Segui i nostri social

Cronaca

Ultima Ora – Pantelleria, 3 ore di ritardo del volo DAT delle 15,50 per Palermo. Perse coincidenze e soldi – Foto

Direttore

Pubblicato

-

Oggi un notevole ritardo dei trasporti aerei ha interessato il volo della DAT DX 1826 delle ore 15,50, diretto a Palermo e partito 3 ore dopo.

 

Un importante guasto ad uno dei motori del velivolo  ha comportato il lungo lavoro dei meccanici.

E mentre i passeggeri rassegnati e anche spazientiti erano in attesa di avere aggiornamenti, l’Aeroporto Italo D’Amico veniva raggiunto da un terzo aereo DAT da Lampedusa, stando alle testimonianze. E’ con quest’ultimo mezzo della flotta danese che gli stessi, in questo stesso momento, starebbero raggiungendo l’Aeroporto Falcone-Borsellino di Punta Raisi.

Il disagio più grande è sempre, in questi casi, quello subito da chi ha delle coincidenze con voli per altre località, perdendo le quali si è costretti a pernottare a Palermo e riorganizzare la partenza per il giorno dopo.

Il tutto in un periodo in cui, viste le festività religiose e laiche,  i collegamenti aerei da e per Pantelleria, sono pane per il turismo e per la miglior ospitalità dell’isola.

 

Immagini di proprietà esclusiva de Il Giornale di Pantelleria

Marina Cozzo è nata a Latina il 27 maggio 1967, per ovvietà logistico/sanitarie, da genitori provenienti da Pantelleria, contrada Khamma. Nel 2007 inizia il suo percorso di pubblicista presso la testata giornalistica cartacea L'Apriliano - direttore Adriano Panzironi, redattore Stefano Mengozzi. Nel 2014 le viene proposto di curarsi di Aprilia per Il Corriere della Città – direttore Maria Corrao, testata online e intraprende una collaborazione anche con Essere Donna Magazine – direttore Alga Madia. Il 27 gennaio 2017 l'iscrizione al Consiglio dell'Ordine dei Giornalisti nel Lazio. Ma il sangue isolano audace ed energico caratterizza ogni sua iniziativa la induce nel 2018 ad aprire Il Giornale di Pantelleria.

Personaggi

Palermo, Schifani operato al Civico. Ottimo esito, presto dimissioni

Direttore

Pubblicato

il

Gli auguri da Forza Italia

Renato Schifani è stato quest’oggi operato in via laparoscopica, per una colecistectomia. Ottimo l’esito del lavoro chirurgico svolto dall’equipe del Civico di Palermo, che consentirà una veloce ripresa.

Dal mondo politico arrivano gli auguri di un apronta guarigione e ripresa, come quelli giunti da  Gruppo di Forza Italia all’Ars.

 
“Desidero esprimere a nome di tutto il Gruppo parlamentare di Forza Italia i nostri più affettuosi e calorosi auguri di pronta guarigione al Presidente Renato Schifani.

Siamo certi che presto, grazie alla sua straordinaria energia positiva, tornerà in campo per continuare ad affrontare, con tutta la maggioranza e soprattutto con Forza Italia, le grandi ed importanti sfide che ci attendono a partire dai prossimi giorni.”

Lo dichiara Stefano Pellegrino, presidente dei deputati di Forza Italia all’assemblea regionale siciliana, commentando la notizia di un piccolo intervento chirurgico cui è stato sottoposto il Presidente della Regione .

Leggi la notizia

Cultura

Safina: “Approvato DDL sulla promozione dell’artigianato di qualità”

Redazione

Pubblicato

il

L’On Safina: “Approvato il DDL sulla promozione dell’artigianato di qualità, un passo fondamentale per valorizzare le nostre eccellenze”

 

Trapani, 9 luglio 2024 – La commissione Attività Produttive dell’Assemblea Regionale Siciliana ha approvato il DDL 385 sulla promozione dell’artigianato di qualità, a prima firma dell’onorevole Dario Safina del Partito Democratico. Il disegno di legge mira a valorizzare e riconoscere l’importanza dell’artigianato siciliano, un settore che da sempre ha contribuito allo sviluppo del Made in Italy grazie alle eccellenti maestranze locali.

“La Sicilia, madre di popoli, culture e tradizioni, ha dato un contributo significativo al Made in Italy, grazie alla qualità delle nostre lavorazioni, frutto di abilità manuale, intelligenza, passione e cura dei particolari – ha dichiarato l’onorevole Safina -. Questo patrimonio è stato tramandato di generazione in generazione, salvaguardando mestieri in via di estinzione e adattandosi alle necessità delle produzioni senza mai compromettere la qualità”.

Il DDL 385 prevede, tra le altre misure, l’istituzione della Bottega Scuola, un luogo dove i Maestri Artigiani possono insegnare ai loro allievi, valorizzando uno degli aspetti più storici e importanti dell’artigianato siciliano. La qualifica di Maestro Artigiano sarà attribuita ai titolari d’impresa del settore artistico, tipico o tradizionale, trasformando le loro botteghe in luoghi di apprendimento.

“Riconoscere il lavoro dell’artigiano significa valorizzare il ruolo di artefice, creatore e Maestro. La Regione Siciliana adotterà provvedimenti diretti alla tutela e sviluppo dell’artigianato, con un’attenzione particolare all’occupazione giovanile, ai corsi di apprendimento e agli aiuti per le startup gestite da donne o disabili”, ha continuato Safina.

L’attribuzione del titolo di Maestro Artigiano non solo salvaguarderà lavorazioni di antico prestigio, ma offrirà anche opportunità professionali che, pur rispettando la tradizione, sapranno reinterpretare il passato attraverso le tendenze culturali, estetiche, innovative e tecnologiche del presente.

“Ringrazio l’ex parlamentare alcamese Valentina Palmeri che ha collaborato, partendo dal testo presentato nella scorsa legislatura, alla presentazione del nuovo Ddl e il collega Nello Dipasquale che ha architettato il documento con norme di spessore che riguardano più complessivamente l’artigianato. Adesso sarà importante puntare ad una riforma del settore, attesa da parecchi anni”, ha concluso l’onorevole Safina.

 

Questo disegno di legge rappresenta un importante passo avanti per la rivalutazione dell’economia della nostra Regione, che passa anche attraverso il settore dell’artigianato, una chiave di volta per il rilancio produttivo in un periodo di crisi economica. Ora la parola passa ora alla commissione Bilancio e poi all’Assemblea regionale per la definitiva approvazione.
 
 
 

Leggi la notizia

Cronaca

PETROSINO: PIANTAGIONE IN UNA SERRA. ARRESTATO 50ENNE MARSALESE

Redazione

Pubblicato

il

I Carabinieri della Stazione di Petrosino, a conclusione di una attività investigativa, hanno
arrestato un 50enne marsalese – con precedenti di polizia – per il reato di produzione di
sostanze stupefacenti.
I militari dell’Arma, al termine di servizi di osservazione, facevano irruzione in una serra
ove avevano notato l’uomo che vi accedeva. All’esito di perquisizione rinvenivano e
sottoponevano a sequestro 9 piante di canapa indica dell’altezza di circa 2 metri.
L’attività proseguiva presso il suo domicilio dove venivano rinvenute ulteriori 55 piante di
canapa in essiccazione, diversi sacchi contenenti infiorescenze (per un peso di circa 5 Kg)
materiale per l’irrigazione ed il confezionamento nonché denaro contante con banconote di
vario taglio, il tutto sottoposto a sequestro.
A seguito dell’udienza di convalida l’uomo è stato sottoposto alla misura degli arresti
domiciliari.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza