Segui i nostri social

Trasporti

Pantelleria – Isole Minori, Schillaci (M5S): Continuano disservizi sui collegamenti. Regione verifichi contratti con le compagnie

Redazione

Pubblicato

il

Isole minori. Schillaci (M5S): Continuano i disservizi sui collegamenti. Regione verifichi contratti con le compagnie 

Palermo 17 agosto 2022 – “Anche in questa estate si stanno verificando i disservizi che denunciamo puntualmente da anni sui collegamenti marittimi da e per le isole minori siciliane. Quanto successo negli scorsi giorni per i collegamenti tra Mazara e Pantelleria è inaccettabile. Chiediamo che venga presto attuata la norma per l’ istituzione del tavolo di vigilanza sui contratti e convenzioni tra la Regione e le Società di trasporto marittimo”. A dichiararlo è la deputata regionale del Movimento 5 Stelle Roberta Schillaci, componente della commissione turismo, a proposito dei reiterati disservizi che le società di trasporto marittimo offrono ai passeggeri.

 

“Proprio a cavallo di ferragosto – spiega Schillaci – la società Caronte & Tourist spa, con un messaggio inviato al sindaco di Mazara del Vallo, ha comunicato che a causa di un guasto alla nave Sansovino in servizio alle Pelagie, ha dirottato in quella tratta la nave Pietro Novelli che era invece dedicata al collegamento marittimo sperimentale Mazara-Pantelleria. E’ stato quindi sospeso temporaneamente il collegamento Mazara-Pantelleria e viceversa che era stato attivato il martedì e giovedì. Stessi disservizi si verificano in maniera puntuale con gli aliscafi, che sono spesso vecchi, sporchi, colmi di amianto e i cui prezzi dei biglietti per i passeggeri sono esorbitanti”.

“Quello che deve fare la Regione – sottolinea la deputata- è verificare se i mezzi sostitutivi hanno le stesse caratteristiche e in caso contrario, applicare eventualmente le sanzioni previste dalla convenzione. Ecco perché occorre che il governo regionale applichi la mia norma, approvata in sede di variazioni di bilancio all’ARS, che istituisce il tavolo tecnico permanente che serve a vigilare sull’effettivo rispetto dei servizi sottoscritti dalle compagnie di navigazione attraverso i contratti e le convenzioni con la pubblica amministrazione. In un periodo come quello in corso, qualsiasi disservizio provocato ai viaggiatori, è un pessimo biglietto da visita per una Regione che, grazie al turismo, può recuperare quel PIL perso negli anni della pandemia”- conclude la deputata ARS.

Disclaimer

Questo contenuto è proprietà intellettuale della Nous Editore srls, senza tacito consenso ne è vietata ogni riproduzione, totale e parziale di testi e immagini, anche in forma di link

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Economia

Bollo auto in Sicilia, definite le modalità per regolarizzare i mancati pagamenti senza sanzioni

Matteo Ferrandes

Pubblicato

il

In Sicilia si possono regolarizzare i mancati pagamenti del bollo auto, in scadenza tra l’1 gennaio 2016 e il 31 dicembre 2021, senza incorrere nelle sanzioni e senza dover pagare gli interessi. Lo prevede la legge regionale 16 del 2022 che si applica agli omessi o insufficienti versamenti della tassa automobilistica regionale, purché la regolarizzazione avvenga entro il 30 novembre 2022. Un decreto dirigenziale del dipartimento regionale delle Finanze e del credito definisce le modalità di applicazione dell’agevolazione.
 
La regolarizzazione agevolata, rivolta sia alle persone fisiche che giuridiche, riguarda i mancati pagamenti già iscritti a ruolo per gli anni dal 2016 al 2019 (escluse le somme già versate all’agente della riscossione) e quelli degli anni 2020 e 2021 non ancora regolarizzati con i canali di riscossione ordinaria.
 
Sono esclusi invece i periodi d’imposta con decorrenza successiva al 31 dicembre 2021, i rapporti tributari definiti con sentenza passata in giudicato, e quei ruoli per i quali prima dell’entrata in vigore della legge erano già state avviate procedure esecutive (ad esempio, pignoramenti mobiliari e immobiliari, incanti immobiliari e interventi nelle procedure esecutive immobiliari). Per le tasse automobilistiche iscritte unicamente a titolo di sanzioni e interessi, la Regione Siciliana procede allo sgravio purché, alla data di entrata in vigore della norma in questione, non siano già state avviate procedure esecutive.
 
Inoltre, per consentire l’adesione all’agevolazione e per evitare l’avvio di procedure cautelari o di azioni esecutive, il decreto dispone la sospensione massiva dell’attività di riscossione dei ruoli coattivi della tassa automobilistica regionale fino al 31 gennaio 2023 (esclusi i procedimenti esecutivi già stati avviati). La sospensione non interrompe la notifica delle cartelle esattoriali.
 

Per aderire alla regolarizzazione agevolata, il pagamento si dovrà effettuare esclusivamente nelle delegazioni Aci e nelle agenzie di pratiche auto autorizzate.

