Segui i nostri social

Turismo

Turismo, prorogato al 31 ottobre il termine per chiedere il Cir delle attività ricettive / affitti brevi

Matteo Ferrandes

Pubblicato

-

È stato posticipato al 31 ottobre 2022 il termine per chiedere il Cir, Codice identificativo regionale, delle attività ricettive e delle locazioni brevi a fini turistici. La scadenza, originariamente fissata al 30 settembre, è stata prorogata in risposta alle richieste di una tempistica meno stringente e per semplificare la procedura a carico degli utenti, alleggerendo i Comuni da ulteriori passaggi amministrativi. Lo ha disposto il dipartimento regionale del Turismo, attraverso una circolare firmata dal dirigente generale e inviata alle Città metropolitane, ai Liberi consorzi comunali e ai Comuni siciliani.
 
Il procedimento di iscrizione e richiesta del Cir sulla piattaforma on line Turist@t (https://osservatorioturistico.regione.sicilia.it) verrà reso più agile per le “locazioni brevi a fini turistici”: l’attuale modulo “Comunicazione di offerta di ospitalità” sarà sostituito da un’autocertificazione contenente i dati identificativi del richiedente e dell’immobile in affitto, che dovranno essere comunicati via Pec al dipartimento mediante l’apposito modulo, disponibile in una sezione dedicata del portale a partire dal 3 ottobre.
 
Resta fermo l’obbligo di comunicazione dell’offerta di ospitalità ai Comuni territorialmente competenti, secondo la modulistica appronta da ciascun Ente locale.

Ambiente

Bruxelles, il Parco di Pantelleria al Parlamento Europeo per la Carta del Turismo Sostenibile (CETS)

Marilu Giacalone

Pubblicato

il

Il Parco Isola di Pantelleria al Parlamento Europeo per l’ottenimento della CETS – Carta Europea per il Turismo Sostenibile

Oggi la cerimonia a Bruxelles alla presenza dei rappresentanti delle Aree protette europee

 

 

BRUXELLES. Con una cerimonia ufficiale che ha avuto sede al Parlamento Europeo è stata consegnata oggi al Parco Nazionale Isola di Pantelleria, la Carta Europea per il Turismo Sostenibile, a ritirare la certificazione la direttrice Sonia Anelli.

Si tratta di un importante documento che rappresenta un metodo di governance partecipata per promuovere il turismo sostenibile e strutturare le attività delle aree protette in ambito turistico e per favorire, attraverso una maggiore integrazione e collaborazione con tutti i soggetti interessati, compresi gli operatori turistici locali, l’elaborazione di un’offerta di turismo compatibile con le esigenze di tutela della biodiversità nelle Aree protette.

Oggi la cerimonia di premiazione, alla presenza di parlamentari europei e dei rappresentanti di numerose Aree Protette Europee.

La CETS è stata assegnata al Parco di Pantelleria da Europarc Federation nel dicembre 2021, dopo un percorso di progettazione che ha visto l’elaborazione di una strategia quinquennale in collaborazione con tutti gli operatori dell’isola coinvolti, sotto la regia dell’Ente Parco.

Oggi, la cerimonia di assegnazione, che avviene a distanza di mesi, dopo lo stop per la pandemia. Sono state 48 in totale le aree protette europee che hanno ottenuto questo importante riconoscimento tra il 2000 e il 2022.

Un grande evento dedicato alla sostenibilità, celebrato in una delle più alte sedi istituzionali al mondo, per certificare la validità delle strategie in corso e premiare l’impegno delle Aree Protette per la promozione di un turismo consapevole, in grado di offrire esperienze significative di qualità, salvaguardare i valori naturali e culturali del territorio e sostenere l’economia e la qualità della vita locale.

“Si tratta di un primo, importante, riconoscimento che va all’Ente Parco Isola di Pantelleria per aver approntato azioni e progetti mirati alla salvaguardia del territorio e alla sostenibilità ambientale in ambito turistico – afferma la direttrice Sonia Anelli – ma ancora tanto c’è da fare, siamo già al lavoro per ottenere il secondo step (la Fase 2 della Carta, ndr), che renderà maggiormente protagonisti tutti gli operatori e l’intera comunità locale”.

Il Turismo Sostenibile nelle aree protette europee fornisce un’esperienza significativa di qualità, salvaguarda i valori naturali e culturali, sostiene l’economia e la qualità della vita locale ed è economicamente realizzabile. Attraverso l’assegnazione della Carta Europea per il Turismo Sostenibile nelle Aree Protette, EUROPARC intende mantenere i valori culturali e naturali, stimolare un turismo sostenibile di qualità, promuovere partnership per sostenere le economie locali, aumentare la consapevolezza della necessità di sostenibilità, e incoraggiare la cooperazione internazionale.

Leggi la notizia

Turismo

Trapani, GAL ELIMOS: Presentazione del Masterplan su turismo esperienziale e sostenibile al Polo universitario cittadino

Matteo Ferrandes

Pubblicato

il

Il Masterplan verrà presentato al Polo universitario di Trapani – Aula magna – il 2 dicembre 2022 alle ore 9:30
 

Il Masterplan sul turismo esperienziale e sostenibile del GAL Elimos è uno strumento di pianificazione strategica che parte da un’analisi della situazione attuale e individua i punti critici di forza e di debolezza, opportunità e rischi del settore nella nostra area geografica.

Tale lavoro di studio, ricerca e analisi, effettuato da una equipe multidisciplinare di esperti, costituisce un orientamento utilissimo per coloro (Comuni; Enti pubblici e del terzo settore; Enti pubblico/privati; Associazioni civiche, culturali e di rappresentanza di interessi; Operatori economici del settore del turismo e della produzione agro-alimentare, artigianale tipica e di qualità) che si trovano nella situazione di dover decidere e valutare a beneficio del territorio interventi e investimenti pubblici e privati.

.

Interverranno per i saluti istituzionali:

Giorgio Scichilone, Presidente del Polo Universitario di Trapani

Luca Sammartino, Assessore dell’Agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca- Regione Siciliana

Dario Cartabellotta, Dirigente generale del Dipartimento Agricoltura – Regione Siciliana

Giuseppe Dimino, Dirigente Servizio 3 Multifunzionalità e diversificazione in agricoltura – LEADER – Regione Siciliana

Giuseppe Affrunti, Dirigente dell’Unità Operativa S3.02 – LEADER – Regione Siciliana.

Per esporre i contenuti del Masterplan riguardanti il percorso e la strategia del Piano di sviluppo enogastronomico e naturalistico (termale e del benessere):

Il gruppo di lavoro del RTI Strategic Team of Planning – Consorzio Solidalia.

Per quanto attiene al turismo culturale e sociale intervengono:

Ivan Vitali, Consulente esperto in economia sociale e welfare di prossimità

Clara Bonanno, Consulente esperto in politiche del turismo sociale e di accessibilità

Mario Pantaleo, Consulente esperto in urbanistica e pianificazione territoriale

Alberto Brugnoni, Consulente esperto in storia ed eredità culturale degli Arabi in Sicilia

Angela Tanania, Consulente esperto in valorizzazione turistica e fruibilità dei beni culturali

Ferdinando Trapani, Consulente esperto in urbanistica e pianificazione territoriale

Cleo Li Calzi, Consulente esperto in politiche del turismo culturale

Gioacchino Fazio, Consulente esperto in pianificazione strategica dello sviluppo socio–economico locale

Calogero Moscato, Consulente esperto in progettazione e gestione di eventi culturali

 

Inoltre, verranno presentate alcune iniziative programmate per l’alta formazione in tema di turismo, sviluppo sostenibile e welfare di prossimità, a cura di:

Gioacchino Fazio (UNIPA): Corso di alta formazione per Manager degli eventi della cultura e dello spettacolo

Luigino Bruni (LUMSA): Master Universitario in Economia sociale e welfare di prossimità 

Gianfranco Marrone (UNIPA): Master Universitario in Comunicazione per l’enogastronomia

Filippo Sgroi (UNIPA): Corso di laurea triennale in Scienze alimentari e gastronomiche.

Si darà l’opportunità agli stakeholders di intervenire per un breve dibattito sui temi trattati

Leggi la notizia

Turismo

Governo Schifani, l’assessore Scarpinato: «Promuovere l’identità turistica della Sicilia»

Matteo Ferrandes

Pubblicato

il

«Per me è un grande onore rappresentare oggi la Sicilia con le deleghe su turismo, sport e spettacolo e ringrazio i vertici nazionali e regionali del mio partito e il governatore Renato Schifani per la fiducia. Lavoreremo in continuità con quanto fatto dal mio predecessore, Manlio Messina, a cui va il mio plauso per il lavoro svolto, e abbiamo le idee chiare per il futuro. Vogliamo promuovere l’identità turistica della Sicilia, offrire pari opportunità ai diversamente abili nello sport e rilanciare il territorio attraverso un’ampia offerta di spettacoli di qualità. Metteremo tutto il nostro impegno per garantire il bene comune dei siciliani». Lo dice Francesco Paolo Scarpinato, assessore regionale al Turismo, sport e spettacolo.

In copertina, immagine da facebook

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza