Segui i nostri social

Lavoro

Trapani, Pianificazione Spazio Marittimo: fino al 30 ottobre in consultazione pubblica i Pia di gestione

Marilu Giacalone

Pubblicato

-

Il comune di Trapani con l’Assessore all’Urbanistica Giuseppe Pellegrino ha partecipato all’avvio della consultazione pubblica iniziata il 15 settebre 2022 e che proseguirà fino al 30 ottobre,  dove possono essere presentati contributi per definire la Pianificazione dello Spazio Marittimo ovvero il Piano regolatore del mare dove saranno evidenziate le aree dove si possono effettuare le diverse attività sempre nel rispetto della sostenibilità.

Fino al 30 ottobre, i cittadini e i soggetti pubblici e privati interessati potranno formulare osservazioni sui Piani di gestione dello Spazio Marittimo nell’ottica della più ampia partecipazione alla definizione degli strumenti di pianificazione delle nostre coste, dell’ambiente marino e dei relativi usi.

La pianificazione ha l’obiettivo di realizzare un’organizzazione più razionale dello Spazio Marittimo allo scopo di armonizzare la domanda di sviluppo socioeconomico con l’esigenza, prioritaria e indifferibile, di proteggere gli ecosistemi marini. L’avvio della consultazione pubblica rappresenta un passaggio sostanziale nel processo di redazione dei Piani di gestione dello Spazio Marittimo, che coinvolge ben sei Dicasteri e 15 Regioni, in vista della loro definitiva adozione, in applicazione della Direttiva 2014/89/UE.

La consultazione avverrà tramite il sito web del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (Mims) con l’uso di un questionario e la possibilità di accedere ai documenti pubblicati sul “SID Il Portale del Mare”, nella sezione ad accesso libero dedicata alla pianificazione dello Spazio Marittimo (https://www.sid.mit.gov.it/).

 

Per altre info segui il link al sito del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili :
Pianificazione Spazio Marittimo: fino al 30 ottobre in consultazioni

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lavoro

Pantelleria, corso di Agenti di Polizia Municipale: le domande entro il 31 gennaio 2023

Direttore

Pubblicato

il

E’ pubblicato avviso per corso base di formazione di Agenti di Polizia Municipale di primo livello.
Per presentare la domanda c’è tempo fino al 31 gennaio 2023.

Di seguito il bando integrale scaricabile:

allegato – m0123 bando completo

Leggi la notizia

Lavoro

DELEGAZIONE DELLA CGIL PROVINCIALE IN VISITA A PANTELLERIA. INCONTRO CON L’ASSESSORE MARRUCCI  

Marilu Giacalone

Pubblicato

il

È venuta in visita oggi a Pantelleria una nutrita delegazione della CGIL della Provincia di Trapani. In Comune i sindacalisti hanno avuto un lungo e proficuo incontro con l’Assessore alle Politiche Sociali e alle Pari Opportunità, Francesca Marrucci.

Presenti la Segretaria Generale, Liria Canzoneri, il Segretario Cgil Anselmo GandolfoBenedetto Petrusa della Segreteria FILCTEM CGIL (la categoria che comprende i lavoratori della Chimica, del Tessile, dell’Energia, delle Manifatture), Luciano Parrinello, Responsabile della locale CGIL Pantelleria, Bartolo Spina, Delegato della Funzione Pubblica settore Vigili del Fuoco, Francesco Tranchida, Segretario della FILT CGIL (la categoria dei lavoratori dei trasporti) e Francesco Ferrandes della RSA della GAP di Pantelleria.

Con l’Assessore Marrucci, che ha lavorato per 10 anni in Cgil e Fillea Lazio come Addetto Stampa, si sono toccati argomenti importanti per l’isola.

Il lavoro è stato l’argomento cardine, con un occhio di riguardo per l’occupazione femminile, le situazioni di emarginazione sociale, in particolare riguardanti i minori, il Reddito di Cittadinanza, ecc.

La presenza del Sindacato sull’isola mira a rinforzare la tutela dei lavoratori e dei cittadini, anche nell’ottica di un’interlocuzione attenta e puntuale con l’Amministrazione Comunale sulle maggiori problematiche riscontrate sull’isola.

Lo scopo è sempre quello di puntare ad una coesione sociale che garantisca maggiori tutele, solidarietà, senso di comunità e supporto, per far sì che nessuno venga lasciato indietro.

Una collaborazione, quella tra Amministrazione Comunale e CGIL Trapani, che è già iniziata tre anni fa, in occasione del primo progetto DONNA: UNA STRADA IN SALITA, che puntava proprio sulla tematica del lavoro femminile e delle pari opportunità e che ha visto sempre presente la CGIL nei vari eventi organizzati.

Collaborazione che si rinnova su un ampio spettro oggi, per aumentare le tutele e i diritti di tutti.

Leggi la notizia

Lavoro

Il Lavoro è dignità. La mancata Stabilizzazione dei Forestali mette in discussione il concetto

Marilu Giacalone

Pubblicato

il

Mentre è stato eletto il nuovo Presidente Gaetano Galvagno all’ARS e ci si appresta quanto prima
(speriamo) a mettere ordine se così si vuol dire, alle poltrone siciliane , vi è un settore o meglio vi sono
tante famiglie che attendono lumi da questa situazione sempre più ingarbugliata di politica siciliana. Le
famiglie citate sono quelle dei lavoratori forestali che forse dalla prossima settimana attendono di, vedersi
accreditato lo stipendio di Settembre per non dire Ottobre e mettersi in fila per nuove situazioni in vista del
prossimo anno.
Tutti in attesa di capire come debbano muoversi i nuovi deputati che si destreggiano come delle pedine in
una scacchiera sempre più a vantaggio di chi dirige dai piani alti della capitale. Lavoratori che in stragrande
maggioranza ha preferito disertare la cabina elettorale nell’ultima elezione regionale, dopo tante promesse
non mantenute e condivise da sindacati che cercano di racimolare tutto ciò che loro hanno perso. Si è persa
la dignità del lavoro continuo e duraturo, lavoro promesso con relativa stabilizzazione per un settore mai
decollato e nonostante tutti lo rivendicano nessuno l’ha mai difeso per arrivare al culmine di una dignità
dovuta dopo 30-40 anni di settore.
Oggi, ci si imbatte in nuovi accordi legali, con nuove strette di mano dopo essersi “infilzati,sparlati e
sbandierati in diretta o dietro le quinte”, in nuove unioni e nel “volemosi bene”e promesse sindacali con
relative carte bollate in attesa sempre di un domani migliore, andando ad incrementare ancora di più il
malloppo cartaceo di processi e sentenze che alla fine svaniscono nel nulla di fatto, proprio perchè “a
quartara ‘cu muru” non è mai andata d’accordo. Prigionieri di un sistema consolidato e ben gestito di chi
lucra alla spalle dei lavoratori e, per quei pochi che hanno ancora gli occhi chiusi davanti all’evidenza o di
chi passa da un sindacato all’altro proprio per cercare di evidenziarsi e mettersi in mostra. Il sindacare non
è più sindacato ma, un prendere atto che il lavoratore deve sottostare alle regole comuni di chi ha diretto la
baracca da sempre e continuerà a farlo ancora per molto…..
Antonio David

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza