Segui i nostri social

Pantelleria

Pantelleria, Tremarco (Lega): “Amministrazione M5S priva di visione turistica”

Avatar

Pubblicato

il

Riceviamo e pubblichiamo,

Lo scenario dei flussi estivi di questo 2021 era già chiaro nel primo trimestre dell’anno.
La forte contrazione della domanda turistica nazionale (-75%) causata dall’incertezza sulle riaperture e dall’andamento delle vaccinazioni ha confermato a maggio/giugno quello che avevamo previsto: nella migliore delle ipotesi sarebbero stati raggiunti i numeri del 2020.
Per Pantelleria sarebbe stato ancora più difficile considerando il delicato equilibrio riguardante i trasporti (nave/aliscafo/aereo).

Anche tenendo in considerazione la crescita del PIL che si attesta intorno al 2,7% su base congiunturale e del 17,3% su base tendenziale (rispetto al secondo trimestre del 2020 in pieno lockdown) sarebbe stato più opportuno fare valutazioni diverse: quale sarebbe stata la contribuzione di Pantelleria rispetto a questo 17,3% su base nazionale? Quando le riaperture in zona bianca per la Sicilia?

𝗜 𝗦𝗢𝗟𝗟𝗘𝗖𝗜𝗧𝗜 𝗗𝗘𝗟𝗟𝗔 𝗟𝗘𝗚𝗔

Già nel dicembre 2020 la Lega aveva sollevato il problema chiedendo l’istituzione di un tavolo sul turismo, coinvolgendo tutti gli operatori del settore, forze politiche e consulta delle contrade passando per la fondazione isola di Pantelleria.
Nessuna risposta, nessun contatto da parte dell’Assessorato al Turismo o di altri membri della giunta, Sindaco compreso.
Pensando ad un chiusura verso una proposta politica avevamo pensato, all’inizio, ad una scelta diversa da parte dell’amministrazione: coinvolgere gli operatori del settore senza un confronto con le forze politiche.

𝗟’𝗔𝗠𝗠𝗜𝗡𝗜𝗦𝗧𝗥𝗔𝗭𝗜𝗢𝗡𝗘 𝗢𝗥𝗚𝗔𝗡𝗜𝗭𝗭𝗔𝗩𝗔 𝗚𝗟𝗜 𝗘𝗩𝗘𝗡𝗧𝗜 𝗘𝗦𝗧𝗜𝗩𝗜 𝗡𝗘𝗟 𝗧𝗢𝗧𝗔𝗟𝗘 𝗦𝗜𝗟𝗘𝗡𝗭𝗜𝗢

A luglio 2021 nessuno sapeva con certezza se ci sarebbero stati eventi a Pantelleria durante l’estate.
Il silenzio avvolgeva la giunta ed in particolare l’assessorato al turismo.
Il 9 luglio 2021 alcuni quotidiani online pubblicavano il calendario degli eventi estivi: le determine per l’affidamento dei servizi però arriveranno non più darti di Agosto, appena quasi un mese dopo.

𝗟𝗔 𝗠𝗜𝗦𝗦𝗜𝗩𝗔 𝗗𝗘𝗚𝗟𝗜 𝗜𝗠𝗣𝗥𝗘𝗡𝗗𝗜𝗧𝗢𝗥𝗜

A smentire l’ipotesi di un eventuale coinvolgimento degli imprenditori è stata la lettera del 24/07/2021 inviata dall’associazione Immagina Pantelleria (imprenditori) e pubblicata da Pantelleria News avente come oggetto “Eventi e concerti stagione estiva 2021”.
Nella parte finale della missiva si legge: “Chiediamo il rinvio sine die della stagione concerti maggiori ponderando invece la fattibilità degli eventi minori meglio gestibili per la salute pubblica. Chiediamo che le somme di spesa involte siano ritirate per nuovi progetti che siano rivolti alla risoluzione dei problemi anche piccoli che l’isola deve affrontare e che tutti noi ben conosciamo, migliorando il ben comune e la fruibilità turistica. Chiediamo di essere convocati per poter discutere apertamente e con mente fredda sulle nuove direzioni da prendere.”

L’azione degli imprenditori si concretizza a seguito della presentazione del calendario eventi da parte dell’assessorato al turismo, calendario che tra l’altro fino a quel momento non era stato seguito da nessun atto amministrativo del comune.
Un altro campanello d’allarme acceso proprio dagli imprenditori e troppo sottovalutato dalla giunta che aveva già ricevuto, da parte della Lega ad inizio anno, diversi solleciti rispetto alla programmazione e la promozione della stagione estiva.
Da quello che emerge, si rileva una decisione unilaterale da parte dell’amministrazione priva di confronti con gli operatori turistici, forze politiche e consulta delle contrade.

