Segui i nostri social

Cronaca

Stupro di gruppo – De Marco e Candido (RCS), riflessione sui fatti di Palermo

Redazione

Pubblicato

-

Cosa colpisce dei fatti di Palermo? Cosa muove l’indignazione collettiva? Ce lo siamo chiesto dalla nostra prospettiva e ci siamo risposti che a indignare è, verosimilmente, la logica del branco.
In 7 contro 1. Così non vale! Faremmo meno fatica a comprendere la logica dell’1 contro 1? Decisamente si.

In quel caso la questione del “consenso” femminile sarebbe più perorabile… ma qui il “se l’è cercata” diventa meno utilizzabile come paradigma patriarcale. E attenzione: dire patriarcale non equivale al dire “maschile”, altrimenti avremmo già avuto la vittoria in tasca, vista la prevalenza numerica delle donne sul pianeta. E invece siamo continuamente in perdita. I casi di violenze sessuali e di femminicidi sono in costante crescita nel nostro paese e a farne le spese sono le donne, i loro cari, spesso i loro bambini.

E’ anche, drammaticamente, vero che il più delle volte le violenze avvengono nei luoghi più sicuri, nelle case, nelle scuole, e sono opera di familiari o di persone comunque conosciute molto bene.

Qui la logica dello straniero clandestino nero e cattivo non funziona tanto bene e a parlare sono i numeri: in base al Report Donne vittime di violenza pubblicato dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Viminale nel 2022 gli “eventi” denunciati sono stati 5.991. Ci chiediamo però quanti siano stati quelli non denunciati. E sappiamo bene perché non si denuncia: il paradigma del “se l’è cercata” la fa ancora da padrone, finanche nella nostra moderna, tecnologica, abbiente e istruita società. Aggiungeremmo nella società che non ha ancora spazio vero per le minoranze e per le diversità. Perchè ancora le donne sono così, minoritarie e diverse.

Ma perché l’accanirsi con violenza? Cosa spinge il maschio del genere umano a esercitare violenza e prevaricazione sulla femmina? E qui potrebbe esserci d’aiuto la psicanalisi “La violenza dell’appropriazione vorrebbe trasformare la donna in un oggetto senza vita […] nondimeno il corpo della donna resta solo un falso bersaglio sul quale si scatena la violenza maschilista. In realtà questa violenza ha come suo vero obiettivo quello di intaccare, di colpire la libertà della donna. (M. Recalcati – Mantieni il bacio – Feltrinelli, Milano, 2019)

Dal punto di vista etico si impone, ancora senza risposta, un interrogativo che racchiude tutto ciò di cui stiamo parlando: perchè solo l’uomo, tra tutti gli animali, è riuscito a volgere l’aggressività come energia finalizzata alla semplice sopravvivenza in aggressività maligna capace di nuocere, sottomettere addirittura sterminare i propri simili? Ebbene, la violenza sessuale ha una connotazione ulteriore laddove l’obiettivo primario è il soddisfacimento libidico. Per Marx l’uomo è un sistema di facoltà naturali che tendono ad esprimersi nel mondo, e non impulso ad usare il mondo per soddisfare le proprie necessità, i propri desideri, le proprie pretese.

Depurato dai bisogni indotti, il rapporto uomo-mondo tende ad articolarsi secondo amore (rispetto per la natura e gli esseri, in prima luogo quelli umani). Il soddisfacimento libidico dunque non è un qualcosa che accade universalmente, ma in particolare nell’uomo alienato della società dei consumi: ecco che la donna perde drammaticamente la sua qualità umana e diventa una cosa, un oggetto, in un aberrante processo di reificazione.

Infine vorremmo esprimere più che solidarietà alla vittima di Palermo e a tutte le oltre 700 vittime di violenze sessuali denunciate in Italia dal 7 luglio a oggi (secondo le statistiche). Vorremmo poter dire a loro e a tutte le donne che questo non accadrà più.

Stefania De Marco e Nicola Candido
Rifondazione Comunista Sicilia

Politica

Pantelleria, dopo Consiglio del 4 giugno altra seduta del mese. Vediamo perchè

Direttore

Pubblicato

il

Dopo il Consiglio Comunale, annunciato questa mattina, datato martedì 4 giugno 2024, l’Amministrazione ha stabilito una seconda assise per questo mese.

Nello schema seguente, i motivi e la data

Per chi non avesse letto la notizia di questa mattina: 
Pantelleria, convocato Consiglio Comunale: rimozione consigliere, approvazione documento sanità, incendi

Leggi la notizia

Ambiente

Pantelleria, disinfestazione del territorio

Marilu Giacalone

Pubblicato

il

E’ fissato per domani 30 maggio l’operazione di disinfestazione e derattizzazione di tutto il territorio comunale di Pantelleria.
L’avviso reso pubblico solo oggi, così riporta

Leggi la notizia

Ambiente

Cinisi-Terrasini, Cicciokayak con la sua canoa coinvolge i giovani nella sua missione ambientale

Direttore

Pubblicato

il

Un’altra delle imprese per la salvaguardia dell’ambiente marino di  Francesco Tocco 

Francesco Tocco, conosciuto come Cicciokayak, il nostro irrefrenabile canoista ambientalista, la scorsa domenica 26 maggio nelle coste della provincia di Palermo ha recuperato tanti rifiuti di ogni tipo. L’operazione è stata supportata da un bel gruppo di ragazzi e grazie la collaborazione della barca Daytona Boat, li abbiamo portati sulla terra ferma nel molo di Terrasini ove l’amministrazione comunale tempestivamente ha recuperato i rifiuti conferendoli presso il ccr di locale.

La nostra testata ha seguito le spedizioni ecologiche a colpi di pagaia, specie quando Cicciokayak ha raggiunto Pantelleria, dove ha compiuto la circumnavigazione dell’isola per raccogliere il pattume che incontrava a galleggiare nel mare.

Il mare di Pantelleria ripulito da Cicciokayak e i suoi compagni di pagaia

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza