Segui i nostri social

Capitaneria di Porto

Pantelleria, esercitazione a fuoco di navi militari Guardia Costiera. Interdizione area -Ecco quando

Avatar

Pubblicato

il

R E N D E   N O T O

L’Ufficio Circondariale Marittimo  di Pantelleria ha emesso, a firma del suo comandante Antonio Terrone, ordinanza di interdizione specchio d’acqua a largo dell’Isola, per esercitazioni a fuoco di unità navali militari, previste per il giorno 1 dicembre.

Ecco cosa specifica l’atto:

 

Che in data 01.12.2021 e 02.12.2021 (giorno di riserva), dalle ore 10.00 e sino al termine esigenza, lo specchio acqueo di forma circolare versante ovest Isola di Pantelleria avente centro sul punto di coordinate geografiche lat. 36°48’48’’ N – long. 012°07’05’’ E (DATUM WGS84) ed un raggio di 1 (uno) miglia, sarà interdetto per lo svolgimento di esercitazioni a fuoco con armi portatili dal bordo di unità navali militari della Guardia Costiera. Detta zona di mare viene meglio individuata nell’allegato stralcio cartografico che fa parte integrante della presente. O R D I N A Articolo 1 – Divieti

Nella zona di mare sopra indicata interessata dallo svolgimento di esercitazioni militari, è vietato:  navigare, ancorare e sostare con qualunque unità sia da diporto che ad uso professionale;  effettuare attività di immersione con qualunque tecnica;  svolgere attività di pesca, sia professionale che ricreativa, effettuata con qualsiasi mezzo od attrezzo, ivi compresa quella subacquea.

Articolo 2 – Sanzioni

I contravventori alle disposizioni di cui alla presente Ordinanza, saranno puniti ai sensi dell’art. 650 Codice Penale, dall’articolo 1174 e 1231 del Codice della Navigazione, ovvero a norma del Codice sulla Nautica da diporto, nonché incorreranno nelle sanzioni principali ed accessorie previste dal Decreto legislativo n. 04/2012, relativo alla disciplina della pesca, salvo che il fatto non costituisca differente illecito sanzionato da norme speciali o più grave reato derivante dall’illecito comportamento o inadempienza. I trasgressori saranno ritenuti responsabili dei danni derivanti a persone e/o cose in conseguenza della propria inadempienza.

Articolo 3 – Disposizioni finali La presente Ordinanza entra in vigore con decorrenza immediata. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservare e fare osservare la presente Ordinanza, la cui diffusione sarà assicurata mediante affissione all’albo dell’Ufficio e pubblicazione sulla pagina “Ordinanze” del sito web istituzionale dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Pantelleria: http://www.guardiacostiera.gov.it/pantelleria/Pages/ordinanze.aspx.

IL COMANDANTE T.V. (CP) Antonio TERRONE

Ord. n°34-2021 ARPOREX

Disclaimer

Questo contenuto è proprietà intellettuale della Nous Editore srls, senza tacito consenso ne' è vietata ogni riproduzione, totale e parziale di testi e immagini, anche in forma di link

Marina Cozzo è nata a Latina il 27 maggio 1967, per ovvietà logistico/sanitarie, da genitori provenienti da Pantelleria, contrada Khamma. Nel 2007 inizia il suo percorso di pubblicista presso la testata giornalistica cartacea L'Apriliano - direttore Adriano Panzironi, redattore Stefano Mengozzi. Nel 2014 le viene proposto di curarsi di Aprilia per Il Corriere della Città – direttore Maria Corrao, testata online e intraprende una collaborazione anche con Essere Donna Magazine – direttore Alga Madia. Il 27 gennaio 2017 l'iscrizione al Consiglio dell'Ordine dei Giornalisti nel Lazio. Ma il sangue isolano audace ed energico caratterizza ogni sua iniziativa la induce nel 2018 ad aprire Il Giornale di Pantelleria.

