Segui i nostri social

Meteo

Caldo: mimose fiorite un mese prima, natura in tilt

Redazione

Pubblicato

-

Le alte temperature mandano la natura in tilt e favoriscono in tutte le piante il risveglio anticipato di Filomena Fotia d Meteoweb.eu
27 Gen 2024 | 08:57
 

 
 
L’arrivo dell’anticiclone in pieno inverno fa splendere il sole ed alzare le temperature con le mimose fiorite oltre un mese in anticipo sul tradizionale appuntamento della festa della donna dell’8 marzo. È quanto emerge dal monitoraggio della Coldiretti sugli effetti di una primavera anticipata con temperature fino a 20 gradi. Le alte temperature – sottolinea la Coldiretti – mandano la natura in tilt e favoriscono in tutte le piante il risveglio anticipato anche con fioriture fuori stagione e il pericolo di esporre le coltivazioni ai danni di un prevedibile, successivo, forte abbassamento delle temperature con la conseguente perdita dei raccolti. Ma con il caldo – aggiunge la Coldiretti – le popolazioni di insetti dannosi per le colture sopravvivono per attaccare successivamente i raccolti nella prossima primavera.

  
Sono gli effetti di un inverno mite senza pioggia che ha fatto registrare fino ad ora una temperatura superiore di quasi due gradi superiore la media storica (+1,87°), secondo l’analisi della Coldiretti sulla base dei dati Isac Cnr relativi al mese di dicembre.

A preoccupare – continua la Coldiretti – è anche la siccità per la scarsità di neve in diversi settori dell’arco alpino e su gran parte della dorsale appenninica e una situazione di stress idrico che cresce ma mano che si scende verso Sud con apice nelle isole, che non è certo normale nel mese di gennaio. Gli invasi della Sicilia a gennaio 2024 sono inferiori di ben 63 milioni di metri cubi (-13%) rispetto all’anno precedente secondo le analisi Coldiretti sui dati del Dipartimento Regionale dell’Autorità di Bacino del Distretto Idrografico Sicilia. Per la scarsità di pioggia – precisa la Coldiretti – c’è carenza di fieno nei pascoli e difficoltà allo sviluppo ortaggi ma sono segnalate difficoltà per le arance o le insalate che non riescono a crescere adeguatamente per la carenza di acqua.

“L’inizio del 2024 conferma la tendenza al surriscaldamento anche in Italia dove lo scorso anno è stato il più bollente mai registrato facendo registrare lungo la Penisola una temperatura superiore di 1,14 gradi rispetto alla media storica del periodo 1991-2020“, secondo elaborazioni Coldiretti su dati Isac Cnr che rilevano le temperature dal 1800. “La classifica degli anni più roventi da oltre due secoli si concentra infatti nell’ultimo decennio e comprende nell’ordine dopo il 2023, il 2022 il 2018, il 2015, il 2014, il 2019 e il 2020“, secondo le elaborazioni Coldiretti. “Il cambiamento climatico è stato accompagnato da una più elevata frequenza di eventi violenti, sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi ed intense ed il rapido passaggio dal freddo al caldo, con sbalzi termici significativi. L’agricoltura – conclude la Coldiretti – è l’attività economica che più di tutte le altre vive quotidianamente le conseguenze dei cambiamenti climatici con i danni provocati dal maltempo e dalla siccità che hanno superato i 6 miliardi di euro lo scorso anno“.

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ambiente

Siccità, dichiarato lo stato di calamità naturale su tutto il territorio siciliano

Marilu Giacalone

Pubblicato

il

Presidenza della Regione
Il governo Schifani, nel corso della seduta di giunta di questa mattina, ha dichiarato lo stato di calamità naturale da siccità severa nell’intero territorio regionale su proposta dell’assessore all’Agricoltura Luca Sammartino. La Sicilia è l’unica regione d’Italia e tra le poche d’Europa in zona rossa per carenza di risorse idriche. Stessa situazione si ritrova in Marocco ed Algeria. Una condizione che sta danneggiando agricoltori e allevatori, già gravati dalle conseguenze dei fenomeni atmosferici anomali che hanno colpito l’Isola per tutto il 2023. L’allevamento degli animali è il settore più colpito per l’assenza di foraggio verde e la mancanza di scorte di fieno danneggiate dalle anomale precipitazioni del maggio dell’anno scorso.

Il governo regionale ha quindi incaricato l’Unità di crisi istituita di recente e ora integrata dai dirigenti dei dipartimenti Bilancio e Programmazione, di individuare possibili interventi strutturali da eseguire con urgenza per fronteggiare la carenza idrica, salvaguardare gli allevamenti zootecnici e le produzioni delle aziende agricole garantendo sufficienti volumi d’acqua.

«Ringrazio il presidente Schifani per l’intervento tempestivo – dice l’assessore Sammartino –. La Sicilia è l’unica regione d’Europa in zona rossa per carenza di risorse idriche. La situazione meteorologica degli ultimi mesi ha comportato una notevole diminuzione dei volumi d’acqua negli invasi impedendo una regolare irrigazione dei terreni per sostituire la mancanza delle piogge. Siamo consapevoli delle criticità e stiamo mettendo a punto tutti gli interventi necessari per sostenere e salvaguardare il comparto agricolo e zootecnico e i prodotti della nostra terra».
 

In copertina Denny Alamza di Pantelleria che denuncia l’allarme siccità per le api

Pantelleria – Emergenza siccità. L’allarme di Denny Almanza per le api

Leggi la notizia

Meteo

Meteo, maltempo in Sicilia. E’ allerta in buona parte della Regione e Pantelleria

Direttore

Pubblicato

il

Torna, anche in Sicilia, il maltempo, con una allerta gialla, come da stima delle Protezione Civile del Dipartimento Regione Siciliana.
Fino a ieri pomeriggio, le condizioni erano di maltempo leggero, ma da oggi fino a domani il bollettino prevede:
RISCHIO IDROGEOLOGICO E IDRAULICO:
possibili criticità di tipo geomorfologico (frane) e/o di tipo idraulico nei piccoli bacini (< 50 kmq) e nelle aree urbanizzate.
Le operazioni effettuate dai gestori degli impianti di ritenuta possono causare fenomeni localizzati o diffusi di esondazione a valle delle dighe in relazione agli eventuali ulteriori apporti fluviali, nonché allo stato di manutenzione dei corsi d’acqua.

FORZANTE ROVESCI O TEMPORALI E CONDIZIONI METEOROLOGICHE AVVERSE
le criticità idrogeologiche e idrauliche possono risultare sensibilmente più gravose in caso di rovesci o temporali o di condizioni
meteorologiche avverse la cui localizzazione geografica, distribuzione e intensità sono connotati da elevata incertezza previsionale.

Leggi la notizia

Ambiente

Pantelleria – Emergenza siccità. L’allarme di Denny Almanza per le api

Direttore

Pubblicato

il

A Pantelleria è emergenza siccità.

Denny Almanza ne constata la preoccupante condizione durante un video.
Rammaricandosi del fatto che in genere i suoi contenuti siano leggeri, di intrattenimento e conoscenza dell’isola, l’imprenditore agricolo, prendendo una manciata di terra arida contornata di paglia spiega le conseguenze di tutto ciò.

“Guardate la terra”, fa lui con voce sommessa “Sembra deserto, sembra il mese di giugno, invece siamo ai primi di febbraio.
“Questo è un grande problema per lo zibibbo, per i capperi, per l’origano e, soprattutto per gli ortaggi.”

Da grande apicoltore quale è, appassionato dei suoi preziosi alveari e dei prodotti che riceve in dono, la sua preoccupazione più grande è rivolta verso proprio le api.

Almanza, infatti, spiega “Se non piove, mancano i fiori, quindi polline e nettare. Quindi il loro nutrimento per la sopravvivenza”

L’emergenza siccità è diffusa un pò ovunque, in Italia e in Sicilia, e Pantelleria non ne sta soffrendo di meno.

Ecco il video.

Clicca qui per vedere 

–> https://www.facebook.com/reel/356228167255423

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza