Segui i nostri social

Economia

Pantelleria troppo cara. Un turista scrive al sindaco Vincenzo Campo

Avatar

Pubblicato

il

Pantelleria troppo cara.

Un nostro lettore ci ha contattati spiegando che sono i trasporti molto costosi a far rinunciare dal trascorrere le vacanze a Pantelleria, in favore di altre mete turistiche più economiche.

Attraverso il nostro giornale, scrive al Sindaco per manifestare il suo disappunto.

La lettera

“Buonasera signor Sindaco, mi chiamo PARLONGO VINCENZO e le scrivo da Reggio Calabria.
Le scrivo perché sono molto arrabbiato oltre che deluso. Mi spiego meglio. Era mia intenzione trascorrere a luglio una settimana di vacanza con la mia famiglia (5 persone) sulla sua splendida isola di PANTELLERIA alloggiando in un DAMMUSO. Dopo aver preso un impegno di affitto ho dovuto disdire di corsa perché mi sono stati chiesti circa €600 (SEICENTO) A/R per traghettare la macchina da Trapani. Mi è stato proposto di arrivare a PANTELLERIA senza macchina al costo di € 400 A/R, ma facendo due calcoli mi costerebbe di più perché dovrei affittare una macchina al costo di € 250 più almeno, più la benzina, imprevisti esclusi!
Insomma una vacanza da € 1.500 SOLAMENTE PER TRAGHETTARE E DORMIRE.
Un assurdità! Assurdità che con immenso rammarico mi dirotta altrove, a me come ad altri turisti.
Mi dispiace tantissimo constatare questa situazione a Pantelleria.
Mi scuso per il disturbo ma ci tenevo a fare sapere al PRIMO CITTADINO il mio pensiero, mio, come quello di molte altri turisti che si sono ritrovati in una situazione analoga.

Vincenzo Parlongo, Reggio Calabria, 20/05/2019″

Marina Cozzo è nata a Latina il 27 maggio 1967, per ovvietà logistico/sanitarie, da genitori provenienti da Pantelleria, contrada Khamma. Nel 2007 inizia il suo percorso di pubblicista presso la testata giornalistica cartacea L'Apriliano - direttore Adriano Panzironi, redattore Stefano Mengozzi. Nel 2014 le viene proposto di curarsi di Aprilia per Il Corriere della Città – direttore Maria Corrao, testata online e intraprende una collaborazione anche con Essere Donna Magazine – direttore Alga Madia. Il 27 gennaio 2017 l'iscrizione al Consiglio dell'Ordine dei Giornalisti nel Lazio. Ma il sangue isolano audace ed energico caratterizza ogni sua iniziativa la induce nel 2018 ad aprire Il Giornale di Pantelleria.

Pubblicità
6 Commenti

6 Comments

  1. Avatar

    Maria

    16:34 - Maggio 21, 2019 at 16:34

    Sig. VINCENZO Parlongo ha proprio ragione a scegliere un’altra meta.. SIG. SINDACO DA PANTESCA le dico che i trasporti per Pantelleria sono davvero parecchio Cari….. Peccato che Pantelleria è presa d’assalto dal turista con la grana… Dovrebbero disertarla anche Loro perché i biglietti sono costosissimi ne so qualcosa….

  2. Avatar

    Massimo

    17:35 - Maggio 21, 2019 at 17:35

    Mi aggrego al sig. Parlongo, costa di più il traghetto Trapani Pantelleria auto più due adulti una bimba di 8 anni e un infante 240 euro a tratta posto a sedere, che Genova Palermo 245 euro incluso cabina vista mare. Fortunatamente sono originario di Pantelleria e quindi ho un punto di appoggio dove alloggiare, se non avesse avuto quest’ultimo sicuramente avrei scelto altre mete di una settimana all’inclusiv al costo del solo viaggio a/r per Pantelleria.
    In quanto dispiace tantissimo ma bisognerebbe fare qualcosa.
    La compagnia grande navi veloci usa fare gli sconti non solo hai residenti in Sicilia ma anche hai solo nati, perché non lo fa anche la compagnia siremar?
    Oppure alcune promozioni come il prenota prima.
    Massimo Di MASCIO

  3. Avatar

    Sergio Acampora

    12:26 - Maggio 22, 2019 at 12:26

    Credo che questa lettera sia esemplificativa di una situazione oramai insostenibile per tutti, specialmente per chi ha investito nel turismo sull’isola e giorno per giorno è vittima di continue vessazioni!

  4. Avatar

    Gianni

    23:14 - Maggio 22, 2019 at 23:14

    È vero purtroppo io e mia moglie ogni anno spendiamo 500 euro (macchina e cabina) inclusa andata e ritorno meno male che ho origine pantesche.Ho una casa bene o male sto quasi un mese all’anno diciamo che ammortizzo la spesa. Ma a quanti amici ho dovuto sconsigliare di venire a Pantelleria per via dei prezzi del traghetto.

  5. Avatar

    Giuseppe

    16:54 - Maggio 25, 2019 at 16:54

    PANTELLERIA costa come tutte le altre isole d’Italia

  6. Avatar

    Toti

    07:39 - Giugno 14, 2019 at 07:39

    Fosse solo il costo! Paghi una cabina quanto o piu un hotel 4* x ritrovarti in ambiente fatiscente ed angusto!!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Economia

6 milioni di euro a Pantelleria e Favignana per infrastrutture e riqualificazione del territorio

Avatar

Pubblicato

il

Infrastrutture e riqualificazione del territorio nelle isole minori, per Favignana e Pantelleria stanziati quasi 6 milioni di euro
In arrivo per le isole minori della Sicilia oltre 18 milioni di euro in tre anni per finanziare progetti di sviluppo infrastrutturale e di riqualificazione del territorio. Nel Trapanese, in particolare, lo stanziamento previsto è di 2.911.721,00 euro per Favignana e di 2.964.427,00 per Pantelleria.

“L’opportunità a beneficio dei Comuni – dice Giuseppe Sciarabba, presidente dell’Agenzia di sviluppo del Mezzogiorno – è offerta grazie all’istituzione di un Fondo per investimenti delle isole minori italiane le cui somme sono ripartite per gli anni 2020, 2021 e 2022 secondo quanto stabilito dal ministero per le autonomie e gli affari regionali di concerto con il ministero dell’economia e delle finanze”.

Oltre Favignana e Pantelleria, il fondo prevede risorse anche per le municipalità di Ustica (1.423.620,00), Lipari (5.066.936,00), Santa Marina (1.163.980,00), Leni (1.159.240,00), Malfa (1.172.404,00), Lampedusa e Linosa (2.383.439,00).

“I progetti per essere finanziati – precisa Sciarabba – devono essere cantierabili. In assenza di cantierabilità i Comuni, per il 2020, possono inoltrare una scheda (uno studio di fattibilità con gli importi previsti per le opere che si intendono realizzare) e chiedere il finanziamento solo per la progettazione. Le istanze – conclude Sciarabba- devono essere redatte secondo quanto indicato dall’articolo 5 del DPCM del 4 febbraio 2021 e vanno presentate, a pena esclusione, entro il 27 ottobre 2021”.

Leggi la notizia

Economia

Economia – approvati 400 progetti del programma Resto al Sud

Avatar

Pubblicato

il

Resto al Sud segna un nuovo record, con oltre 440 progetti approvati a settembre 2021: si tratta del programma di incentivi gestito da Invitalia che sostiene la nascita e lo sviluppo di nuove attività imprenditoriali e libero professionali in una rosa di regioni italiane del Mezzogiorno: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia e nelle aree del cratere sismico del Centro Italia (Lazio, Marche, Umbria).

L’incentivo può essere richiesto anche dagli imprenditori fino a 55 anni d’età, secondo quanto previsto dalla Legge di Bilancio 2021 che ha innalzato il precedente limite di 45 anni.

L’obiettivo è quello di sostenere anche gli over 50, una delle categorie che sta subendo le maggiori conseguente dal punto di vista del mercato del lavoro post-Covid.

Leggi la notizia

Economia

Economia – Giarrusso (M5S): operativo esonero totale dei contributi per giovani under 36. Ottima sinergia istituzionale tra (ex) Governo ed Europa

Avatar

Pubblicato

il

 

comunicato stampa

“Tra i tanti meriti dell’ex Ministro Nunzia Catalfo, durante la guida del delicato Dicastero del Lavoro, va segnalata una misura di forte impatto economico sul tessuto produttivo e sociale che rischiava di rimanere impantanata nelle lentezze della Commissione Europea: La totale decontribuzione a favore dei datori di lavoro che assumono a tempo indeterminato giovani under 36.
Mi sono immediatamente attivato con l’interrogazione n. P-03158/2021, a seguito della quale è stato finalmente concesso il via libera all’INPS che ha provveduto a emanare la circolare n.56/2021, rendendo pienamente operativa la misura e fornendo ai datori di lavoro le linee guida per l’accesso all’agevolazione. Sarà per loro possibile assumere giovani under 36 a tempo indeterminato, o trasformare i contratti già posti in essere, con una decontribuzione del 100% nei limiti di €6.000 annui – quindi la quasi totalità dei contratti che tipicamente vengono proposti ai giovani neoassunti – per un periodo massimo di 36 mesi, elevati a 48 mesi per le regioni del Sud, relativamente ai contratti stipulati dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2022” così in una nota l’Europarlamentare del Movimento 5 Stelle Dino Giarrusso.

“L’enorme lavoro fatto dal Presidente Giuseppe Conte, culminato con l’ottenimento dei fondi del PNRR, rischia di essere vanificato quando le istituzioni non riescono a collaborare tra loro e, soprattutto, se qualcuno non fa bene il proprio lavoro. Quanto accaduto in Sicilia, con la bocciatura di oltre 30 progetti a sostegno delle politiche agricole dell’Isola, non deve più ripetersi” prosegue l’Europarlamentare.
“in questo caso, invece, si è riusciti a innescare un circolo virtuoso tra Esecutivo – seppur la misura fosse stata inserita nell’ultima Legge di Bilancio del Governo Conte II, grazie all’ottimo lavoro della Senatrice Catalfo che ringrazio – e l’Istituzione europea che rappresento. Ritengo che l’interesse nazionale debba sempre prevalere sui beceri interessi di partito, e che il clima di leale collaborazione istituzionale possa diventare la norma e non l’eccezione. Infine, auspico che per gli incarichi di vertice delle istituzioni, a qualsiasi livello, vengano scelte figure competenti e che riescano a portare a casa risultati concreti e non bocciature, nell’interesse precipuo dei cittadini” conclude Dino Giarrusso.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza

© 2021 Il Giornale di Pantelleria - Un prodotto Noùs Editore Srls | Progettazione sito: Ferrigno Web Agency