Segui i nostri social

Regione Siciliana

Sicilia – Giarre, riaperto il Pronto Soccorso. Il discorso del Presidente Musumeci

Avatar

Pubblicato

il

Nello Musumeci : “La riapertura del Pronto Soccorso nell’Ospedale di Giarre era impegno che avevo assunto già nel 2015 da presidente della Commissione antimafia. Ho rinnovato la promessa assicurando che, se fossi diventato presidente della Regione, questo comprensorio ionico-pedemontano avrebbe riavuto un presidio irrinunciabile per la tutela della salute”

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comunicati stampa

Contenzioso sulla gestione del patrimonio: la Regione Siciliana risparmia 28 milioni di euro

Avatar

Pubblicato

il

Si riporta il testo del Comunicato Stampa diramato questa mattina relativo alla sentenza PSP.
Va inteso che al  5 capoverso “per le casse comunali” diventa “per la Regione Siciliana” 

NOTA STAMPA

Contenzioso sulla gestione del patrimonio: la Regione Siciliana risparmia 28 milioni €

PALERMO, 19 ottobre 2021. La Regione Siciliana, tramite l’Assessorato all’economia nel 2011, ha correttamente interrotto i rapporti con PSP società consortile con la quale aveva sottoscritto un contratto per la gestione e valorizzazione del patrimonio immobiliare nel lontano 2006.

Non sussiste, quindi, nessun recesso anticipato da parte dell’Assessorato e, conseguentemente, non poteva esser riconosciuta alcuna forma di indennizzo o risarcimento danni alla Societa che aveva espletato il controverso censimento del patrimonio immobiliare regionale. Mentre resta incontroverso il pagamento dei residui 3 ,5 milioni per attività inerenti la costituzione del fondo immobiliare e catastali.

Con un’importante sentenza la Corte d’appello di Roma (n. 6045/2021) ha parzialmente annullato il lodo arbitrale n. 79 del 6 novembre 2013 che aveva visto, per alcuni aspetti, vincitrice la Società e che aveva imposto un versamento alle casse regionali di oltre 11.882.542,67 nel del 2015, in particolare 5,5 milioni € per il recesso anticipato, ritenuto illegittimo e con il riconoscimento di un conseguente congruo indennizzo (2 milioni €).

La sentenza, importante sopratutto perché riconosce la legittimità dell’azione amministrativa, adesso ribalta in gran parte le conclusioni del lodo arbitrale  riconoscendo che l’Assessorato all’economia si era correttamente opposto ad ogni possibilità di prosecuzione dei rapporti contrattuali avviati nel 2006, imponendo la restituzione di ben 7,5 milioni € oltre interessi e rivalutazione.

Rigettata anche la domanda di risarcimento danni per oltre 20 milioni € che la società aveva ribadito anche in sede di impugnazione del lodo con domanda incidentale, che porta ad un risparmio complessivo per la Regione Siciliana di oltre 28 milioni € il risultato economico della pronuncia della Corte d’appello romana.

Il Dipartimento delle Finanze e del credito, che aveva dovuto pagare la somma con provvedimento del 2015, adesso provvederà a richiedere la restituzione delle somme indicate.

“E’ stato corretto interrompere i rapporti con il privato poiché erano cessati rapporti contrattuali  – afferma Gaetano Armao, Assessore all’economia e Vicepresidente della Regione, che avviò 10 anni fa il contenzioso con la Società respingendone le pretese – ed oggi la giustizia riconosce la legittimità dell’azione amministrativa. Un ringraziamento va alle strutture dell’Assessorato all’economia ed all’Avvocatura dello Stato per la difesa in giudizio”.

Leggi la notizia

Regione Siciliana

Pantelleria – Tromba d’aria. Il vicepresidente Armao riferisce al Comitato europeo delle Regioni

Giuliana Raffaelli

Pubblicato

il

“Serve approccio specifico per affrontare le catastrofi naturali sulle isole”

Gaetano Armao, vicepresidente e assessore all’economia della Regione Siciliana, è intervenuto ieri alla 146ª sessione plenaria del Comitato europeo delle Regioni (CdR). L’assemblea si è riunita per discutere di disastri naturali e di rispose politiche da attuare in caso di emergenza.

Armao ha illustrato a Janez Lenarčič, commissario europeo per la gestione delle crisi, i gravi effetti dei disastri naturali che hanno colpito la Sicilia, l’isola di Pantelleria e le altre isole minori durante la scorsa estate: dagli incendi alle alluvioni, passando attraverso la terribile tromba d’aria che ha devastato la nostra isola portando alla morte di due persone.

(Nella foto: Gaetano Armao e Janez Lenarčič)

Il vicepresidente della Regione Siciliana ha dichiarato con fermezza che “È necessario intervenire urgentemente con un approccio multilivello che coinvolga l’UE, lo Stato, le Regioni e la Protezione Civile. Occorre altresì un intervento che guardi al contrasto della desertificazione, che si stima in Sicilia potrebbe arrivare in futuro al 70%, puntando su riforestazione, rafforzamento dei bacini idrici e sul recupero delle aree agricole, misure che impongono all’Europa di guardare a questi temi con attualità, attivando ed orientando risorse specifiche per gli investimenti in questo settore.

Riferendosi alla tromba d’aria di Pantelleria, Armao ha anche twittato che “quando si tratta di affrontare le catastrofi naturali sulle isole, è necessario un approccio specifico a causa delle ulteriori sfide affrontate”.

Affrontare la questione dei disastri naturali nelle isole è infatti più complesso che altrove ed è quindi imprescindibile adottare interventi specifici a livello europeo per sostenere e rispondere alle emergenze e costruire la resilienza in questi territori gravati dalla condizione dell’insularità.

(Nella foto: Pantelleria, danni a seguito della tromba d’aria del 10 settembre 2021)

“I percorsi si costruiscono da Bruxelles. Le isole hanno diritto a uno speciale riconoscimento anche per quanto riguarda le misure di protezione civile. Dobbiamo lavorare per prevenire vicende come quella che ha ucciso a Pantelleria” ha ribadito Armao ai nostri microfoni.

Il Commissario UE Lenarčič ha riconosciuto che la Sicilia è una delle aree più provate dai disastri naturali della scorsa estate. Ha quindi rinnovato la disponibilità a ogni tipo di intervento al fine di rafforzare le misure organizzative europee nel senso auspicato.

(Credit immagine: le foto di Armao sono dell’Ufficio Stampa Assessorato Regionale Economia)

Giuliana Raffaelli

Leggi la notizia

Elezioni

Sicilia – Amministrative, Giarrusso (M5S): “I risultati premiano la presenza sul territorio e coalizione con il centro sinistra solo se ponderata”

Avatar

Pubblicato

il

 

comunicato stampa

“Sono atterrato a Bruxelles e, riaccendendo il telefono, ho ricevuto buone notizie!
I risultati del MoVimento 5 Stelle in Sicilia raccontano due cose: la prima, e più importante, è che quando lavoriamo con intelligenza sul territorio continuiamo a essere una forza politica indispensabile al progresso di questa terra. La seconda, da non sottovalutare, è che quando le coalizioni con il centro-sinistra si fanno in maniera intelligente e ponderata per il centrodestra non c’è scampo” così in una nota l’Europarlamentare del Movimento 5 Stelle Dino Giarrusso.
“In particolare, la vittoria a Caltagirone rivela quanto possiamo essere forti e quanto può essere importante unirci per mandare a casa il Governo Musumeci e le destre, che non hanno saputo fare assolutamente nulla alla guida della nostra regione e di molte altre città dell’isola.
Rimane il dispiacere per alcuni comuni dove pure si era lavorato con passione e impegno, ma non si sono ottenuti gli stessi risultati, né da soli, né in coalizione.
Su questo c’è da riflettere tutti insieme, ma oggi, perdonatemi, festeggiamo la conferma di Alcamo, la grande vittoria di Caltagirone e i buoni risultati di San Cataldo e Lentini, dove sono certo che vinceremo al secondo turno.
Il progetto di Giuseppe Conte e del Movimento 5 Stelle continua, e noi ne siamo forse la parte più importante” conclude l’Europarlamentare.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza

© 2021 Il Giornale di Pantelleria - Un prodotto Noùs Editore Srls | Progettazione sito: Ferrigno Web Agency