IN ALLEGATO il  decreto dirigenziale del dipartimento regionale delle Finanze e del credito

Leggi la notizia

Trasporti

Favignana, trasporto gratuito degli alunni: domande entro il 3 ottobre

Matteo Ferrandes

Pubblicato

il

𝐓𝐫𝐚𝐬𝐩𝐨𝐫𝐭𝐨 𝐠𝐫𝐚𝐭𝐮𝐢𝐭𝐨 𝐝𝐞𝐠𝐥𝐢 𝐚𝐥𝐮𝐧𝐧𝐢 𝐝𝐢 𝐅𝐚𝐯𝐢𝐠𝐧𝐚𝐧𝐚: 𝐝𝐨𝐦𝐚𝐧𝐝𝐞 𝐞𝐧𝐭𝐫𝐨 𝐢𝐥 𝟑 𝐨𝐭𝐭𝐨𝐛𝐫𝐞.
📌 L’Amministrazione comunale, per rendere effettivo il diritto allo studio, favorendo la frequenza scolastica degli alunni, ha pubblicato l’avviso per presentare la domanda di ammissione al #trasporto #gratuito degli studenti della scuola dell’obbligo di Favignana.
📝 Le richieste dovranno essere presentate 𝐛𝐫𝐞𝐯𝐢 𝐦𝐚𝐧𝐮 𝐚𝐥𝐥’𝐔𝐟𝐟𝐢𝐜𝐢𝐨 𝐏𝐫𝐨𝐭𝐨𝐜𝐨𝐥𝐥𝐨 𝐜𝐨𝐦𝐮𝐧𝐚𝐥𝐞 𝐨 𝐩𝐞𝐫 𝐏𝐄𝐂 𝐚𝐥𝐥’𝐢𝐧𝐝𝐢𝐫𝐢𝐳𝐳𝐨 𝐜𝐨𝐦𝐮𝐧𝐞.𝐟𝐚𝐯𝐢𝐠𝐧𝐚𝐧𝐚.𝐭𝐩@𝐩𝐞𝐜.𝐢𝐭, 𝐞𝐧𝐭𝐫𝐨 𝐢𝐥 𝟑 𝐨𝐭𝐭𝐨𝐛𝐫𝐞 𝟐𝟎𝟐𝟐.

📲 Tutti i dettagli in merito a chi può beneficiare del servizio e i moduli da utilizzare per la presentazione della domanda sono in distribuzione presso l’ufficio comunale Pubblica Istruzione o scaricabili al seguente link: https://bit.ly/3xNP1k5

Leggi la notizia

Trasporti

Trapani, Bonus Trasporti: fino a 60 euro per abbonamenti. Ecco come richiederlo

Redazione

Pubblicato

il

Come richiedere il Bonus Trasporti a trapani: fino a 60 euro per gli abbonamenti

Le elezioni sono ormai alle porte ma continuano ad essere in vigore le manovre varate dal vecchio Governo per aiutare gli italiani in questo momento di crisi. Il Bonus Trasporti è infatti una delle ultime misure contenute nel Decreto Aiuti (decreto- legge n.50 del 17 maggio 2022- art. 35) e per la quale il Governo Draghi ha stanziato circa 180 milioni di euro. La misura sembra essere molto interessante in quanto, oltre all’aiuto economico per le famiglie, il Governo ha voluto strizzare anche l’occhio alla sostenibilità cercando di incentivare il trasporto pubblico nei comuni italiani. 

In cosa consiste l’aiuto?

La manovra consiste in un Bonus, fino a 60 euro, che può essere utilizzato per gli abbonamenti al trasporto pubblico locale. Il Bonus dovrà essere utilizzato in un intervallo di tempo limitato, ovvero si dovrà acquistare l’abbonamento entro un mese solare dall’emissione dello stesso. L’abbonamento comunque potrà iniziare la sua validità anche dopo l’acquisto, dando libertà all’utente di scegliere l’effettivo inizio del periodo di godimento. Potrai trovare a questo link l’elenco di tutte le società di trasporto che partecipano all’iniziativa statale. L’iniziativa è stata da subito appoggiata da tutti gli esercenti e le società di trasporto che hanno aderito in massa alla misura.

Come Richiedere il Bonus Trasporti a trapani:

Se sei un cittadino di trapani potrai richiedere il Bonus Trasporti direttamente sul sito del Governo o recandoti in uno dei tanti CAF di trapani. Non tutti i cittadini di trapani potranno però richiedere il Bonus ma solo le persone fisiche che nel 2021 hanno dichiarato un reddito inferiore ai 35 mila euro. Coloro che fanno parte di questa fascia potranno quindi andare sull’apposita piattaforma del ministero e accedervi tramite lo SPID di secondo livello o Carta d’identità Elettronica. Serviranno anche il Codice Fiscale del beneficiario che sarà l’unico a poter utilizzare il Bonus per l’acquisto dell’abbonamento mensile o annuale. Non sarà necessario avere con se un’attestazione ISEE ma basterà una semplice autocertificazione

Continuano gli aiuti del Governo nonostante le Elezioni

In questi ultimi mesi abbiamo visto un susseguirsi di aiuti da parte del governo che hanno continuato ad essere elargiti anche dopo le dimissioni del Presidente Draghi. Questo grazie anche al Decreto Aiuti-ter, una delle ultime manovre del Governo, che tra bonus 200 e Bonus Bollette ha cercato di fermare gli aumenti di luce e gas a trapani. Con le elezioni alle porte però c’è il rischio che questi aiuti si fermeranno o almeno cambieranno i loro destinatari in base ai risultati delle urne,lasciando a bocca asciutta milioni di italiani. Bisogna solo sperare che, in un momento così delicato, gli italiani facciano la scelta giusta

Fonte: https://www.prontobolletta.it/

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza

© 2021 Il Giornale di Pantelleria - Un prodotto Noùs Editore Srls | Progettazione sito: Ferrigno Web Agency