Segui i nostri social

Ambiente

Bellissima Pantelleria nel video di Giuseppe Candela – Intervista

Direttore

Pubblicato

-

Giuseppe Candela è un giovanissimo turista e stimatore di Pantelleria.

Questa ultima estate è venuto sull’isola in vacanza e ne è rimasto rapito.

Il ventunenne videomaker ha riassunto il suo stupore per le bellezze che offre la Perla Nera del Mediterraneo, in un video che ha girato alla nostra redazione.

La suggestione delle immagini è ancor più marcata grazie alla scelta della musica esotica.

Con l’utilizzo di un drone ha sorvolato l’isola, immortalandola in  60 secondi di cartoline.

 

Giuseppe Candela racconta la sua storia a Pantelleria rispondendo  alla nostra domanda: “Come è nata l’idea di filmare l’isola con il drone?”

 Sono uno studente di radiologia medica alla Sapienza , ma da sempre appassionato della fotografia , ho cercato in passato di renderlo un vero e proprio lavoro ma con scarsi risultati , da breve mi sono avvicinato alla fotografia aerea innamorandomi fin da subito .
 Volo con i droni da poco meno di un anno sempre per hobby, ho sfruttato lo scenario mozzafiato di Pantelleria per cercare di raccontare e trasmettere il più possibile le forti sensazioni che provo sull’isola che non tutti riescono a recepire .
Credo che tra me e quest’isola ci sia un legame profondo difficile da spiegare , ero già stato qui nel 2009 all’età di 10 anni  , già a quei tempi ero estasiato dallo scenario vulcanico e dalle acque profonde e cristalline , sfruttavo ogni tipologia di scogliera possibile per tuffarmi ( ed i miei genitori non erano molto contenti di questo!).
Purtroppo crescendo tra scuola e vari impegni non sono più riuscito a tornare  ma ricevevo un attrazione continua che mi spingeva a partire anche da solo se non avessi trovato compagnia ! 
E così dopo ben 10 anni in compagnia della mia ragazza sono tornato per la seconda volta ed è stato  un vortice di emozioni .
Non so bene cosa mi leghi così tanto , alla fine pur essendo trapanese avrò passato circa 20 giorni della mia vita  in totale  sull’isola  eppure sono bastati per innamorarmi .
Adesso sono prossimo alla laurea e non le nego che lavorare nell’ospedale dell’isola come tecnico di radiologia mi attrae sempre di più e credo proprio che se c’è ne sarà la possibilità andrà così ! 

Marina Cozzo è nata a Latina il 27 maggio 1967, per ovvietà logistico/sanitarie, da genitori provenienti da Pantelleria, contrada Khamma. Nel 2007 inizia il suo percorso di pubblicista presso la testata giornalistica cartacea L'Apriliano - direttore Adriano Panzironi, redattore Stefano Mengozzi. Nel 2014 le viene proposto di curarsi di Aprilia per Il Corriere della Città – direttore Maria Corrao, testata online e intraprende una collaborazione anche con Essere Donna Magazine – direttore Alga Madia. Il 27 gennaio 2017 l'iscrizione al Consiglio dell'Ordine dei Giornalisti nel Lazio. Ma il sangue isolano audace ed energico caratterizza ogni sua iniziativa la induce nel 2018 ad aprire Il Giornale di Pantelleria.

Ambiente

Pantelleria, riattivata illuminazione al Cimitero di Scauri

Direttore

Pubblicato

il

Dopo i lavori di ripristino della strada di accesso al Cimitero di Scauri, riaperto al pubblico lo scorso 30 ottobre, mancava solo di riattivare la linea di illuminazione sul nuovo accesso.

Per mantenere basso l’inquinamento luminoso, sono state scelte luci basse, funzionali all’uso, ma non invasive.

L’effetto è suggestivo e rende quel luogo di raccoglimento ancor più spirituale e delicato.

Leggi la notizia

Ambiente

Ischia, 160 Vigili del Fuoco al lavoro sull’isola

Matteo Ferrandes

Pubblicato

il

Lavori senza fine per i Vigili del Fuoco da diverse regioni del centro Italia e dalla Puglia

Continuano le operazioni a Ischia per il soccorso alla popolazione e nella ricerca dei dispersi. Sull’isola operano 160 vigili del fuoco con 70 mezzi giunti da Campania, Lazio, Toscana, Abruzzo, Puglia, Molise.

Le squadre del Corpo nazionale sono dislocate nel territorio Casamicciola: esperti in topografia applicata al soccorso, USAR (Usar Search And Rescue), SAF (Speleo Alpino Fluviali), cinofili e operatori SAPR (Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto) sono al lavoro nella parte alta di via Celario per le operazioni di ricerca.

Sommozzatori giunti dalla Toscana operano con un sonar per scandagliare i fondali nello specchio di mare in prossimità del porto.

Leggi la notizia

Ambiente

Gangi (PA), 38 alberi per altrettanti nuovi nati nel 2022. L’iniziativa dell’ordine francescano

Matteo Ferrandes

Pubblicato

il

GANGI, 38 ALBERI PER I NUOVI NATI NEL 2022, INIZIATIVA DELL’ORDINE FRANCESCANO SECOLARE DI SICILIA

Un albero per ogni nato. A Gangi ieri (domenica 27 novembre) l’area antistante la scuola primaria, plesso “Don Bosco”, si è arricchita di 38 nuovi alberi piantati per ogni bambino nato, adottato o affidato nel 2022. L’iniziativa, al suo secondo anno, è dell’Ordine Francescano secolare di Sicilia “Immacolata Concezione” in collaborazione con il Comune di Gangi, istituto comprensivo “Francesco Paolo Polizzano” e all’ente Parco delle Madonie.

Prima della piantumazione si è tenuta la celebrazione della Santa messa al Santuario dello Spirito Santo (foto) a cura di don Paolo Cassaniti, assieme alle famiglie interessate, con i bambini nati nel 2022, erano presenti: Antonella Ferraro per l’Ordine Francescano secolare di Sicilia “Immacolata Concezione”, il sindaco di Gangi Giuseppe Ferrarello, il presidente del Parco delle Madonie, Angelo Merlino, il preside dell’Istituto Comprensivo Francesco Serio, il presidente del consiglio comunale di Gangi Concetta Quattrocchi, presenti i consiglieri comunali Carmelo Giunta, Danila Spallina e Valentina Farinella. Ai genitori dei bambini neonati è stata consegnata una pergamena per ricordare la giornata dedicata alle famiglie e all’eco sostenibilità ambientale.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza