Segui i nostri social

Cronaca

Trapani, guida senza patente reiterata. Denunciato dai Carabinieri 27enne fuggitivo

Matteo Ferrandes

Pubblicato

-

TRAPANI: GUIDA SENZA PATENTE. DENUNCIATO DAI CARABINIERI

PREGIUDICATO TRAPANESE

I Carabinieri della Stazione di Trapani hanno denunciato un noto pregiudicato trapanese di
27 anni per la reiterazione nella guida senza patente.
Durante un normale servizio di perlustrazione i Carabinieri hanno notato il soggetto, in atto
sottoposto alla misura alternativa della detenzione domiciliare, a bordo di un ciclomotore
con un passeggero nei pressi de Lungomare Dante Alighieri. Conoscendo molto bene
l’uomo, i Carabinieri, decidevano di verificare se fosse in possesso di regolare permesso e
intimavano l’ALT al 27enne che alla loro vista si dava a precipitosa fuga per le vie della
città.
Gli immediati accertamenti permettevano di acclarare le responsabilità del soggetto che,
pur essendo in possesso di permesso dai domiciliari, risultava sprovvisto di patente di
guida venendo perciò denunciato.

Economia

Democrazia partecipata: bonus di 1,3 milioni per 207 Comuni siciliani

Redazione

Pubblicato

il

Le premialità sono destinate a chi ha speso tutti i fondi disponibili nel 2019 e derivano dalle sanzioni comminate agli enti locali inadempienti

1 milione e 300 mila euro extra (precisamente € 1.287.090,45) per i Comuni “virtuosi” che hanno speso fino all’ultimo euro dei fondi regionali 2019 per la democrazia partecipata. È quanto stabilisce il decreto dell’Assessorato delle Autonomie locali e della Funzione pubblica della Regione Siciliana, pubblicato lo scorso 29 dicembre.

Il documento contiene la ripartizione di queste premialità, che vanno a rimpinguare le casse di 207 Comuni: 24 nell’Agrigentino, 11 nel Nisseno, 26 nel Catanese, 10 nell’Ennese, 79 nel Messinese, 35 nel Palermitano, 3 nel Ragusano, 10 nel Siracusano e 9 nel Trapanese. Le somme oscillano dai 2.245,85 per Frazzanò, 615 anime nel Messinese, ai 29.593,70 euro del capoluogo Siracusa, seguito da Ragusa (22.231,25 euro), Lipari (19.937,82 euro), Acireale (17.455,22 euro), Piraino (16.072,64 euro), Caltabellotta (15.513,43 euro) e Siculiana (€13.125,02). “Va subito detto – sottolinea Parliament Watch Italia, l’associazione che ha lanciato il progetto “Spendiamoli Insieme”, sul monitoraggio civico dei fondi per la democrazia partecipata in Sicilia – che queste cifre non hanno alcun vincolo di destinazione. Le amministrazioni comunali potranno impiegarle come ritengono più opportuno. Dal nostro punto di vista sarebbe utile, oltre che giusto, che servano per migliorare e ampliare i processi di democrazia partecipata previsti dalla legge.

In ogni caso, a prescindere dalla cifra e dalla destinazione, i fondi extra costituiscono comunque un ulteriore incentivo per i Comuni a spendere, ci auguriamo bene e davvero insieme ai cittadini, le risorse della democrazia partecipata. Nelle prossime settimane proveremo a verificare se i 207 Comuni individuati dalla Regione per le premialità siano o meno davvero virtuosi”. Le premialità derivano dalle sanzioni ai Comuni inadempienti a valere sui fondi 2019. Secondo la legge regionale siciliana 5/2014 (art. 6, comma 1), ogni anno i Comuni Siciliani sono tenuti a spendere il 2% dei fondi che ricevono dalla Regione (meno le cosiddette “quote complementari” destinate alla stabilizzazione dei lavoratori precari) con forme di democrazia partecipata, quindi coinvolgendo i cittadini nella scelta dei progetti da realizzare con queste risorse. Dal 2015 (L.R. n.9/2015 art.6 comma 2) è stata introdotta una sanzione per i Comuni inadempienti, che devono restituire la somma non spesa alla Regione. Dal 2020 (L.R. n. 9/2020) è prevista la ripartizione delle somme restituite tra i Comuni virtuosi.

Il computo dei bonus arriva a fine 2022, dopo l’aggiornamento del conteggio delle sanzioni 2019, pubblicato nell’ottobre scorso, al termine di un procedimento burocratico lungo e complesso. Secondo Giovanni Mazzone, avvocato cassazionista, autore del volume “La Democrazia partecipata: da Porto Alegre a Solarino – Analisi delle vigenti normative primarie e secondarie e in particolare di quella della Regione Siciliana” (Edizioni Gepas), le ragioni dei ritardi nel calcolo di sanzioni e premialità legate all’uso dei fondi della democrazia partecipata in Sicilia sarebbero dovute al “carattere ordinatorio e non perentorio” dei termini di autocertificazione indicati nelle circolari rivolte agli enti locali, secondo una tollerante interpretazione dello stesso Assessorato regionale alle Autonomie Locali e alla Funzione Pubblica. «I Comuni interessati al conseguimento della premialità – sottolinea l’avvocato Mazzone nel libro – saranno in futuro costretti a investire in democrazia partecipata importi superiori al prescritto 2%, così da assicurarsi di aver speso “almeno il 2 per cento delle somme loro trasferite”; il mancato raggiungimento dell’obiettivo per pochi euro, infatti, oltre alla penale, poco rilevante essendo pari ai pochi euro non spesi, comporterà anche la mancata partecipazione al riparto della premialità che, stante le penalizzazioni sinora inflitte, potrebbe essere interessante».

Da www.spendiamolinsieme.it, per i dettagli e l’elenco completo dei fondi per ciascuno dei 207 Comuni, si può fare riferimento alla pubblicazione online: https://www.spendiamolinsieme.it/2023/01/27/bonus-democrazia- partecipata-13-milioni-di-euro-extra-per-207-comuni-siciliani-virtuosi/ Per informazioni e chiarimenti: Giuseppe D’Avella, tel. 348 958 4581

Leggi la notizia

Ambiente

Pantelleria, calendario gennaio 2023 di distribuzione acqua a Rekhale

Direttore

Pubblicato

il

Divulgato il calendario di di stribuzione del servizio idrico per gennaio 2023, relativo a Rekhale e zone limitrofe.
Di seguito l’avviso pubblico:

Si informano gli utenti della contrada di Rekhale che l’erogazione dell’acqua nel mese di Gennaio 2023 rispetterà il seguente calendario, salvo imprevisti o problemi tecnici che saranno tempestivamente comunicati.

Data
Zona servita

Martedì 31 Gennaio 2023
C/da Rekhale – Via Nika’

Mercoledì 01 Febbraio 2023
C/da Rekhale Via del pino – Via Maccotta

Giovedì 02 Febbraio 2023
Rekhale – Cuddia Attalora – Via Favarelle

Venerdì 03 Febbraio 2023
Via Ziton Di Rekhale

Sabato 04 Febbraio 2023
Scauri – Karebi

Per problematiche o informazioni inerenti il servizio  rivolgersi alla Ditta Pirreca Maurizio al n°389/1120697

Leggi la notizia

Ambiente

Pantelleria, proroga ordinanza interdizione specchi d’acqua per posa cavidotto ISWEC

Direttore

Pubblicato

il

In data odierna la ditta Wawe for energy ha richiesto all’Ufficio Marittimo di Pantelleria la proroga di interdizione degli specchi d’acqua interessati dalla posa dei cavidotti e istallazione dispositivo ISWEC.

Contestualmente il Comandante della Capitaneria di Porto, il ten. di Vascello Antonio Terrone, emetteva nuova ordinanza per i termini di esecuzione dei lavori e ridetta interdizione delle zone sottomarine.

“VISTA: la richiesta di proroga ordinanza e relativa documentazione tecnica per attività di posa
ormeggio e cavidotto per sistema “ISWEC” e sua installazione presentata dalla Ditta “Wave
For Energy s.r.l.” (ditta committente) pervenuta in data 27/01/2023″

Di seguito il testo integrale in formato pdf con mappe dei siti.

ORD installazione sistema ISWEC_

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza