Segui i nostri social

Turismo

Pantelleria – Stagione Turismo 2023: considerazioni dell’Assessore Tremarco

Direttore

Pubblicato

-

Siamo alla conclusione della stagione estiva 2023, arrivata un pò a rilento in tutta Italia: difficoltà economiche, covid, hanno inciso fortemente sugli spostamenti vacanzieri in Italia.
Abbiamo chiesto all’Assessore al Turismo, Federico Tremarco, volendo fare un bilancio sull’andamento turistico a Pantelleria.

Cosa possiamo aspettarci a chiusura da questa stagione? “Le stime ufficiali disponibili al 31 maggio, prevedevano un flusso tutistico superiore al 2019, anno di riferimento pre-covid. Tuttavia, tra giugno e luglio, la tendenza è cambiata: si prevedevano circa  70 milioni di turisti in Italia, tra connazionali e stranieri. Quest’ultimi rappresentavano il 50% della stima e hanno confermato la presenza. L’altra metà, costituita dagli italiani, ha in buona parte prenotato in anticipo, ma ci sono anche gli indecisi influenzati dal prezzo che hanno preferito altre destinazioni.”

Quindi gli indecisi hanno inciso perchè fanno parte di quella fetta di mercato orientata dal prezzo? “Si. Quelli che si sono organizzati prima, hanno optato per città storiche, di mare ma anche zone di attrazione naturalistica.
“Sia alla conclusione della stagione estiva 2023, arrivata un pò a rilento in tutta Italia: difficoltà economiche, covid, hanno inciso fortemente sugli spostamenti vacanzieri in Italia.
“Non ritengo credibile a questo punto la previsione ottimistica della precedente amministrazione fondata solo sulla conta della tassa di sbarco.
Le piccole isole, distanti dalla Sicilia e impegnate a fronteggiare anche l’emergenza sbarchi, come a Pantelleria, rischiano di non fare i numeri dell’anno scorso e questo dipende amche dal fatto che i prezzi sono elevati e le risorse in campo non bastano.
La scelta di tanti italiani è stata per le località più appetibili in termini di spesa.”

In questo scenario non c’è quindi solo Pantelleria?  “Anche le altre isole hanno riscontrato una flessione quasi inaspettata.
“Pertanto, in fase di programmazione 2024 approfondiremo le dinamiche sui prezzi e impatto dei costi di trasporto.
“Siamo consapevoli che Pantelleria ha tante possibilità per posizionarsi bene  sul mercato turistico sia nazionale che internazionale.
“Siamo già al lavoro per fare bene la prossima stagione.”

Marina Cozzo è nata a Latina il 27 maggio 1967, per ovvietà logistico/sanitarie, da genitori provenienti da Pantelleria, contrada Khamma. Nel 2007 inizia il suo percorso di pubblicista presso la testata giornalistica cartacea L'Apriliano - direttore Adriano Panzironi, redattore Stefano Mengozzi. Nel 2014 le viene proposto di curarsi di Aprilia per Il Corriere della Città – direttore Maria Corrao, testata online e intraprende una collaborazione anche con Essere Donna Magazine – direttore Alga Madia. Il 27 gennaio 2017 l'iscrizione al Consiglio dell'Ordine dei Giornalisti nel Lazio. Ma il sangue isolano audace ed energico caratterizza ogni sua iniziativa la induce nel 2018 ad aprire Il Giornale di Pantelleria.

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Turismo

Pantelleria Island Fuze Tea 2024 da vivere e condividere sul Galeone Adriana con chef Bottacin e Matina

Direttore

Pubblicato

il

Il Galeone Adriana pronto a salpare per un mare di divertimento e bellezza con gli chef Bottacin e Matina

E’ tutto pronto per il Festival più atteso del momento a Pantelleria The Island Fuze Tea 2024 e il Galeone Adriana sta riscaldando i motori e i fornelli, per una quattro giorni indimenticabile.

Con la raffinata cucina degli chef Andrea Bottacin e Salvatore Matina, si avrà l’opportunità straordinaria di vivere e condividere le meraviglie dell’isola, degustando prodotti tipici in navigazione.
Il Galeone Adriana, proveniente da Lampedusa e rallegrato dalla colorata presenza di Gennarino il pappagallo, si trova ormeggiato sul lungomare, in prossimità del Castello Medievale, per rendere ancora più suggestivo e romantico il contesto.

La singolare imbarcazione compirà diverse uscite, nell’arco della giornata per tutta la durata dell’evento, così da poter offrire una esperienza da sogno al maggior numero di visitatori.

Come salire a bordo del Galeone

Per informazioni e prenotazioni, basta rivolgersi all’agenzia Pantelleria Island, con sede in Lungomare Borgo Italia 49 91017 Pantelleria (TP), con le seguenti modalità:

  • tramite email: info@pantelleriaisland.it
  • tramite telefono: +39 0923 911266 – 0923 912695 ovvero: +39 0923 911266 – 0923 912695
Leggi la notizia

Economia

Salina, tavola rotonda tra i Sindaci delle Isole: turismo e promozione territorio. Presente D’Ancona per Pantelleria

Redazione

Pubblicato

il

G8 delle Isole Minori

𝐑𝐢𝐮𝐧𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐝𝐞𝐢 𝐬𝐢𝐧𝐝𝐚𝐜𝐢 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐞 𝐢𝐬𝐨𝐥𝐞 𝐬𝐢𝐜𝐢𝐥𝐢𝐚𝐧𝐞 𝐚 𝐒𝐚𝐥𝐢𝐧𝐚. 𝐃𝐞𝐜𝐢𝐬𝐞 𝐮𝐥𝐭𝐞𝐫𝐢𝐨𝐫𝐢 𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐢 𝐩𝐞𝐫 𝐚𝐟𝐟𝐫𝐨𝐧𝐭𝐚𝐫𝐞 𝐞 𝐫𝐢𝐬𝐨𝐥𝐯𝐞𝐫𝐞 𝐢 𝐩𝐫𝐨𝐛𝐥𝐞𝐦𝐢 𝐜𝐨𝐦𝐮𝐧𝐢

Domenica 12 maggio si è tenuta riunione dei sindaci delle isole siciliane, presso la sala consiliare del Comune di Malfa, a Salina, per discutere di importanti problematiche.

Il primo punto affrontato è stato quello dell’istituzione della Consulta dei sindaci di Sicilia, già decisa nel precedente incontro di Pantelleria, al fine di poter disporre di uno strumento idoneo per la promozione e il coordinamento di attività e iniziative capaci di realizzare, con i cittadini e le Istituzioni operanti sul territorio con analoghe finalità, le sinergie necessarie al perseguimento di obiettivi condivisi.

In particolare, i sindaci intendono coinvolgere volontari, associazioni e organizzazioni di imprenditori nella riqualificazione dei loro territori e nella promozione di iniziative rivolte a un turismo sostenibile, responsabile e sensibile al patrimonio naturale, storico e antropologico delle isole minori siciliane.

Il secondo punto trattato è quello riguardante l’estensione del Piano Strategico del Turismo, già approvato dai Comuni Eoliani, a tutte le isole di Sicilia, come strumento guida di una politica turistica sostenibile per tutte le isole siciliane e riprendere l’iniziativa collaterale per l’avvio della DMO (Destination Management Organization), quale modello organizzativo per la gestione di destinazioni turistiche, per rafforzare i servizi e le risorse delle varie isole.

A seguire i collegamenti marittimi, l’esosità delle tariffe e lo stato del naviglio che, nonostante l’entrata in linea della moderna M/N Nerea, lascia molto a desiderare. In merito, i sindaci hanno deciso di portare avanti iniziative comuni affinché i bisogni delle loro comunità vengano soddisfatti, anche nell’ambito dei collegamenti aerei, con particolare riferimento all’isola di Pantelleria dove la gestione dell’aeroporto da parte dell’ENAC Servizi non favorisce l’auspicato sviluppo dello stesso.

Per ciò che riguarda il rapporto con lo Stato è stato deciso di impegnarsi per l’approvazione della Legge sulle Isole Minori, mentre a livello regionale si è deciso di insistere sulla riattivazione dell’Ufficio Isole Minori e del tavolo tecnico presso l’Assessorato alla Salute e intraprendere iniziative per velocizzare e armonizzare l’attività amministrativa delle Istituzioni regionali nell’ambito delle isole siciliane con maggior coinvolgimento dei Comuni.

Infine, l’assemblea dei sindaci di Sicilia ha deciso di creare un coordinamento più stretto e un rilancio dell’azione comune nell’ambito dell’Ancim, dandosi appuntamento alla prossima assemblea che si terrà in autunno a Lipari.

Martedì, 14 maggio 2024

I sindaci firmatari:
Francesco Forgione – Favignana
Filippo Mannino – Lampedusa linosa
Giacomo Montecristo – Leni
RIccardo Gullo – Lipari
Clara Rametta – Malfa
Fabrizio D’Ancona – Pantelleria
Domenico Arabia – Salina
Salvatore Militello – Ustica

Immagine presa da pagina facebook del

©comunedifavignana

Leggi la notizia

Turismo

Favignana e San Vito L. C. tra i borghi con meno 5000 abitanti più gettonati del 2024

Redazione

Pubblicato

il

Small Cities 2024: i top 30 piccoli centri italiani più gettonati
 
Ecco le prime 30 cittadine italiane con meno di 5000 abitanti più ricercate online.
Negli ultimi anni è sempre più in voga la tendenza di fare vacanze non solo nelle
grandi città ma anche e soprattutto nei piccoli centri, talvolta addirittura piccolissimi,
e nel Belpaese di piccoli centri incantevoli da visitare c’è solo l’imbarazzo della
scelta. Ma quali sono quelli più ricercati online? Holidu, portale di prenotazione di
case e appartamenti vacanza tra i più noti d’Europa, ha realizzato la classifica delle
30 località italiane con meno di 5000 abitanti più ricercate online dagli italiani,
indicando il volume di ricerca medio mensile, il numero di abitanti nonché il prezzo
medio delle case vacanze a notte per ciascuna località analizzata


Fonte e classifica completa di posizioni e dati comprensivi dei prezzi delle case vacanza
disponibile alla pagina: https://www.holidu.it/casa-vacanze/italia#small-cities
Favignana al top con San Vito Lo Capo e Portofino a completare il podio
Favignana, isola siciliana facente parte delle Egadi è una meta turistica sempre più nota, e
si classifica al primo posto di questa speciale graduatoria sfiorando le 92 mila ricerche
medie mensili.
Al secondo posto un’altra località siciliana ossia San Vito Lo Capo mentre al terzo gradino
del podio si piazza Portofino con circa 90 mila ricerche, davvero parecchie per una
incantevole località della costa ligure la cui popolazione residente non arriva nemmeno a
400 abitanti. Al quarto posto una delle principali località sciistiche del nostro Paese ossia
Courmayeur in Valle d’Aosta con Positano a completare la top 5. La perla lucana di
Maratea è in sesta posizione davanti ad Amalfi, Bormio e Sperlonga con Roccaraso in
Abruzzo a chiudere la top 10.

È la Lombardia la regione più rappresentata. Seguono Piemonte, Lazio e Marche
Sono ben 5 le località della Lombardia in questa speciale classifica: Bormio è l’unica in
top 10 all’ottavo posto, seguono Bellagio al 12mo, Limone sul Garda al 15mo posto, Ponte
di Legno al 19mo posto e San Pellegrino Terme al 20mo.

Con ben 3 località invece troviamo il Trentino-Alto Adige che può vantare Canazei al
17mo posto, Andalo al 21mo e Moena al 29mo.

Sono ben 7 le regioni che piazzano nella graduatoria 2 località ciascuna: la Sicilia (con le
prime due posizioni assolute Favignana e San Vito Lo Capo), la Campania (Positano e Amalfi quinta e settima), Abruzzo (Roccaraso decima e Castel del Monte 22ma), Toscana
(Pienza 13ma e Pitigliano 27ma), il Lazio (Sperlonga nona e Ponza 16ma), il Piemonte
(Bardonecchia 11ma e Stresa 14ma), la Puglia (Isole Tremiti e Peschici rispettivamente
23ma e 24ma) e la Sardegna (con Villasimius 18ma e San Teodoro 30ma).
4 invece le regioni con una sola località a testa nella graduatoria: la Valle d’Aosta
(Courmayeur quarta), la Basilicata (Maratea sesta), ma anche la Calabria con Scilla 25ma
e le Marche con Numana 28ma.
Quali sono i prezzi delle case vacanza in queste destinazioni?
Sebbene il concetto di piccolo centro suggerisca prezzi bassi per definizione, ciò è vero
solo in parte. Alcune località, infatti, benché con una bassa popolazione residente, sono
estremamente turistiche e quindi, soprattutto in alta stagione, i prezzi medi degli alloggi
hanno davvero poco a che vedere con il concetto di risparmio. Lo dimostrano bene 2 delle
località al top della classifica ovvero Positano e Portofino, dove l’alloggio a notte costa in
media rispettivamente ben 777 euro per Positano (decisamente non alla portata di tutti)
e 407 euro per Portofino. Seguono Amalfi e Courmayeur rispettivamente con 315 e
280 euro a notte.
Se l’obiettivo è il risparmio, tuttavia, non mancano le località molto più economiche: si tratta
di Peschici, Pitigliano e Scilla con poco più di 100 euro a notte, fino ad arrivare a Castel del
Monte: la bellissima cittadina abruzzese con i suoi 100 euro tondi a notte è la
destinazione più economica della top 30!

La classifica completa di tutte le posizioni con volume di ricerca, numero di abitanti nonché
prezzi medi degli alloggi per destinazione sono disponibili alla pagina: https://www.holidu.it/casa-vacanze/italia#small-cities
Metodologia:
Holidu ha analizzato il volume di ricerca medio mensile relativo al 2023 su Google tramite il sito Semrush utilizzando come parola chiave “cosa fare a” e “cosa vedere a” più il nome stesso dei comuni italiani con una popolazione residente inferiore a 5000 abitanti, sulla base della definizione di “piccolo comune” fornita dall’ISTAT, dal cui ultimo rapporto disponibile inerente alla popolazione residente sono stati selezionati i comuni corrispondenti a tale criterio.
Successivamente è stata dunque stilata la classifica dei piccoli comuni con volume di ricerca più elevato. Per ciascuna località è indicato il prezzo medio di soggiorno a notte. In caso di uno o più comuni con il medesimo volume di ricerca, è stata data priorità ai comuni con il minor numero di residenti.
A proposito di Holidu:
La missione di Holidu è rendere l’ospitalità e la prenotazione di case vacanze senza pensieri e piena unicamente della gioia che ogni viaggio sa regalare.

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza