Segui i nostri social

Sbarchi

Sicilia, “grave situazione di stallo” nei rimpatri di migranti causa Super Green Pass. La denuncia di Italia Celere

Redazione

Pubblicato

il

Riceviamo e pubblichiamo nota della Segreteria Provinciale di Italia Celere

Questa Segreteria denuncia la grave situazione di stallo venutasi a creare a seguito dell’emanazione delle recenti normative anti-covid da parte del Governo. Infatti, né il Governo né il Ministro dell’Interno hanno valutato l’esigenza di inserire delle deroghe per quanto riguarda gli spostamenti degli stranieri sbarcati in Sicilia o trattenuti nei due C.P.R. presenti sull’Isola (Trapani e Caltanissetta) che si trovano attualmente nell’impossibilità di eseguire i rimpatri, ad esclusione dei voli charter organizzati dal Ministero dell’Interno in virtù di accordi bilaterali con alcuni Stati (Tunisia, Egitto, Nigeria e Georgia).

Gli stranieri, essendo sprovvisti di Green-Pass rafforzato, di fatto, non possono essere imbarcati su voli e navi di linea per l’esecuzione del rimpatrio e non è nemmeno possibile farli transitare sullo stretto di Messina a bordo dei traghetti di linea per essere ridistribuiti sul territorio nazionale nei centri per richiedenti Protezione Internazionale, proprio a causa della suddetta normativa.

Materialmente, chi sbarca in Sicilia resta bloccato sull’isola e, nel frattempo, il numero dei soggetti che, durante la permanenza compiuta a bordo di comode navi quarantena, presenta la richiesta di Protezione Internazionale, sta stranamente aumentando vertiginosamente a causa di un’informativa in materia fornita in maniera pilotata, raggiungendo la quasi totalità.

Nessuno, nel frattempo, si è preso la briga di indagare su come, e da chi, vengano trasmessi i

nominativi degli ospiti presenti sulle Navi quarantena ai vari avvocati ed alle varie associazioni pro- immigrazione (LasciateCIEntrare in primis), alimentando un colladauto business.

La congiunzione di queste condizioni sta portando velocemente al collasso le strutture di accoglienza dell’Isola nel totale disinteresse delle Istituzioni Governative nazionali e regionali. Come sempre, la nostra O.S. si adopererà affinché questa situazione di assoluta gravità trovi la più ampia diffusione sui media locali e nazionali, nell’interesse del diritto di informazione dell’opinione pubblica

Il Segretario Generale Provinciale ITALIA CELERE

Alberto Lieggio

 

(Foto di copertina tratta da LasciateCIEntrare.it)

Disclaimer

Questo contenuto è proprietà intellettuale della Nous Editore srls, senza tacito consenso ne è vietata ogni riproduzione, totale e parziale di testi e immagini, anche in forma di link

Cronaca

Pantelleria-Sbarchi, Cappadona-La Francesca (PD): incremento forze dell’ordine per sicurezza residenti e turisti

Redazione

Pubblicato

il

Il Partito Democratico – Circolo di Pantelleria, con una nota inviata a S.E. il Prefetto di Trapani e per conoscenza al Sindaco di Pantelleria, ha richiesto che venga previsto l’aumento del personale delle forze dell’ordine, Carabinieri e Guardia di Finanza, di stanza sull’isola al fine di dare una pronta risposta alle esigenze manifestate da tutta la comunità isolana residente e stagionale.

Con l’arrivo della stagione estiva – si legge nella nota a firma del Segretario locale del Circolo PD, Rosario Cappadona – come ormai ogni anno, aumentano gli sbarchi di immigrati clandestini dall’Africa nella nostra isola, che vengono ospitati nel centro di prima accoglienza di località Arenella in attesa di essere trasferiti sulla terraferma. Tale aumento di sbarchi – scrive il dirigente dem – richiede uno sforzo maggiore alle forze dell’ordine presenti a Pantelleria già impegnate nello svolgimento del loro compito di assicurare fra l’altro l’ordine pubblico in tutto il nostro territorio, che proprio nei mesi estivi vede una maggiore presenza di popolazione tra residenti e vacanzieri.

Ci sia consentito in ultimo ringraziare ancora una volta – dichiara Giuseppe La Francesca, Responsabile Provinciale Isole Minori del Partito Democratico – le forze dell’ordine e tutti i volontari impegnati nella gestione del fenomeno dell’immigrazione che ormai da anni vede sempre maggiormente interessato il nostro territorio, lavoro portato avanti con professionalità e spirito di abnegazione.

Leggi la notizia

Cronaca

Pantelleria – Sbarchi, migrante dato per disperso dai familiari: l’appello del fratello

Direttore

Pubblicato

il

Hanno contattato la nostra redazione per fare un annuncio di ricerca del proprio famigliare: Mohamed Amine Dkhil di 28 anni.

Si è imbarcato clandestinamente lo scorso 18 maggio dalla Tunisia diretto a Pantelleria.

Da quel giorno nessuna notizia è più arrivata ai suoi cari.

Siamo in contatto con il fratello Baha Ben Khalifa da ieri, quando abbiamo accolto la sua richiesta di aiuto a rintracciare Mohamed.

La redazione è a disposizione per fare da tramite e se qualcuno avesse visto il giovane tunisino o avesse notizie della sua sorte, può contattarci nelle seguenti modalità:

scrivendo tramite email a ilgiornaledipantelleria@gmail.com o messaggio whatsapp al numero 3332715327

Leggi la notizia

Cronaca

Pantelleria, sbarco di migranti: solo uomini tra cui minori – Video

Direttore

Pubblicato

il

Questa mattina si è verificato uno sbarco di migranti a Pantelleria.

Si tratterebbe, stando ad alcuni testimoni, di una ventina di uomini, tra cui alcuni minorenni.

Le autorità locali subito allertate si sono messe in movimento per adempiere ai rituali previsti: recupero, trasporto presso il Centro di Prima Accoglienza, nell’ex Caserma Barone, identificazione, controlli sanitari, etc.

 

Video ricevuto nelle chat di Whatsapp
Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza

© 2021 Il Giornale di Pantelleria - Un prodotto Noùs Editore Srls | Progettazione sito: Ferrigno Web Agency