Pubblicità
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Capitaneria di Porto

Pantelleria, avaria del fanale del porto: ingresso e uscita solo nelle ore diurne. Ordinanza della Capitaneria

Avatar

Pubblicato

il

Con decorrenza immediata, per motivi connessi alla sicurezza della navigazione, l’ingresso/uscita dal porto di Pantelleria, per tutte le unità navali, è consentito nelle sole ore diurne (dall’alba al tramonto).

Così recita un passo dell’ordinanza della Capitaneria do Porto emesso in queste ore e con decorrenza immediata, dal Comandante Antonio Terrone.

A causa dell’avaria di un fanale all’ingresso del porto, dunque, l’ingresso e l’uscita dal bacino sono limitate fino al ripristino del segnale luminoso.

Lo stesso Ufficio Circondariale Marittimo assicura l’arrivo delle navi, con modifica degli orari delle corse.

Ecco l’atto per esteso: ORD. 01-2022 Limitazione ingresso uscita Porto PNL Fanale Rosso

Leggi la notizia

Capitaneria di Porto

Pantelleria, barca prende fuoco durante rifornimento carburante: era una esercitazione – Video

Avatar

Pubblicato

il

PORTO DI PANTELLERIA. UNITÀ PRENDE FUOCO DURANTE LE OPERAZIONI DI RIFORNIMENTO: ERA LO SCENARIO DI UN’ESERCITAZIONE. Nella mattinata odierna gli uomini dell’Ufficio Circondariale marittimo hanno dato corso ad una complessa esercitazione antincendio/antinquinamento in ambito portuale.

L’esercitazione che aveva come tema centrale la lotta ad un incendio di lieve entità, verificatosi a bordo di un’unità da diporto nel corso delle operazioni di rifornimento e conseguente inquinamento in mare, ha visto coinvolti oltre agli uomini della Guardia Costiera anche i Vigili del Fuoco del Distaccamento di Pantelleria, una pattuglia dei Carabinieri e dei Vigili urbani di Pantelleria, il personale sanitario del 118, l’impresa portuale Accadueo, la società di gestione del distributore di carburante presente in porto Soc. Dal Zotto è tutto lo staff della security portuale.

Una volta estinto l’incendio con le risorse della Capitaneria, intervenuta con un mezzo navale, e dei Vigili del Fuoco rapidamente intervenuti sul posto, mettendo in atto tutte le procedure previste dalla loro serratissima preparazione, gli stessi Vigili hanno proceduto all’estrazione di due persone rimaste coinvolte nell’incendio ed intrappolate dalle fiamme sottocoperta. Una volta tratte in salvo le 2 infortunate sono stati consegnate alle cure del personale sanitario precedentemente allertato ed intervenuto prontamente sulla scena delle operazioni. A seguire le fasi antincendio è stato dato corso alle operazioni di contenimento e rimozione del carburante finito in mare, negli attimi immediatamente successivi all’innesco, ad opera della Società Accadueo che ha provveduto a stendere in mare una serie di panne assorbenti che hanno consentito di asportare la macchia oleosa presente in superficie.

Al termine dell’esercitazione è stato effettuato direttamente sul posto un debriefing su quanto posto in essere. Gli attori a vario titolo interventi si sono detti soddisfatti di quanto dimostrato dalla macchina dei soccorsi con la promessa di fare sempre meglio qualora tali situazioni dovessero verificarsi realmente.

Il Comandante dell’Ufficio Circondariale marittimo di Pantelleria soffermandosi sugli scopi di questa esercitazione ha affermato che le stesse hanno come obiettivo quello di affinare ed accrescere l’intesa ed il coordinamento tra gli Enti, a vario titolo partecipanti, al fine di ridurre i tempi di risposta all’emergenza e rendere maggiormente efficaci ed efficienti le capacità di intervento e risoluzione dell’emergenza.

 

Leggi la notizia

Capitaneria di Porto

Pantelleria. E’ Giuseppe De Tommaso il nuovo comandante della mitica motovedetta della Guardia Costiera

Avatar

Pubblicato

il

L’Ufficio Marittimo di Pantelleria ha un nuovo comandante di motovedetta: il Luogotenente Giuseppe De Tommaso.

Abbiamo voluto conoscere meglio l’ufficiale, operativo sull’isola dalla prima decade di settembre, periodo in cui, peraltro, lasciava l’incarico il M.llo Francesco Di Pippa.

Comandante come le è stata assegnata Pantelleria?In verità è stata una mia scelta. Quando si è profilato il momento di lasciare la sede Giulianova (che dipende da Pescara), ho manifestato il desiderio di tornare a Pantelleria. Qui sono stato operativo dal 2009 al 2012.”

Anche il Comandante Terrone deriva da Pescara e infatti  conosceva da lì il nuovo arrivato e aveva già un rapporto di stima professionale.

Quindi lei mi dice che non si è dovuto ambientare e non ha subito l’impatto di un contesto singolare come quello isolano, nè un inserimento sociale? “No, infatti! E’ stato abbastanza facile, anche perchè dal 2012 sono spesso tornato in ferie a Pantelleria, quasi tutti gli anni. Inoltre ho ritrovato alcuni colleghi che si sono fermati dal 2009.  

“E poi è Pantelleria che mi piace davvero tanto sotto molti profili, al di là del mare. Sono un podista e ho anche fatto qualche gara quella su 50 km su sentiero.”

Ma la motovedetta di cui lei ha preso il comando l’aveva già governata, la conosceva? “Il mio vecchio ruolo mi vedeva su questa imbarcazione, ma non ne avevo il comando. La motovedetta sono oltre 15 anni che è al servizio di questa isola e ne ha viste di onde, di interventi, soccorsi in condizioni molto difficili.

Da qui pensa di ricavare una crescita professionale importante? “Sicuramente, anche perchè qui c’è un altro natante che non ho mai portato e questo mi farà acquisire nuove esperienze.”

 

Qui interviene il Comandante dell’Ufficio Marittimo, Antonio Terrone “Veda, Pantelleria, come Lampedusa, sono due avamposti italiani e sotto certi profili sono questi a darci maggiori soddisfazioni e impegni dal punto di vista operativo. Infatti l’attività è davvero intensa come interventi ma anche per le condizioni meteo spesso estreme che come sono qui non le troviamo quasi da nessun’altra parte d’Italia. Per De Tommaso è un traguardo importante Pantelleria, perchè il trasferimento coincide con l’assunzione del suo importante incarico di comandante di una motovedetta.  

Comandante Terrone, voi vi conoscevate da Pescara, quindi siete avvantaggiati? “Si ma siamo stati assegnati insieme anche a Lampedusa. Sono contento che ci sia lui ora e che prosegua questa collaborazione a braccio a braccio. Avere al proprio fianco un uomo come lui è ciò che tutti desiderano per le sue grandi capacità, per l’esperienza, per la voglia dei fare che manifesta specie in zone di frontiera come questo, senza mai perdere gli stimoli a lavorare. Ma ha di più anche un grande carisma e un talento a trainare seco anche l’equipaggio.” 

 

Il quarantaduenne luogotenente, appassionato di mare di montagne di sport audaci dove le prove fisiche possono essere estreme, dallo sguardo un pò timido ma dalla stretta di mano tenace e risoluta, trascorrerà i prossimi tre anni sulla nostra isola.

Noi gli auguriamo una buona permanenza piena di soddisfazioni professionali, ma anche sociali e personali.

Buona navigazione, Comandante De Tommaso.

 

Marina Cozzo

 

Leggi la notizia

Seguici su Facebook!

Cronaca

Cultura

Politica

Meteo

In tendenza

© 2021 Il Giornale di Pantelleria - Un prodotto Noùs Editore Srls | Progettazione sito: Ferrigno Web Agency