𝗜𝗟 𝗗𝗜𝗕𝗔𝗧𝗧𝗜𝗧𝗢 𝗔𝗣𝗣𝗥𝗢𝗗𝗔 𝗜𝗡 𝗖𝗢𝗡𝗦𝗜𝗚𝗟𝗜𝗢 𝗖𝗢𝗠𝗨𝗡𝗔𝗟𝗘

Nel mese di luglio, il giorno 28, approda il dibattito in consiglio comunale.
Il capogruppo M5S Scaltriti espone le motivazioni di questi eventi estivi, difendendo le posizioni della maggioranza rispetto alle perplessità sollevate da alcuni consiglieri di opposizione che contestavano l’impiego di circa 220.000 euro per una stagione già compromessa dalla pandemia.
Scaltriti (M5S) ribadiva in quella sede la rilevanza nazionale e l’eco che avrebbero avuto quegli eventi programmati tra agosto e ottobre invocando le ragioni della “destagionalizzazione” come leva per la crescita del settore turistico.
Molte anche le perplessità sollevate sulle date, specialmente quelle di ottobre. Ma anche in questo caso l’amministrazione aveva preso una posizione diversa rispetto alle aspettative di imprenditori turistici e membri dell’opposizione.

𝗟’𝗜𝗧𝗘𝗥 𝗔𝗠𝗠𝗜𝗡𝗜𝗦𝗧𝗥𝗔𝗧𝗜𝗩𝗢 𝗣𝗘𝗥 𝗟𝗔 𝗣𝗥𝗢𝗚𝗥𝗔𝗠𝗠𝗔𝗭𝗜𝗢𝗡𝗘 𝗗𝗘𝗚𝗟𝗜 𝗘𝗩𝗘𝗡𝗧𝗜 𝗘 𝗟𝗔 𝗠𝗔𝗡𝗖𝗔𝗡𝗭𝗔 𝗗𝗜 𝗨𝗡𝗔 𝗣𝗥𝗢𝗠𝗢𝗭𝗜𝗢𝗡𝗘 𝗔𝗗𝗘𝗚𝗨𝗔𝗧𝗔

Va ricordato che gli atti amministrativi del comune relativi all’affidamento dei servizi alla “QUINTOSOL PRODUCTION S.r.l” risalgono ai primi giorni di agosto: troppo tardi per promuovere eventi di “tale portata” ai fini di una “destagionalizzazione” turistica.
Solitamente una corretta promozione per la summer si conclude al massimo tra maggio e inizio giugno, specialmente durante una pandemia senza la certezza delle riaperture e nel caso di isole minori della Sicilia come la nostra. Glissiamo sull’argomento trasporti, concertazione con le compagnie aeree e tour operator.

𝗟𝗔 𝗣𝗔𝗥𝗧𝗘𝗖𝗜𝗣𝗔𝗭𝗜𝗢𝗡𝗘 𝗔𝗚𝗟𝗜 𝗘𝗩𝗘𝗡𝗧𝗜

Rigurdo alla partecipazione agli eventi va rilevata la scarsa partecipazione dei cittadini. Non vanno considerate solo le date dei due concerti con 1000 partecipanti. Va considerata la media dei partecipanti per ogni data.
Riduttivo e forviante fare una analisi di questo tipo basandosi solo sul singolo evento. Le somme impiegate riguardano infatti tutti gli eventi e non il singolo.
Forse sarebbe stato meglio impiegare buona parte di qui soldi pubblici per un periodo migliore dando libero accesso a tutti anzichè solo 1.000 persone.

𝗥𝗜𝗗𝗨𝗭𝗜𝗢𝗡𝗘 𝗗𝗘𝗜 𝗩𝗢𝗟𝗜 𝗣𝗥𝗢𝗚𝗥𝗔𝗠𝗠𝗔𝗧𝗜 𝗗𝗘𝗟 𝟳𝟱% 𝗔 𝗙𝗜𝗡𝗘 𝗦𝗧𝗔𝗚𝗜𝗢𝗡𝗘

Anche Volotea, con dati alla mano, preferisce la riduzione dei voli operati da e per Pantelleria a fine stagione.
Nelle scelte di un vettore è facoltà valutare il taglio della capacità in funzione della domanda.
A qualcuno è sfuggita la riduzione da 39 a 10 voli rispetto alla programmazione.
Come si poteva prevedere una “destagionalizzazione” con qualche concerto ad ottobre?
Ma a questo punto viene spontaneo chiedersi: cosa significa “destagionalizzazione” per l’amministrazione pentastallata e il Sindaco?
Spesso le politiche sul turismo vengono confuse da questa amministrazione con qualcosa di disgiunto rispetto al territorio, i Panteschi e i benvenuti visitatori.

𝗜 𝗡𝗨𝗠𝗘𝗥𝗜 𝗦𝗨𝗜 𝗙𝗟𝗨𝗦𝗦𝗜 𝗧𝗨𝗥𝗜𝗦𝗧𝗜𝗖𝗜 𝗗𝗘𝗟𝗟𝗔 𝗦𝗧𝗔𝗚𝗜𝗢𝗡𝗘 𝗘𝗗 𝗢𝗧𝗧𝗢𝗕𝗥𝗘 𝟮𝟬𝟮𝟭

Ancora non sono stati pubblicati i dati ufficiali ma il trend si conferma quasi simile a quello della scorsa stagione. Le fonti certificate e consultabili sono disponibili anche su internet.
Qualcuno parlando di questa stagione estiva 2021 riporta circa 300.000 visitatori ma in realtà non è così. Bisogna sempre distinguere il numero delle presenze da quello dei visitatori.
Facendo un esempio: 30.000 visitatori x 10 giorni di permanenza = 300.000 presenze.

Ad ottobre sicuramente i visitatori non sono mancati, anche se con un volume più ridotto rispetto ai mesi estivi. Ma nello specifico non sembrano visitatori attribuibili agli eventi che si sono tenuti a Scauri.

𝗟𝗘 𝗦𝗢𝗠𝗠𝗘 𝗜𝗠𝗣𝗜𝗘𝗚𝗔𝗧𝗘

In sintesi: tra servizi forniti dalla “Quintosol” ( circa 200.000 Euro) e altri spettacoli si superano i 300.000 euro. La quasi totalità di queste prese dalla tassa di sbarco (capitolo di bilancio 2101).
Di queste circa 100.000 euro sono state impiegate proprio per gli eventi di ottobre quasi a stagione conclusa.
Sorvoliamo sulla formula contrattuale scelta per la stipula con la QUINTOSOL. Auspichiamo sull’argomento ampio dibattito in consiglio comunale.

Giusto per dare una dimensione e valore a queste somme: con 100.000 euro di potrebbero pulire circa 180 KM lineari di strade.

𝗥𝗜𝗠𝗔𝗡𝗚𝗢𝗡𝗢 𝗙𝗢𝗥𝗧𝗜 𝗗𝗨𝗕𝗕𝗜 𝗦𝗨𝗟𝗟𝗔 𝗩𝗜𝗦𝗜𝗢𝗡𝗘 𝗗𝗜 𝗧𝗨𝗥𝗜𝗦𝗠𝗢

Non vogliamo alimentare polemiche, tra l’altro non poche sull’argomento, ma alcune delle nostre domande attendono ancora delle risposte.

Qual’è la visione sul turismo di questa amministrazione? Turismo significa organizzazioni di eventi o anche altro?
Cosa intende per condivisione e bilancio partecipato questa amministrazione? E come mai non coinvolge la consulta delle contrade?
Considerato quasi per certo che non ci sarà alcun ritorno per il territorio dopo questi eventi “costosi” e “destagionalizzati” cosa rimarrà a noi Panteschi? Quale valore aggiunto per la nostra comunità?
Una parte di quelle somme si sarebbe potuta impiegare per rendere più presentabile la nostra isola?
E dopo tutto questo “sforzo” organizzativo, rimarrà almeno qualche riga in più sul curriculum dell’Assessore al Turismo?

A cosa serve uno splendido spettacolo se poi le strade principali sono improponibili?
A cosa serve un bel concerto se i voli per arrivare a Pantelleria vengono cancellati?
Come si può pensare una stagione organizzata per i nostri benvenuti ospiti senza armonia con chi questo settore lo conosce bene?
Senza condividere con gli imprenditori qualcosa di concreto che vada oltre la singola serata?

Questa sintetica ma concreta analisi a posteriori, solamente politica, non ha pretese di alcun genere tranne che una: che in questo ultimo anno di vostra amministrazione si affronti il problema di come spendere i soldi pubblici nel modo più trasparente e responsabile, al massimo delle vostre capacità.
Nella coscienza collettiva di ognuno, con dimora fissa, ospiti o visitatori, rimarrebbe traccia di qualcosa che ha fatto crescere il territorio e la comunità.
In ogni caso è nostro dovere come parte politica attiva ascoltare la voce di imprenditori e cittadini rimanendo disponibili come abbiamo sempre fatto per costruire “insieme” un nuovo percorso e nuove politiche turistiche.
Un percorso moderato e ponderato ma soprattutto armonioso

Pubblicità
1 Commento

1 Commento

  1. Avatar

    Giorgio

    21:02 - Novembre 9, 2021 at 21:02

    C’ è indubbiamente evento e Evento : il concerto di Battiato 20 anni fa all’ aeroporto militare fu forse il più bello anche per lui e ricordo che l’ accoglienza dei giovani fans, venuti prevalentemente dalla Sicilia ma anche dal continente, come me e i miei amici , lo sbalordì e commosse: lo si dovette all’ ospitalità del Comandante della base aerea e a Armani, che ospitò l’ artista.
    Bisogna “fare rete” e soprattutto- in un piccolo comune isolato, a Pantelleria come in un villaggio appenninico – l’ opposizione consiliare non può e non deve considerarsi ….opposizione ma minoranza: che e’ cosa ben diversa.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Pantelleria, oggi la 1ª Commissione Consigliare discuterà la modifica del Piano Regolatore Generale

Avatar

Pubblicato

il

Quest’oggi si tiene la seduta della prima Commissione Consigliare del Comune di Pantelleria, avente ad oggetto nell’ordine del giorno, la modifica del Piano Regolatore Generale.

Scopo di tale decisione è la realizzazione di un nuovo parcheggio presso l’Aeroporto.

La seduta potrà essere seguita anche in diretta streaming su youtube da questo link: Diretta Commissione Consigliare

Di seguito il documento:

 

Leggi la notizia

Pantelleria

Stasera Pantelleria su Tg1 con Francesco Lanzino e le sue mule

Avatar

Pubblicato

il

Oggi all’edizione serale del Tg1, delle ore 20,00, potremo assistere al’intervista a Francesco Woodvivor Lanzino,
protagonista del progetto “a passo di mulo”.

L’intraprendente palermitano è partito circa sei mesi fada Pantelleria a dorso delle sue due mule, Gina, Agnese e dell’Asinella Pantesca Iris.

Dopo un percorso di oltre 1000 chilometri, la tappa finale sarà Torino. Intanto Lanzino si trova alla Fiera del Cavallo di Verona dove è stato accolto con le sue cavalcature. Tra di esse, dicevamo, vi è una asino femmina del parco Demanio San Matteo, Allevamento Asino Pantesco in Erice (Regione Siciliana).

Rimanete aggiornati con Il Giornale di Pantelleria su tutti i fatti di attualità, cronaca, cultura e altro ancora. 
Leggi la notizia

Lavori Pubblici

Pantelleria – Rione S. Giacomo, manto stradale pericoloso. La segnalazione del PD

Avatar

Pubblicato

il

Il Partito Democratico – Circolo di Pantelleria ha segnalato al Sindaco e al Responsabile del Settore II del Comune di Pantelleria lo stato di precaria manutenzione in cui versa il manto stradale del Rione San
Giacomo di Pantelleria centro, chiedendo che vengano programmati i necessari interventi di sistemazione del suddetto manto stradale al fine di risanare situazioni di possibile pericolo per l’incolumità pubblica.
“Abbiamo ricevuto diverse segnalazioni – spiega Giuseppe La Francesca dirigente e Responsabile provinciale Isole Minori del Partito Democratico – da nostri concittadini residenti nel quartiere popolare di San Giacomo e abbiamo avuto modo di costatare personalmente il pessimo stato di manutenzione in cui versa il manto stradale, in un rione altamente popolato e quindi con seri pericoli per l’incolumità pubblica”.
“Pochi mesi fa grazie all’intervento dell’Istituto Autonomo Case Popolari – continua La Francesca – si sono ultimati i lavori di manutenzione dei prospetti delle sei palazzine del Rione San Giacomo, un intervento di sistemazione anche del manto stradale ridarebbe fra l’altro il giusto decoro all’intero quartiere, in un’ottica sempre più ampia di riqualificazione del nostro centro urbano”.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza

© 2021 Il Giornale di Pantelleria - Un prodotto Noùs Editore Srls | Progettazione sito: Ferrigno Web Agency