Segui i nostri social

Attualità

Sicilia, Armao: condizione di insularità verso il pieno riconoscimento europeo

Redazione

Pubblicato

-

Nota

PALERMO, 22 Aprile 2022 – La risoluzione “Isole e politica di coesione: situazione attuale e sfide future”, è stata approvata dalla Commissione per lo sviluppo regionale (REGI) del Parlamento Europeo, relatore l’eurodeputato francese Younous Omarjee, che la presiede, e sarà posta in votazione all’Assemblea plenaria nella prossima sessione di giugno.

Il Presidente Omarjee solo qualche giorno fa ha partecipato ad un confronto presso la Sede di Roma della Regione Siciliana con esponenti governativi, parlamentari ed esperti italiani  sui temi dell’insularità declinati nella proposta di risoluzione europea.

“All’on. Younous Omarjee i complimenti della Sicilia e di tutte le regioni insulari d’Europa per l’adozione da parte della Commissione da lui guidata della risoluzione sulle Isole., la proposta di risoluzione rafforza la centralità politica assunta dalla condizione di insularità, consentendo un ulteriore passo in avanti verso l’affermazione a livello europeo, in linea con il riconoscimento in Costituzione che si sta completando in Italia“. Così il Vicepresidente ed Assessore regionale all’Economia, Gaetano Armao che presiede l’intergruppo delle Isole europee al Comitato europeo delle Regioni.

I parlamentari europei componenti della Commissione per sviluppo regionale con la

risoluzione approvata con ampia maggioranza (39 voti favorevoli, 1 contrario) sollecitano la Commissione europea a presentare un programma specifico dell’UE ed un “Patto per le isole” che promuova la crescita, la vivibilità, l’innovazione, il turismo, la biodiversità e riduca il divario economico tra le aree continentali e le regioni insulari. La risoluzione raccoglie, così, molte delle istanze sulle forme di riequilibrio e le misure di compensazione elaborate negli ultimi anni dal Comitato europeo delle Regioni.

Gli eurodeputati componenti della Commissione per lo sviluppo regionale hanno inoltre proposto alla Commissione di istituire per il 2024 l’ “Anno europeo delle isole” in quanto ritengono che le identità culturali e linguistiche delle isole europee debbano essere preservate e promosse in forme particolari.

Le regioni insulari europee contano una popolazione superiore a 20 milioni di abitanti, distribuiti su circa 2.400 isole appartenenti a 13 paesi membri, che rappresentano il 4,6% della popolazione totale dell’UE. L’Italia è il Paese col più alto numero di cittadini insulari d’Europa, quasi 7 milioni. Le isole europee, oltre ad affrontare le questioni del divario economico, sociale e territoriale, della perequazione infrastrutturale, della continuità territoriale, della fiscalità di sviluppo, sono inoltre in prima linea nel fronteggiare il cambiamento climatico che provoca l’aumento del livello delle acque, la desertificazione e rende più frequenti i disastri naturali. Un sostegno specifico a queste problematiche si rende ormai necessario al fine di consentire una maggiore resilienza delle isole al cambiamento climatico

Attualità

Trapani, visita del Comandante dei Vigili del Fuoco Antonino Galfo al Prefetto di Trapani

Redazione

Pubblicato

il

Nella mattinata di oggi 04 gennaio il Comandante dei Vigili del Fuoco ing.
Antonino Galfo, da pochi giorni insediato al Comando di Trapani, si è recato in visita dal
Prefetto di Trapani dott.ssa Daniela Lupo.
Il Comandante Galfo, accompagnato dal suo vice Vito Pipitone, nel salutare il Prefetto, ha
confermato la più ampia disponibilità nello sviluppare la sinergia tra i Vigili del Fuoco e
tutte le altre Amministrazioni presenti sul territorio, in particolar modo nella fase di
pianificazione delle emergenze negli impianti di trattamento dei rifiuti e nelle attività a
rischio d’incidente rilevante, ivi compreso l’aggiornamento del piano provinciale di difesa
civile; inoltre, si è soffermato sull’importanza del servizio sociale svolto dai VV.F. a tutela
dell’incolumità delle persone.
Il Prefetto Lupo, in un clima di particolare cordialità, ha espresso al Comandante Galfo il
proprio apprezzamento per l’opera di soccorso quotidianamente svolta in favore della
cittadinanza dell’intera provincia e anche per l’intero settore del soccorso pubblico. Ha,
inoltre, aggiunto l’intendimento di coinvolgere il Comando dei VV.F. nelle prossime
riunioni in materia di sicurezza dei luoghi di lavoro, in virtù della competenza dei Vigili del
Fuoco in materia di prevenzione e sicurezza antincendio.
L’incontro si è concluso con l’impegno del Prefetto di ricambiare la visita al Comando di
c.da Milo in tempi brevi.

Leggi la notizia

Attualità

Pantelleria, al via iscrizioni servizio militare classe 2007

Direttore

Pubblicato

il

Il Comune di Pantelleria ha reso noto che sono aperte le iscrizioni al servizio di leva per i soli maschi classe 2007.

Ecco l’avviso

Leggi la notizia

Ambiente

Trapani, è Antonino Galfo il neo comandante provinciale dei Vigili del Fuoco

Direttore

Pubblicato

il

L’ingegnere Antonino GALFO arriva dal Comando di Siracusa e si insedierà domani dopo la partenza del Comandante Michele Burgio. Nel corso della carriera Antonino Galfo, laureato in Ingegneria Meccanica indirizzo Costruzioni, ha partecipato a tante emergenze e calamità naturali che hanno coinvolto il Paese, con le funzioni di coordinatore di interventi operativi su scenari sismici di elevata complessità quali il terremoto all’Aquila nel 2009, terremoto dell’Emilia del 2012, terremoto del 2016 e del 2017 che ha interessato le regioni Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo, predisponendo per il CNVVF, presso Nucleo Interventi Speciali (NIS) in Cittareale, progetti di opere provvisionali di messa in sicurezza di edifici storici di elevata complessità che hanno visto anche l’approvazione del competente MIBAC, sino al sisma di Catania nel 2018, ove ha svolto funzioni di coordinatore ufficio “Nucleo Interventi Speciali” e Direttore Tecnico dei Soccorsi.

La carriera

Il Comandante Galfo, 52 anni, di Modica (RG), ha una grande esperienza maturata in soli 20 anni di servizio svolti nel Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, prima di approdare a Trapani ha lavorato come funzionario direttivo nei Comandi di Catania e di Verbano-Cusio-Ossola con incarico di Vice Comandante; nel dicembre 2020 è stato nominato Dirigente Vicario del Comando dei Vigili del Fuoco di Palermo; dal 2 settembre 2021, gli è stata affidata la funzione di Comandante dei Vigili del Fuoco di Siracusa e contemporaneamente la reggenza del Comando di Ragusa. Inoltre, con vari decreti di nomina del Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, l’ing. Galfo è stato nominato Presidente di gruppi di lavoro di livello nazionale e commissioni di collaudo per la fornitura ministeriale di attrezzature VF ed Automezzi VF. Domattina si svolgerà presso la sede centrale di c.da Milo, la cerimonia di insediamento dell’ing. Antonino Galfo nella carica di Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco di Trapani, alla presenza delle autorità militari e civili, dei funzionari tecnici e di tutto il personale.

L’uscente comandante Michele Burgio così lo accoglie

Il Comandante Michele Burgio è stato trasferito a Palermo, presso la Direzione Regionale dei Vigili del Fuoco per la Sicilia, per assumere l’incarico di dirigente Dirigente dell’Ufficio Prevenzione e Sicurezza Tecnica.

Nel suo saluto di commiato il Comandante Burgio, tra l’altro, ha detto: “Ringrazio tutto il personale del Comando di Trapani per l’impegno profuso al servizio della comunità; auguro al Comandante Galfo di raggiungere nuovo traguardi professionali e nuovi successi operativi. Nei prossimi giorni, dopo le festività natalizie, il Comandante Antonino Galfo, secondo un fitto calendario in via di definizione, incontrerà le massime Autorità civili, militari e religiose della provincia.
Contestualmente inizierà il giro dei distaccamenti provinciali al fine di avere contezza delle varie realtà e delle loro esigenze, garantendo una “presenza attenta e continua”

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza