Segui i nostri social

Cronaca

Ultima Ora – Dimissioni di Nello Musumeci. Il 25 settembre si voterà in Sicilia per la Regione – V I D E O

Direttore

Pubblicato

il

Il Governatore della Regione Siciliana si è dimesso.

Nello Musumeci spiega nel video i motivi, che definisce di ordine tecnico e non politico.

Nel video di seguito Il Presidente dimissionario spiega 4 motivi basilari che lo hanno indotto ad anticipare di 40 giorni la conclusione della sua legislatura:

  1. avvio anno scolastico
  2. contagi in aumento in certi frangenti come alle urne con l’arrivo dell’autunno
  3. 3 mesi di campagna elettorale: assurdo uno sforzo sul piano organizzativo che non serve
  4. i costi che deve affrontare la regione per garantire il diritto al voto

Ma ecco il video di Musumeci

 

 

 

Disclaimer

Questo contenuto è proprietà intellettuale della Nous Editore srls, senza tacito consenso ne è vietata ogni riproduzione, totale e parziale di testi e immagini, anche in forma di link

Marina Cozzo è nata a Latina il 27 maggio 1967, per ovvietà logistico/sanitarie, da genitori provenienti da Pantelleria, contrada Khamma. Nel 2007 inizia il suo percorso di pubblicista presso la testata giornalistica cartacea L'Apriliano - direttore Adriano Panzironi, redattore Stefano Mengozzi. Nel 2014 le viene proposto di curarsi di Aprilia per Il Corriere della Città – direttore Maria Corrao, testata online e intraprende una collaborazione anche con Essere Donna Magazine – direttore Alga Madia. Il 27 gennaio 2017 l'iscrizione al Consiglio dell'Ordine dei Giornalisti nel Lazio. Ma il sangue isolano audace ed energico caratterizza ogni sua iniziativa la induce nel 2018 ad aprire Il Giornale di Pantelleria.

Elezioni

Elezioni. Minorenni al voto in 179 comuni della Sicilia

Redazione

Pubblicato

il

DEMOCRAZIA PARTECIPATA DALLA PARTE DEI GIOVANI MINORENNI AL VOTO IN 170 COMUNI: COSÌ NELLA SICILIA OCCIDENTALE Contraddizioni a Sciara e Campofelice di Roccella A San Biagio Platani si modifica il regolamento per consentire la partecipazione dei sedicenni

Sono 170 i Comuni siciliani che leggendo il principio di partecipazione come elemento di innovazione sociale e culturale hanno scelto di aprire anche ai minorenni i processi di democrazia partecipata, quel meccanismo secondo il quale deve essere speso con il coinvolgimento della cittadinanza il 2% dei fondi ricevuti dalla Regione. Lo racconta Spendiamolinsieme.it, il progetto della no profit Parliament Watch Italia. In queste 170 città – che sono il 47% del totale – per i sedicenni, i diciassettenni e – talvolta – perfino i quindicenni l’esperienza più unica che rara è quella di poter votare per una volta a pari merito con gli adulti e in grande anticipo rispetto alle elezioni “normali”. Una vera e propria lezione di civismo. Nella Sicilia occidentale si tratta di 23 Comuni dell’Agrigentino, 35 del Palermitano, 12 del Trapanese (gli altri Comuni “dalla parte dei giovani” sono 17 del Nisseno, 26 dell’area etnea, 8 dell’Ennese, 27 dell’area di Messina, 6 del Ragusano, 16 del Siracusano). Spigolando tra gli anni e tra le città, si scopre inoltre che la questione “partecipazione dei minori” suscita dibattito e interesse. Per esempio, di Favara (Libero Consorzio di Agrigento) non si hanno notizie dal 2016. Ma quell’anno l’attenzione per i più giovani è stata intensa. Nell’assemblea cittadina chiamata a scegliere tra i progetti presentati, infatti, vengono invitati in particolare gli studenti delle scuole medie inferiori della cittadina perché possano presentare una propria proposta, la quale entra di diritto nella procedura. E a Castelbuono (Area Metropolitana di Palermo) nel 2021 nel documento che conclude il processo di democrazia partecipata si legge tra l’altro che «per costruire una comunità sostenibile è importante condividere con le giovani generazioni una visione del futuro, al fine di diffondere i temi della sostenibilità attraverso la costruzione di un immaginario comune da costruire insieme». Il risultato è che i fondi vengono impegnati per la proposta della Consulta Giovanile della cittadina intitolata “Pensare globale, agire locale, pratiche di democrazia e budget partecipativo” (acquisto di materiale promo pubblicitario e giochi educativi destinati ai piccoli per poter avviare il progetto di sensibilizzazione incentrato sul rispetto dell’ambiente che coinvolga i giovani e l’intera comunità).

Ma non è tutto. Ci sono infatti anche i Comuni che contraddicono sé stessi. Nell’ovest dell’Isola ecco Sciara e Campofelice di Roccella (Area metropolitana di Palermo). Entrambe hanno un regolamento che consente la partecipazione ai giovani (dai 16 anni in su) ma negli avvisi pubblicati di anno in anno invece la partecipazione è riservata ai maggiorenni. «Nulla quaestio, è una scelta – sostiene il gruppo di lavoro di “Spendiamoli Insieme” – ma la scelta dovrebbe essere presa con coerenza. Regolamento e avviso non dovrebbero essere in contraddizione. Anche perché, se venisse in mente a qualcuno di contestare la procedura, come ci si potrebbe regolare?». Infine, una notizia recentissima: a San Biagio Platani (Libero Consorzio di Agrigento) il 2022 ha portato l’adozione di un nuovo regolamento per la democrazia partecipata che ha sostituito quello del 2018. E tra le differenze più significative c’è quella che riguarda il “diritto di partecipazione” che nella prima versione era in capo ai maggiorenni e da quest’anno è invece prerogativa di “tutti i cittadini residenti nel territorio comunale che abbiano compiuto il sedicesimo anno di età”. Pregando di citare www.spendiamolinsieme.it per maggiori dettagli sullo scenario

Leggi la notizia

Cronaca

Marsala, controlli di Ferragosto: denunce dei carabinieri

Redazione

Pubblicato

il

MARSALA: CONTROLLI DI FERRAGOSTO. TRE DENUNCIATI E TRE

SEGNALATI DAI CARABINIERI

I Carabinieri della Compagnia di Marsala, durante i controlli straordinari di Ferragosto eseguiti nei giorni 15 e 16 appena trascorsi, hanno denunciato 3 soggetti e segnalato altrettante persone alla Prefettura di Trapani quali assuntori non terapeutici di sostanze stupefacenti. Già dalla notte di ferragosto i militari dell’Arma di Marsala con il supporto dei colleghi del 12° Reggimento Carabinieri Sicilia hanno messo in atto una serie di servizi di controllo del territorio finalizzati al contrasto di turbative all’ordine ed alla sicurezza pubblica su tutto il territorio lillibetano terminati nella giornata di ieri. All’esito di predetti servizi sono stati denunciati tre soggetti tra cui un marsalese classe 70 sorpreso alla guida in possesso di tre dosi di sostanza stupefacente tipo hashish, la successiva perquisizione domiciliare permetteva di rinvenire ulteriori 12 grammi della medesima sostanza suddivisa in dosi. Una donna classe 77 nata a Ferrara ma residente da tempo a Marsala è stata invece deferita all’A.G. in quanto, sottoposta a controllo dai militari operanti, avrebbe celato all’interno dello zainetto una balestra di genere vietato da 80 libbre con dardo in alluminio. Un 40enne marsalese invece, sottoposto tempo addietro al divieto di accesso alle aree urbane (DACUR), è stato sorpreso in pieno centro mentre avrebbe esercitato l’attività di parcheggiatore abusivo. Ai tre soggetti segnalati alla locale Prefettura sono stati sequestrati invece circa 1 grammo di cocaina e 4 grammi di marijuana.

Leggi la notizia

Cronaca

Pantelleria, sospeso servizio collegamento con Mazara: Pietro Novelli dirottata altrove

Redazione

Pubblicato

il

Sospeso il servizio di collegamento marittimo Mazara – Pantelleria.

La Pietro Novelli dirottata vedo una altra tratta ove guastata un’altra nave

 

L’annuncio della compagnia Caronte & Tourist

La società Caronte & Tourist spa, attraverso un messaggio inviato al Sindaco di Mazara del Vallo, ha comunicato che a causa di un guasto alla nave Sansovino in servizio alle Pelagie ha dirottato in quella tratta nave Pietro Novelli che era invece dedicata al collegamento marittimo sperimentale Mazara-Pantelleria sospendendo temporaneamente il collegamento Mazara-Pantelleria e viceversa che era stato attivato il martedì e giovedì.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza

© 2021 Il Giornale di Pantelleria - Un prodotto Noùs Editore Srls | Progettazione sito: Ferrigno Web Agency