Segui i nostri social

Ambiente

Siccità, si insedia l’unità di crisi. Schifani e Sammartino: «Vicini ad agricoltori e allevatori»

Redazione

Pubblicato

-

: Presidenza della Regione
Si è insediata oggi pomeriggio, a Palazzo d’Orléans, l’unità di crisi regionale sull’agricoltura con l’obiettivo di individuare le strategie di intervento per il superamento delle emergenze che sta vivendo il settore in Sicilia. Istituita dal presidente della Regione Siciliana, Renato Schifani, e presieduta dall’assessore all’Agricoltura, Luca Sammartino, la task force è composta dai dirigenti generali dei dipartimenti Agricoltura, Dario Cartabellotta, Attività sanitarie ed osservatorio epidemiologico (Dasoe), Salvatore Requirez, Acqua e rifiuti, Calogero Giuseppe Burgio, Protezione civile, Salvo Cocina, oltre al segretario generale dell’Autorità di bacino, Leonardo Santoro. Alla riunione hanno preso parte anche il capo di gabinetto di Palazzo d’Orléans, Salvatore Sammartano, e il dirigente del Servizio tutela delle acque idriche, Antonino Granata. 

«Il governo regionale – dice il presidente Schifani – è vicino al mondo dell’agricoltura che rappresenta un settore chiave della nostra economia. Siamo consapevoli del fatto che la maggior parte dei problemi che attanagliano il settore vanno risolte in sede europea. Pur tuttavia, siamo pronti a fare tutto il necessario per affiancare gli agricoltori e gli allevatori. Per questo motivo, ho voluto istituire un’apposita unità di crisi sull’agricoltura con l’obiettivo di fronteggiare le gravi difficoltà che il settore sta vivendo in Sicilia, come nel resto d’Europa, e in particolare l’emergenza siccità. Le mutate condizioni climatiche ci impongono di intervenire nell’immediato, ma anche di pianificare interventi strutturali con la collaborazione di tutti i rami dell’amministrazione coinvolti».

«Questa crisi – aggiunge l’assessore Sammartino – non è più solo un’emergenza climatica, ma anche sociale. Oggi abbiamo affrontato i temi più caldi: dal depauperamento delle risorse idriche alla possibilità di aiutare gli agricoltori con i foraggi e, soprattutto, abbiamo concordato sulla necessità di snellire le procedure burocratiche affinché gli aiuti messi in campo siano immediati. È chiaro che non tutte le tematiche sono di competenza regionale, quelle che non lo sono saranno segnalate al ministero dell’Agricoltura per fare gioco di squadra, soprattutto ora che dalla Commissione europea sono arrivati segnali di apertura. Abbiamo convocato per domani le associazioni di categoria e i movimenti di protesta che sono nati spontaneamente, vogliamo ascoltarli e vedere come superare insieme questo momento di grande difficoltà».

La prossima riunione è prevista per domani alle 17. Tra i temi che saranno affrontati, anche la convocazione dell’Inps per superare alcune criticità legate ai lavoratori del settore.   

Il gruppo di lavoro, tra i vari compiti, dovrà gestire le segnalazioni che arrivano dalle aree più colpite (ad esempio, gli allevamenti senz’acqua) e coordinare le azioni necessarie coinvolgendo anche Comuni e Protezione civile; definire le possibile deroghe o i provvedimenti per il superamento della fase emergenziale; integrare nei bandi la strategia di adattamento climatico, analizzando gli effetti del Pnrr “Meccanizzazione agricola” e valutare l’impatto di quelli che vengono definiti “sussidi ambientalmente dannosi”, ovvero quegli incentivi pubblici legati all’utilizzo di tecnologie ritenute inquinanti (gasolio agricolo, ad esempio). 

 

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ambiente

Pantelleria Experience illustra progetto lungomare da 14.700milioni: tra demolizioni e rivoluzioni FOTO

Direttore

Pubblicato

il

Pantelleria Experience illustra quello che sarà il nuovo water-front del Paese Centro, per il quale è prevista una spesa di 14.700milioni di euro.

Dal prospetto postato sui social, si vede nel dettaglio quelle che dovrebbero essere tutte le modifiche che includono operazioni di demolizione e rivoluzioni.
Per esempio il palazzo verde prossimo al Castello Medievale e che ospita il Bar Tiffany sarà demolito; così la zona delle pescherie si trasformerà in un accogliente mercato del pesce; Piazza Cavour diverrà tutt’uno con il sagrato della Chiesa Matrice.

Ma rimandiamo direttamente alla pubblicazione di Pantelleria Experience per curiosare quali saranno i cambiamenti più importanti e a vista:

E come dice Pantelleria Experience, voi che ne pensate?

Ringraziamo Pietro Gabriele per aver messo a nostra disposizione la pubblicazione. La grafica è del progetto depositato in Comune.

Leggi la notizia

Ambiente

Siccità, dichiarato lo stato di calamità naturale su tutto il territorio siciliano

Marilu Giacalone

Pubblicato

il

Presidenza della Regione
Il governo Schifani, nel corso della seduta di giunta di questa mattina, ha dichiarato lo stato di calamità naturale da siccità severa nell’intero territorio regionale su proposta dell’assessore all’Agricoltura Luca Sammartino. La Sicilia è l’unica regione d’Italia e tra le poche d’Europa in zona rossa per carenza di risorse idriche. Stessa situazione si ritrova in Marocco ed Algeria. Una condizione che sta danneggiando agricoltori e allevatori, già gravati dalle conseguenze dei fenomeni atmosferici anomali che hanno colpito l’Isola per tutto il 2023. L’allevamento degli animali è il settore più colpito per l’assenza di foraggio verde e la mancanza di scorte di fieno danneggiate dalle anomale precipitazioni del maggio dell’anno scorso.

Il governo regionale ha quindi incaricato l’Unità di crisi istituita di recente e ora integrata dai dirigenti dei dipartimenti Bilancio e Programmazione, di individuare possibili interventi strutturali da eseguire con urgenza per fronteggiare la carenza idrica, salvaguardare gli allevamenti zootecnici e le produzioni delle aziende agricole garantendo sufficienti volumi d’acqua.

«Ringrazio il presidente Schifani per l’intervento tempestivo – dice l’assessore Sammartino –. La Sicilia è l’unica regione d’Europa in zona rossa per carenza di risorse idriche. La situazione meteorologica degli ultimi mesi ha comportato una notevole diminuzione dei volumi d’acqua negli invasi impedendo una regolare irrigazione dei terreni per sostituire la mancanza delle piogge. Siamo consapevoli delle criticità e stiamo mettendo a punto tutti gli interventi necessari per sostenere e salvaguardare il comparto agricolo e zootecnico e i prodotti della nostra terra».
 

In copertina Denny Alamza di Pantelleria che denuncia l’allarme siccità per le api

Pantelleria – Emergenza siccità. L’allarme di Denny Almanza per le api

Leggi la notizia

Ambiente

Selinunte – Lavori porto, domani caratterizzazione posidonia da rimuovere

Redazione

Pubblicato

il

LAVORI PORTO SELINUNTE, DOMANI CARATTERIZZAZIONE POSIDONIA DA RIMUOVERE
«Domani mattina (lunedì) al porto di Marinella di Selinunte una ditta incaricata dalla Regione effettuerà la caratterizzazione della posidonia come atto propedeutico all’avvio dei lavori di dragaggio».

Lo assicura l’onorevole Nicolò Catania (FdI) che ieri ha sentito telefonicamente il dirigente dell’Assessorato regionale alle infrastrutture che sta seguendo la pratica in merito al nuovo dragaggio del porto. Da mesi la posidonia si è accumulata all’interno del bacino e crea non pochi problemi ai pescatori della borgata. «Ho avuto rassicurazioni dagli uffici che i lavori partiranno a breve – spiega l’onorevole Catania – con la copertura finanziaria prevista con delibera della Giunta regionale poco meno di un anno addietro. Seppur il cantiere doveva avviarsi prima dell’estate, ricordo che, d’accordo con la marineria, si è deciso di farlo iniziare dopo la stagione estiva. I tempi si sono allungati per l’iter burocratico ma ora siamo in dirittura d’arrivo».

E l’onorevole Catania aggiunge: «Lo sappiamo tutti che Marinella di Selinunte ha l’esigenza di avere un vero porto realizzato con servizi e costruito tenendo conto delle correnti marine che evitino l’accumulo della posidonia. A tal proposito già con l’Assessore regionale Alessandro Aricò abbiamo avviato una discussione su un nuovo progetto e la relativa copertura finanziaria».

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza