Segui i nostri social

Cronaca

Trapani, refurtiva ritrovata dai Carabinieri e riconsegnata alla proprietaria

Marilu Giacalone

Pubblicato

-

I Carabinieri della Compagnia di Trapani, su segnalazione di un cittadino, hanno rinvenuto della refurtiva, all’interno di un sacchetto di probabile provenienza furtiva. I militari dell’Arma sono stati chiamati ad intervenire nei pressi della via Santa Barbara ad Erice Casa Santa dove un cittadino ha notato un sacchetto posto vicino ad una siepe. Dai primi accertamenti è stato appurato che si trattasse di monili in oro e non. Dalla ricerca eseguita sulla banca dati delle denunce è stata identificata la legittima proprietaria che ne aveva denunciato il furto pochi giorni prima. Dopo averla contattata, i Carabinieri hanno riconsegnato i monili alla donna che ha ringraziato di cuore i militari, non tanto per il valore economico della refurtiva restituita, ma soprattutto per quello affettivo.

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ambiente

L’attività di formazione professionale al Comando VV.F. di Trapani non ha sosta

Redazione

Pubblicato

il

Concluso ieri 11 luglio tirocinio tecnico-operativo dei sei Ispettori Antincendi del XV CORSO

Il Comandante Antonino Galfo unitamente ai Funzionari tecnici e al personale operativo di servizio, stamattina ha voluto porgere il suo saluto ai giovani Ispettori Antincendi trapanesi che hanno seguito con grande entusiasmo il periodo di affiancamento ai colleghi anziani del Comando, acquisendo una serie di consigli e competenze nei settori del Soccorso Tecnico, nella Prevenzione e nella Vigilanza Antincendio e negli altri numerosi e variegati compiti in cui si cimentano quotidianamente i Vigili del fuoco.
Il Comandante ha augurato ai giovani colleghi ispettori di continuare la loro carriera con lo stesso entusiasmo e con la voglia di fare sempre al meglio il fantastico mestiere del Vigile del Fuoco, raggiungendo tanti successi professionali.

Il 18 luglio nella meravigliosa cornice delle Scuole Centrali Antincendi di Capannelle e alla presenza delle alte cariche del Ministero dell’interno si svolgerà la cerimonia del Giuramento.
Poi via con l’assegnazione l’assegnazione nei vari Comandi dei vigili del fuoco d’Italia.

Leggi la notizia

Economia

125 anni di Fiat, Spera (Ugl Metalmeccanici):”Evento che ha racchiuso storia, tappe e modelli fondamentali”

Redazione

Pubblicato

il

“Olivier Francois, CEO di FIAT, ha ospitato “Smiling to the future”, l’evento organizzato per celebrare il 125° anniversario di FIAT presso lo storico edificio del Lingotto e hanno tenuto i discorsi di apertura John Elkann, Presidente di Stellantis, e Carlos Tavares, CEO di Stellantis”

Lo riferisce il Segretario Nazionale dell’Ugl Metalmeccanici, Antonio Spera che su gradito invito ha preso parte alla Kermesse.

“Introducendo i lavori il Ministro delle Imprese e del Made in Italy Adolfo Urso ha ricordato quanto l’azienda Fiat sia stata presente nella vita dell’Italia e degli italiani. L’A.D. Fiat ha fornito nuove anticipazioni sui progetti futuri:  inaugurando la nuova ‘Casa FIAT’ alla Pinacoteca Agnelli è avvenuta la presentazione ufficiale di Fiat Grande Panda. E’ stata data  – prosegue Spera – qualche anticipazione sui futuri modelli che la principale casa automobilistica italiana lancerà nei prossimi anni: dovrebbe arrivare sul mercato anche la nuova 500 ibrida che sarà prodotta presso lo stabilimento Stellantis di Mirafiori per aumentare la produzione nella fabbrica e cosa importante, il suo debutto potrebbe essere addirittura anticipato al 2025. La strategia ‘Dare Forward 2030’ di Stellantis prevede un investimento di oltre 50 miliardi di euro nell’elettrificazione che riguarderà i prossimi dieci anni. Saremo sempre vicini a sostenere l’impresa che ha fondato l’industria italiana e tutti – aggiunge Spera – abbiamo responsabilità sociale del rilancio dell’auto italiana dove ora è il momento delle scelte e delle responsabilità. La cerimonia odierna è stata un evento importante per il nostro marchio Made in Italy – conclude Spera –: possiamo congratularci con i vertici Stellantis, oggi hanno fornito importanti anticipazioni sul futuro del brand, auspicando che tutti gli stabilimenti automobilistici italiani continueranno ad avere un ruolo di primo piano. Fiat in Italia significa anche un indotto di migliaia di posti di lavoro fatto di piccole imprese, una realtà che va oggi assolutamente salvato perché ne và a colpire tutto il sistema economico italiano”.

 

Leggi la notizia

Ambiente

San Vito, spiaggia libera restituita alla collettività

Redazione

Pubblicato

il

La spiaggia di San Vito Lo Capo liberata dalle attrezzature abbandonate e non

presidiate, tra cui asciugamani, ombrelloni, porta ombrelloni, gonfiabili di varia natura

ed altra oggettistica varia

Questo è il risultato dell’operazione di controllo congiunta svolta questa mattina dal
personale della Guardia Costiera, Carabinieri e Polizia Municipale di San Vito Lo
Capo, che hanno pattugliato l’intero litorale della rinomata località turistica per
prevenire e sanzionare comportamenti illeciti perpetrati sulla spiaggia, rivolti
all’abusiva occupazione di spazi liberi in assenza dei rispettivi turisti ed avventori.

Tutte le predette attrezzature abbandonate e lasciate incustodite sulla spiaggia sono
state immediatamente rimosse per liberare il tratto di costa e renderlo nuovamente
fruibile a tutti i bagnanti, che non sono stati più costretti a trovare postazioni lontane
dalla riva del mare o decentrate rispetto all’intero litorale.

La predetta attività ha consentito alla collettività di occupare liberamente i posti più
graditi sulla sabbia, senza essere costretti a spostarsi e camminare per kilometri al
fine di trovare un luogo libero dove fermarsi.
Al contempo, i controlli svolti hanno permesso di far rispettare il divieto per i
noleggiatori di attrezzature balneari, del pre-posizionamento sull’arenile di ombrelloni,
sdraio e lettini ad inizio giornata ed in assenza dei singoli avventori e turisti che li
noleggiano.

Oltre ad ostacolare il libero accesso dei cittadini a spazi pubblici, l’occupazione
irregolare con ombrelloni, lettini e qualsivoglia altra attrezzatura da spiaggia genera un
indebito profitto per gli occupanti, un mancato introito per l’Ente proprietario del
demanio marittimo ed una distorsione della concorrenza verso tutti quei gestori
rispettosi delle norme e che versano correttamente i relativi canoni demaniali.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza