciliani verso Roma (Fiumicino e Ciampino) e Milano (Linate, Malpensa e Bergamo Orio al Serio). Lo sconto previsto dalla Regione sarà del 25 per cento e arriverà al 50 per cento per studenti, disabili con almeno il 67 per cento di invalidità e per chi ha un Isee inferiore a 9.360 euro. Un risultato che dà ulteriore spinta al buon lavoro svolto dal governo Schifani e che conferma la sensibilità verso la Sicilia del governo di Giorgia Meloni, per il quale ringrazio la relatrice al DL proroghe Antonella Zedda e dei senatori siciliani Ella Bucalo, Salvo Pogliese, Raoul Russo e Salvo Sallemi».

Il presidente Schifani, inoltre, esprime «vivo apprezzamento per l’adesione ufficiale di Ita Airways all’avviso della Regione per l’applicazione automatica dello sconto sui biglietti aerei per i residenti nell’Isola e per la decisione di aumentare, raddoppiandoli, il numero dei voli da Palermo e Catania per Roma e Milano durante il periodo natalizio». Schifani sottolinea il «rinnovato clima di collaborazione istituzionale che si è instaurato con il nuovo management della compagnia di bandiera».
 

Trasporti

Trapani, dal Fondo Sviluppo e Coesione ingenti investimenti per l’aeroporto Florio

Marilu Giacalone

Pubblicato

il

Dal Fondo Sviluppo e Coesione nazionale ingenti investimenti per l’aeroporto di Trapani

Tra le opere inserite la riqualificazione del sistema smistamento bagagli, delle aree check-in, partenze, controllo varchi, Schengen ed extra Schengen ed i bagni
Nei giorni scorsi sono stati annunciati gli interventi e i lavori pubblici finanziati con il Fondo Sviluppo e Coesione che vedono assegnare alla Sicilia 6,8 miliardi di euro e di cui una parte, pari a 13 milioni di euro, sarà destinata all’ammodernamento dell’aeroporto di Trapani Birgi. A renderlo ufficiale la firma congiunta della premier Giorgia Meloni, del ministro per gli Affari europei, il Sud, le politiche di Coesione e il Pnrr, Raffaele Fitto, e del presidente della Regione Siciliana, Renato Schifani. Si tratta di una quota dei 32,4 miliardi dell’Fsc 2021-2027 imputati programmaticamente alle regioni e province autonome.

Il commento del presidente di Airgest, Salvatore Ombra

Airgest, società di gestione dello scalo Vincenzo Florio ha presentato all’assessorato alle Infrastrutture, schede progettuali per oltre 13 milioni di euro. “Siamo nella fase 3.0 di Airgest – ha commentato il presidente Salvatore Ombra – e questo è il risultato di un anno di preparazione, d’intesa con il presidente della Regione Siciliana, Renato Schifani e dell’assessore alle Infrastrutture, Alessandro Aricò. I lavori – aggiunge -dovrebbero iniziare già nel 2025”.  

Il presidente Ombra esprime quindi grande soddisfazione “per un aeroporto che non si ferma mai e che è sempre pronto ad iniziare nuove fasi della sua vita e preziosa attività nel territorio trapanese. Gli ultimi investimenti importanti – ricorda Salvatore Ombra – risalgono alla mia passata presidenza negli anni 2007 e 2008. L’ulteriore crescita dell’aeroporto di Birgi sarà legata alla stazione ferroviaria che sorgerà di fronte al terminal ma per quello si attendono gli investimenti e i tempi di Ferrovie dello Stato Italiane”.

Il dettaglio delle schede progettuali

Nello specifico i fondi per l’aeroporto Trapani Birgi e per Airgest riguardano:

il miglioramento e la riqualificazione del sistema smistamento bagagli BHS per un importo di € 2.422.078,91;

l’ammodernamento e la riqualificazione dell’area check-in e dell’area accodamenti, al piano terra, per un importo di € 447.214,92;

l’ammodernamento e la riqualificazione delle partenze e del controllo varchi al primo piano per un importo di € 2.687.650,18;

l’ammodernamento e la riqualificazione delle partenze extra Schengen al primo piano per un importo di € 901.044,60;

l’ammodernamento e la riqualificazione degli arrivi extra Schengen al piano terra per un importo di € 1.120.903, 93;

l’ammodernamento e riqualificazione servizi igienici al piano terra e al primo piano per un importo di € 315.863,50;

la realizzazione dell’impianto di alimentazione elettrica per gli aerei 400 Hz sugli Stand 305-306-307 per un importo di € 402.600,00;

opere di sistemazione idraulica ed ambientali dell’impianto di depurazione al servizio dell’aeroporto civile Vincenzo Florio, per un importo di € 2.246.840, 02;

la ristrutturazione e l’adeguamento sismico della caserma dei Vigili del fuoco del distaccamento aeroportuale di Trapani per un importo di € 3.000.000,00.

Leggi la notizia

Trasporti

Pantelleria-Roma – Trasporti, Criticità in aeroporto, bar compreso Ministro Salvini accoglie istanze del Sindaco D’Ancona e Assessore Tremarco

Direttore

Pubblicato

il

Quest’oggi, il primo cittadino di Pantelleria, Fabrizio D’Ancona, e il suo assessore con delega ai trasporti, Federico Tremarco, si sono recati presso il Ministero dei Trasporti e Infrastrutture, per prospettarne le problematiche relative.

Incontratisi anche con l’Eurodeputata Annalisa Tardino, così gli esponenti dell’amministrazione comunale pantesca hanno trattato le criticità delle infrastrutture, ovvero strade e rete fognaria, dell’aeroporto Italo D’Amico, con annessa la questione ormai annosa del bar interno allo scalo. 

Il Ministro Matteo Salvini ha ricevuto personalmente i politici siciliani, accogliendo le istanze di risoluzione e impegnandosi per una risoluzione. Anche la questione del bar interno appunto all’aerostazione è stata porta all’On. Salvini, poichè lente che gestisce l’assetto completo, l’ENAC, dipende dal Ministero dei trasporti e altre non piccole problematiche come l’acqua che piove all’interno dell’aeroporto, il mal funzionamento dell’aria condizionata, etc.

Leggi la notizia

Economia

Pantelleria – Elezioni Europee, agevolazioni tariffe spostamenti

Direttore

Pubblicato

il

In previsione delle Elezioni Europee 2024, il Comune di Pantelleria avvisa che per raggiungere l’isola e compiere il voto, i fuori sede potranno usufruire di agevolazioni tariffarie per tutti i tipi di mezzi di trasporto.

A tal fine si inserisce link di rimando alla documentazione dettagliata

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza