Segui i nostri social

Cultura

[Sicilia] Università, dal Ministero 5.400 nuovi posti letto in più e 500 milioni per gli studentati

caterina murana

Pubblicato

-

[Sicilia] Università, dal Ministero 5.400 nuovi posti letto in più e 500 milioni per gli studentati. La dichiarazione di Alessandro Ciro Sciretti, presidente ANDISU

“Con piacere accogliamo la notizia degli esiti del V bando legato alla legge 338 con cui il MUR finanzia la realizzazione di 5400 nuovi posti letto per i borsisti di tutta Italia.
Come Andisu, ci teniamo a ringraziare il Ministero dell’Università e Ricerca ed il Ministro Anna Maria Bernini per la scelta, pur in un periodo non facile, di dedicare risorse e impegno per il tema della residenzialità universitaria.
Mi complimento anche con gli enti ed organismi del DSU italiani che hanno dimostrato a livello nazionale una significativa capacità progettuale, offrendo modelli e idee che non solo permettono di creare nuovi posti letto ma anche di integrare sempre di più le residenze studentesche nel panorama urbano e nella comunità cittadina.
Di sicuro, rispondere all’esigenza crescente di residenzialità per gli universitari è una delle nostre principali sfide, che possiamo vincere solo facendo sistema tra enti pubblici e progetti di soggetti privati che possono avere significative ricadute anche sul mondo del DSU, come capiterà anche in questo caso” dichiara il presidente dell’Associazione Nazionale degli Organismi per il Diritto allo Studio Universitario (ANDISU) Alessandro Ciro Sciretti.

Link sito MUR
https://www.mur.gov.it/it/news/giovedi-09112023/universita-5400-nuovi-posti-letto-piu-assegnati-500-milioni-gli-studentati

Cultura

Palermo, 2 dicembre 2ª edizione Premio Giornalistico “Nadia Toffa”

Matteo Ferrandes

Pubblicato

il

Seconda edizione del Premio Letterario Giornalistico “Nadia Toffa” a cura dell’associazione “Archetipa”, sabato 2 dicembre a Palermo la cerimonia di consegna dei riconoscimenti negli spazi dell’Archivio Storico Comunale

Giunge alla seconda edizione il Premio Letterario Giornalistico dedicato alla memoria di Nadia Toffa, la brillante inviata e conduttrice de “Le Iene”.

Scomparsa a soli quarant’anni a causa di una grave malattia, è rimasta nel cuore di chi ne ha apprezzato il grande attaccamento alla vita, l’indole battagliera e la verve professionale che hanno accompagnato il suo lavoro nel celeberrimo programma di Italia Uno.

Antonietta Greco, presidente dell’associazione culturale “Archetipa” che ha sede a Palermo, è l’ideatrice, la promotrice e l’organizzatrice del Premio Letterario Giornalistico dedicato a Nadia Toffa, patrocinato dall’assessorato alla Cultura e dal Sistema Bibliotecario e Archivio Cittadino del Comune di Palermo, dalla Città Metropolitana di Palermo e dall’Ordine dei Giornalisti di Sicilia.

Non un semplice evento che omaggia la coraggiosa Nadia, ma un’occasione per dare spazio al talento letterario di autori, poeti, scrittori e giornalisti, nella piena convinzione del ruolo focale che la cultura riveste nell’ambito dei processi di crescita e sviluppo della società.

La cerimonia di premiazione si terrà sabato 2 dicembre a Palermo, negli spazi dell’Archivio Storico Comunale in via Maqueda  157 alle 17:00.

A condurre l’evento, sarà Antonietta Greco insieme alla giornalista Marianna La Barbera.

Il Premio vedrà inoltre la partecipazione del giornalista Ismaele La Vardera, deputato regionale e vicepresidente vicario della Commissione Antimafia all’ARS.

“A tutti coloro che hanno partecipato al bando di concorso e contribuito alla realizzazione della seconda edizione – afferma Antonietta Greco – il mio ringraziamento più profondo”.

Leggi la notizia

Spettacolo

Zecchino d’oro, oggi 2ª puntata e domani la finale con Carlo Conti

Redazione

Pubblicato

il

L’appuntamento con la seconda puntata è questo pomeriggio alle ore 17.05

e domani, 3 dicembre, alle ore 17.20 per la finale

condotta dal Direttore Artistico

CARLO CONTI

 

Appuntamento con la seconda puntata dello Zecchino d’Oro oggi alle 17.05 in diretta su Rai1, e domani, domenica 3 dicembre, dalle ore 17.20 con la FINALE condotta dal Direttore Artistico CARLO CONTI in cui verrà decretata la canzone vincitrice di questa edizione.

 

Ieri, nella prima puntata condotta da CAROLINA BENVENGA e ANDREA DIANETTI, sono stati presentati i primi 7 brani in gara. Oggi ascolteremo le altre 7 canzoni: BALLANO (Musica: Carmine Spera e Antonio Buldini – Testo: Carmine Spera e Antonio Buldini) cantata da Matilda, 9 anni, di Fiumefreddo Di Sicilia (Catania); I NUMERI (Musica: Maurizio Fabrizio – Testo: Katia Astarita) cantata da Delia, 10 anni, di Bova Marina (Reggio Calabria); PUZ PUZ PUZZOLA (Musica: Lorenzo Baglioni e Michele Baglioni – Testo: Lorenzo Baglioni e Michele Baglioni) cantata da Céline, 5 anni, di Excenex (Aosta);  MISTER SPAZZOLINO (Musica: Valentina Ambrosio – Testo: Valentina Ambrosio) cantata da Valentina Maria, 9 anni, Santo Stefano Magra (La Spezia); CI VORREBBE UN VENTAGLIO (Musica: Gianluca Buresta e Giorgio Iommi – Testo: Emilio Di Stefano) cantata da Aurora, 9 anni, Civitanova Marche (Macerata); CIAO EUROPA (Musica: Lodovico Saccol – Testo: Arcangelo Crovella e Lodovico Saccol) cantata da Eliza, 8 anni, di Scutari (Albania) in trio con Dariya, 10 anni, di Varna (Bulgaria) e Alexandros, 6 anni, di Galatsi (Grecia) e ROSSO (Musica: Gianfranco Fasano – Testo: Loredana Bertè) cantata da Michael, 9 anni, Orta Di Atella (Caserta).

Ospiti della seconda puntata Flora Canto, Elettra Lamborghini e Francesco Paolantoni. Sempre presente il Grande Mago, Alessandro Politi, con i suoi divertenti trucchi di magia

 

Come da tradizione, lo Zecchino d’Oro si fa portavoce di Operazione Pane, la campagna di Antoniano che supporta 20 mense francescane in Italia e 5 nel mondo (in Ucraina, Romania e Siria). Operazione Pane, con le sue storie, sarà protagonista delle tre puntate di Zecchino d’Oro e si potranno sostenere le mense francescane con un sms o una chiamata da rete fissa al 45538.

 

Tutte le puntate saranno disponibili in streaming su RaiPlay, in replica su Rai Yoyo alle 20.25 e come sempre complete di sottotitoli attivabili sulla pagina 777 di Televideo.

Su un canale dedicato di RaiPlay, la finale del 3 dicembre sarà trasmessa integralmente con i sottotitoli in chiaro ed accessibile anche attraverso la LIS nelle parti cantate.

 

La regia del programma è di Maurizio Pagnussat.

I bimbi del Piccolo Coro dell’Antoniano e i solisti vestono abiti Miss Grant, Paolo Pecora e Meilisa Bai, marchi di Follie’s Group.

Sabrina Simoni veste Angela Mele Milano.
Foto di scena di Umberto Guizzardi.

Leggi la notizia

Cultura

I Gesuiti, origine e grandezza

Redazione

Pubblicato

il

 

I Gesuiti, formalmente noti come la Compagnia di Gesù, sono un ordine religioso della Chiesa cattolica fondato nel 1540 da Ignazio di Loyola. Da allora, questa comunità ha giocato un ruolo significativo nella storia del mondo, distinguendosi per la sua dedizione alla spiritualità, all’istruzione e alla missione. L’ordine è cresciuto nel corso dei secoli, adattandosi ai cambiamenti sociali e culturali, ma ha mantenuto il suo impegno per l’educazione, il servizio e la promozione della fede cristiana. In questo articolo, esploreremo la grandezza dei Gesuiti attraverso il loro impatto nella storia.

La Compagnia di Gesù è stata fondata da Ignazio di Loyola, un ex soldato spagnolo che, dopo essere stato ferito in battaglia, ha sperimentato una profonda conversione spirituale. Nel 1534, Ignazio e sei compagni giurarono voti di povertà e castità, dedicandosi al servizio di Dio. Nel 1540, il Papa Paolo III riconobbe ufficialmente la Compagnia di Gesù, consentendo la sua espansione in tutto il mondo.

I Gesuiti si impegnavano a diffondere la fede cristiana attraverso l’insegnamento, la predicazione e il lavoro missionario. Questa missione li ha portati a operare in molte parti del mondo, incluso il Nuovo Mondo durante l’epoca delle esplorazioni.

Una delle caratteristiche distintive dei Gesuiti è stata la loro dedizione all’educazione. Nel corso dei secoli, hanno fondato numerose scuole, collegi e università in tutto il mondo. I Gesuiti hanno sempre creduto che l’educazione fosse uno strumento potente per formare individui competenti e moralmente responsabili. I loro istituti educativi sono stati pionieri nell’integrazione di una formazione spirituale e intellettuale, influenzando generazioni di studenti.

I Gesuiti sono stati attivi anche nel campo delle attività missionarie, portando il cristianesimo in luoghi lontani e spesso difficili da raggiungere. La loro presenza è stata particolarmente importante durante il periodo delle esplorazioni e dell’evangelizzazione nelle colonie.

Inoltre, i Gesuiti hanno contribuito significativamente alla cultura, alla scienza e alle arti. Molti membri dell’ordine sono stati eminenti scienziati, filosofi e artisti che hanno apportato contributi rilevanti alla conoscenza umana. La loro tradizione intellettuale e la promozione delle arti hanno influenzato positivamente le società in cui operavano.

Nel corso del tempo, i Gesuiti si sono distinti anche per il loro impegno sociale e la promozione della giustizia. Sono stati attivi nelle opere di carità, nell’assistenza ai poveri e nella difesa dei diritti umani. Il loro approccio alla giustizia sociale ha radici profonde nei principi della dottrina sociale della Chiesa cattolica.

La grandezza dei Gesuiti nella storia risiede nella loro capacità di adattarsi alle sfide dei tempi, mantenendo al contempo il loro impegno per la fede, l’educazione, la missione e la giustizia sociale. La loro influenza si estende in molte aree della società, contribuendo al progresso intellettuale, culturale e spirituale. Mentre l’ordine ha attraversato periodi difficili nella sua storia, la sua eredità di dedizione al servizio e alla ricerca della giustizia continua a ispirare molte persone oggi.

Davide Romano

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza